• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 18

Discussione: Musulmani

  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597

    Musulmani

    Il tutto parte dal thread sul maiale day. Avevo deciso di non leggerlo tutto perchè non ho più la forza di leggere le opinioni assolutamente discutibili di alcune persone, ci sto male, credetemi.
    Una volta le affermazioni di certi... bho politici ma ci vuole uno stomaco di ferro per chiamarli così, mi facevano rabbia adesso invece mi vengono le lacrime agli occhi.
    Volevo parlarvi un pò dei musulmani visto che purtroppo le informazioni in nostro possesso sono spesso veicolate da informazioni di destra o di sinistra.
    Io vivo al Cairo ma ho visitato parecchi altri paesi musulmani come turchia, emirati arabi, tunisia, lombok (in indonesia) quindi parlo con cognizione di causa.
    Una delle mie più care amiche è musulmana e porta il velo. Lei lo porta, moltre altre ragazze pur essendo credenti non lo portano perchè questa è una scelta personale. Vi dicevo di questa mia amica, è laueata in giornalismo, lavora e si da molto da fare. La sera esce con amici/che, le piace andare in giro per locali ma una delle cose che ammiro più di lei è l'indipendenza. Non conosco molte ragazze che viaggiano sole, lei invece lo fa e non vicino casa o per andare a trovare conoscenti. Lei è andata in Malesia, in India ed è tornata da pochissimo da un viaggio in Italia (un mese intero da nord a sud). Porta il velo come tu potresti portare una croce, questo non significa che è schiava.
    I ragazzi musulmani che conosco bevono alcolici (si la loro religione lo vieta... forse noi non facciamo sesso prima del matrimonio?) ascoltano musica, dal jazz alla techno al metal, alcuni di loro sono ottimi musicisti.
    Al Cairo ci sono enormi centri commerciali con centinaia di negozi e ristoranti, cinema e sale giochi. C'e' anche il Virgin Megastore, dove puoi trovare cd di tutti i tipi, playstation, giochi, libri (in molte lingue diverse).
    Tra di noi (al Cairo) ci sono musulmani, cristiani, cristiani copti, l'amicizia non c'entra niente con il nome del dio al quale credi.
    Sembrerà strano ma ci sono anche ragazzi/e fidanzate che si sono conosciuti in discoteca (eh si, purtroppo ci sono anche quelle).
    Avrei mille altre cose da dire ma non vorrei appesantire questo thread più di quanto non abbia già fatto, vorrei solo aggiungere
    (GOL DI SIMPLICIO!! SCUSATE) che se ho scritto tanto l'ho fatto solo per renderci conto che non c'e' un noi e un loro.
    Moltissimi italiani vivono al Cairo perchè in Italia guadagnerebbero un terzo, molti mandano parte dello stipendio alle famiglie in Italia, altri invece stanno al Cairo con loro. Per i bambini ci sono le scuole italiane, americane, francesi, egiziane, si può scegliere. La domenica si può andare in chiesa, ci sono tantechiese cristiane al Cairo e non danno fastidio... perchè dovrebbero? Non è richiesta l'integrazione a tutti i costi o comunque l'integrazione non è intesa come TU OSPITE IN CASA MIA ADEGUATI ALLE MIE REGOLE, ognuno può vivere pacificamente mantenedo la propria identità culturale... normale no?
    Scusate se mi sono dilungata tanto, ma se avete cinque minuti leggete l'esperienza di una collega
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Se io vado a casa di un amico che non fuma eviterò, in casa sua, di accendermi una sigaretta. Ma mi aspetto che il mio amico non mi sbatta fuori appena vede l'accendino che fa capolino dalla borsa...io la vedo così!

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Anche io conosco parecchi musulmani pur vivendo in Italia (il primo lo conobbi alle medie ed era una rarità, adesso è pieno )... io non ho mai avuto problemi a causa del credo religioso, facciamo più o meno le stesse cose e ragioniamo in modo molto simile. Per dire, la sera ci si becca al pub... magari loro non bevono alcol (o alcuni si) ma alla fine sempre li ci si ritrova!

    Non voglio dire che sia tutto rose e fiori, ma non darei colpa al credo religioso...
    Ultima modifica di Ember : 16-09-2007 alle ore 16.47.04
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Originariamente postato da maryflower
    Se io vado a casa di un amico che non fuma eviterò, in casa sua, di accendermi una sigaretta. Ma mi aspetto che il mio amico non mi sbatta fuori appena vede l'accendino che fa capolino dalla borsa...io la vedo così!
    Ci si prende troppo sul serio!
    Nei paesi arabi non è il caso di uscire con una minigonna che arriva all'ombelico ma se qualcuno lo fa al limite c'e' un pò di imbarazzo, qualche sorriso sotto di baffi, o qualche vecchietta che arrabbiata te lo fa notare e li scoppia l'ilarità dei presenti
    ma non si chiede il linciaggio pubblico in piazza.
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pecorellablu
    Data registrazione
    28-05-2002
    Messaggi
    1,308
    i paesi arabi si differenziano molto tra di loro, un discorso è parlare di Tunisia, Marocco ed Egitto...un'altro di Algeria, Arabia Saudita e company. Credimi che avresti reazioni nettamenti differenti in questi ultimi paesi dal semplice sorrisino sotto i baffi.
    Nel momento in cui uno si impegna a fondo, infinite cose accadono per aiutarlo, cose che altrimenti non sarebbero mai avvenute...Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala. L'audacia ha in sè genio, potere e magia.Incominciala adesso!


  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Nessuno ha detto che Tunisia e Egitto sono la stesa cosa.
    Ma l'Egitto non è solo piramidi e mar rosso, il vero Egitto è ovviamente molto credente a differenza della Tunisia in cui la religione non è molto sentita.
    Per quanto riguarda l'Algeria, ci vivono degli amici italiani e dicono di trovarsi molto bene, un discorso a parte merita l'Arabia Saudita sicuramente meno moderata dei paesi già citati ma, essendo un paese molto ricco grazie al petrolio, dubito che gli sceicchi verranno in Italia a lavare i vetri e noi italiani sappiamo essere molto carini con chi ha più soldi di noi.
    In ogni caso perchè dobbiamo sempre prendere ad esempio le azioni peggiori degli altri per giustificare le nostre? Non mi sembra una modalità sana per far crescere una società.
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Ci tenevo a dire un'altra cosa, non dobbiamo fare l'errore di confondere la politica di un paese con le persone che in quel paese ci abitano. Che si penserebbe all'estero di noi italiani conoscendo solo le uscite di Calderoli?
    Siamo noi ragazzi a dover costruire da oggi società migliori e non i pazzi conservatori che governano i nostri paesi.
    Se vi interessa conoscere la vera gente che vive nei paesi arabi e in tutto il resto del mondo, potete visitare www.friendsabroad.it è un sito in cui ci si aiuta a vicenda ad imparare le lingue (io ti insegno l'italiano e tu bho... il cinese) ma ce n'è tantissimi come questo.
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pecorellablu
    Data registrazione
    28-05-2002
    Messaggi
    1,308
    scusa sonica ti fermo un attimo perchè sei andata da tutt'altra parte...io ti ho semplicemente risposto al commento che avevi fatto sopra al mio intervento. Per dirti che ancora adesso, in molti paesi arabi, uscire con una minigonna non crea solo un lieve imbarazzo...vestire all'occidentale crea conseguenze molto più gravi per una ragazza di molti paesi che conservano una rigida tradizione. Questo te lo faccio dire anche da alcuni miei amici algerini,tunisini e marocchini. Ma penso che sia la scoperta dell'acqua calda visto che di ragazze sfregiate, bruciate, lapidate perchè si sono azzardate di fare le occidentali ne leggiamo molto spesso nella cronaca internazionale.
    E questo te lo dico non da povera ignorante,ma da persona che conosce anche se poco, quelle culture perchè ci sono stata e ho amici di quei paesi.
    Nel momento in cui uno si impegna a fondo, infinite cose accadono per aiutarlo, cose che altrimenti non sarebbero mai avvenute...Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala. L'audacia ha in sè genio, potere e magia.Incominciala adesso!


  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Si ok ma parliamo sicuramente di una minima parte della popolazione.... Anche in Sicilia ci sono ancora ragazze che non possono tornare dopo le 11 di sera ma saranno una su 500.
    Adesso non venirmi a dire che è diverso, lo so benissimo, era solo un esempio.
    Magari sentiamo al telegiornale di ragazze uccise dai propri familiari perchè non erano delle brave musulmane ma ricorda che non farebbe notizia parlare al tg di migliaia di musulmane universitarie, libere e felici.
    Inoltre hai frainteso quel che volevo dire, parlando di minigonna ed imbarazzo mi riferivo a ragazze occidentali che le portano per paragonare quei mondi al nostro.
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  10. #10
    theniaka
    Ospite non registrato
    ciao! bel thread!

    personalmente credo che la tradizione e la religione (che e' un tipo di tradizione) e' una certa "schiavitu' ". certo che ad ogni societa' la tradizione e la religione fanno parte (parlo di qualsiasi societa', in cui la tradizione culturale, religiosa ecc fa parte in certi livelli, bassi o alti).

    se la discussione riferisce ai musulmani, conosciamo tutti che il musulmanismo e' una religione legata ai paesi orientali (come e' la turchia ecc o com' e' cosiderata anche l' egitto ecc), vabbe'? in generale secondo me, tutti i paesi, come societa' (chiuse o no) sono legati a certe religioni. se qualcuno guardera' che paese e' legato a che religione, puo' trovare elementi importanti e forse notera' che la religione che e' diffusa e tradizionalmnte legata ad un certo paese non e' nient' altro che una tradizione che "va al temperamento, idiosicrasia, storia o alla cultura del paese". a volte la religione ed il paese sono cosi legati nel tempo che non si crescono parellalmente ma in modo, in cui l' uno influenza l' altro o sembrano lo stesso alla fine!

    per esempio la grecia e' una societa' legata al cristianismo ortodosso e se uno incontra per strada una donna con la burqa almeno "lo nota". anche i non credenti reagiscono cosi e questo potrebbe significare che ad un paese (all' mio esempio in grecia) in un certo tempo (al mio esempio oggi) la tradizione e anche la religione sono concluse al crescere, anche al crescere di una societa'. non ho mai visitato paesi musulmani ma forse quasi lo stesso succede anche li. per me e' importante capire e riconoscere la "schiavitu' " della tradizione e della religione, anche riconoscere i suoi lati positivi. discriminere certe cose non e' racismo secondo me, perche' anche cosi funziona da come sappiamo il cervello umano (croce=cristiano, burqa=musulmana). il problema comincia dal fatto che si analizza gli altri secondo se' stesso. mi spiego... prima ho detto che ci sono religioni adatte per certe societa'. ma questo non significa che ci sono societa' inferiori ad altre. specie il mondo occidentale che sembra piu' libero e piu' aperto considera se stesso come superiore e da li cominciano le base del racismo. per quando riguarda le indentita' etniche anche quelle si legano con la religione e tradizioni del genere. nel passato e' stata usata ovunque la religione per appassionare una nazione ecc ecc.

    il fatto e' pero' che nei nostri tempi, almeno cosi voglio pensare e a questo voglio sperare, non c' e' nessun motivo per ragionare su chi e' inferiore all' altro, su che religione e' la meglia (prima di tutto perche' "la sostanza di cui sono fatte" e' la stessa e poi perche' cosi e' come ragionare su che societa' e' inferiore ad un' altra perche' tutte sono fatte dai bisogni ecc dei popoli in queste societa'), su se esistono e quanto forte sono le identita' etniche. voglio dire che la religione e le identita' etniche (in un certo modo) sono campi i cui storicamente offrivano un campo "da litigare"... se questo diventa nei nostri tempi un tema di attualita' e cronaca (come gli atti racisti contro gruppi di una certa religione o di una certa nazionalita'). secondo me questo e' un segno di malatia sociale che mostra che "serve tornare back"... per tutte le malatie pero' si deve capire da dove cominciano... sono sicura che si trova molte scusa per fare una malatia forte... per esempio chi e' inferiore a chi e perche'? ... nessuno a nessuno... potrebbe essere una malatia falsa per motivi politici, economici... che ne so... lo dico perche' certi atti contro i musulmani o contro i greci a germania per esempio sono di nuovo nell' attualita' durante il "globalismo" (considerato anche come un' epoca storica)... e certe malatie sociali "servono"...

    non so se stavo off topic... anche se credo che stare off topic in cosi gravi "situazioni" serve molto...

    vabbe'... almeno spero di essere stata espressa in modo chiaro!

    a presto!

  11. #11
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1
    Vorrei aggiungere che:

    Anche le donne italiane fino a quaranta-cinquant'anni fa quando uscivano di casa si mettevano spesso un velo e/o comunque si coprivano il capo; non frequentavano i teatri di rivista, al cinema solo alla domenica pomeriggio accompagnate da una mamma o da una zia (sono i racconti di mia madre degli anni '60). Quindi basta con sta storia del velo e non velo.
    Ognuno faccia come gli pare.

    Inoltre, ricordo a tutti e specialmente a chi fa trasmissioni tipo Bruno Vespa, che basterebbe ricordare ogni tanto che il Corano si basa sia sulla Bibbia sia sulle vite di Maria e Gesù; Si parla di loro, dell'arcangelo Gabriele, e di molte altre figure a noi ben note.
    Non lo dicono MAI!!! Le radici sono le stesse!!!
    Siccome le collusioni Massmedia+Governi vogliono a tutti i costi creare un nemico è scomodo dare questa semplice delucidazione.

    Aggiungo ancora che gli emigrati islamici sono emigrati non a caso; se nel loro paese vivessero in una condizione economico sociale agiata o comunque buona starebbero a casa loro ben volentieri; quindi chi viene qua spesso è volentieri non è che parta proprio contentissimo!!! Molti, in questo contesto, non sono stinchi di santo.
    Ma vale la pena ricordare, però, che anche gli italiani emigrati in America nei primi del novecento esportarono e fecero prosperare con successo quella graziosa cosa che è la mafia!!!

    Ho detto.
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Daltronde moltissimi americani ancora ci pensano come eravamo allora

    Comunque riguardo al velo, due mie vicine di casa musulmane (madre e figlia, il padre è fuggito credo... succede anche da loro ) hanno deciso che la madre continua a portarlo ma la figlia invece è libera di non farlo (e infatti non lo fa). Alla prima, sia la figlia che mia madre (caccianaso!) le dicono spesso di non mettere il velo perchè è molto bella, e i capelli le incorniciano il viso molto bene, invece col velo sembra più vecchia, stanca... ma io penso che non debbano romperle le scatole... se vuole trovarsi un marito nuovo deciderà lei come sedurlo! Nel frattempo una sua amica (sempre musulmana e velata) si è sposata un ragazzino che ha dieci anni meno di lei chiamala scema

    Tutto questo per dire che alla fine, dico nella sostanza, siamo tutti uguali...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di Panphile
    Data registrazione
    02-09-2007
    Residenza
    A Venturina vivo,a Roma studio.
    Messaggi
    157
    Purtroppo sonica gli Occidentali sono abituati a vedere un certo prototipo del musulmano. E come al solito la colpa è dei Media,che ci intasano il cervello con informazioni sbagliate,inesatte,omettendo particolari importanti o semplicemente mostrando un lato delle persone che non rispecchia la loro totalità.

    Aprite gli occhi,è un po' come se l'Italia nel mondo venisse tutto d'un tratto rappresentata dalle facce dei più grandi boss mafiosi,dai problemi organizzativi comunali (come il problema dei rifiuti), da parlamentari che si picchiano in Parlamento,da ragazzini che a scuola picchiano i bambini handicappati, da madri che rinchiudono i figli nel ripostiglio.
    Questi sono piccoli esempi di realtà e cronaca...ma fateci un pensierino,rifletteteci su questo.
    Noi all'estero siamo rappresentati dalla Pizza,dalla pasta,dalle nostre bellissime città,accoglienti...quanto noi.


    Pensate se tra di noi ci fossero delle organizzazioni terroristiche (di 20 o 100 persone) e nel mondo fossimo accomunati tutti quanti a questa porzione di paese...vi sentireste trattati in modo equo e giusto?



    Alessandra

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Assolutamente d'accordo con voi!
    Inoltre non si capisce perchè, a proposito di radici comuni, se è una suora a portare il velo significa che ha fatto una scelta di fede (quindi libera scelta) mentre in Italia qualcuno vuole vietarlo alle musulmane...

    Ember a proposito della seduzione hai pienamente ragione. Inoltre ci terrei a dire che le donne velate in generale sono molto curate (consiglio a tutte di provare un marrocan bath), si truccano e usano biancheria parecchio seducente ma solo per i loro mariti. Anche qui è una scelta, magari molte delle nostre donne preferiscono essere più carine fuori e poi stare in casa con vestaglia e bigodini

    Infine Panphile hai ragionissima sui media, proprio per questo ho aperto questo thread, per aggiungere un punto di vista e cioè quello della realtà vissuta giorno per giorno, "stranamente" ignorato dai media.
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  15. #15
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pecorellablu
    Data registrazione
    28-05-2002
    Messaggi
    1,308
    sapete una volta lessi una frase in un libro di un mio professore, prof. Smorti di Firenze...ebbene in un suo libro intitolato Psicologia Culturale c'è una frase che secondo me è fondamentale" il vero problema di tutte queste guerre, di tutto questo odio, di tutta questa poca tolleranza ...è il non rispettare il fatto che in realtà siamo diversi. Noi occidentali siamo diversi dagli arabi come dagli indiani, come dai cinesi. il problema della civiltà attuale è il voler a tutti i costi globalizzare tutto, rende tutto un qualcosa di omogeneo. Ma questo non si può fare, perchè in realtà siamo profondamente diversi gli uni dagli altri e capirlo implica rispettarlo."
    Nel momento in cui uno si impegna a fondo, infinite cose accadono per aiutarlo, cose che altrimenti non sarebbero mai avvenute...Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala. L'audacia ha in sè genio, potere e magia.Incominciala adesso!


Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy