• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6

Discussione: Tavistock

  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di Kanthaka
    Data registrazione
    15-01-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    175

    Tavistock

    Ragazzi salve!!!
    non so se potete aiutarmi, ma ci provo lo stesso!!!
    sapreste darmi informazioni se in Italia c'è qualche scuola di formazione legata ai principi del modello della Tavistock Clinic e come funziona???
    ringrazio chiunque sappia dirmi qualcosa!!!
    Il poeta è un fingitore.
    Finge così completamente da far credere che è dolore il dolore che davvero sente.

  2. #2
    daphne1979
    Ospite non registrato
    tavistok clinic di firenze, ti linko


    http://www.psychomedia.it/harris/index.html

    la fa una mia amica...molto impegnativa e molto valida

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di Kanthaka
    Data registrazione
    15-01-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    175
    Ti ringrazio davvero tanto!
    Ma per sapere + o meno quanti anni ci vogliono?
    E' molto costosa?
    Il poeta è un fingitore.
    Finge così completamente da far credere che è dolore il dolore che davvero sente.

  4. #4
    daphne1979
    Ospite non registrato
    allora: è obbligatorio il biennio osservativo : bambino dagli 0 ai 2 anni, e bambino in età prescolare. osservazione una volta a settimna , di un'ora, x 2 anni. tesine finali.
    il corso osservativo, che dà competenze diagnostiche e ti permette di utilizzare il gioco infantile, è aperto ance ad altre figure professinali. pediatri, medici assistenti sociali, cioè figure che vogliono comprendedre meglio il mondo infantile e familiare.
    costo penso intorno ai 3000 euro annui.

    poi solo per medici e psicoterapeuti, 4 anni di specializzazione.
    qui l'impegno è anche maggiore: richiesta analisi personale con un analista riconosciuto dalla scuola ( 3 sedute a settimana). il costo non lo so .

    è un percorso lungo ( riassumendo: 2+ 4 anni), impegnativo e costoso.
    è un'ottima scuola, soprattutto quasi unica nel suo genere perchè ti permette di fare terapia sul bambino, sulla famiglia ( e naturalmente sul singolo).
    visto l'impegno e la lunghezza del perccorso (più il costo), tutti è terapeuti che conosco l'hanno fatta in età più "avanzata", dopo avere fatto una scuola di specializzazione diversa che ha permesso loro di lavorare , mantenersi, e avere soldi in più per continuare la formazione. oppure so di ragazze che la fanno perchè vivendo in famiglia hanno l'aiuto economico dei genitori.

    ti segnalo altre 2 scuola, forse più accessibili:
    - il cipspsia, a bologna, che forma per la psicoterapia psicoanalitica (la tavistok invece in psicoanalisti infantili). tutto il percorso dura 4 anni perchè l'infant observation viene fatta direttamnte nei primi due anni di scola di specializzazione.sembra interessante ma non so dirti se è una buona scuola ..cmq avevano aperto un 3nd su questa scuola, puoi rintracciare qualcuna delle ragazze che la faceva e chiederl meglio.
    - l'associazione di psicoterapia fiorentina , anch qui viene fatta l'infant observation nei primi due anni di scuola (durata totale 4 anni), richiesta analisi personale a 3 sedute settimanali, puoi lavorare con adulti, donne in gravidanza (so che cmq lavorano anche con bambini dopo, anche se non è specifica).

    se ti piace il lavoro con i bambini e sei aperto anche ad altri indirizzi, le scuole sistemiche sono ottime (andolfi, de bernart, ecc): il sintomo del bambino (detto portatore del sintomo) viene visto come sintomo di una sofferenza a livello familiare, perciò si lavora per torgliergli questo fardello e modificare le relazioni in senso più sano. conosco ottimi terqapeuti che utilizzano questo approccio con ottimi risultati....èinfatti grande il rischio din "patologizzare" il bambino, che invece esprime un malessere molto forte che riguarda i membri della famiglia. tant' è che a volte si parte dal sintomo del bambino per inviare la famiglia a terapia familiare , o di coppia o individuale ( di uno o entrambi i genitori)..naturalmente in certi casi c'è anche terapia individuale del bambino, ma sembpre affiancato alavoro sulla famiglia!!

    scusa se mi sono dilungatae anche andata fuori tema! è un argomento che mi sta molto a cuore..nonostante possa aver dato un'ompressione diversa, io ho un'impostazione psicoanalitica (5 anni di picoterapia psicoanaitica e inizierò una scuola di psicoterapia ad orientamento psicoanalitico), ma grazie ad un corso all'istituto di terapia familiare e all'esperienza di altri terapeuti e alle supervisioni, ho maturato l'idea che il bimbo non si possa togliere dal suosistema: la famiglia. il suo benessere o malessere dipenderà perlopiù da questo...i terapeuti che , di fronte al bambino sofferente portato dai genitri, lo prendono in carico, senza invece farsi carico dell'intera famiglia (in prmis, a volte basta esclusivamente, dei genitori) non risuotno la mia simpatia.
    parlo anche, ahimè, per esperienza personale di figlia patologizzata ingiustamente.


    scusa ancora per l lungaggini..

    resto a disposizione!

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di Kanthaka
    Data registrazione
    15-01-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    175
    Ti ringrazio davvero tanto, le tue informazioni sono state preziosissime...mammamia quant'è complicato!!!
    i percorsi per gli psicologi sono proprio lunghi, e se penso alle poche opportunità che ti offrono alle triennali e specialistiche mi vengono i nervi!!!
    Non so se economicamente potrò mai intraprendere questa strada,
    ma è meglio non fasciarsi la testa!!!
    ti ringrazio ancora!!!
    magari se non ti disturbo ,ti chiederò qualcosa più in là per chiarirmi le idee!
    Ciao!
    Il poeta è un fingitore.
    Finge così completamente da far credere che è dolore il dolore che davvero sente.

  6. #6
    daphne1979
    Ospite non registrato
    mi farà piacere, se saprò farlo, rispondere ad altre domande, anche su altre questioni...non che abbia tuttavquesta esperienza, ma ho molte amiche psicologhe, con più esperienza di me!

    non preoccuparti prima del tempo!la vita è imprevedibile e a volte le opportunità dietro l'angolo!

    leggi libri di vari approcci, fai il tirocinio post- lauream in un posto in cui ti facciano lavorare sodo, fai servizio civile in una cooperativa, prima di spender soldi in corsi e corsetti informati bene chiedendo a qualcuno che l'ha già fatto (o su ops) per conoscere le reali opportunità lavorative che può darti....

    scusa i consigli, ma se potessi tornare indietro e trovare qualcuno che mi dice queste cose...quanti soldi ho speso inutilemte, tirocini inutili, ...

    in bocca al lupo e non perdere l'entusiasmo!!!!

    con impegno e un po' di sacrifio ce la possiamo fare!!!!


    a presto!

Privacy Policy