• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14

Discussione: sorelle ed obblighi

  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di urd
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    670

    sorelle ed obblighi

    da poco tempo mia sorella è andata a convivere con il suo fidanzato. dopo 13 anni che stavano insieme finalmente hanno deciso a fare questa convivenza . Io il suo fidanzato proprio non lo reggo . e non parlo di antipatia , ma di qualcosa di molto più serio. non mi piace .
    lei ha voluto , sono parole sue , "stare con lui a qualunque costo"
    ora che lo ha avuto, rovinando il suo rapporto con me per prima, con tutta la mia famiglia e con le amiche. ima ora l suo vivere con lui le sta stretto.
    ripete insistentemente che sta benissimo, che non ha bisogno di nussuno, che è sola e felice della sua vita .e che se voglio farmi sentire spetta a me , visto che sa benissimo cosa penso del suo lui .
    questo a parole , nei fatti telefona 3- 4 volte al giorno , pretende da me cose che prima avrei fatto per lei, ma ora no. e poi se la prende se nn le faccio. mia madre mi dice di accontenterla, di "non fare i capricci" . Mia sorella sa invece, ma nn vuol capire che sono seria, che il nostro rapporto potrà migliorare solo se lascia il suo fidanzato.
    Ora che non andiamo più d'accordo, che la pensiamo diversamente su molte cose, che lei sta con lui " a qualunque costo" lottando contro tutto e tutti. io le ho detto che spero avrà sempre qualcuno con cui lottare , altrimenti si accorgerà di quanto la sua storia si regge sul nulla. io la vedo cambiata , ma non cresciuta, prima la pensava in un certo modo, ora pensa come lui.
    io nn ne posso più di avere una sorella che non pensa con la sua testa, che è diventata un'estranea quando prima era una delle mie migliori amiche ... per questo non riesco a passare del tempo con lei.
    Io non mi sento di fare le cose che facevamo prima insieme, nè di fare commissioni (la maggior parte che può sbrigarsi da sola) per lei. nè di correre a casa loro a portar cose ogni volta che lo vuole: non lo farei se abitasse nel mio paese, figurati a 30 Km .
    lei facendo leva sui sensi di colpa di mia madre si fa assecondare in tutto. E' diventata viziata e prima non lo era .

    ma può una donna stare davvero con un uomo a qualunque costo? facendo star male tutti quelli che ha intorno perchè è infelice lei e vuole rovinare la vita agli altri?
    perchè stare con un uomo che non ti apprezza, non sopporta le tue amiche, non vuole uscire di casa, non vuole sposarsi e lei sì, non vuole figli e lei sì, (e lui ha quasi 40 anni, mica è un ragazzino...) ?che ti dice sempre "io capisco la vita e tu no perchè tu hai sempre studiato, mentre io lavoravo( e scusa se mia sorella si è fatta un mazzo così x il 110 e lode e ha fatto 5 master senza pagarne uno perchè era sempre prima nella graduatoria borse di studio!)

    la settimana scorsa lei aveva uno spettacolo di danza(è il suo hobby) fuori bari. per non sprecare benzina mia sorella ha raccontato la pietosa bugia che era scaduta l'assicurazione all'auto di lui . così ho duvuto portare lei, lui e altre 2 ragazze del gruppo a Taranto (sono 100 km) e lui, dopo un'ora e mezza che guidavo IO ha avuto il coraggio di dire che si annoiava ed era stanco e lei tutta a preoccuparsi "dai tesoro,siamo quasi arrivati, su tesoro... etc" per me poteva starsene a casa ... poi è un imbecille perchè mentre facevano lo spettacolo si è messo a criticare la coreografia e le ragazze, e noi stavamo seduti accanto alla responsabile!!!! al ritorno mia sorella voleva che guidasse lui, col cavolo , gli ho detto , che gli facevo guidare la mia macchina!
    il giorno dopo mia sorella se l'è presa perchè non ho voluto fargli guidare la macchina e perchè non l'ho trattato bene. neanche una parola di ringraziamento x averla portata lì con le sue amiche e di aver messo i miei la benzina . per di più quel giorno è andata al mare con il fidanzato , a Capitolo(zona di mare a 30-40 km da Bari) ma l'assicurazione non era scaduta???
    mentre io sono stata a casa mezza rintronata invece di andare a mare perchè farmi 100 km all'1 di notte ,non lo avevo mai fatto.
    DE-PRESS (ora meno de-press)

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di GRAZIELLA87
    Data registrazione
    07-07-2006
    Residenza
    mi divido tra pompei e caserta
    Messaggi
    322
    cosa nn si fa x le sorelle? ... è dura,durissima ma così nn otterrai nulla... bisogna esser chiari,soprattutto a parole...dille quel che hai scritto,lei nn capirà ma ci rifletterà credimi!e se proprio nn dovessi farlo allora cerca di fartelo piacere xkè se vuo bene a tua sorella glielo devi,ormai lui è l'uomo dlla sua vita.
    Scusa se te lo dico ma le sorelle devono consigliare,se è possibile appoggiare ma mai critcare ! un bacio

  3. #3
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    secondo me hai ragione (con uno come lui difficilmente starei) ma in fin dei conti è la vita di tua sorella. tu devi rapportarti con lei, non con il suo moroso, quindi non vedo perchè tutto questo tuo risentimento.
    se lei si trova bene ed è felice (o pensa di esserlo) è perchè ha trovato una sua dimensione. se questo non coincide con l'idea che hai tu non puoi imporre un aut-aut a lei: siete due persone distinte e separate e il fatto che lei stia con una persona che non ti piace è una cosa che con il vostro rapporto non c'entra nulla.
    le hai detto che lui non ti piace, ok, basta. the show must go on e se lei un giorno si accorgerà di aver vissuto con i prosciutti negli occhi, peggio per lei. tu glielo hai detto, ma non le imporre nulla perchè così la fai diventare schiava dei tuoi aut-aut, oltre che di lui.
    ho delle amiche molto care che mi ripetono in continuazione che il mio ragazzo non piace a loro: come se fossero loro a dovercisi coricare! io all'inizio me ne sbattevo ma poi questo modo pedissequo di ripetermi sempre la stessa cosa mi ha fatta stancare di loro e mi ha fatta allontanare. questo perchè poi si diventa pesanti e ripetitivi e, alla fin fine, io ho la mia testa: accetto il parere di un'amica ma mi infastidisce quando la stessa cosa mi viene ripetuta mille volte. forse tua sorella si è anche un pò seccata di questo.
    purtroppo tra sorelle i rapporti cambiano, si cresce e adesso è giunto il momento che lei divida la sua vita con lui. se è infelice (come TU dici ma NON lei, che afferma di stare bene) sono fatti suoi. penso che se ha una laurea e 5 master avrà almeno 30 anni, quindi mi sembra molto adulta e molto vaccinata per prendere quelle scelte, anche quelle che potenzialmente potrebbero rovinarle la vita.
    ciao.
    Ultima modifica di pinga : 20-08-2007 alle ore 21.32.54

  4. #4
    psicosarix
    Ospite non registrato
    beh, si ... è vero ... la vita è di chi la vive ... ma è davvero difficile stare ferma a guardare tua sorella che si rovina la vita dietro ad un tipo che non vale nemmeno la metà di lei e che crea condizioni tali da metterla fra due fuochi ... lui e sua sorella (o i genitori) ...

    urd ... ti capisco ... è successo anche a me ... qualche anno fa mia sorella stava con un tipo ... brrr se solo ci penso ... non ho ancora superato il trauma ...

    tanto per dirne una ... non so il fidanzato di tua sorella ... ma quello della mia in realtà aveva un enorme complesso di inferiorità nei suoi confronti e fingeva di gioire dei successi di lei!!! ma sotto sotto cercava in ogni modo di sabotarla!!! di sminuirla ... e lei nulla!!! cieca!!! ... è vero che l'amore è cieco ... è verissimo ... non serviva a nulla farle vedere la realtà ...

    quello che mi sento di consigliarti è di far di tutto per evitare che tua sorella si trovi fra "l'incudine ed il martello" , cioè fra lui e te ... perchè questa è una posizione orrenda e di grande sofferenza ... a putroppo se lei lo ama è lui ad essere più forte ... se tu evitaerai questo sono sicura che tua sorella lo capirà e sarà molto più disponibile e gentile nei tuoi confronti

    io non ho mai permesso a "quello" di compromettere il rapporto tra me e lei.
    ho detto a mia sorella cosa pensavo di lui ... ma non sono stata sempre a ripeterglielo (concordo con pinga e poi questo fa soffrire più di tutti tua sorella).
    come facevo? lo "ignoravo" educatamente ... buongiorno e buona sera ... come si suol dire ... cortese, ma distaccata, come con i conoscenti, e non gli davo mai motivo di intromettersi tra me e lei (tanto vince lui )

    non è facile, è vero ... ci vuole pazienza ... tantissima pazienza ... ma se riesci a stabilire delle regole insieme a tua sorella (è importante che lo facciate assieme, però!) facendole capire che tu ci tieni a lei e non vuoi perderla, che siete sempre sorelle ... vedrai che le cose miglioreranno. se era la tua migliore amica significa che vi volete bene e devi fare in modo che lei si ricordi di questo.

    capisco i tuoi sentimenti, ma non diventare loro prigioniera ... fai solo un favore al tizio così ... davvero ... !!!

    prova a pensare ... a capovolgere il punto di vista ... ad esempio ... tua sorella voleva che lui guidasse la macchina al ritorno?
    bene dovevi dirle di si e poi approfittare del viaggio per stare con lei, parlare dello spettacolo e dirle quanto ti era piaciuto ... perchè immagino che se sei andata è perchè ti faceva anche piacere di andarla a vedere no?

    cioè usa le situazioni per stare bene con tua sorella e non per dimostrare quanto non ti piace lui ... ignoralo!!!

    scusa se lo dico, ma rifiutando hai perso un'occasione per stare con lei serenamente e hai fatto un favore a lui che al momento giusto potrà ricordare a tua sorella "quanto ti comporti male!".

    ti ripeto lo so è difficile, ma cerca di ignorarlo

    in bocca al lupo




    Ultima modifica di psicosarix : 21-08-2007 alle ore 16.56.59

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di urd
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    670
    "ho detto a mia sorella cosa pensavo di lui ... ma non sono stata sempre a ripeterglielo "
    io vorrei evitare proprio il ripetermi sempre !!!!!
    lui sa bene cosa penso di lui e viceversa, tra di noi parlammo e c'è l'accordo di parlarci il meno possibile ,proprio per non fare sempre lite. i

    nvece è proprio mia sorella a mettermi in mezzo . chiama in continuazione, chiede consigli e favori, e poi va a riferire tutto a lui per filo e per segno.

    Non fa più un passo senza di lui, mentre prima ogni tanto uscivamo insieme da sole o con amiche . adesso deve imporre sempre e cmq la presenza di lui.

    x pinga : è vero che lei che deve stare insieme a lui, però non sopporto questa sua mancanza di coerenza ... di voler stare con lui a qualunque costo, e poi la situazione le sta stretta ... io le ho detto che non basta che passi il tempo perchè le cose vadano a posto.... se le condizioni non cambiano. Inoltre la mia preoccupazione è di quanto ripeta insistentemente,direi ossessivamente che è felice e non ha bisogno di nessuno,che lui è l'uomo della sua vita .
    quando nei fatti fa tutto il contrario: chiama spesso disperata di quanto le cose vadano male ,per poi rimangiarsi tutto il giorno dopo, dicendo che non importa di star male, tanto è lui l'uomo della sua vita.

    la domanda che mi pongo è questa: che obblighi ho verso mia sorella? non mi va di sopportare cose di cui farei a meno, di farle favori che non mi vengono chiesti con gentilezza, ma imposti... dove finisce il sentirsi in obbligo, quando non si condivide il modo di vivere di una sorella?

    il fatto di chiedere sempre di portarle cose o di farle favori mi urta, perchè sono cose che avrei fatto volentieri se fossimo in situazione di pace , ma che adesso mi manca la voglia di fare... mi scoccia il modo di chiedere , anzi pretendere le cose.
    tipo ieri si è arrabbiata perchè voleva le portassi "immediatamente" un libro di cucina che ha lasciato qui a casa ... e non lo farei se abitasse qui vicini, figurati ora a 30 km!
    venerdì mi ha chiamata insistentemente perchè "dovevo" comprare un videocassetta e registrarle un programma. dalla prima telefonata le ho detto che non lo avrei fatto,dato che anche lei ha il videoregistratore , ma mi ha chiamato altre 4 volte nella giornata, e dopo il programma mi ha chiamata per chiedere se l'avevo registrato, le ho detto di no e mi ha chiuso il telefono dicendo "ecco,di te non ci si può fidare"



    il fatto del master l'ho scritto perchè lui sta sempre a sottolineare il fatto che lui ha fatto una vita dura perchè ha sempre lavorato e ne sa più di me e di lei che abbiamo solo studiato . Dimenticandosi di tutti i soldi che mia sorella ha speso per andarlo a trovare su a Bologna dove è stato 8 anni , e che lei si guadagnava dando ripetizioni private ... perchè "quello non era un lavoro vero ,mica come il mio!" . Invece di pensare ad una ragazza di 20 anni che per 8 anni ha studiato al massimo. ha dato ripetizioni a ragazzini non sempre sopportabili solo per vederlo una volta al mese , visto che lui scendeva solo a natale, pasqua(ma nn sempre ) e metà agosto .....
    DE-PRESS (ora meno de-press)

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4
    urd ma perchè vi fa queste richieste? perchè se ha il video registratore chiede a te di registrare, per esempio? non capisco la logica sottostante

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Tua sorella lo ha scelto, può andarti o meno ma a volte si giudica troppo in fretta. In ogni caso, non significa che te lo devi sorbettare anche tu! però dato che lei si è anche scelta la propria vita e indipendenza, non capisco perchè continua a farti queste richieste...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  8. #8
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    Originariamente postato da psicosarix
    [B][FONT=courier new]beh, si ... è vero ... la vita è di chi la vive ... ma è davvero difficile stare ferma a guardare tua sorella che si rovina la vita dietro ad un tipo che non vale nemmeno la metà di lei e che crea condizioni tali da metterla fra due fuochi ... lui e sua sorella (o i genitori) ...
    verissimo, ma infatti non penso che urd si sia disinteressata, anzi! quindi, alla fin fine se lei non la ascolta forse è meglio che urd lasci perdere, senza che ci marcisca sopra. ad ogni modo, come dici giustamente, alla fin fine lei deve stare con la sorella: il moroso più anche cordialmente evitarlo.

    ad ogni modo, è difficile capire bene cos'è accaduto urd, tu affermi che tua sorella ha avuto problemi con tutta la famiglia per stare con lui, ma in che termni (sempre che tu ce lo voglia spiegare) e poi continuo a non capire in che senso chiede continuamente dei favori. perchè ti dà fastidio? è successo qualcosa a monte perchè lei non dovrebbe farlo?

    Originariamente postato da urd
    [B]"ho detto a mia sorella cosa pensavo di lui ... ma non sono stata sempre a ripeterglielo "
    io vorrei evitare proprio il ripetermi sempre !!!!!
    lui sa bene cosa penso di lui e viceversa, tra di noi parlammo e c'è l'accordo di parlarci il meno possibile ,proprio per non fare sempre lite. i
    ok, ricevuto fatto bene.

    Inoltre la mia preoccupazione è di quanto ripeta insistentemente,direi ossessivamente che è felice e non ha bisogno di nessuno,che lui è l'uomo della sua vita .
    quando nei fatti fa tutto il contrario: chiama spesso disperata di quanto le cose vadano male ,per poi rimangiarsi tutto il giorno dopo, dicendo che non importa di star male, tanto è lui l'uomo della sua vita.
    uhm, ma quando è in "no" col moroso, diciamo, viene a chiedere aiuto a te e quando è in "si" neanche ti considera? non capisco bene la situazione...
    un'altra domanda? hai detto che tua sorella sta con questo ragazzo da 13 anni solo che, mi pare di capire, PRIMA uscivate insieme, adesso evita te e le amiche.
    dato che questo PRIMA non penso si riferisca a 13 anni fa, ma a relativamente poco tempo, c'è qualcosa che nel corso del rapporto di lei è accaduto e l'ha portata ad evitarti?

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di Nethelien
    Data registrazione
    26-09-2006
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    239
    La prima cosa che mi è venuta in mente leggendo il post di Urd è stata la sindrome di Giulietta e Romeo.

    Ovvero come, più la famiglia si impiccia, parla male e cerca di allontanare il/la figlia/o dal partner, più il legame tra i due si rafforza, mentre spesso, appena cessano le ostilità, si sgretola tutto.

    Questo puoi saperlo tu se c'entrra qualcosa... Potrebbe dipendere anche dall'atmosfera in casa, dal carattere dei genitori, etc (per es: con genitori rompiballle che vogliono sempre dire alla figlia come vivere la sua vita, può darsi che lei per ripicca stia col ragazzo a qualunque costo per dimostrare più o meno cosciamente, che decide lei, che fa le scelte da sola.. e i divieti rafforzano il fascino dell'amore proibito.)
    Ora, non conosco la situazione, ma è quello che mi è saltato agli occhi

    Anch'io ho notato come Pinga che i rapporti con tua sorella sono peggiorati solo ultimamente.. è perchè lui era via?

    Poi, rifletti su perchè non lo reggi. Perchè la sminuisce? Perchè ora che è tornato ti ha portato via tua sorella?

    Comunque, riguardo agli obblighi da sorella..
    Beh, lei dev'essere più che grandina, quindi puoi consigliarla, ma non puoi fare di più ora. Cerca di starle vicina nonostante lui, non focalizzandoti su di lui, ma su di lei.

    Riguardo alle commissioni che pretende, invece, non credo che tu le debba niente. Se lo fai volentieri, hai tempo, ok, ma non perchè "devi", soprattutto quando sono cose che può fare benissimo anche lei. D'altra parte anche tu hai una tua vita, e lei non è la principessa che non può muovere un dito.
    Prima di questa situazione eri sempre a sua disposizione?

    Prova ad esprimere i tuoi apprezzamenti a lei (sulla danza, sul successo degli studi, etc.. così sentirà una campana diversa, se lui le dice che quello che non ha fatto non vale) e parlare di quello piuttosto che del ragazzo. Magari raccontale dei tuoi impegni, dei tuoi pensieri, così capirà che anche tu hai da fare, e sarà coinvolta di nuovo nella tua vita.
    Proponile un'uscita a due... non potrà sempre rifiutare.. occhio che magari se ogni volta che vi vedete critichi anche implicitamente il fidanzato, le potrebbe essere passata la voglia di uscire.
    quando telefona attacca bottone, se ti chiede qualcosa e puoi, portagliela e rimani un po' a chiacchierare.

    Io ho scritto tutto quello che pensavo, non so quanto sia applicabile o condivisibile, ma spero che almeno qualcosa ti sia in qualche modo utile
    Ultima modifica di Nethelien : 22-08-2007 alle ore 18.48.13

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di urd
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    670
    beh, sì, penso di non essermi spiegata benissimo... loro stanno insieme da 13 anni, lui il primo anno lavorava nella nostra città. poi ha dovuto lasciare il lavoro perchè il nipote della sua capa,finiti gli studi, ha preso il suo posto. allora ha tentato la fortuna andando a bologna. dove trova lavoro , vivendo in case da studenti (prendendo una stanza) nel 2002 ha un pò di risparmi e si compra anche casa e mia sorella finita la laurea lo segue. sta lì sei mesi , però inizia ad annoiarsi e intanto vince vari master qui a Bari , per cui torna a casa e si mette a seguire. la loro storia continua con questi incontri qui e lì ( ed è quasi sempre mia sorella a spendere i suoi risparmi per andare... tutti i soldi che racimolava dando ripetizioni private , sin dall'inizio dell'univ) lui alla fine capisce che mia sorella non ha molta voglia di andare a Bologna , (mia sorella nel 2004 trova un lavoro triennale abbastanza buono qui, finito il master) così vende casa e all'inizio del 2005 torna a Bari, dove trova un lavoro abbastanza stabile. segue un anno di tranquillità, finchè verso natale 2005 mia sorella dichiara che si è rotta le **** di stare con lui. chiede consiglio a tutte le amiche ( e sono tante) , ai cugini( siamo come fratelli e abbiamo la stessa età) e agli zii (con cui abbiamo un rapporto molto stretto)
    lei scopre così quello che dal primo all'ultima persona ha sempre pensato : che insieme non azzeccano nulla e che lui è un "peso morto" e se ha deciso di lasciarlo è la scelta migliore. Forse le è dispiaciuto sapere l'opinione degli altri su di lui....
    ero sicurissima che si sarebbero lasciati , così come tutte le amiche erano pronte a darle man forte....
    invece dopo aver detto peste e corna del fidanzato, dopo aver dichiarato di aver capito che non sono fatti l'una per l'altra, a marzo del 2006 dichiara di aver cambiato idea e che lui è l'uomo della sua vita .... e tutte le cose di base che di lui non le vanno giù? dice che non importa, ci passerà sopra o si adatterà a lui .(tra l'altro una delle cose di cui ha paura è di non trovare un'altra via d'uscita x andarsene di casa.....)
    segue un periodo in cui, ora che sa cosa pensano le amiche e tutti del suo lui , lei si distacca da tutti. segue il lento adattarsi di lei al suo carattere. con risultati direi pessimi perchè non la riconosco più. decidono poi di prendere casa insieme e il mese scorso vanno ad abitare in un paesino a 30 km dalla nostra città.
    ha poi quest'anno cercato di reintrodurre le amicizie e ci è riuscita in parte...

    Nethelien ci ha preso in pieno con la sindrome di romeo e giulietta, solo che è stata mia sorella stessa a scatenarla ... prima che lei mostrasse la volontà di lasciarlo , i rapporti con il suo lui erano civili e cordiali, perchè dopotutto erano felici insieme, anche se lo sopportavo poco, vedevo che lei era felice e mi bastava. avevo sempre presente le grosse differenze che li dividono : due caratteriri opposti : lei allegra e socievole,piena di voglia di uscire , genio negli studi, bella magra e alla moda , ma piena di insicurezze dentro . lui sicuro di sè , più grande e protettivo, ma totalmente solitario e taciturno : negli otto anni a bologna non si è fatto un amico con cui uscire il sabato : usciva solo quando andava mia sorella a trovarlo. anche perchè è molto tirchio. il suo ideale era "due cuori e una capanna" è uno di quei tipi pantofolai che lì li metti e lì li trovi.

    dice e pensa le stesse cose di 10 anni fa, compresi gli argomenti "matrimonio " e "figli" non vuole sposarsi perchè non crede nel matrimonio, non vuole figli perchè non crede nella famiglia. mia sorella invece vuole sposarsi e vuole figli. entrambi aspettano che l'altro ceda sull'argomento. e immagino sarà mia sorella a cedere .

    lui l'ha sempre sminuita su tutto, facendola sentire in colpa perchè aveva studiato più di lui, perchè in famiglia abbiamo più soldi della sua (mah.... se lo dice lui) e anche le sue amiche . dice di essere fiero di essere un operaio perchè a lui non l'ha aiutato nessuno nella vita, e intanto ha allontanato mia sorella dai giri di amici con reddito superiore al suo. che lo facevano sfigurare ... neanche mia sorella uscisse con chissa chi....

    direi che i primi problemi di incompatibilità tra loro sono sorti quando anche mia sorella ha iniziato a lavorare sul serio e lui è dovuto scendere dal piedistallo dell'uomo che si è fatto da solo , che lavora duro e "sa come va la vita"

    mi ha sempre fatto schifo il suo sminuire mia sorella che in fondo " doveva solo studiare" . ma il 110 e lode a mia sorella nn lo ha regalato nessuno, e i master vinti per merito idem .... la sua tiritera su come mia sorella non abbia mai avuto problemi "veri " nella vita , nè veri problemi di soldi . é vero ,la mia è una famiglia normalissima : padre , madre, 2 figlie . lavoro stabile da impiegato mio padre. mia madre casalinga . ma sui soldi non ci ha regalato niente nessuno. per esempio la patente ce la siamo dovuta pagare da sole , con i risparmi e lavoricchiando, le vacanze? metà per uno, sempre. il viaggio del diploma l'ho fatto a Lecce(200 km da qui) con i miei amici . mia sorella il suo non l'ha fatto per avere i soldi per andare a Bologna. alla laurea idem.
    la festa di 18 anni? come sopra. io l'ho dovuta fare nella sala vuota dell'associazione culturale che mia madre stava mettendo su con alcuni amici, prima che aprissero( fu stupenda lo stesso perchè avevo gli amici, e pure l'amico dj che voleva far pratica)


    per rispondere ad un'altra domanda : io e mia sorella abbiamo iniziato ad uscire insieme poco dopo i miei 18 anni, quando la differenza di età non si vedeva più di tanto... a volte uscivo con le sue amiche , lei qualche volta con i miei, anche se io spingevo più per uscire cn i suoi , perchè "volevo stare con i grandi "!!! avevamo i nostri venerdì tutte donne , esempio, andavamo anche spesso a fare spese.... poi quando lei ha deciso di restare con il ragazzo le cose si sono raffreddate, perchè la vedevo molto incoerente.
    DE-PRESS (ora meno de-press)

  11. #11
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    tua sorella mi sembra proprio un bel tipino in gamba. complimenti!
    ma, anche lui, devo ammettere che non scherza. e per quanto non voglia sposarsi + tutto quello che dici, ha fatto un grande passo tornando a bari anche per lei. credo che, a modo loro, i sacrifici li abbiano fatti entrambi.
    forse tua sorella adesso si sente cresciuta, lavora e in un certo qual modo pensa di aver trovato con lui la sua dimensione. magari lui, prima o poi, deciderà di sposarsi.
    però sai, io condivido con lui l'idea del matrimonio. nel senso che anche io non ci credo molto. poi, adesso, la coppia può godere più o meno degli stessi diritti di cui gode una coppia sposata. il matrimonio, alla fin fine, è un di più che va oltre l'amore. se uno non ci crede è meglio che lo dica prima (come lui ha fatto) e che non faccia un passo che non vuole fare. fermo restando che il concetto di coppia - e l'altro - vadano rispettati anche se non ufficialmente sposati. quella è la cosa più importante, anche del matrimonio stesso.
    per quel che riguarda il fatto che tua sorella si sia allontanata, da un lato può essere fisiologico, da un lato condivido con te il malessere. in fin dei conti, chiudersi è spesso un male per la coppia ma, soprattutto, per se stessi. il ritagliarsi i propri spazi con le amiche è importantissimo, sia per un confronto con le altre che per svago personale.
    quindi non hai tutti i torti. perchè a questo proposito non le parli, facendole capire di non fossilizzarsi e di uscire di tanto in tanto ancora con voi?

  12. #12
    Partecipante Super Esperto L'avatar di urd
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    670
    ci ho provato... solo che adesso sono io che non sento più nulla in comune con lei... adesso giudica tutto e tutti, da essere una ragazza comprensiva , ora che ha estremizzato i suoi valori, non si può più scherzare su nulla, nè comprende i vari problemi di coppia . è arrivata a dire che ho sbagliato a lasciare il mio ex, perchè una coppia va sempre salvata ...


    la cosa che mi preoccupa non è che lui nn voglia sposarsi, ma di come hanno gestito i soldi per l'aquisto della casa e dei mobili... , chi doveva mettere cosa e quanto, e soprattutto in che modo . non voglio scendere in dettagli, ma il mio timore è detto schiettamente, che se lui si stufa la butta fuori di casa senza mezzi termini....e come si dimostra cosa ha portato lei di contributo? lei si ritoverebbe con nulla o quasi in mano....

    quando comprò casa a Bologna mia sorella non era d'accordo, più che altro era arrabbiata che lui non l'avesse consultata , come per la casa qui , l'hanno scelta dove voleva lui, non tanto per il prezzo, ma per essere abbastanza lontano dalla mia famiglia e dalla sua ....
    si sono allontati da tutto e tutti, ma ora che questo gioco di "noi due contro tutti " sta finendo , mia sorella ha già le prime avvisaglie di noia nei confronti di lui....
    DE-PRESS (ora meno de-press)

  13. #13
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    beh, se ha prime avvisaglie di noia - come tu dici - penso che non tarderà a lasciarlo.
    però dall'altro lato l'asserzione "una coppia va sempre salvata" è un pò preoccupante, perchè non è sempre vero, anzi, spesso è il contrario se i problemi sono consistenti e irrisolvibili.
    magari lei, anche se un pò stanca, sta seguendo questo precetto e sta provando a salvare la coppia.

    ad ogni modo, io penso e ribadisco che lei è abbastanza adulta e vaccinata per poter 1) decidere se chiedere aiuto 2) decidere a chi chiedere aiuto 3) prendere una decisione.
    tu sei stata veramente amica, quasi esemplare. hai provato farle aprire gli occhi. ma se adesso non è lei che si sveglia da questo torpore, non potrai essere tu a scuoterla. potrà farlo solo lei e, se non lo farà, sarà lei sola responsabile del suo malessere. e alla fin fine chi è causa del suo male pianga se stesso.
    tu hai fatto molto. adesso tocca a lei giocarsi le sue carte. se le gioca male, tu hai anche la tua vita e il tuo diritto a stare bene comunque con la serenità di esserle andata incontro anche più del dovuto.

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di urd
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    670
    riesumo il mio thread perchè ci sono degli sviluppi....
    ho cercato di seguire i vostri consigli... e la situazione mi sembra un pochino migliorata, certo lei mi fa ancora saltare i nervi tutte le volte che viene a casa.... ma sto cercando di controllarmi...
    inoltre complici 2 appuntamenti a cui nn potevamo dire di no( una cena di un'associazione a cui lei nn poteva mancare e il musical di Notre Dame, per il quale abbiamo avuto in regalo i biglietti) e a cui lui nn importava nulla di partecipare (anche xchè per il primo c'erano da fare 40 km...)
    siamo uscite senza di lui x 2 venerdì di seguito, e le hanno riacceso il desiderio di uscire di nuovo senza di lui.... e io posso provare a sopportarla per vedere se riemerge il suo vero carattere...
    dopotutto nn posso sempre attaccarla, ma farla sentire sicura di esprimersi ....
    ieri son andata a casa loro , avevano litigato e lui nn le ha rivolto la parola x tutto il giorno ( e neanche a me, ma di questo nn mi importa) xchè la casa era in disordine... siamo uscite a fare un giretto xchè era festa in paese e abbiamo comprato mele ed uva bio , e lui si è arrabbiato anche di questo, perchè c'era già troppa roba in casa.... mah..... lei si è scusata e hanno fatto pace
    poi la sera sono uscita cn le mie amiche , quando sono tornata a casa mia madre mi ha detto che lei ha chiamato piangendo xchè aveva di nuovo litigato cn lui (a conti fatti , mezz'ora dopo che me ne ero andata)... e questa è la storia di tutti i giorni.... fino ad un mese fa cn mia madre nn parlava più, se nn per insultarla, e adesso la chiama tutti i giorni x farsi consolare....

    la strada x recuperare il rapporto me la vedo molto lunga.....
    DE-PRESS (ora meno de-press)

Privacy Policy