• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 36
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315

    Qualcuno ha mai visto l'Aura?

    Con Aura si definisce una emanazione energetica che, persone particolarmente sensibili, sono in grado di percepire attorno a piante, animali e esseri umani.
    Viene osservata come un insieme di luci, aloni di vario colore ed estensione.
    I colori sono particolarmente vividi e intensi.

    Ne avete mai avuto esperienza?

    Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a se mi lega; è di onda in onda invece che io volo


    Trova pace in cio’ che sei e dove ti trovi.
    Le persone spesso sanno gia’ cosa fare; a te spetta il compito di mostrare loro il modo......ecco la vera saggezza.
    (Eragon – C.Paolini)



  2. #2
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,928
    Blog Entries
    3
    io personalmente no ma un amico mi aveva parlato di uno che la vedeva (so che detta così non sembra attendibile).A quanto ricordo le auree azzurre e bianche sono molto positive,mentre quelle rosse e nere indicano negatività.

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    AURA una luce misteriosa di cui si parla fin dal 1000 a.C.
    Vittoria Inverni

    Per chi non lo sapesse, spieghiamo subito che cos'è l'aura, o cosa dovrebbe essere. L'aura, dicono coloro che sostengono la sua esistenza, è un'emanazione di tutto ciò che è vivo, persone, animali o vegetali. È un "corpo sottile", un alone che s'irradia attorno al corpo, principalmente il capo, di ciascuno e che persone particolarmente sensibili riescono a percepire. L'aura non va confusa con i fasci di luce emanati da certe persone, perché questi indicherebbero che quel particolare soggetto è protetto o da altri esseri umani o dai defunti, suoi o che hanno debiti di riconoscenza nei suoi confronti.
    Tra le persone "sensibili" possono essere iscritti i profeti dell'antichità, i mistici e i veggenti: i raggi o le aureole che si vedono attorno al capo dei santi altro non sarebbero che l'aura percepita da chi ha avuto contatti con loro. Un esempio di aura lo si trova nell'Antico Testamento ed è la luce emanata da Mosè quando scese dal Sinai con le Tavole della Legge, e che nell'iconografia è tradotta con i due corni sulla fronte. Pieno della grazia di Dio, Mosè risplendeva a tal punto che fu costretto coprirsi con un velo per non spaventare il suo popolo. Qualcuno sostiene che l'arcobaleno visto da Noè alla fine del diluvio fosse l'aura della Terra rinnovata nell'alleanza con Dio. La storia, per quanto in parte leggendaria, ci dice che Zoroastro, o Zaratustra, fu il primo a parlare di aura nel periodo in cui visse, e che secondo gli studi più recenti va dal 1000 al 600 a. C. Il divulgatore della dottrina di Ahura Mazdah diceva che tutti gli dei la possiedono, ma che l'aveva anche la Terra e tutte le sere quest'aura risaliva al cielo verso il dio della luce, ridiscendeva verso le stelle e un angelo (non dimentichiamo che i primi esseri alati risalgono alla religione persiana), l'accoglieva con un carro per portarla a spandere di nuovo la sua luce ovunque. Da Ahura Mazdah, il primo aureolato, al Budda con il capo e il corpo circonfusi da due dischi che simboleggiano l'aura superiore e l'aura inferiore, ai santi del cristianesimo (esistono raffigurazioni del Cristo Pantocrator aureolato e racchiuso in un'ulteriore aura dai colori dell'arcobaleno, quasi a rinnovare il primo patto di Dio con la Terra), a Maometto la cui aura è una fiamma che gli circonda il corpo e sale al cielo in una lingua di fuoco, l'aura è passata in tutte le religioni.
    Dopo un periodo di quasi oblio, è nell'Ottocento che l'aura torna alla ribalta. Rudolph Steiner, il fondatore dell'antroposofia, affermava che non è necessario vederla con gli occhi, perché la si può avvertire anche con la mente. Secondo Steiner, ogni colore è sinonimo di uno stato d'animo e una persona in collera può essere percepita intuitivamente come rossa, mentre una persona calma e riflessiva può essere avvertita come azzurra.
    Edgar Cayce, medium e guaritore americano morto nel 1945, affermava di saper distinguere l'aura delle persone e in base ai colori che vedeva fare diagnosi sulle condizioni fisiche delle medesime.
    Infatti, chi sostiene l'esistenza dell'aura ne parla come di un alone di vari colori che s'irradia fino a 60 cm dal corpo. Ogni colore dovrebbe indicare uno stato d'animo e una patologia se è vero che le malattie sono determinate da una disarmonia dell'insieme mente-spirito.
    Nel 1911 il dottor Walter J. Kilner affermava che l'aura umana è visibile con mezzi meccanici e pubblicò il resoconto delle sue ricerche. Ogni copia del volume conteneva una lente colorata con una sostanza chimica che, secondo l'autore, avrebbe permesso di vederla in tre stati separati. I risultati della lente e degli esperimenti furono modesti e il dottore fu sommerso dall'ironia dei colleghi. Con studi partiti nel 1939, nel 1957 fu la volta di un ricercatore inventore russo, Semyon Davidovic Kirlian, che con l'aiuto della moglie aveva messo a punto un congegno secondo loro capace di fotografare l'aura sistemando i soggetti all'interno di campi magnetici ad alto voltaggio. Il loro sistema, detto "camera Kirlian", non è stato privo di contestazioni, anche se qualcuno sostiene che l'emanazione, prodotta dal sudore (ma ci si chiede come possa sudare una foglia, come quella di geranio dell'illustrazione), possa essere utile alla diagnostica medica.
    Nel 1973 lo scienziato Lyall Watson ipotizzò che l'aura vista dai mistici e dai sensitivi fosse un'emanazione fisica vista solo da coloro che hanno gli occhi sensibili alle onde luminose a bassa frequenza.
    Che l'aura sia un'emanazione fisica potrebbe essere confermato dai racconti che ci arrivano dal Medioevo. Secondo le cronache, il Beato Tommaso da Cori, pastore fattosi francescano nel 1675, durante le prediche emanava una tale luce da illuminare la chiesa, mentre la cella di san Luigi Bertràn, vissuto nel 1500, era sempre illuminata come se all'interno ci fossero lampade potenti.
    Nel 1995 è la volta del professore russo K. Korotkov che con la sua équipe ha elaborato una variante della "camera Kirlian". Sulla corrispondenza fra le dita della mano e gli organi interni, esaminando la mano sarebbero in grado di diagnosticare le carenze bioenergetiche degli organi corrispondenti.

    http://www.arcobaleno.net/curiosita/Aura.htm
    Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a se mi lega; è di onda in onda invece che io volo


    Trova pace in cio’ che sei e dove ti trovi.
    Le persone spesso sanno gia’ cosa fare; a te spetta il compito di mostrare loro il modo......ecco la vera saggezza.
    (Eragon – C.Paolini)



  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    I colori che si visualizzano sono indescrivibili.
    Di una vividezza e intensita al cui confronto anche le piu' belle tonalita' visibili nel mondo materiale impallidiscono.
    Da bambina avevo fenomeni di questo tipo.
    Poi, siccome non era una cosa che potessi condividere con chi mi stava accanto, e avendo capito che non era normale per tutti, come avevo sempre pensato, per anni piu' nulla.
    Da qualche anno ho ripreso a sperimentare questo ambito.
    L'esperienza piu' bella e' il vedere l'energia che circonda i fiori.
    Se si osserva il bocciolo di una rosa ancora chiuso, si puo' gia' vedere, in forma energetica e dai colori fantastici, attorno al bocciolo la rosa gia' sbocciata, come una sorta di canovaccio sul quale poi si modellera' la materia.
    Anche gli animali sono circondata da colori stupendi...ma, da esseri sensibli quali sono, sentono quando li stiamo osservando per scrutare la loro aura, e tendono spesso a "fuggire"....
    Mi e' succeso con i miei gatti...e' come se si sentissero "invasi" nella loro intimita'...era buffissimo osservare come cercassero (una volta compreso che li si stava osservando in quel modo) di cambiare posizione, o addirittura di andaresene con fare...altero
    Per gli esseri umani il discorso e' molto piu' complesso.
    I colori dell'aura variano a seconda dello stato d'animo e delle condizioni di salute...
    Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a se mi lega; è di onda in onda invece che io volo


    Trova pace in cio’ che sei e dove ti trovi.
    Le persone spesso sanno gia’ cosa fare; a te spetta il compito di mostrare loro il modo......ecco la vera saggezza.
    (Eragon – C.Paolini)



  5. #5
    LucyVanPelt
    Ospite non registrato
    Che meraviglia dev'essere...

  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di Lunete
    Data registrazione
    23-04-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    4,231
    Io ho letto questo argomento in molti libri ma non l'ho mai sperimentato personalmente putroppo..oppure mi è capitato ma ero troppo concentrata su altro per accorgermene,chissà..

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    Un semplice esercizio per iniziare.

    Mettevi comodi. Allungate le braccia in modo da stenderle davanti a voi con le mani con i palmi rivolti verso di voi e con le dita che quasi si toccano tra di loro.
    Dovete cercare di avere sullo sfondo una parete bianca o nera.
    Dipende dalle preferenze.
    A me viene meglio con la parete bianca.
    Quindi dovrete fare in modo di avere le mani stagliate contro questa parete di sfondo.
    Poi iniziate ad osservare le mani con sguardo sfocato, morbido...come se guardaste oltre le mani stesse.
    Si dovrebbe allora riuscire a vedere come un alone di luce che segue il contorno delle dita e della mano.
    Si puo' giocare con le mani allontanandole e avvicinandole lentamente, osservando come si comporta l'alone di luce...

    Ultima modifica di Alessia Va : 25-07-2007 alle ore 15.53.14
    Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a se mi lega; è di onda in onda invece che io volo


    Trova pace in cio’ che sei e dove ti trovi.
    Le persone spesso sanno gia’ cosa fare; a te spetta il compito di mostrare loro il modo......ecco la vera saggezza.
    (Eragon – C.Paolini)



  8. #8
    MarioG
    Ospite non registrato
    L'aura non l'ho vista di recente, in compenso quando ci ho provato ho visto M'aria scuotermi preoccupata e ingelosita
    Ok, dopo questa battuta fareste bene a bannarmi, ma potevo fare di peggio, tipo dire:
    L'aura non c'é
    è andata via
    questa non è più casa sua
    (mi sembra sia di Nek)
    Va bene sparisco, scusate, non importuno più
    Tenete presente però che è stato provato scientificamente che in caso di mancanza di afflusso al cervello per determinati secondi la percezione viene ovviamente modificata, spesso provocando la visione di una forte luce bianca, un'esperienza facilmente 'apportatrice' di alcune forme di suggestione, vedi il risveglio dal coma.
    Io personalmente sono scettico sulla questione, ma non incredulo

  9. #9
    MarioG
    Ospite non registrato
    Dimenticavo che, se riflettiamo un momento sulla teoria dei quanti, in effetti l'aura potrebbe anche avere una sua base scientifica e forse un giorno dimostrabile, indubbiamente dev'essere una bella esperienza.
    Avevo promesso di sparire, provvedo subito !

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di urd
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    670
    io ne ho avuto esperienza da quando ero piccola:dai 14 anni circa, spesso sono blu o bianche , a volte di vari colori. ad alcune persone sono spesse, ad altri sottili.... ma succede con persone, animali e piante, non con oggetti... ho fatto un controllo agli occhi, ma oltre a scoprire di avere 11/10 non è emerso nulla ...
    DE-PRESS (ora meno de-press)

  11. #11
    LucyVanPelt
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Alessia Va
    Un semplice esercizio per iniziare.

    Mettevi comodi. Allungate le braccia in modo da stenderle davanti a voi con le mani con i palmi rivolti verso di voi e con le dita che quasi si toccano tra di loro.
    Dovete cercare di avere sullo sfondo una parete bianca o nera.
    Dipende dalle preferenze.
    A me viene meglio con la parete bianca.
    Quindi dovrete fare in modo di avere le mani stagliate contro questa parete di sfondo.
    Poi iniziate ad osservare le mani con sguardo sfocato, morbido...come se guardaste oltre le mani stesse.
    Si dovrebbe allora riuscire a vedere come un alone di luce che segue il contorno delle dita e della mano.
    Si puo' giocare con le mani allontanandole e avvicinandole lentamente, osservando come si comporta l'alone di luce...

    ma io non credo sia una cosa che si può imparare così
    lo vedo più come un "dono" che hai o non hai...

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    Lucy prova...
    Come Esseri Umani abbiamo TUTTI delle potenzialita'.
    Solo che alcuni le hanno sviluppate piu' di altri...ma mica perche' siano "eletti".
    Puo' dipendere da tante cose.

    Tanto, guarda, provare non ti fara' del male...non c'e' pericolo e non costa nulla se non qualche minuto del tuo tempo...

    Non ho avuto esperienze di coma e neppure ho deprivazioni di ossigeno nel cervello, anche perche senno' dovrei averle continuamente, e a quest'ora sarei gia' morta...

    Ma non scappare, Mario...fa piacere confrontarsi!

    Urd
    Infatti ci vedi benissimo....non hai nulla che non va...
    Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a se mi lega; è di onda in onda invece che io volo


    Trova pace in cio’ che sei e dove ti trovi.
    Le persone spesso sanno gia’ cosa fare; a te spetta il compito di mostrare loro il modo......ecco la vera saggezza.
    (Eragon – C.Paolini)



  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di tommy
    Data registrazione
    05-06-2006
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    751
    se uno ci pensa non è difficile vederla l'aura. io se dico di volerla vedere, la vedo di tutti, ed è una specie di alone bianco attorno alle persone che indica la loro emanazione energetica. io poi personalmente mi è capitato di vederla in tutti i modi: molto estesa in caso di persone molto evollute spiritualmente come ad esempio guaritori o cose varie, piccola nel caso di persone poco energetiche o pessimiste, bucata nel caso di persone che non stanno bene, "strappata"o "con dei buchi" nel caso di persone che avevano avuto recentemente degli incidenti.

  14. #14
    LucyVanPelt
    Ospite non registrato
    Certo certo, ci provo magari appena mi sento un po' più riposata e rilassata...questa mattina ho provato a guardare quella del mio cane ma non ho visto niente
    Chissà la mia com'è

  15. #15
    Partecipante Figo L'avatar di tommy
    Data registrazione
    05-06-2006
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    751
    allora, ho parlato con mia madre che se ne intende un po' di queste cose e mi ha detto che:
    1) una persona NON può mettersi a cuoriosare tra le auree della gente, ovvero, anche se riesce a vederle, NON deve assolutamente vedere le auree di tutti. le auree sono una cosa molto personale, ci dicono l'emozione della persona in quel momento, cosa che è personalissima. se un giorno sono triste ma voglio sembrare felice, tu non puoi vedermi triste perchè è come se fosse una specie di invasione delle emozioni. tu puoi vederle solo se io realmente le manifesto (lasciamo perdere i segnali non verbali, è solo un esempio per farti capire). quindi, una persona non è autorizzata a vedere le auree di tutti solo per il gusto di vederle. se invece quella persona continua ad invadere lo spazio privato degli altri senza autorizzazione, penso che dopo un po non le vedrà più e avrà così sprecato un opportunità. tu puoi vedere l'aura solo se quella persona ti dà l'autorizzazione e te la fa vedere, altrimenti no.
    2) per tutto c'è un motivo. se le auree si potessero vedere così, di tutti, in tutti i modi, sarebbe una cosa che si potrebbe fare tutti. invece solo alcuni la vedono e altri no. e non vi chiedete come mai? beh, probabilmente perchè quello di vedere le auree più che altro io lo vedo come una specie di dono che viene dato solo ad alcune persone. ognuno riceve solo ciò che deve ricevere al momento in cui lo deve ricevere. detto ciò, forse se una persona riesce a vedere le auree vuole dire che probabilmente ci deve fare qualcosa, o comunque che ha un significato, nn so, forse può aiutare nella psicoterapia per intuire meglio lo stato d'animo della persona, ma il motivo uno lo deve trovare, nn so, forse per guarigioni, fisiche o psicologiche, non lo so, ognuno deve trovare la sua vocazione.
    Ultima modifica di tommy : 26-07-2007 alle ore 22.14.06

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy