• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    06-06-2006
    Messaggi
    55

    batteria completa o singoli test??

    Ciao a tutti,
    una domanda rivolta a chi già lavora in ambito neuropsicologico: secondo voi, qualora ci sia l'esigenza di effettuare una valutazione globale, è preferibile utilizzare una batteria completa(R-BANS o BVN 5-11 per l'età evolutiva) oppure singoli test per singole funzioni??
    Aspetto risposta...ciao

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Dipende dallo scopo della valutazione e dalla tua padronanza degli strumenti testistici.
    Se sei all'inizio è preferibile una batteria, così come se l'obiettivo è quello di screening delle funzioni cognitive generali.
    Se invece hai una buona padronanza degli strumenti e sei in grado di capire quali siano le aree da indagare maggiormente (e non interessa avere una valutazione globale), allora si procede coi test per funzione.

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Concordo con tata_moni. Mi sembra che sia il caso di un bambino, quindi magari parto da una wisc per avere un'idea generale, poi approfondisco le aree problematiche.
    Se invece di arriva già per un problema specifico, indago quello, con la possibilità di indagare altre aree se mi sorgono dubbi durante la valutazione

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    06-06-2006
    Messaggi
    55
    grazie...la domanda era rivolta proprio a voi!!!
    La mia passione è nata dal lavoro di tesi sperimentale sulla patologia di Parkinson e da allora, due anni circa, non ho mai abbandonato la neuropsicologia. Mi occupo prevalentemente dell'adulto e non ho fatto nessun master o corso (nonostante la forte tentazione la spesa economica era troppa!). Penso che occorra tanta volontà e soprattutto studio!!
    Leggo sempre i vostri post e mi sono sempre stati di aiuto!
    A presto!

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Secondo me hai intrapreso la strada giusta! Trovati una neuropsicologa brava e disponibile da affiancare per un po', imparerai molto investendo pochi soldi e il tuo tempo libero, ma imparerai tanto! Poi appena avrai la somma necessaria investila sul tuo futuro professionale, perchè se non sei tu per prima a puntare su te stessa e a valorizzarti, gli altri difficilmente lo faranno...

    Tornando al pratico, visto che mi parli di Parkinson, è utile innanzitutto documentarsi su quali deficit neuropsicologici sono maggiormente associati alla patologia. Una volta poi che hai il paziente davanti sarà più facile orientare la valutazione, sapendo dalla letteratura quali potrebbero essere le sue aree critiche. Inoltre, inizialmente gli fai un bel MMSE, che in 10 minuti ti dà una panoramica e ti permette di orientarti. In seguito procedi con test per funzione. Io faccio così.

  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    06-06-2006
    Messaggi
    55

    X TATA_MONI

    ciao! Grazie per i tuoi consigli, è proprio quello che vorrei fare! Ho somministrato test per la tesi sperimentale e ho utilizzato il MMSE ed altro. mi piacerebbe cominciare ad acquistare gli strumenti testologici ma ho paura di fare acquisti sbagliati...che mi consigli???
    baci

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Io ti consiglio di aspettare ad acquistare, a meno che non intendi iniziare subito l'attività libero professionale. Altrimenti se frequenti una clinica/ospedale/centro dove come diceva tata_moni affianchi una neuropsicologa, loro dovrebbero già avere dei test. E comunque i test più usati negli adulti con demenza o anche nel PArkinson sinceramente non so se e dove li vendono, molti te li puoi costruire da sola o li trovi come appendice in alcuni articoli.
    Tipo le 15 parole di rey, si comprano? dove? Io le ho sempre viste "fatte in casa"

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  8. #8
    Matricola
    Data registrazione
    16-10-2004
    Messaggi
    17
    Ciao a tutti,
    anch io vorrei comprare i miei primi test.
    Mi appoggero' allo studio di un neurologo, che mi ha suggerito di comprare test neuropsicologici su demenze, deterioramento organico, depressione e ansia.
    Non so quali test prendere e quanti me ne servono, visto che sono agli inizi, inoltre nn so dove comprarli.
    Qualcuno puo' aiutarmi?
    Aspetto risposta
    CIAO!

  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Nemmeno io comprerei i test ma userei quelli di una clinica-ospedale-studio in cui siano presenti. I test costano molto e ce ne vuole per riprendere su l'investimento!!
    Se non avete idea di quali test vi servono, significa che non sapete nemmeno somministrarli nè tantomeno interpretarli. Ricordiamoci che parliamo di persone e che dalla nostra valutazione dipende in parte una diagnosi, una terapia, l'ottenimento di servizi, ecc. Quindi non si può pensare di comprare qualcosa a caso e cominciare, occorre tanto impegno e tanta pratica. Questo è il mio parere, poi ognuno segue la sua coscienza.

  10. #10
    Partecipante
    Data registrazione
    06-06-2006
    Messaggi
    55

    Per tata_moni

    Non credo che il vero problema sia la somministrazione e l'interpretazione dei test. (Immagino che tu abbia imparato a farlo dalla osservazione della tua tutor che a sua volta a imparato a farlo dalla lettura del manuale del test stesso)
    Forse quello che va detto a Fenice78 è che se non c'è uno studio approfondito a monte della materia per etica professionale non è il caso certo di improvvisare! E' un lavoro molto delicato che va aldilà della mera somministrazione di un test.
    Penso che a fare un neuropsicologo (ed io certo ancora non lo sono e chissà se mai lo sarò) sia l'esperienza e la costanza nello studio della letteratura in materia.
    Comunque se il tuo intervento era rivolto anche me, anch'io, come te, collaboro da due anni presso un reparto di Neurologia e penso non ci sia nulla di male a chiedere un consiglio.

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    A chiedere un consiglio non c'è niente di male, anzi! Ma come a detto tata_moni, se non sai quali test ti servono, vuol dire che non sai usarli. Se tu collabori da due anni in un reparto di neurologia, avrai visto che i test usati per il deterioramento intellettivo sono bene o male sempre gli stessi, e diversi te li puoi creare da sola. Per l'acquisto io aspetto, anche se spesso sono stata tentata, perchè ora che avrò uno studio mio per cui mi serviranno dei test miei, magari ci sarà qualcosa di meglio (dubito) o una nuova versione (vedi WAIS) o forse mi occuperò prevalentemente di una cosa e non di un'altra, quindi prima di investire soldi, e tanti, aspetto che mi serva davvero. Intanto uso quelli delle strutture dove lavoro.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  12. #12
    Matricola
    Data registrazione
    16-10-2004
    Messaggi
    17

    Re: Per tata_moni

    Originariamente postato da klaudia81
    Non credo che il vero problema sia la somministrazione e l'interpretazione dei test. (Immagino che tu abbia imparato a farlo dalla osservazione della tua tutor che a sua volta a imparato a farlo dalla lettura del manuale del test stesso)
    Forse quello che va detto a Fenice78 è che se non c'è uno studio approfondito a monte della materia per etica professionale non è il caso certo di improvvisare! E' un lavoro molto delicato che va aldilà della mera somministrazione di un test.
    Penso che a fare un neuropsicologo (ed io certo ancora non lo sono e chissà se mai lo sarò) sia l'esperienza e la costanza nello studio della letteratura in materia.
    Comunque se il tuo intervento era rivolto anche me, anch'io, come te, collaboro da due anni presso un reparto di Neurologia e penso non ci sia nulla di male a chiedere un consiglio.
    Scusate ma visto che parlate di etica vi devo rispondere... ovviamente io non mi improvviso nè come psicologa nè come neuropsicologa... sto studiando e mi sto documentando a riguardo, mi sono iscritta ad un corso di neuropsicologia etc---
    Alcuni test inoltre per essere somministrati richiedono una qualifica "C" ossia non richiedono neanche la laurea in psicologia.... chiedevo un consiglio per capire quali test iniziare a comprare e su cui iniziare ad esercitarmi.... nessuna improvvisazione e tanta serietà da parte mia... poi nn si giudica chi nn si conosce
    Grazie comunque.

  13. #13
    Partecipante
    Data registrazione
    06-06-2006
    Messaggi
    55

    per Fenice78

    Ciao, il "tono" del mio intervento non era rivolto a te. Io ti do ragione, non si giudica chi non si conosce e come te anch'io avevo chiesto informazioni su diversi test. Ti faccio il mio più grande in bocca al lupo!
    A presto.

  14. #14
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Mi dispiace che l'intervento sia risultata un'offesa. Sinceramente mi interessava di più una riflessione etica professionale, non avevo intenzione di giudicare la persona.
    Chi risponde che somministrare e interpretare un test non è un problema, a mio avviso si rapporta superficialmente con degli strumenti da cui, ripeto, dipendono in parte molte altre cose.
    Dicendo in altre parole: chiedere un consiglio non è sbagliato, è la natura del consiglio che chiedete che fa pensare che non abbiate punti di riferimento in materia neuropsicologica. Se invece non è così allora perdonatemi. Io non ho risposto in merito a voi (che in effetti nono conosco), ma in merito alle vostre richieste generiche. Non è sbagliato cercare di imparare, anzi, è un impegno ammirevole, ma dal mio punto di vista occorre considerare COME imparare, ossia seguendo corsi e affiancando professionisti competenti, non comprando alcuni test e somministrandoli.
    Ripeto infine che questa è la mia opinione e ciascuno è libero di fare come meglio crede. Spero di essermi chiarita e che le mie parole non vengano interpretate come offese ma come spunti di riflessione.
    Ciao!

Privacy Policy