• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 6 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 90
  1. #1
    neuropsy33
    Ospite non registrato

    Immigrazione clandestina

    Stamattina il collega endocrinologo ha espresso con me tutto il suo risentimento verso gli immigrati clandestini che giungono nel nostro Paese.
    Gli è successa una cosa spiacevole: un ragazzo immigrato gli ha dato contro dicendogli "sporco bianco"; il collega l'ha cacciato fuori dallo studio.
    Risparmio ogni dettaglio sui motivi per cui l'immigrato ha aggredito il dottore (che aveva, ovviamente, tutto il diritto di richiedere ciò che gli occorreva sapere!). C'è mancato davvero poco che il paziente mettesse le mani addosso al dottore, che oggi urlava come un pazzo in sala d'attesa sfogandosi con me contro tutti gli immigrati.

    Cosa pensate voi dell'immigrazione clandestina?

  2. #2
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    io sono rimasta basìta per la notizia di ieri, a seguito dello sgombero definitivo di via anelli.
    la mia opinione è contraddittoria, come in tutte quelle questioni dove stai a guardare i due lati della medaglia.
    da un lato mi sento di fare leva sui diritti dell'uomo in generale e, in particolare, sul diritto di cercare la migliore sistemazione possibile per se stessi e la propria famiglia. diritto che vale per tutti gli uomini, nessuno esente.
    dall'altro mi sembra di capire che la situazione stia un attimo degenerando perchè non siamo più in grado di "contenere" queste persone.
    il filo conduttore, e anche la soluzione, sarebbe una: trovare una sistemazione umana e accettabile per la maggior parte di queste persone, di modo che non si buttino nello spaccio (purtroppo tanti giovani extracomunitari vengono qui perchè cercano lavoro e poi gli offrono solo quello). se non siamo in grado di fare questo o 1) si reimpatriano le persone, senza minime ipocrisie o 2) meglio ancora si cerca una soluzione a livello europeo per cercare di trovare uno spazio per loro. la svezia ha posti di lavoro? bene, provvediamo a trovare una sistemazione per queste persone in svezia.
    i cinesi riescono, in un certo qual modo, a far-da-sè, grazie al grosso impianto famiglia-mafia e co. che li supporta, ma ci sono tantissimi rumeni e marocchini che vengono qui a mani vuote, che cercano il sogno italiano ma poi non lo trovano o che usano l'italia come punto di passaggio per andare in francia, ma poi rimangono in italia.
    sarebbe auspicabile cercare di lavorare a livello europeo per cercare di risolvere il problema, visto che in italia non siamo minimamente capaci di farlo.
    Ultima modifica di pinga : 18-07-2007 alle ore 00.16.35

  3. #3
    neuropsy33
    Ospite non registrato
    Il punto è che spesso e volentieri, come hai accennato tu, l'ipocrisia della gente è molta. La soluzione non si troverà mai; c'è gente che si sente continuamente minacciata da queste persone che ormai sono davvero troppe in Italia, l'unico sistema è reimpatriarli. Mi dispiace, ma il mio pensiero è questo.

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    ma come fai a reimpatriarli se, da un lato, li butti fuori, ma dall'altro ti rientrano dentro clandestinamente?
    non credo sia una soluzione ottimale.

  5. #5
    neuropsy33
    Ospite non registrato
    Sarebbe utile disporre di una guardia costiera efficiente in grado di avvistare navi clandestine e rispedirle indietro. So che sono solo parole. Però favorire l'immigrazione clandestina è una cosa evitabile.

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Probabilmente non si riesce ad evitare perché ci sono degli interessi economici dietro!!!


    E comunque, clandestini o non clandestini, il comportamento del ragazzo nello studio non lo imputerei al fatto che fosse clandestino...poteva reagire così chiunque...

  7. #7
    Johnny
    Ospite non registrato
    non lo vogliono risolvere a livello politico xke mi sa ke in qualche modo qualcuno ci guadagna con questi clandestini.

    Quando pensi che 2/3 dei nostri politici si droga, e che Andreotti che ha governato l'Italia per cinquant'anni ha avuto una "seria, concreta e continuata collaborazione con personaggi legati alla Mafia"(parole della Corte d'Appello di Palermo nel 2003), ho detto tutto.
    Ultima modifica di Johnny : 18-07-2007 alle ore 10.49.10

  8. #8
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,928
    Blog Entries
    3
    Sono più che d'accordo con neuropsy33,bisogna reimpatriarli,sono davvero troppi e ammesso che vengano qui con le migliori intenzioni,alla fine contano i fatti,e ne fanno veramente di tutti i colori(prova ad andare tu a fare nel loro Paese ciò che fanno loro qui,t'incarcerano a vita).Aggiungo che,la sera dopo lo sgombero,Via Anelli era -fuori-ancora piena di gente e l'ho visto coi miei occhi.La tv dice quello che vuole,non è solo via Anelli a Padova,ci sono più zone vedi la stazione.Io aumenterei davvero le guardie costiere (dopotutto,ci son tanti italiani disoccupati,diamogli qualcosa da fare),li rimanderei IMMEDIATAMENTE indietro,perchè se gli dai un minimo di spazio,scappano e chissà quando li trovi.Dopo tutto,la legge Bossi-Fini dice questo,e quindi,se ci sono le leggi,perchè non vengono applicate?Io non capisco la gente che dice "non hanno commesso nessun reato perchè mandarli via",quando essere clandestini è già di per sè un reato.

    Il mio pensiero ingenuo a livello politico mi suggerisce che il voto di questi clandestini,di cui si vuole facilitare l'acquisizione della cittadinanza,farà comodo a qualcuno per tenere il didietro ben saldo sulla poltrona.Mah,in fondo,spero di sbagliarmi...

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  9. #9
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Originariamente postato da .*Grace*.
    Sono più che d'accordo con neuropsy33,bisogna reimpatriarli,sono davvero troppi e ammesso che vengano qui con le migliori intenzioni,alla fine contano i fatti,e ne fanno veramente di tutti i colori...essere clandestini è già di per sè un reato.

    Il mio pensiero ingenuo a livello politico mi suggerisce che il voto di questi clandestini,di cui si vuole facilitare l'acquisizione della cittadinanza,farà comodo a qualcuno per tenere il didietro ben saldo sulla poltrona.Mah,in fondo,spero di sbagliarmi...
    Io penso che

    a) L'immigrazione clandestina, in un paese che ha 8000 km di coste, sia impossibile da fermare. Il raggio d'azione di una nave della guardia costiera è di circa 200 chilometri, ergo, ci servirebbero 400 navi 24h su 24. Senza contare i mezzi necessari per agganciare le navi dei clandestini e riportarle indietro.
    Poi, una volta trovate le imbarcazioni, non è che si possa semplicemente chiedere: "Da dove siete partiti?". E riportarli là. Perché vi voglio vedere a rimorchiare un barcone di disperati da Lampedusa fino a Tunisi, ad Atene, a Spalato o A Cipro. Perché, senza autorizzazione, non si entra con forze militari nel territorio di un altro Paese che, come noi, pensa di essere "padrone a casa sua".
    Andiamo avanti. "Sono troppi". Troppi in base a quali considerazioni? Chi decide quando qualcuno è "di troppo"? In base a quali parametri?

    Ma l'affermazione più curiosa - per me - è quella di **Grace** :
    "essere clandestini è già di per sè un reato."
    . Magari un giorno qualcuno deciderà (già lo aveva fatto Stalin in URSS, quindi i precedenti ci sono...) che essere psicoanalisti è un reato, o che è un reato avere i capelli neri. Insomma, i reati esistono perché esistono le leggi, mica il contrario. Altro che "di per sé". E' reato qui e adesso. Nel 1300, sempre qui, o adesso ma in Mongolia interna, questo reato non esiste affatto.

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  10. #10
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,928
    Blog Entries
    3
    Scusami,non sono stata precisa,dicevo che è reato riferendomi proprio alla Bossi-Fini,certamente se una cosa è reato lo è se esiste una legge ad affermarlo,come in certi paesi dove l'omosessualità è reato.
    Sono troppi secondo me in base al fatto che già in Italia c'è troppa gente che muore di fame,quindi non siamo in grado di sfamare noi stessi figurati loro.E di conseguenza,arriva la delinquenza.
    Poi,è vero che è difficile controllare le coste,ma un pò più di sforzo..e poi ultimamente è successo alcune volte che l'Italia abbia soccorso clandestini che si trovavano nel territorio di Malta e Malta se n'è lavata le mani.Certo tanto c'è l'Italia che è il Fate Bene Fratelli della situazione!
    Poi scusa,se esistono le espulsioni,vuol dire che si possono benissimo riportare a casa loro.Mi è capitato persino di leggere che dovevano espellere uno che si poteva anche permettere di pagarsi l'aereo per tornare e invece,dato che la legge dice così,ha pagato comunque lo Stato Italiano.
    Certo che dopo che uno che vuole venire in Italia vede tutto questo permissivismo,viene ancora di più!

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  11. #11
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Davvero interessante.

    “Privati dei diritti umani garantiti dalla cittadinanza, si trovarono ad essere
    senza alcun diritto, schiuma della terra.”
    È questa la tesi, posta in Le origini del totalitarismo a premessa del capitolo sul
    Tramonto degli Stati nazionali e la fine dei diritti umani, che Hannah Arendt
    sviluppa con straordinaria lucidità ed incredibile lungimiranza.

    So che può sembrare "off topic", ma vi invito lo stesso a rileggere quel testo, oltre a questo che posto in allegato.

    Buona vita

    Guglielmo
    Ultima modifica di willy61 : 05-11-2007 alle ore 18.23.31
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  12. #12
    Johnny
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da willy61

    L'immigrazione clandestina, in un paese che ha 8000 km di coste, sia impossibile da fermare.
    secondo me è possibile, basta che lo vogliano fare. Molti vengono in Italia xke sanno che non ci sono controlli rugidi

    Originariamente postato da willy61

    Ma l'affermazione più curiosa - per me - è quella di **Grace** : . Magari un giorno qualcuno deciderà (già lo aveva fatto Stalin in URSS, quindi i precedenti ci sono...) che essere psicoanalisti è un reato, o che è un reato avere i capelli neri. Insomma, i reati esistono perché esistono le leggi, mica il contrario. Altro che "di per sé". E' reato qui e adesso. Nel 1300, sempre qui, o adesso ma in Mongolia interna, questo reato non esiste affatto.
    non è in sè l'essere clandestino (a parte che già il termine "clandestino" deriva dal una legge, altrimenti potremmo chiamarli "turisti", o "immigrati" senza il termine clandestini), ma il fatto è che i clandestini, non potendo essere identificati, possono compiere reati (e molti lo fanno) senza che si sappia nemmeno chi sono. Certo che non tutti sono così, ma ne esiste la possibilità
    Ultima modifica di Johnny : 18-07-2007 alle ore 13.03.00

  13. #13
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,889
    Blog Entries
    4
    Io temo che "lo sforzo in più per controllare le coste" che pure ci vorrebbe consisterebbe semmai nel bando di un concorso pubblico, magari tra 10 anni di cui uscirebbero le graduatorie dopo altri 2 anni.

    La migrazione è un processo molto complesso cui è difficile far fronte in fretta e furia inquanto trattasi di una inclusione in un nuovo contesto che deve essere pensata e progettata, non è un processo spontaneo ed è nella realtà concreta che si esplica il rifiuto o l'accettazione e l'integrazione del migrante, su cui ognuno prende posizione in base alle proprie motivazioni e ai propri punti di vista.

    Poi dopo le politiche per gli immigrati "teoricamente" garantiscono la partecipazione pubblica, lavorativa e sanitaria, ma sono, a torto o a ragione, di tipo prescrittivo perchè presuppongono una veloce capacità alle trasformazioni e una acquisizione di conoscenze delle abitudini del Paese ospitante altrettanto veloce....quindi le politiche e le leggi come quella che citi tu Grace devono anche tener conto che la persona diviene immigrato dopo il passaggio della frontiera, ma con alle spalle una esperienza forte di emigrazione che mette in gioco una grossa forza e che si tramuterà del tutto una volta arrivato nel Paese straniero, spesso si tratta di persone laureate.

    Inoltre sulle espulsioni possibili ecc ecc bisogna anche considerare secondo me che ci sono grosse differenze che spesso sfuggono anche ai media che diffondono le notizie: ci sono i regolari con permesso di soggiorno e chi invece tale permesso non ce l'ha; in questo caso sono irregolari, ma gli irregolari possono essere sia clandestini sia, e dalle stime pare per il 70%, un irregolare che prima aveva il permesso di soggiorno e per lungaggini burocratiche lo ha perso e magari si era creato una posizione e deve essere estradato e forse per quello gli viene pagato il "viaggio di ritorno" sebbene se lo possa permettere
    Ultima modifica di crissangel : 18-07-2007 alle ore 13.19.03
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  14. #14
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,928
    Blog Entries
    3
    Infatti io se proprio vogliono venire in Italia a lavorare onestamente li sottoporrei ai test che fanno in Olanda per fargli capire la nostra cultura e per fargliela accettare (che non significa cambiare la loro),per favorire l'integrazione.Spesso sono loro i primi a non volersi integrare (ma anche noi a rifiutarli, sicuramente).
    Ci sono tra loro tantissimi laureati e studenti ma la stragrande maggioranza di quelli che vedo io sono gli scansafatiche seduti in piazza e/o gli spacciatori, e vedo che circolano liberi e la polizia non fa veramente ma veramente una mazza,cioè proprio non c'è.
    Da poco ho letto che Amato ha dichiarato che chiediamo troppi soldi agli immigrati,che per loro pagare 70€ per il permesso di soggiorno è una grossa spesa.Sarà pure vero ma:
    1 queste persone spesso pagano migliaia di euro per avere un posto nei motoscafi e attraversare il mediterraneo
    2 agli italiani che pagano troppe tasse non gliene frega niente a nessuno
    queste cose mi fanno capire come siamo messi davvero male a livello politico,di tutela e di sicurezza,io ad Amato e compagni vorrei chiedere "ma chi vi ha votato,gli italiani o i rumeni?" (rumeni per fare un esempio)

    Vi dirò una cosa,quando sono andata a Parigi 2 anni fa e dovevamo fare il carnet settimanale per la metropolitana,c'erano 2 prezzi,30€ per i francesi e 45€ per gli stranieri.Non mi sono sentita discriminata,secondo me è anche giusto,ma prova a fare una cosa del genere in Italia e ti paragonano a Hitler e Mussolini.

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  15. #15
    neuropsy33
    Ospite non registrato
    Guardate, io mi stranio da tutto questo, vi faccio solo presenti le coalizioni che questi clandestini organizzano contro gli italiani nelle situazioni, peraltro, previste dalla legge. Vi ricordo quello che è successo qui a Milano, pochi mesi fa; non c'è stato da scherzare con la rivolta cinese. Uno di loro diceva: "Questo posto è nostro, non italiani". A che punto siamo arrivati? Quelli si permettono di difendere un terreno che non è di nessuno arrivando alle armi per combattere contro la legge italiana che prevede una giusta multa per chi ha parcheggiato la macchina in divieto di sosta.

    Senza osservare tutto il resto che accade nelle stazioni (scippi, rapine, violenze) che certo, saranno commesse anche dagli italiani, ma se noi italiani andassimo a farlo ne loro paese il risultato sarebbero dei moncherini sulle braccia.
    Il crocifisso, un'altro aspetto culturale italiano viene del tutto cancellato dalle aule per colpa di qualcuno che, ovviamente, come qualsiasi esperto della salute mentale capirebbe (ma anche senza bisogno d'essere così esperti), si sente già al potere in Italia. Come si può pretendere di levare qualcosa di italiano dalle aule italiane?

    Io non mi capacito più di questa situazione. Sta andando a finire che in Italia siamo noi gli ospiti.

Pagina 1 di 6 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy