• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11

Discussione: Strana Storia

  1. #1
    FireWoman
    Ospite non registrato

    Strana Storia

    Ragazzi, ho bisogno di un consiglio...
    Il padre del mio ragazzo a febbraio ha avuto una specie di ictus e da allora prende molte medicine k gli fanno alterare il carattere l'umore ecc.
    Nell'ultimo periodo xò la situazione è andata degenerando, a causa di continui litigi col fratello gemello (litigi k vanno avanti da + di 20 anni) con il quale aveva un'impresa, ha iniziato ad attaccare e litigare con tutti anke senza motivo, arrivando anke a cacciare di casa il figlio (il mio ragazzo).
    Dopo due gg si è forse reso conto della pazzia k ha fatto e l'ha fatto tornare in casa tramite la madre.
    Da alllora cmq nn si parlano + nn saluta + nè me, nè i suoi amici ecc.

    Il mio ragazzo adesso ha deciso di lasciare definitivamente la sua casa e trasfreirsi a Milano da un suo zio così staremmo anke insieme nella stessa città.

    Cosa ne pensate di tutta questa faccenda assurda??

    Scusate ma avevo bisogno di sfogarmi e avere qualke consiglio, grazie a tutti anticipatamente!!!!

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di varianteciccio
    Data registrazione
    30-03-2007
    Residenza
    frascati
    Messaggi
    155
    ...penso che alla fine guardando il tuo interesse personale ci hai guadagnato ...dato che starai piu vicino al tuo ragazzo
    ...in quanto alla famiglia meglio non metterci il dito

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Elo.nora
    Data registrazione
    31-01-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,200
    Certo non deve essere una situazione piacevole, ma forse bisognerebbe mostrare più comprensione verso un uomo che come unica colpa ha quella di dover prendere farmaci... E' pur vero che vivere sentendosi rifiutati è orribile, ma io per affetto di mio padre avrei sopportato, per poter essere d'aiuto a lui e agli altri familiari... Tutto questo ovviamente a meno che nn ci siano altri dettagli familiari estremamente rilevanti....
    Cmq in bocca al lupo a te e al tuo ragazzo....

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    convengo con elo.nora. forse è stato un pò affrettato andare via. un ictus è una situazione da cui spesso si esce a brandelli, anche senza medicinali.
    forse dovreste essere un pò più comprensivi, ovviamente a meno che la situazione sia più complicata.
    tu, dal tuo lato, dovresti a mio parere evitare di mettere il dito nella situazione, anche perchè non è la tua famiglia. però mi farebbe un pò pensare il fatto che il tuo ragazzo sia venuto a vivere con te per andare via dalla sua famiglia.
    insomma, vive con te o è più semplicemente scappato? non voglio metterti la pulce nell'orecchio, però lui può stare meno bene di quello che sembra. ciao

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618

    Re: Strana Storia

    Originariamente postato da FireWoman

    Dopo due gg si è forse reso conto della pazzia k ha fatto e l'ha fatto tornare in casa tramite la madre.
    Da alllora cmq nn si parlano + nn saluta + nè me, nè i suoi amici ecc.
    Magari, visto che si rende conto..non riesce a salutarlo perché si vergogna...soprattutto se si rende conto della situazione!!!!

  6. #6
    FireWoman
    Ospite non registrato
    Lui ankora nn vive da me, ci trasferiremo insieme l'anno prossimo x diverse esigenze.
    L'aiuto k vi kiedevo è un'altro.
    Io nn metto il dito nella famiglia, anzi, volevo proprio avere un consiglio da parte vostra su come aiutarlo, dato k sua moglie me l'ha già kiesto.
    Io sinceramente non saprei come aiutarlo in questo periodo difficile, anche perchè con le medicine che sta prendendo sta avendo un carattere iracondo ecc.
    Noi non abbiamo nessun problema a sentirci rifiutati, perchè non lo siamo.
    Siamo molto comprensivi nei suoi confronti ma non sappiamo come aiutarlo e la situazione per tutta la famiglia sta diventando davvero difficile

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    forse la cosa più semplice da fare è parlarne con il medico curante che gli ha prescritto queste medicine

    magari è possibile sostituirle con altre che non abbiamo questi "effetti collaterali"

    tieni conto comunque che il tono dell'umore di una persona dopo un evento del genere (ictus) cambia notevolmente rispetto a prima...

    la stessa cosa è successa a mio suocero...dopo l'ictus è diventato un'altra persona...ipersensibile...piange spesso...alle volte è lucidissimo e un attimo dopo farfuglia cose senza senso e si arrabbia se gli fai notare che quello che dice non ha senso...

    il suo cambiamento di umore dipenderà in buona parte dalla malattia, ma se pensi che anche le medicine facciano la loro parte, parlane con il medico curante e chiedi consiglio a lui
    baciuz'

  8. #8
    FireWoman
    Ospite non registrato
    Quindi abbiamo una situazione simile.
    Abbiamo pensato di parlarne col medico ma dato che non le ha prescritte lui dice che non si sente di dire se diminuire la dose o altro.
    Purtroppo le ha prescritte un medico di un ospedale dov'è stato ricoverato, ma ora è stato trasferito non sappiamo dove...

  9. #9
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    visto che il medico curante "se ne tira fuori" (il che mi darebbe molto da pensare...sinceramente penserei ad un altro medico)...credo che parlare con uno specialista sia la cosa migliore...

    visita privata da un neurologo...

    ...tanto per fare un controllo di routine, così il medico conosce anche lui e puo' eventualmente valutare la situazione farmaci e sbalzi di umore...

    che poi una visitina di controllo ogni tanto non fa mai male...anche proprio per "aggiornare" i farmaci...

    a mio suocero li hanno cambiati dopo un po' perchè si era "abituato"...o gli aumentavano la dose o li sostituivano...

    prova a parlarne con il tuo ragazzo...magari puo' essere un'idea...
    baciuz'

  10. #10
    FireWoman
    Ospite non registrato
    Il fatto è che lui è un tipo particolare i medici non li può vedere, comunque gli abbiamo già proposto una visita da un neurologo... ma lui non vuole perchè pensa che lo riteniamo pazzo così...
    Stiamo pensando di "portarlo a forza" perchè la situazione non può restare così... Per il suo bene soprattutto

  11. #11
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    avete provato a spiegargli che la visita dal neurologo è solo un controllo inevitabile visto quello che ha avuto?

    oppure se proprio non si fida a proporgli di sceglierlo lui il neurologo...così non avrà "sospetti" che voi siate in combutta con il medico per farlo rinchiudere...

    non lo so...mio suocero ha avuto delle "ripercussioni" sul suo modo di vivere (e su quello di chi gli sta intorno), però relativamente alle visite è rimasto piuttosto "lucido"...è lui che richiede di farle ogni tanto...ha voluto cambiare il lmedico di base perchè quello che aveva non gli dava abbastanza fiducia...

    sinceramente non saprei come poter fare a "costringere" una persona ad andare a fare una visita di controllo...anche perchè non è più un bimbo che metti a forza in macchina e via...

    non c'è qualcuno di cui ancora si fidi...che non lo abbia "tradito o deluso"...qualcuno che gli faccia notare che una visita di controllo è solo per il suo bene...che magari riesca a convincerlo che ad avere l'idea che sia giusto farla sia lui stesso e non voi...

    scusa...mi spiace non esserti utile...
    baciuz'

Privacy Policy