• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin

Visualizza risultati del sondaggio: se prendete un voto basso ridate l'esame?

Partecipanti
47. Non puoi votare in questo sondaggio
  • si.

    16 34.04%
  • no.

    31 65.96%
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 31
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145

    se prendete un voto basso ridate l'esame?

    Curiosità: siete soliti ridare gli esami che non avete superato con una votazione brillante??
    Io,pur avendo preso qualche voto basso non ho ma ridato nessun esame....Voglio laurearmi in fretta!

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Io sono per l'idea di ridarlo, ma influiscono tanti fattori: intanto quanto tieni a quell'esame, quanto sarebbe un "sacrificio" ridarlo, quanto già sai bene la materia e ha influito il fattore "sfiga" nel risultato..
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  3. #3
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Dipende molto dalla situazione e dall'esame... e anche dall'importanza dell'esame... Un giorno il mio docente di psicologia delle organizzazioni ci disse che lui ad un colloquio di lavoro preferirebbe di piu' e guarderebbe con maggiore benevolenza un laureato che si e' laureato in 5 anni con tutti voti bassi che invece uno che ci ha messo 10 anni con tutti 30.... Cmq dipende da tanti fattori... se l'esame piace...fondamentale.. se non ti piace lo puoi ristudiare quanto vuoi... ma e' inutile.. se l'esame e' comunque importante per il corso... insomma fare psicologia clinica e far male l'esame di clinica beh... io tenterei di studiarlo meglio... poi anche dai crediti... un voto basso in un esame da 3 crediti incide meno sulla media... Insomma i fattori sono molti da tener in considerazione.... Dipende poi molto dalla persona... a me scoccia sempre un po' accettare voti bassi...,ma a volte mi e' capitato per levarmeli di torno...oppure perche' volevo sbloccarmi.....

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di eva_luna
    Data registrazione
    23-01-2006
    Residenza
    In spiaggia a Sori!
    Messaggi
    11,690
    Dipende da molte cose, in primis quanto è basso il voto e da quanti crediti è l'esame; poi da quanto l'esame mi è piaciuto e da quanto penso di essere preparata.
    Nella triennale ho accettato anche dei ventuno (meno no!) perchè volevo finire in fretta, adesso ho deciso che accetto solo dal 25 in su, ovviamente se mi incide poco sulla media (cioè se l'esame è da 3 crediti o meno accetto anche 25, se l'esame è da più crediti non accetto sotto il 27...)
    Membro del thread palla
    Ciambellana dei Film del mese di Marzo e Maggio

    "Tu sarai per me unico al mondo, io sarò per te unico al mondo" Il piccolo principe

    "La vera musica è tra le note." W. A. Mozart

    la mia libreria

    Membro del Club Del Giallo - Tessera n°20 e Segretaria Addetta All'Archivio del Club

    Club del giallo, nuova sede

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Originariamente postato da Duccio
    [...] Un giorno il mio docente di psicologia delle organizzazioni ci disse che lui ad un colloquio di lavoro preferirebbe di piu' e guarderebbe con maggiore benevolenza un laureato che si e' laureato in 5 anni con tutti voti bassi che invece uno che ci ha messo 10 anni con tutti 30.... [...]
    Scusate l'OT e il fatto che ho quotato solo una parte dell'intero messaggio. Però...

    Premessa: a Padova se in triennale ti laurei entro i tre anni ti danno due punti in più sul voto finale.
    Un giorno il mio docente di Psicologia Sociale disse che per lui dovrebbero dare due punti in più a chi si laurea dopo e fa le cose per bene invece che a chi si laurea prima studiando tutto in fretta..
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  6. #6
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Beh..... sono in parte d'accordo con quello che dici...Pero'....
    Ora il mio docente ha toccato due estremi.... che credo siano molto difficili da trovare..... La si puo' vedere anche da altre angolazioni.....ovvero che se uno si laurea in 10 anni facendo un esame a sessione...beh ....e' anche normale che abbia una media molto alta.... Mentre magari chi ha una media non alta...ma tendenzialmente bassa pero' vfacendo 26 esami in tre anni (come da noi a Firenze) non vuol dire che abbia fatto per forza le cose in fretta e furia...ma ha ottimizzato i tempi....laureandosi non in fretta ma secondo il tempo previsto dall'ordinamento didttico che e0' stato deciso anche dal tuo docente....Se e' previsto ad esempio un triennio di 26 esami...vuol dire che per i docenti in tre anni si possono dare 26 esami...quindi non capisco perche' debba essere sbagliato per il tuo docente metterci 3 anni..... La vedo un po' una contraddizione non trovi?

  7. #7
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    09-06-2007
    Messaggi
    168
    con meno di 20 ridò l'esame, questa è la mia regola

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Originariamente postato da Duccio
    Beh..... sono in parte d'accordo con quello che dici...Pero'....
    Ora il mio docente ha toccato due estremi.... che credo siano molto difficili da trovare..... La si puo' vedere anche da altre angolazioni.....ovvero che se uno si laurea in 10 anni facendo un esame a sessione...beh ....e' anche normale che abbia una media molto alta.... Mentre magari chi ha una media non alta...ma tendenzialmente bassa pero' vfacendo 26 esami in tre anni (come da noi a Firenze) non vuol dire che abbia fatto per forza le cose in fretta e furia...ma ha ottimizzato i tempi....laureandosi non in fretta ma secondo il tempo previsto dall'ordinamento didttico che e0' stato deciso anche dal tuo docente....Se e' previsto ad esempio un triennio di 26 esami...vuol dire che per i docenti in tre anni si possono dare 26 esami...quindi non capisco perche' debba essere sbagliato per il tuo docente metterci 3 anni..... La vedo un po' una contraddizione non trovi?
    Noi in realtà di esami ne abbiamo un po' di più.. io ne avrò più o meno 33 (dipende poi dai crediti liberi e da quelli a scelta) =_='. A parte questo, il mio professore non credo ritenesse sbagliato laurearsi in tre anni, era più per criticare il fatto che i due punti da aggiungere alla media ponderata riportata in 110esimi insieme ai punti per la tesi di laurea sono abbastanza, e il fatto di darli a chi si laurea entro i tre anni sembra quasi un incentivo a rendere la nostra triennale una corsa a premi.
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480
    No assolutamente no! sono già laureata ma non ho MAI rifiutato un esme, nemmeo quello con voto baso basso (che ha pure abbassato la media)...
    No davvero, mai avrei rifiutato un voto!

  10. #10
    psychologo
    Ospite non registrato
    mai lo farò
    se frequentassi magari si
    ma il tempo non è dalla mia parte

  11. #11
    elenaaaa
    Ospite non registrato
    anche io, non credo rifiuterei mai un voto,già gli esami sono molti...

  12. #12
    Partecipante Super Figo L'avatar di estela84
    Data registrazione
    22-05-2007
    Residenza
    toscana!
    Messaggi
    1,718
    purtroppo sono d'accordo..io sono un po' indietro, e quindi ho deciso di mettermi in pari prima di pensare a rifiutare o meno un voto..credo che sia già difficile tenere il ritmo normale, non mi va l'idea di perdere tempo a ridare gli esami..anche se a volte mi piange il cuore ad accettare un voto che magari è basso ad una materia che mi è piaciuta tanto studiare..però..è questione di praticità!sono un po'in corsa..credo che opterò più per i voti alti alla specialistica..e poi in tutta sincerità..credo che un voto non determini sempre la vera bravura o passione di uno psicologo..tante volte uno ha tutti 30 e zero empatia verso la gente, e tante volte altre persone magari non brillano agli esami (x emozione, x sfortuna..non per mancanza di voglia ovviamente) però sanno avere una sensibilità grandissima nel comprendere profondamente chi hanno davanti..non fraintendetemi..ovvio che non basta solo il cuore, ci vuole anche un buono studio..e VICEVERSA

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di tommy
    Data registrazione
    05-06-2006
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    751
    che vuole dire la cosa "se frequentassi"?. guarda che a volte chi frequenta tutte le lezioni è più avantaggiato perchè poi si ritrova a dovere integrare tre libri in tre giorni e poi cominciare a pensare di studiarsi un sacco di roba in più rispetto a quello che ha spiegato il prof. frequentare ha di sicuro i suoi vantaggi, ma anche i suoi diffetti. poi cmq tutto dipende dal prof, da come spiega, insomma, influiscono molti fattori. alcune materie per esempio si sono rivelate una perdita di tempo frequentarle, altre invece potevano aiutare, altre ancora ti abbreviano la preparazione dell'esame, cmq non si può generalizzare così.

  14. #14
    psychologo
    Ospite non registrato
    naaa
    secondo me frequentare è un grosso vantaggio
    hai già la spiegazione delle cose
    a casa leggi e già sai
    chi non frequenta, se becca materie difficili, deve leggere e rileggere
    poi puoi prendere appunti, sapere cosa preferisce il prof
    sapere soprattutto cosa saltare
    mentre chi non segue deve farsi tutto
    altro che integrare!!!
    chi segue, se segue, è stra avvantaggiato
    anzi, darci 5 punti di vantaggio a noi non frequentanti

  15. #15
    drummer07
    Ospite non registrato
    anche per me dipende da vari fattori.
    dipende dal tipo di materia, quanti crediti ha, quanto è difficile, quanto ho studiato per quella materia, se sono indietro con l'anno ma in linea di massima dal 20 in su mi va bene.

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy