• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 34
  1. #1
    Partecipante L'avatar di artepoesia
    Data registrazione
    27-03-2007
    Residenza
    Faenza
    Messaggi
    59

    non ho una stanza mia :-(

    premetto che ho 25 anni e che abito coi miei e mia sorella piu' nonni e zia (tipo villetta a schiera ma case unite ed entrate collegate). purtroppo sto ancora studiando e non ho un soldo per andarmene a vivere da sola, ma questa situazione mi deprime sempre piu' perchè mi rendo conto giorno dopo giorno di non avere uno spazio mio. la situazione e' questa: in origine avevo normalmente una camera da letto mia che poi successivamente ho condiviso con mia sorella (piu' piccola di me di 5 anni) fino a circa 3 anni fa, quando per esigenze tecniche io ho ceduto la stanza a lei e sono traslocata di la' dai miei nonni dormendo nella stanza degli ospiti. lei sta benissimo ora: ha personalizzato la camera in modo tutto suo, ha i suoi spazi intimi, varie volte ospita il moroso a dormire in quello che ora e' diventato un lettone matrimoniale. io inizialmente pensavo che il piccolo sacrificio di cambiare ambiente o meglio camera fosse in effetti meglio per entrambe. il problema pero' e' che io in quella camera di la' proprio non riesco a sentirmi bene. sara' che non ha una finestra, che e' arredata in un modo che proprio non mi appartiene, che e' sempre stata e continua ad essere la stanza degli ospiti (tutte le volte che vengono parenti io gli devo cedere la camera ed ovviamente i due letti), sarà che fino a pochissimi anni fa ci dormiva sempre uno zio ora deceduto, sara' che e' la camera piu' calda della casa, sara' che e' cosi' arida ed all'antica, sara' che e' attaccato al bagno dei nonni e che proprio non sento in assoluto come uno spazio mio ne' a me affine. in famiglia pensano che questo mio senso di disagio/malessere sia solo un capriccio, in realta' pero' proprio a livello psicologico sento come un senso di rifiuto/ripulsa a sentire l'ambiente mio. io li' ci sto proprio unicamente per esigenze strettamente pratiche la notte a dormire nel letto e stop. non c'e' nulla di mio personalizzato, gli armadi sono pieni di cose non mie, non c'e' una scrivania, i cassetti nemmeno riesco ad aprirli, il como' e' pieno di foto di parenti deceduti e cose varie non mie. parlando coi nonni hanno detto che sono anche disponibili a svuotarmi l'armadio o levare qualche suppellettile, ma il problema e' che proprio a livello emotivo non riesco a starci. non c'e' comunque nemmeno una cosa che senta a me affine, sarebbe tutto ma dico tutto da cambiare (dalle piastrelle alle disposizioni, da tutto l'arredamento ai letti, ecc ecc). a me piacerebbe qualcosa di colorato, giovanile, anche solo una scrivania o una mensola per i libri. ma soprattutto il problema e' che io sento la stanza come uno spazio intimo, privato, sentito proprio. li' invece devo sloggiare appena arriva un ospite, ci dorme e ci entrano tutti e tutto, e' il luogo dove mia zia ha la machcina da cucire, dove si tengono le valigie, ecc ecc. gia' il fatto di non potere tenere un animale in casa mi pesa tantissimo (un gattino sarebbe il sogno della mia vita), mi urta la costrizione tecnica del dovere studiare sul tavolo della sala dove c'e' un via vai continuo di gente che va e viene, la situazione generale di non sentire di avere il diritto ad uno spazio mio mi pesa, il fatto che mia sorella (fra l'altro piu' piccola di me e felicemente in coppia da anni) ha tutti i suoi agi spaziali e puo' ospitare quando vuole amica/moroso a dormire da lei mi tocca ulteriormente, per non parlare poi del sentirmi alla mia eta' ancora totalmente dipendente dalla mia famiglia...quello di non sentire di avere una stanza poi mi leva davvero la serenita'. so bene di non dovermi lamentare perche' ci sono situazioni molto peggiori e che non posso pretendere di andarmene per conto mio non potendomelo assolutamente permettere, cosi' come so essere necessario ad entrambe per me e mia sorella essere separate (anche perche' i nostri rapporti non sono dei migliori gia' a priori). il quesito e': cosa posso fare di concreto per alleviare al piu' presto questa situazione per me emotivamente insostenibile? sto ancora studiando e dovendo fare tirocinio ecc ecc non ho un reddito, ma anche facendo qualche lavoretto tanto per avere due soldi (cose che gia' faccio se e quando riesco a trovare), di certo non potrei comunque mantenermi da sola, oltretutto anche chissa' quando e se in futuro riusciro' a trovare un'occupazione decente mi ci vorrebbero comunque secoli per prendermi una casa o sostenere in modo dignitoso un affitto. poi i miei penserebbero ovviamnete che non ha senso e di certo non capirebbero, fra l'altro no nessendo una famiglia agiata mica possono comprarmi un appartamento (mi basterebbe una piccola mansarda o un mini monolocale, ma la vedo davvero una palese utopia). attualmente purtroppo non ho un ragazzo, ammesso e non concesso che anche trovandolo subito fra un tot di tempo andremmo a vivere insieme, non ho l'aridaintenzione di dovermelo cercare ad ogni costo solo per sognare una convivenza o sperare di cambiare casa. ho anche pensato di andare per un po' di tempo a provare l'esperienza di condividere un appartamento con altri studenti ecc ecc, anche solo epr cambiare aria, ma sarebbe davvero una follia considerando che l'esigenza di trasferimento davvero sarebbe un capriccio e poi sarebbe un salasso senza senso solo per il fine di scappare da un altro ambiente. ormai ho 26 anni e sento il bisogno, ho l'esigenza semplicemente di avere un piccolo spazietto mio (penso che siano anche passati i tempi di fare sperimentaizioni fuori sede, che comunque mi darebbero solo spese ed altra gente estranea in casa). insomma sono confusissima e vedo davvero tutto nero, speravo che col tempo mi sarei abituata, adagiata e accomodata nella nuova camera, ma le cose sono solo peggiorate in quasi depressione e forse l'unica cosa a cui sono giunta e' essermi rassegnata all'idea di non avere piu' un luogo intimo mio. scusate lo sfogo, forse troppo prolisso e sicuramente anche vano :-(
    ^:^

  2. #2
    lialy
    Ospite non registrato
    vano..non direi...
    il forum serve a scambiare opinioni e stati morali...
    ho letto tutto e posso capire come ti senti..la cosa che non capisco è xchè tu sei stata spostata dai tuoi nonni e non tua sorella??
    visto che i tuoi nonni sono ben propensi a liberare qualche spazietto..prova a rubacchiare mobili + giovanili da casa tua o di tua zia...
    l'indipendenza economica x molti di noi sembra una mera chimera... ma tu non dovresti deprimerti...cerca di parlarne coi tuoi spiegando loro che non sono capricci, ma che avverti questo genere di bisogni...che questa situazione ti fa star male...
    spero che almeno parlarne possa essere catartico...e spero anche che altri abbiano idee migliori delle mie...

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4
    Ciao, capisco le tue esigenze, ma dovresti ridimensionare il problema....... Tantissimi ragazzi condividono la stanza con fratello e sorella! Non è una cosa grave, dipende semplicemente da mancanza di spazi o altre stanze. Nel tuo caso, l'altra stanza l'hai trovata, dai tuoi nonni........è già qualcosa no? Se non ti trovi bene potresti sempre tornare nella tua vecchia camera con tua sorella, perchè lì sicuramente sentiresti di più un senso di appartenenza, visto che ci hai dormito da sempre....e non verresti di certo sfrattata. Non credo che tu possa chiedere ai tuoi nonni di rivoluzionare la camera che ti hanno dato......non so, forse puoi provare a fare questa richiesta, e vedi un po' se accettano!

    Altrimenti io non vedo altre soluzioni, se non quella di tenere duro fino a quando andrai via di casa......

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di cinfra79
    Data registrazione
    30-12-2005
    Residenza
    Modena
    Messaggi
    207
    Ma tu hai esposto la questione ai tuoi? se sì, cosa ti detto?

    Se hai la mansarda potresti farti una bella camera tutta tua lì!!

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Elo.nora
    Data registrazione
    31-01-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,200
    Della serie c'è sempre chi sta peggio:
    io dopo tre traslochi pesantissimi sono finita ad abitare insieme a mia madre e le mie due sorelle in una casa a dir poco piccola, ti dico solo che io divido non solo la stanza ma anche il letto (matrimoniale enorme per fortuna) con mia madre... quando la sera esco e faccio tardi devo camminare in puntta di piedi e mettermi il pigiama quasi al buio, e anche io studio sul tavolo in sala con il via vai continuo... Questo per dirti che ti capisco benissimo e anche che forse dovresti ritenerti fortunata, io morirei per avere anche uno sgabuzzino dove poter stare sola, lo vorrei anche completamente di cemento tipo bunker, mi andrebbe bene tutto!!
    In fondo tu hai uno spazio in cui puoi stare a farti i fatti tuoi... in cui puoi chiuderti se nn vuoi vedere nessuno...(a me rimane il bagno e non è il massimo)... Prova magari ad appendere qualche foto alle pareti e sforzati di essere felice di ciò che hai....
    Personalmente mi ritengo cmq molto fortunata, sicuramente c'è chi sta peggio anche di me, ma capisco pure il tuo stato d'animo!
    Fatti coraggio e vedrai che arriverà presto il momento in cui potrai avere una piena autonomia e indipendenza...

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di tommy
    Data registrazione
    05-06-2006
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    751
    prova a fare così: vai a comprare un incenso (lo trovi anche nel negozio di messico e nuvole in centro a firenze), e chiedi anche una "slitta" ovvero un porta-incenso. dopo di che, quando hai tempo, torna in quella stanza, metti l'incenso nella "slitta" e accendilo, proprio come si accenderebbe una sigaretta. dopo di che allontanati dalla stanza e attendi almeno un'oretta prima di rimetterci piede. quando l'incenso è finito, la stanza in teoria dovrebbe essere "pulita energeticamente". prova a tornarci a dormire e vedi se è cambiato qualcosa. se la sensazione persiste, ti raccomando, avvertimi all'indirizzo p.donatella@alice.it. comunque stai tranquilla che è una situazione che si risolve benissimo, basta trovare degli "addetti ai lavori", e io ne conosco moltissimi. fammi sapere come è andata, e se ci sono dei miglioramenti o dei cambiamenti. per quanto riguarda il perchè è molto semplice, ma forse questo non è proprio il luogo adatto per parlarne. se vuoi saperlo e sapere come spantanare davvero da questa situazione contattami tramite un messaggio privato o un'email, che ti dò il mio numero e ti dò ulteriori dettagli.
    Ultima modifica di tommy : 26-07-2007 alle ore 18.42.20

  7. #7
    Partecipante L'avatar di artepoesia
    Data registrazione
    27-03-2007
    Residenza
    Faenza
    Messaggi
    59

    non e' possibile :-(

    grazie per le belle parole ragazze, ma purtroppo non e' possibile. so anch'io che con mia sorella e' molto meglio stare separate (anche perche' tecnicamente in camera la scrivania e' solo una, l'armadio idem, ecc ecc poi avendo lei 20 anni ed io 25 ormai abbiamo bisogno ognuna dei nostri spazi privati intimi). ormai e' 3 anni che ci siamo suddivise cosi' (forse probabilmente sono stata io a sbagliare all'inizio), ora comunque sono avvenuti troppi adattamenti psicologici per potere fare il cambio come dite voi. ormai quella camera e' tappezzata di foto sue, con amici e moroso, l'ex mio cassetto e' pieno di sue cose, le pareti dei muri colorate a suo piacimento. insomam non porterebbe a nulal stravolgere di nuovo tutto, si creerebbero solamente ulteriori dissidi in famiglia oltre che stravolgimenti incomprensibili a tutti. ciao :'(
    ^:^

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4
    Allora prova tu a personalizzare la camera che hai dai tuoi nonni

  9. #9
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820
    si ho capito che è meglio non stravolgere, ma tu a 25 anni non hai proprio un posto per te, tanto che se viene qualche ospite devi sloggiare (per andare dove?) e tua sorella a 20 anni si porta la notte il moroso a condividere la stanza? Boh non mi sembra molto egualitaria la situazione, se posso azzardare secondo me le tue sensazioni spiacevoli di rifiuto della stanza potrebbero essere un aspetto del tuo sentirti rifiutata dalla tua famiglia, che ti ha relegato in una stanza degli ospiti dove non ti senti neanche in libertà di cambiare l'arredamento. Non è un'interpretazione, è solo un'opinione.

    Elo.nora, se mi posso permettere, a me la tua situazione sembra diversa, perchè tutti voi dovete un po' sacrificarvi, insieme. Invece artepoesia è da sola a doversi arrangiare mentre il resto della famiglia fa quel che gli pare.

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Elo.nora
    Data registrazione
    31-01-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,200
    Originariamente postato da chiocciolina4
    si ho capito che è meglio non stravolgere, ma tu a 25 anni non hai proprio un posto per te, tanto che se viene qualche ospite devi sloggiare (per andare dove?) e tua sorella a 20 anni si porta la notte il moroso a condividere la stanza? Boh non mi sembra molto egualitaria la situazione, se posso azzardare secondo me le tue sensazioni spiacevoli di rifiuto della stanza potrebbero essere un aspetto del tuo sentirti rifiutata dalla tua famiglia, che ti ha relegato in una stanza degli ospiti dove non ti senti neanche in libertà di cambiare l'arredamento. Non è un'interpretazione, è solo un'opinione.

    Elo.nora, se mi posso permettere, a me la tua situazione sembra diversa, perchè tutti voi dovete un po' sacrificarvi, insieme. Invece artepoesia è da sola a doversi arrangiare mentre il resto della famiglia fa quel che gli pare.
    Si si, sono d'accordo con te... ho riportato la mia esperienza sperando che potesse essere in qualche modo di conforto per questa ragazza....

    credo anche io che probabilmente la causa scatenante sia il senso di lontananza e rifiuto della sua famiglia....ma credo anche che magari sforzandosi di sentire questa situazione più sua possa stare meglio...

  11. #11
    *melyxa*
    Ospite non registrato
    Ciao,
    scusa se mi permetto...comprendo la tua situazione e capisco che avere un proprio spazio sia fondamentale...però vedo un certo lamentarsi, ma senza cercare il male minore e venirsi incontro...nel senso...visto che cmq a breve la situazione non potrà cambiare, perchè ancora non puoi permetterti un posticino tutto per te, allora cerca di rendere meno pesante possibile la tua situazione attuale!! Nel senso..la camera "di tua sorella" se solo volessi potrebbe ridiventare di entrambe...non credo che i tuoi genitori si opporrebbero alla cosa!! Ma con lei non vuoi perchè non vai dìaccordo...e ok...la camera degli ospiti, non la senti tua, quando invece secondo me dovrtesti parlare con i tuoi familiari per aiutarti a renderla più a tua misura, più carina e confortevole..non conosco i tuoi ma credo che non si rifiuterebbero alla cosa...insomma, cerca di dare un colpo al cerchio e uno alla botte! E non limitarti a lamentare la situazione senza effettivamente darti da fare per cercare un buon compromesso!

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    La stanza da letto e' la proiezione del nostro spazio interiore.
    Combatti per avere una stanza dove poterti ritrovare e difenderai la tua intimita', quel cantuccio dove tu sola hai accesso e che nessuno puo' permettersi di invadere.
    Leggendoti ho l'impressione che tu non sia molto abituata a farlo...

    Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a se mi lega; è di onda in onda invece che io volo


    Trova pace in cio’ che sei e dove ti trovi.
    Le persone spesso sanno gia’ cosa fare; a te spetta il compito di mostrare loro il modo......ecco la vera saggezza.
    (Eragon – C.Paolini)



  13. #13
    LucyVanPelt
    Ospite non registrato
    L'idea della mansarda non è male...altrimenti, se la stanza dove sta tua sorella lo permette, potreste far costruire una parete divisoria.
    Una mia amica l'aveva fatto con il fratello, e la loro stanza non era nemmeno grandissima. Avevano ottenuto due stanze tanto piccole quanto intime, con una cameretta a soppalco che lasciava comunque abbastanza spazio...quanto mi piaceva

  14. #14
    Partecipante L'avatar di artepoesia
    Data registrazione
    27-03-2007
    Residenza
    Faenza
    Messaggi
    59

    grazie a tutte...

    ma purtroppo non e' facile come potete pensare semplificando. la situazione resta invariata e non si evolve. non ho mansarde in casa (magari!), tornare in stanza con mia sorella sarebbe alquanto psicologicamente devastante per entrambe (fra l'altro e' piccola, la scrivania una cosi' come l'armadio ecc). ho accennato qualcosa in casa ma come sempre anche in passato prendono la cosa come un capriccio in quanto i fatti sono che un letto ce l'ho e la possibilita' di metterci qualcosa di mio anche. ma quella è sempre stata la camera degli ospiti e tale deve rimanere per esigenze pratiche di necessita', così come tutto il resto. loro non sono affatto psicologi e penso che nemmeno possano arrivare a capire questa cosa. non voglio creare guerre fredde in casa piu' di quante già ce ne siano, sto piuttosto quasi pensando di interrompere gli studi (che fra l'altro purtroppo mi apapssionano molto) e buttarmi a fare qualsiasi lavoro pur di intascare qualche soldo e prendermi una stanza in affitto da quanlche parte (fosse anche solo un buco ma mio ed inviolabile). grazie comunque veramente di cuore a tutte per le belle parole e per il tentativo di comprensione. tristemente ciao :'(
    ^:^

  15. #15
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    posso capire la situazione che vivi perchè io in due anni ho cambiato città tre volte e non ho mai avuto il tempo di sentire mia una casa, personalizzare la mia stanza, che già dovevo andare via. io quando non sento la casa mia, non solo mi sento a disagio, ma anche io mio corpo ne risente. ma di questo non parlo perchè vi farebbe anche un pò ridere, nel senso che se non senti la casa tua non riesci a "segnare il territorio", non si se ci capiamo e activia non serve in questi casi

    scherzi a parte, quello che ti dico è di non considerare la cosa psicologicamente devastante, nel senso che ci sono cose davvero devastanti psicologicamente che vanno ben al di là del non avere una propria stanza.
    semplicemente, queste sono situazioni che si vengono a creare quando ci si trova in contesti e situazioni in cui si deve cedere all'altro qualcosa che appartiene a se stessi. e spesso ciò avviene quando si è ancora giovani.
    io ti consiglio di parlare con i tuoi nonni per chiedere loro se puoi personalizzare la tua stanza e, comunque, di pazientare perchè queste sono situazioni di transizione che col tempo passano. anche tu avrai la tua camera e anche la tua casa un giorno. devi solo attendere la laurea e il primo lavoro che ti consentirà di andare a vivere da sola o comunque di poter dividere una casa con una stanza che sarà davvero tua.
    credimi, ci sono situazioni peggiori. io ho 27 anni e tutti i miei bei tappeti e le mie lampade e i batik che mi hanno regalato nel corso di questi anni sono ancora stipati in uno sgabuzzino perchè non so neanche dove metterli. quando sono nella casa dei miei dormo con mia sorella è, onestamente, mi trovo veramente bene perchè dormire con lei accanto mi rassicura. poi ci piace anche molto chiaccherare e fare casino la notte. pensa che tra me e lei c'è anche un discreto divario d'età. all'inizio ei me lo voleva fare pesare, mi diceva "ah sei ospite nella mia stanza" ma io cercavo di essere spiritosa dicendole "uè stai attenta che ti butto fuori da qui perchè la stanza adesso è mia". alla fine ha seppellito l'ascia di guerra e si trova anche molto bene con me.
    quindi prova anche a parlare con lei per provare a dividere insieme lo stesso spazio.
    per il ragazzo: ma i tuoi lasciano dormire il moroso a casa? i miei mi butterebbero fuori se scoprissero una cosa del genere. comunque, puoi sempre cedere la stanza quando lui viene, e solo quando lui viene, e te andar a dormire dai nonni.
    secondo me mi sembra un buon compromesso.
    Ultima modifica di pinga : 05-08-2007 alle ore 01.50.18

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy