• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Angelus
    Ospite non registrato

    Matrimonio In Chiesa? Ma Io Sono Ateo...

    Ovviamente sono discorsi che si fanno fra fidanzati :love , a 20 anni, con ancora minimo 4 anni di università avanti io, ancora 5 lei :esami , mica mi metto a pensare di sposarmi a breve termine…è il tipico discorso che si fa fra innamorati…
    LEI: ”tesoro chissà che bello quando ci sposiamo”
    IO: “amo’ finalmente possiamo stare insieme tutte le notti…” (sono il solito porco…) :asd
    LEI: “sai che bello, la festa, il vestito, la CHIESA!”
    IO: “UHM?????????” :confused
    La chiesa??? Ma io sono ateo! Non sono battezzato, vivo benissimo con la mia spiritualità orientale…e allora è partita la riflessione (per il momento con lei il discorso è lasciato in sospeso…meglio non litigare per una cosa che forse succederà fra anni…al momento si vedrà…): ma per sposarmi in chiesa io dovrei farmi battezzare, comunione e cresima...credo sia così almeno…e se è così…a essere sincero io non ci penso proprio. Cioè, io vorrei fare contenta la mia ragazza, che alla fine come la maggioranza delle persone immagina con occhioni sognanti il giorno del suo matrimonio con tutta la sua famiglia siciliana, che arriva ai cugini di 16° grado :Ops , cui non si potrà risparmiare un invito a meno di incorrere in ritorsioni tipo mafia… :paura Ma mi sentirei anche un grande ipocrita a dire, giurare davanti a “Dio” che io ci credo, che mi comporterò in un certo modo, che insegnerò ai miei figli delle certe cose…fosse per me io non li porterei neanche in chiesa i miei figli, voglio dargli dei valori io con la mia consorte e poi quando saranno maturi lasciarli eventualmente scegliere. Ma non “plasmarli” inconsapevolmente secondo una dottrina…se poi vorranno abbracciarla buon per loro!
    I miei li ho trovati molto “onesti” nei miei confronti. Sono di due religioni diverse, mio padre è di famiglia sovietica (infatti io porto un nome sovietico…) e quindi cristiano ortodosso, mia madre di famiglia di napoli centro è cattolicissima. Alla mia nascita ognuno avrebbe voluto che io fossi battezzato secondo il proprio rito…alla fine hanno deciso che avrei scelto io quando sarei stato in grado di “scegliere”, ammesso che lo avessi voluto. Voglio intanto sottolineare che non ho niente contro cattolici, musulmani ecc…ecc…non voglio che questa diventi una discussione sul valore della religione, mi piacerebbe più che altro leggere qualche riflessione sulla convivenza “amorosa” fra due persone di religioni diverse oppure tra ateo e religioso…

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Uhm... beh... il matrimonio in Chiesa non deve diventare una cosa legata semplicemente alla forma, alla tradizione e alla soddisfazione dei parenti: se tu non te la senti (il che, se sei ateo, credo sia naturale e giusto) di giurare amore eterno davanti al Dio al quale la tua Lei è legata, che senso ha sposarsi in Chiesa? Secondo me se lei è una ragazza veramente religiosa, non le cambierà molto se si sposa o meno davanti a un altare! Se sarà un legame di vero amore e rispetto reciproco, credo che agli occhi di Dio, sia un'unione molto più Sacra di tante altre, celebrate in Chiesa.
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  3. #3
    Angelus
    Ospite non registrato
    ovviamente il discorso ora non verte unicamente sulla mia ragazza, la cosa è piuttosto generale. a parte i parenti, la tradizione, ecc...ci sono persone per cui questa è una cosa veramente importante...e uno come me come si dovrebbe comportare?? cioè dico: ad esempio quando si sposano un musulmano e una cattolica come fanno?

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Originariamente postato da Angelus
    ovviamente il discorso ora non verte unicamente sulla mia ragazza, la cosa è piuttosto generale.
    Si, vabbè anche il mio era un discorso generale infatti

    A parte che molte volte capita che in una coppia uno dei due si converta alla fede dell'altro... ma se non dovesse capitare non ci sarebbe alcun problema (per me!)... ovviamente essendo piuttosto religiosa mi piacerebbe sposarmi in Chiesa ma credo che sarebbe poco rispettoso farlo ugualmente se il mio compagno non credesse al mio stesso Dio.
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  5. #5
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Io non saprei proprio cosa dirti... ho paura di dire qualcosa che sia troppo "di parte"... però visto che i tuoi genitori sono di religioni diverse, potresti rivolgerti a loro per capire come hanno risolto questo problema... e se sono soddisfatti della decisione che hanno preso... poi ovviamente spetterà al te e alla tua ragazza prendere insieme la giusta decisione (o trovare il giusto compromesso).
    Ma visto che non siete sul punto di sposarvi, vi consiglio di vivere serenamente e, per il momento, evitare di porvi problemi che in futuro potrete affrontare con una diversa maturità.
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di psicopulce
    Data registrazione
    31-01-2003
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    111
    ciao,
    anch'io sento molto la questione perché io non sono cattolica mentre il mio ragazzo lo é... per fortuna fino ad ora siamo riusciti a vivere bene questa differenza rispettando ognuno le opinioni dell'altro.
    Sicuramente la questione dell'eventuale matrimonio é spinosa, perché comunque la scelta del matrimonio religioso impone al non cattolico qualcosa che non condivide, ma la scelta del matrimonio civile priva il cattolico di una cerimonia in cui crede e a cui attrribuisce un profondo significato.
    Per quanto riguarda le coppie in cui i partner appartengono a due religioni diverse, a quanto ne so esistono delle cerimonie celebrate con un rito speciale che tiene conto di entrambe le religioni.
    Ho sentito dire, proprio perché mi sono informata, ma non ne ho la certezza, che alcuni preti particolarmente aperti celebrano anche cerimonie con rito speciale per coppia cattolico- non cattolico.
    Se riuscirò a sapere qualcosa di pù preciso ti farò sapere...

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Originariamente postato da psicopulce
    Ho sentito dire, proprio perché mi sono informata, ma non ne ho la certezza, che alcuni preti particolarmente aperti celebrano anche cerimonie con rito speciale per coppia cattolico- non cattolico.
    Infatti mi chiedevo se esistessero cose simili... beh, sarebbe una gran cosa, no?
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  8. #8
    Ospite non registrato
    Sn fermamente convinta ke ci sn posti giusti x le persone giuste!Credo ke il motrimonio in comune ci sia per far sì ke le xsone nn credenti possano ufficializzare la loro unione ugualmente!Credo sia + giusto fare il matrimonio in chiesa solo quando si sa cosa vuol dire fare tale scelta e nn solo xkè gli altri lo fanno!Ciao!

  9. #9
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Isa
    Data registrazione
    14-01-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    2,683
    Angelus vorrei poterti dire che l'amore è più forte di tutto e che questa vostra "diversità" non conti nulla...ma credo che dobbiate parlarne bene, perchè per lei che sogna il suo momento in Chiesa deve essere molto difficile rinunciarci e lo stesso vale per te che hai un punto di vista completamente diverso! Per non parlare poi delle decisioni da prendere sui figli, battezzarli o no??? Sono tante picoole cose che poi diventano grandi!!!
    In bocca al lupo con la tua LEI.

  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    Mia sorella, mio cognato.
    Cattolica anche se non praticante Lei (il sogno dell'abito bianco, la chiesa , il rito ecc ecc)
    Buddista PRATICANTE da oltre 10 anni Lui
    Rito misto
    si sono sposati esattamente un anno fa in una piccola chiesa di Frati (ci va la lungimiranza e apertura di chi celebrerà) hanno fatto richiesta e qualche pratica in più.
    Una bellissima cerimonia molto semplice e in forma ridotta ... ognuno rispettando l'altro.
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  11. #11
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    certo pero' che ateo/credente è un po' un problema perche' nn credo esista una formula "via di mezzo"

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di Elettra
    Data registrazione
    19-02-2002
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    228
    Sai Angelus, me lo sono sempre kiesta ank'io cos'avrei fatto se avessi trovato un ragazzo professante una qualsiasi religione... sono atea e non potrei mai e poi mai sposarmi secondo una qualke cerimonia religiosa! sarebbe ipocrita e mi darebbe troppo fastidio. Così, vuoi x caso, vuoi x scelta, ho trovato un ragazzo ke la pensa quasi come me (dico quasi xkè lui, se possibile, crede a meno cose di me ) e abbiamo deciso di andare a vivere assieme, senza matrimoni, senza vincoli legali, senza niente! (a parte la casa ovviamente )
    Alla fine credo sia una questione di rispetto reciproco e di compromessi... ad essere sincera non so in ke misura saprei andare incontro ad un eventuale uomo ke mi kieda il matrimonio in kiesa ....
    Cmq, come hai detto tu stesso, prima dovete laurearvi, lavorare e poi pensare al matrimonio... kissà, magari x allora uno dei due ha cambiato idea
    Lavora come se non avessi bisogno dei soldi.
    Ama come se nessuno ti abbia mai fatto soffrire.
    Balla come se nessuno ti stesse guardando.
    Canta come se nessuno ti stesse sentendo.
    Vivi come se il Paradiso fosse sulla Terra.

    La mia pagina personale :sole:

Privacy Policy