• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14
  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    22-05-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    28

    Specializzazione, che fare?

    Scusatemi, ma sono nuova!!
    Non so bene come funziona un forum, è la prima volta che lo "frequento"!!
    Come dicevo nel mio messaggio di presentazione purtroppo sono ancora una studentessa!! Faccio la specialistica e mi sto guardando intorno per capire cosa fare una volta finita.
    Mi trovo sommersa di pubblicità e siti su scuole di specializzazione, master, corsi on-line, in aula e non ci capisco più niente!!
    Mi chiedevo se fosse così indispensabile una ulteriore formazione post specialistica per lavorare come libera professionista, oppure se c'è scampo e quindi si può tentare senza spendere ancora diversi "soldini", sforzi e pazienza?
    Vi ringrazio in anticipo per ogni eventuale risposta!!

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di Dottoressina
    Data registrazione
    31-10-2006
    Residenza
    Caserta
    Messaggi
    218
    Ciao... io credo che questo dipenda da quello che vorresti fare nella vita. Se ti appassiona la clinica, allora è importante scegliere una scuola di psicoterapia. Poi ci sono altri corsi di formazione... ma la scelta dipende da quello che vuoi fare.
    Al giorno d'oggi sembra molto difficile lavorare come psicologi, in qualunque campo, indipendentemente sei hai la specializzazione in psicoterapia o no. Ma questo non lo dico per scoraggiarti.
    Credo che sia importante solo capire la tua "vocazione".
    Ciao!

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di Princesa76
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    roma
    Messaggi
    298
    ciao...si purtroppo anche io pensavo che fosse piu semplice lavorare...di cose che puoi fare ce ne sono!MA se ti piace la clinica la scuola di specializzazione è quasi una tappa obbligata....

  4. #4
    Matricola
    Data registrazione
    22-05-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    28
    Grazie per avermi risposto!!
    E' vero, devo capire bene cosa fare e poi proiettare i miei sforzi in quella direzione!!
    Peccato che nel nostro paese più che nel resto del mondo riescono a renderti tutto difficile!!
    Stringiamo i denti e andiamo avanti, mi consola sapere che non sono l'unica con dubbi di ogni sorta!!
    Grazie ancora!!

  5. #5
    marypsic
    Ospite non registrato
    ciao! io ho appena iniziato la scuola di specializzazione in analisi transazionale a milano. è un grand eimpegno e una grande spesa. mi sono iscritta all'inizio per il solito motivo: perchè pensavo che andasse fatta e basta. ora mi rendo conto che non è così. serve perchè ti apre a un modo diverso di vedere le cose, cresce la tua professionalità e ti insegna a lavorare davvero. certo si può anche farne a meno, ma se hai la possibilità e la voglia ti consiglio di farlo. io sento che mi manca qualcosa per lavorare e dare il massimo, non voglio inventarmi un mestiere voglio essere davvero preparata e l'università questa preparazione non me l'ha data. la scuola invece lo fa.
    se la vuoi fare fallo perchè pensi possa servire a te come persona, non per trovare lavoro perchè sono 4 anni di sacrifici e devi essere realmente motivata.

    comunque hai tempo per pensarci e se vuoi un consiglio leggi tanto in modo da essere sicura di scegliere quella giusta per te, per il tuo modo di pensare e di vedere le cose.
    in bocca al lupo per la laurea!

  6. #6
    Matricola
    Data registrazione
    22-05-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    28
    Grazie Marypsic,
    è bello sentire persone che credono in quello che fanno!!
    Ultimamente avevo letto alcune testimonianze di persone piuttosto scoraggiate e questo non era servito molto a chiarire i miei dubbi!! E' vero, bisogna essere molto convinti prima di intraprendere un dterminato percorso così da riuscire a portarlo a termine!! Spero di fare la scelta giusta quando sarà il momento!!
    Come ti sembra l'analisi transazionale? Mi puoi dare qualche informazione per favore?

  7. #7
    marypsic
    Ospite non registrato
    ti consiglio di leggere "L'analisi transazionale" di Stewart e Joines per avere un'idea più completa altrimenti leggiti i libri di Eric Berne li trovi nei tascabili Bompiani a 5 euro.
    è difficile da spiegare quindi non ci provo nemmeno, quello che ti posso dire è che è una scuola di pensiero che pone in primo piano la relazione senza trascurare il profondo questo mi ha colpito molto.

  8. #8
    Matricola
    Data registrazione
    22-05-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    28
    Grazie mille!!
    Non appena questi maledetti esami mi lasceranno un pò di tempo libero lo farò!!
    In bocca al lupo per la scuola e di nuovo grazie!!

  9. #9
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    15-05-2007
    Messaggi
    91
    Originariamente postato da CassyScala
    Grazie Marypsic,
    è bello sentire persone che credono in quello che fanno!!
    Ultimamente avevo letto alcune testimonianze di persone piuttosto scoraggiate e questo non era servito molto a chiarire i miei dubbi!! E' vero, bisogna essere molto convinti prima di intraprendere un dterminato percorso così da riuscire a portarlo a termine!!
    si c'è poi solo un piccolo dettaglio: cogliere la differenza tra pessimismo e realismo, e inoltre chi parla che punto di vista ha: se, pur con innumerevoli sacrifici la scuola alla fine può permettersela ti dirà che è inevitabile. da una parte anch'io lo penso, ma nello stesso tempo non sono pessimista ma realista quando dico che non posso fare nessuna di quelle scuole, a meno che non trovassi un lavoro da 2000 euro ( appena laureata, qualcuno lo trova realistico?)
    con ciò visto che è una lobby, dove entrano anche imbecili basta che paghino, ovviamente la maggior parte non sono affatto imbecilli, ma il criterio di scelta non è il merito ma solo ed esclusivamente tanti soldi ( non iniziamo a discutere su come si potrebbe mai valutare perchè sappiamo bene che in italia non si entra honoris causa nemmeno se hai scritto un libro, o tutti quelli che hanno parlato con te sono guariti da un sintomo, o hai anni di esperienze di vita straordinarie ) vorrei cmq ricordare a tutti che la psicoanalisi è nata anche grazie a dei pionieri, al dissenso di qualcuno, a strade diverse da quelle già solcate, e che la legge italiana non è la più esemplare dell'universo, perciò per chi è ancora indeciso o deve vendere un rene per frequentarle ma preferisce tenerselo, ed è in gamba, si prenda uno spazio creativo per pensare, e non lo forcluda solo perchè ci illuminano una strada sola: mi hanno escluso (non è personale lo so non sto delirando) e adesso sono arrabbiata ma non mi siederò a piangere. anzi chi vuole mi scriva: chi ha deciso chi e come poteva fare cosa? magari c'è un posto per noi tra questi passaggi.

  10. #10
    marypsic
    Ospite non registrato
    sono daccordo con te sul fatto che bisogna permettersela, certamente bisogna avere una famiglia o un lavoro (irrealistico) alle spalle che ci aiuti questo è scontato, è tutto così in Italia, si paga, il merito conta ben poco.
    certo non è vero che sono luoghi dove fanno entrare chi ha i soldi, semplicemente danno per scontato che tu te la possa permettere, ma come tu abbia quei soldi è affar tuo.
    quello che penso io è che non ci sia niente che sia assolutamente necessario fare, ognuno sceglie il suo percorso magari la cosa che serve di più in assoluto è fare una psicoterapia su sè stessi questo secondo me vale dei sacrifici più di qualsiasi scuola o corso. certo costa, e tanto...
    il discorso è sempre lo stesso, se l'università avesse investito un pò di più sulla nostra formazione non saremmo qui a domandarci cosa fare dopo per "imparare" a lavorare bene!!
    in bocca al lupo a tutte noi!

  11. #11
    Io vorrei fare un discorso più terra-terra...avere una laurea in psicologia (evolutiva...clinica) non ti apre molte porte o meglio nessuna, insomma io ho fatto il tirocinio, ho dato l'esame di stato, ho cercato ovunque per cominciare a lavorare, anche con un ruolo che non fosse il mio...non ho trovato niente, l'unico punto saldo era la scuola di specializzazione.... quando ho visto dei bandi di concorso o di collaborazione, quasi tutti richiedevano la specializzazione...quindi non voglio scoraggiare nessuno, se vuoi lavorare privatamente devi avere la scuola, se invece vuoi tentare di trovare uno spazio altro come psicologo...allora in bocca al lupo, io ho avuto l'impressione che non ci sia spazio per una figura, forse l'unica possibilità è la libera professione, con tutti i rischi che questa comporta!

  12. #12
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    15-05-2007
    Messaggi
    91
    grazie per le vostre risposte, sono d'accordo con tutte e due, infatti la prima cosa che cercherò di fare è una psicoterapia, o un'analisi personale, magari in modo più flessibile di quelle ortodosse, una volta alla settimana, o tre volte al mese (quindi forse l'analisi è un pò improbabile!), esisterà qualcuno che si fa pagare non più di 60 euro!? cercherò. si tratterebbe pur sempre di un'esperienza utile e formativa, sia a livello personale che in ottica di qualsiasi percorso formativo si decida e si possa fare nel nostro campo. anch'io mi rendo conto di quanto poco serva la nostra laurea, mi accontenterei di fare l'educatrice, sarebbe già un bel traguardo in una qualche maniera raggiungere questi due obiettivi. subentra il solito discorso che gli psicologi non sono educatori, vengono pagati meno, e uno fa il mestiere dell'altro, ma che cosa ci possiamo fare? anche se forse adesso la legge non lo consente più...non saprei, cmq lo spero anche se sarei da capo.

  13. #13
    biorella
    Ospite non registrato
    Be, io penso che facciate un po di confusione. fare lo psicologo è una cosa, fare lo psicoterapeuta è un'altra...e secondo me la scuola di psicoterapia non ti insegna a fare lo psicologo, appunto...ma lo psicoterapeuta...ma voi già sapete fare le psicologhe...non fate salti pindalici...sapete fare una diagnosi? indicare quale trattamento psicoterapeutico e quale no? fare dei progetti?...tutto quello che compete la professione di psicologo...?questo la scuola non ve lo insegna, ma da per scontato che lo sappiate fare, se seria...altrimenti, peggio ancora, non gliene frega nulla se lo sapete fare o meno, basta che versate mensilmente il vostro assegno di pagamento...rifletteteci...
    un saluto

  14. #14
    PsicoSilvia
    Ospite non registrato
    Ciao a tutte! Sono Silvia. Eccomi per la prima volta sul forum!
    Tra pochi giorni ho il colloquio a Parma per la specializzazione (accademia di scienze cognitive-comportamentali) Qualcuna di voi sa in cosa consiste? Grazie!!!

Privacy Policy