• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 21

Discussione: Sfogo

  1. #1

    Sfogo

    ciao a tutti, la mia situazione credo sia uguale a quella di molti di voi. sono laureata da quasi 3 anni ,abilitata e senza lavoro!
    anzi per meglio dire lavoro in un call-center e non è per niente gratificante. da circa un mese ho preso contatto con una associazione della mia zona che si ooccupa di minori, mi hanno proposto di fare volontariato.ho accettato, poichè la possibilita' di fare esperienza mi sembrava cmq positiva, visto che purtroppo l'universita' ti lascia molta teoria ma poca poca pratica. il presidente di questa associazione mi ha proposto di seguire un paziente, e io entusiasta ho subito accettato! ho fatto pochi colloqui con questo minore e ho presentato al presidente una relazione....mi sono sentita dire che andava bene per i servizi sociali e che non era una relazione da psicologi....ho avuto una vera e propria strigliata perchè dovrei dedicarmi completamente alla psicologia e lasciare il lavoro che ho, che anche se con pochi soldi mi consente pero' di avere un minimo di indipendenza!
    risultato: ora mi sento confusa e demoralizzata! la psicologia è tutto per me, ho lottato per poter frequentare questa facolta' perche tutti provavano a distogliermi da questa scelta, ho studiato con sacrificio...e ora....anche a me piacerebbe dedicarmi 24 ore al giorno a studiare , approfondire ecc ecc.... ma se non lavoro non ho nessuno che mi mantiene....ora invece questo lavoro lo vivo come una colpa....come un qualcosa che mi distrae dal mio obiettivo principale....
    ero convinta di poter poter fare entrambe le cose, ma ora non lo so piu'........

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Carissima, di str..zi ne girano tanti al mondo ed ho la sensazione che tu ne abbia appena incontrato uno!!
    Dedica il tuo tempo libero a trovare un posto con uno psicologo che abbia voglia di seguirti e di insegnarti, perchè se non hai mai fatto pratica è ovvio che alcune parti del mestiere tu non le abbia ancora consolidate e essere strigliati per questo non solo è ingiusto, mi pare addirittura folle!!! Guarda, un anno di fianco a professionisti seri e che hanno voglia di insegnare è impagabile e se lo fai nel tempo libero, mantenendo il tuo lavoro, sarai appagata sia dal punto di vista professionale che economico.
    Spero di non scatenare le ire di chi è contrario al volontariato e posso anche condividere le motivazioni. Tuttavia, tra fare il volontariato ed essere presi a pesci in faccia e farlo in un luogo di apprendimento e di crescita professionale, io preferirei il secondo.

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    Beh, ma a lui etra chiaro che tu eri (quasi)senza esperienza...non è facile trovare le parole adatte a controbattere, però, potevi dirgli che non vivi d'aria, e che il tuo lavoro ti è indispensabile...
    O che, appunto come per i servizi sociali, le tue prestazioni erano gratis, ma che saresti stata più che felice di correggere la relazione prestando attenzione ai punti che lui riteneva più salienti e chiedendone le motivazioni.
    In fondo, hai accettato di lavorare a gratis appunto per imparare, no?
    Concordo con Tata Moni: hai appena incontrato uno str...
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    29-04-2005
    Messaggi
    44
    Una domanda: che competenze ha il preside per definire una relazione da servizi sociali e non da psicologi?????
    Se non erro spesso gli assistenti sociali e gli psicologi collaborano, NON esiste una netta linea di confine che separa i due mondi, come può lui dire che una frase, un commento è di pertinenza dell'uno o dell'altro?

    MAH......

    Sono sempre più perplessa, e pensare che il preside per la scuola dovrebbe essere un ruolo chiave di "formatore" di giovani menti!!!!!!??????

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    Originariamente postato da moniapsy

    Sono sempre più perplessa, e pensare che il preside per la scuola dovrebbe essere un ruolo chiave di "formatore" di giovani menti!!!!!!??????
    Ma non si parlava di "presidente di un associazione?"
    Secondo me voleva semplicemente essere denigratorio nei confronti del lavoro di thress, usando il termine "da servizi sociali" però, scusa, è ovvio che , se ti sei proposta come volontaria è perchè vuoi anche impararae da questa esperienza. La prossima volta che lo vedi, magari in occasione del tuo chiedere chiarimenti, perchè non gli fai presente che è proprio perchè non ti dedichi 24 ore su 24 alla psicologia, che puoi permetterti di fare volontariato A GRATIS nella sua associazione?
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  6. #6
    confermo quello che ti hanno detto gli altri...str e non aggiungo altro..soprattutto poco rispetto per una realtà, la nostra, veramente povera di offerte e possibilità all'inizio. quello che ti dico è non abbatterti e continuare a bussare le porte (quante ne ho rotte io), magari portando avanti un lavoro che non sarà il massimo ma che ti puà permettere un minimo di indipendenza..e ti auguro di ricordare questo periodo in futuro facendoci una risata ripensando a tutte queste esperienze che almeno a me hanno insegnato tantissimo!
    semmai il focus te lo sposto su un altro aspetto, con tanta empatia per te e simpatia..ma non è che forse una cosa che agggiunge frustrazione a frustrazione è il fatto che per te "la psicologia è tutto per me"? ti dico questo perchè anche all'inizio della mia vita al di fuori di tempi scanditi da esami era così...a disagio si aggiungeva disagio mi toccava profondamente nel personale perchè lasciava oltre "la psicologia" un vuoto intorno a me, poi col tempo e con quelle esperienze di cui ti accennavo prima ho visto che psicologia era importante, era ed è il mio sogno mai rinunciarci, ma era in vetta ad una scala gerarchica non la sola e potevo pensare ad un futuro anche senza di quello, a disagio comunque elevato e vorrei vedere iniziavano a venirmi fuori delle pernacchie verso "loro"!
    scusa se mi sono permesso questo ma non conoscendoti mi sono sentito per una bella parte della mia vita vicino a te..
    un salutone
    lu
    "c'è gente che dice che vuol lottare e poi confonde il fischio d'inizio della partita con quello dell'ultimo minuto, e va a casa" (S. Benni)

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di fairy2004
    Data registrazione
    13-02-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    226
    anche io confermo ciò che dicono gli altri!mantieni il tuo lavoro e intanto guardati intorno, magari fai volontarito da un'altra parte perchè per darti lavoro si eclissano tutti, ma quando si tratta di lavoro gratis ti vogliono tutti, almeno a me è capitato così.
    martina

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di fairy2004
    Data registrazione
    13-02-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    226
    ...ma poi questo tizio come si permette di dirti che devi lasciare il lavoro che hai?lui te ne offre uno meglio? pensa che si campi di aria o che qualcuno lavori al posto tuo? è facile per lui che ti sfrutta e pure a tempo pieno magari senza pagarti, non ho parole...la nuova schiavitù...
    martina

  9. #9
    grazie a tutti voi per aver risposto al mio sfogo.....sono consapevole di aver accettato il volontariato per imparare e accetto quindi che mi vengano precisati i miei "errori" e le mie lacune, questo mi sta benissimo.cio' che invece non riesco ad accettare sono le persone che si accomodano su un piedistallo e da li' giudicano e denigrano. ho riflettuto sulll'episodio che vi ho raccontato e con tutta probabilita' cio' che mi ha colpito maggiormente è il fatto che sia stato toccato un tasto per me molto delicato ovvero il lavoro che svolgo. fare un lavoro (call-center) che non ti fa sentire realizzata poichè le tue aspirazioni sono ben altre non è facile da metabolizzare, chi si trova nella mia situazione puo' ben capire, e ascoltare qualcuno, che seppur tra le righe, ti fa capire che come psicologa difficilmente farai strada, non fa che rafforzare le tue paure. quando dico che la psicologia per me è tutto, non voglio dire che è la mia unica ancora di salvezza in un vuoto assoluto....per fortuna la mia vita è ricca di tante altre cose, intendo dire che è un sogno a cui non riesco a rinunciare e che in questa situazione mi porta anche a raggiungere il compromesso del volontariato pur di imparare.....

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    Anche perchè è giusto che tutti i tuoi forzi vengano ricompensati...
    Non sei la sola a lavorare in call center per pagarsi ulteriori specializzazioni in psicologia.
    Non si vive d'aria. E' assurdo farti sentirti in colpa per questo.
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  11. #11
    saragiulia
    Ospite non registrato
    Non puoi capire quanto ti capisco! io sto preparando l'esame per l'abilitazione, mentre facevo il tirocinio ho fatto la commessa in un negozio di giochi...ed ho vissuto una vera crisi d'identità! il lavoro era decente ma non certo gratificante per le mie ambizioni, eppure dovevo rispettare silenziosamente le regole imposte dal datore di lavoro, dovevo anche pagargli le bollette o fargli la spesa, oppure ricevere critiche davanti ai clienti..della mia bella laurea non fregava niente a nessuno, mi permetteva di guadagnare onestamente e quindi andava bene! ora cerco di cavarmela tra ripetiziooni e baby-sitter ma non mi arrendo! anch'io adoro la psicologia e nonostante i momenti di depressione che mi prendono so che dobbiamo cercare di realizzare i nostri sogni per tutta la vita.. coraggio!!!!!!
    ps: mai lasciare il lavoro solo perchè non centra con psicologia...Maslow insegna: solo soddisfatto il bisogno di sicurezza possiamo pensare a quello di autorealizzazione! un abbraccio a tutti!!!!!!

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    Originariamente postato da saragiulia
    Maslow insegna: solo soddisfatto il bisogno di sicurezza possiamo pensare a quello di autorealizzazione! un abbraccio a tutti!!!!!!
    nuuuu!!!!!
    Anch'ìo adoro la sua piramide.....

    X Thress: mi fa' piacere che ammetti di essere bendisposta alle correzioni. Ma le correzioni c'è modo e modo di farle.
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  13. #13
    Partecipante Esperto L'avatar di lucciolina
    Data registrazione
    17-01-2005
    Residenza
    Provincia di Como
    Messaggi
    327
    Thress ma dove sei finita? perchè ti fai mettere i piedi in testa da uno per cui lavori gratis? certo l'esperienza manca, ma non la dignità, la voglia di fare e neppure la teoria (non penso che nessuno ti abbia regalato la laurea gratis!).
    Non penso che tu sia entrata in un ambiente "sano" per te, questa persona (è uno psicologo? che studi ha fatto?...magari non ha neppure la laurea) mi sembra che ti sta sfruttando un pò, altrimenti non si permetterebbe di trattarti così!
    Quindi ti consiglio di guardarti un pò in giro, troverai di meglio e soprattutto nessno che ti giudicherà per ciò che fai nella tua vita!
    Inizia a credere in te stessa, hai sicuramente un sacco di potenzialità altrimenti non saresti arrivata fino a qui, e vedrai che le cose andranno meglio! non abbatterti ed inizia a dire agli altri il minimo indispensabile (per esempio del lavoro che fai al di fuori...soprattutto se lavori in un posto gratis, non penso che gli altri debbano sapere la tua vita lavorativa)....questo non significa mentire sulle proprie esperienze, ma omettere qualcosa (se l'altro non chiede non vedo perchè dovrei dirglielo io!).
    Forza in bocca al lupo!
    (io lavoro come psicologa e come educatrice, a volte mi sento schizofrenica, ma sicuramente mi sento gratificata perchè con il tempo ho scoperto con quali persone voglio lavorare...e le altre le ho lasciate da parte .....questo verrà con il tempo!)

  14. #14
    ...

  15. #15

    solidarietà

    Cara Trhess79, capisco benissimo la tua frustrazione: sono laureata da 2 anni, ho conseguito l'abilitazione il marzo scorso e a maggio ho iniziato il mio secondo anno di VOLONTARIATO presso la struttura "Ser.T." dove ho svolto il mio anno di tirocinio. Per guadagnare qualcosina ho intrapreso l'avventura del Servizio Civile....Che dire?.....Il nostro lavoro è probabilmente il più sottovalutato di tutti e a ciò si aggiunga l'ignoranza di chi non è psicologo. Comunque, ho imparato che non tutti i mali vengono per nuocere: anche il volontariato, se ben seguito da esperti e portato avanti con passione, può dare i suoi frutti; laurati in psicologia che non hanno voluto dedicare il loro tempo in questa attività perchè non pagata, si sono ritrovati con un pugno di mosche in mano e senza una vera occasione di crescita e di esperienza in questo campo.
    Il mio consiglio è quello di mantenere il tuo lavoro in quanto è un tuo diritto (te lo dice una che ha fatto qualsiasi lavoro, anche il più umile per laurearsi!), ma allo stesso tempo di cercare un Servizio, Ente o Associazione che ti permetta di sperimentare l'esperienza di psicologa volontaria, perchè ti posso assicurare, che, anche se non sono pagata, la mia esperienza si è rivelata molto gratificante, tanto da farmi amare ancora di più il lavoro di Psicologo. Ti dico questo, perchè penso che noi psicologi abbiamo un grande privilegio: lavorare con le persone, capirle e cercare di aiutarle nel loro dolore. La mia esperienza mi ha fatto capire una cosa fondamentale, che oigni essere umano ha dignità e una tale bellezza da farti commuovere. Nel mio caso, lavorarare con i tossicodipendenti e con l'handicap, mi ha apero gli occhi sul significato della vita e sulla stupidità dei pregiudizi che affollano le nostre menti. Posso sembrare svenevole, ma le mie parole vengono dal cuore, dalla passione con cui svolgo ogni mio lavoro, dalla tenacia che mi aiuta a reggere anche 12 ore al giorno di lavoro, tra servizio Civile e Volontariato.
    Qunidi, se da un lato è meglio che ti allontani da offerte di sfruttamento, dall'altro cerca di sondare il tuo territorio per vedere cosa ha da offrire, e poi.................IN BOCCA AL LUPO, te lo meriti, come tutti coloro che lavorano con dignità per raggiungere i loro obiettivi. Ciao

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy