• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: tesi in sviluppo

  1. #1
    simona00
    Ospite non registrato

    tesi in sviluppo

    Ciao a tutti! cerco materiale e bibliografia per tesi sul ruolo delle esperienze precoci sullo sviluppo
    Qualcuno può aiutarmi?

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140
    che intendi per esperienze precoci?


  3. #3
    simona00
    Ospite non registrato

    tesi in sviluppo

    Cara ste203,
    mi piacerebbe esaminare in che modo eventi stessanti come una leucemia incide sullo sviluppo del bambino a livello cognitivo, comportamentale, emotivo, valutare i fattori prottetivi, il grado di resilienza e ciò che invece può portare ad disturbo post-traumatico da stress. Purtroppo non riesco a trovare materiale, spero tanto che tu o qualcuno sul forum può darmi qualche consiglio.
    Grazie per il tuo interessamento.

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140
    cara simona, l'argomento della tua tesi è interessantissimo, nonché utilissimo per la ricadute pratiche che avrebbe (migliorare la vita dei bambini in reparto, ecc)!

    Potrebbe risultare un po' vasto però per una tesi, che generalmente dovrebbe essere più focalizzata. Ad esempio, se vuoi indagare gli effetti della leucemia, sarebbe utile circoscrivere l'indagine ad uno dei tanti livelli che hai elenacato: o quello emotivo, o quello cognitivo, o quello comportamentale, ecc (ovvio che tutti i livelli si influenzano reciprocamente, cmq è meglio se ne viene scelto uno su cui concentrarsi).

    Ancora meglio sarebbe circoscrivere, all'interno del livello scelto, una precisa variabile e che sia operazionalizzabile e quindi valutabile in modo più scientifico in quanto ci sarebbero già dei test/metodi di rilevazione standardizzati. Questo faciliterebbe sia il reperimento di dati che il loro ottenimento se non ci fossero ancora dati a tal proposito. Esempio. se scegli l'ambito emotivo/comportamentale, gli effetti sull'attaccamento; se scegli quello cognitivo, gli effetti sulla memoria o l'attenzione, ecc.

    Il fatto dei fattori protettivi o di quelli a rischio per sviluppare un dpts, queste sono altre 2 tesi distinte. E anche qui, se preferisci questo argomento, sarebbe meglio circoscrivere un fattore valurare se e quanto sia protettivo, ecc.
    Anche la resilienza è un'altra tesi ancora: ad esempio, potresti confrontare gruppi più resilienti e meno resilienti e indagare cosa li differenzia.

    Domanda generali: è una tesi triennale o specialistica o vecchio ordinamento? sei orientata verso un lavoro sperimentale o compilativo? Quanto tempo/energie avresti da dedicare?

    Per il materiale o ulteriori spunti, ti direi che puoi andare in un reparto di ematologia (lo so, non è una cosa bella...) e troverai generalmente affisse varie locandine di congressi/corsi scientifici sul tema, ne fanno tanti e i titoli dei vari congressi sono ottimi spunti anche per un titolo di tesi! A me capita di dover fare così quando devo curare delle tesi visto che lo faccio anche per lavoro :-P... Serve anche per non scrivere cose già ripetute e ovvie che magari non stando sempre in quell'ambiente non si conoscono...

  5. #5
    lucio.bas
    Ospite non registrato
    ciao raga... io invece cerco delle informazioni e del materiale sulla narrazione e sulla narrazione di un evento traumatico.
    vi prego. grazie

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di Aleida
    Data registrazione
    09-03-2003
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    111
    Per Simona:

    A Padova l'esame di "Psicologia della Salute del Bambino" si basa su libri della prof.Axia e che parlano quasi esclusivamente di esperienze nei reparti di oncoematologia pediatrica.
    Intanto procurati questi libri:

    Axia G. (a cura di) (2004). Elementi di psico-oncologia pediatrica. Roma: Carocci

    Il tempo tra le braccia. L’esperienza psicologica del bambino
    affetto da tumore” (1999) di Barbara M. Sourkes, Raffaello Cortina Editore


    se vuoi qualcosa di + specifico, puoi mandare una mail alla Prof. Bonichini (s.bonichini@unipd.it).

  7. #7
    Partecipante Affezionato L'avatar di Aleida
    Data registrazione
    09-03-2003
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    111
    Per Lucio:

    Ti consiglio di dare un'occhiata a qualche libro sul counselling narrativo (magari c'è qualche capitolo apposta) e di dare un'occhiata a questi libri:

    Axia V. (2006) Emergenza e psicologia. Mente umana, pericolo e sopravvivenza. Bologna: Il Mulino


    Zuliani A. (2007), "Manuale di Psicologia dell'Emergenza", Maggioli editore



    e dai un'occhiata ai link che trovi su www.studiozuliani.net... magari qualcosa trovi anche là...

Privacy Policy