• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: Grande fratello

  1. #1
    Len
    Ospite non registrato

    Grande fratello

    IL Grande Fratello: apoteosi dell'ovvio? Osservazione del comportamento?
    Apice del consumismo televisivo post-moderno? Sublimazione del desiderio
    infantile di spiare nelle case degli altri?
    Difficile pensare, rispondere, in una "società della velocità" che non
    conosce pause.
    Difficile attuare quella "guerriglia semiologica" (per citare Eco),
    navigando tra controinformazione, controprogrammazione e l'alibi dei dati
    dell'Auditel.
    E la responsabilità di fare televisione e di vedere televisione?
    Ormai la Tv entra nelle nostre case e noi entriamo in essa, per scacciare la
    noia, per costruire un palinsesto personalizzato, per evadere dalla nostra
    realtà e vivere la vita di altri.
    La televisione ci conosce, conosce i nostri bisogni, le nostre ansie, le
    nostre debolezze, le compra e le rivende cercando un contatto con lo
    spettatore sempre meno latente, ma a che prezzo?
    Ci sbattono in faccia i nostri difetti e ci etichettano come
    "l'anticonformista","il palestrato", "il polemico"...
    Ci mettono in un ambiente deprivato socialmente e ci osservano.
    Il paradosso è che lo scopo è divertirci, far parlare di sè, colpire la
    nostra morale rincorrendo una celebrità senza competenze, senza contenuti.
    Questo tipo di celebrità ostenta l'estetica e forse perchè il "dentro" non è importante ci distoglie da noi stessi, permettendoci di fare non più di semplici inferenze, di occuparci di cio' che fanno gli altri pur di non porre l'attenzione su noi stessi.
    La vita sempre più frenetica e stressante di oggi ci fa desiderare la pausa per non riflettere, per rilassarsi; il guaio è che anche quando si usa la testa ci si spinge spesso verso cose futili oppure si organizza nevroticamente quello che si deve fare durante la settimana!
    I rapporti diventano sempre più veloci, meno profondi, la comunicazione va in parallelo a questo processo che ormai è diventato un "modus vivendi", andando di pari passo con i cambiamenti tecnologici, lavorativi, culturali, societari. E' fondamentale adattarsi a queste trasformazioni per stare al passo con i tempi e qui i mass-media giocano un grande ruolo, ma è altrettanto importante essere critici e non assistere passivamente a quello che ci viene mostrato.
    La televisione è un nostro punto fermo per sapere se qualcosa è successo davvero, per passare il tempo, per distoglierci dai brutti pensieri, per farci sorridere, per parlare e osservare gli altri confrontandoci con loro, come nel caso del Grande Fratello. Queste funzioni sono sempre meno svolte dalla comunicazione faccia-faccia, dalle relazioni con gli altri e dai rapporti intimi che spesso non si ha tempo di avere, anche se è importante recuperare il confronto e il contatto diretto, senza mediazione.
    Sicuramente il Grande Fratello è, come si suol dire, la punta di un iceberg, la Tv stessa soddisfa talvolta il nostro bisogno di staccare la spina, l'inconveniente è che rischiamo di perdere la consapevolezza di cio' che stiamo guardando, di come stiamo impiegando il nostro tempo.
    Sta a noi giudicare. L'arma vincente è pensare.



    Len

  2. #2
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Ciao Len... in realtà era già stato aperto un post sull'argomento Grande Fratello: http://www.obiettivopsicologia.it/sh...&threadid=4124
    Condivido tutto ciò che hai scritto a riguardo... e suggerirei di continuare la discussione su questi aspetti molto interessanti che hai saputo cogliere a proposito della televisione e del "potere" mediatico!:wink:

    :ciao2:
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  3. #3
    Len
    Ospite non registrato

    ...

    Scusate,non mi ero accorta che era già stato aperto l'argomento,l'ho scritto anche a Haruka! Cmq quello che volevo sottolineare era più che altro, come ha detto Laura 81, il ruolo della Tv nella nostra vita e stimolare qualche riflessione. Forse, tutto sommato il titolo doveva essere diverso! GRAZIE Laura 81! :wink:

  4. #4
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    se volete parlarne qui nn c'e' problema.. se Len desidera glielo unisco al vecchio thread

  5. #5
    Len
    Ospite non registrato

    ...

    Come vuoi!

  6. #6
    Ospite non registrato
    Credo ke a volte la tv nn ci dia modo di pensare e riflettere sul serio su ciò ke ci propone!Cmq credo sia utile avere questo tipo di trasmissioni x cercare come stiamo facendo noi ora di riflettere e dire la nostra su questo tipo di esperienze e spettacoli!Ciao!

  7. #7
    Len
    Ospite non registrato
    E' vero,alla fine il Grande Fratello comunque serve come spunto per pensare a quanto siano sfruttate a volte le nostre emozioni e la nostra stessa personalità in Tv(vedi anche Maria DeFilippi), spesso a scopi di odience ingannandoci sulle vere storie e vite dei partecipanti. La Tv dice davvero la verità? secondo me è importante chiederselo e non prendere tutto come oro colato... Anche i Tg e il modo in cui vengono date le notizie... si',è impossibile essere totalmente obiettivi ma la coloritura ideologica troppo forte che spesso vediamo è davvero professionale e etica?

  8. #8
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Originally posted by Len
    Anche i Tg e il modo in cui vengono date le notizie... si',è impossibile essere totalmente obiettivi ma la coloritura ideologica troppo forte che spesso vediamo è davvero professionale e etica?
    Mi viene in mente il TG4... una bella pagliacciata a volte... e sottolineo a volte per evitare di tirarmi addosso le critiche degli ammiratori di Fede... io sono "allergica" al suo tg... è chiaro che le eccessive coloriture ideologiche siano poco professionali, ma allora c'è da chiedersi perchè "certi giornalisti" siano autorizzati a fare propaganda politica!!!
    Sui programmi di Maria De Filippi & company NO COMMENT... se questi sono gli alti momenti della televisione italiana allora si può dire che la televisione sia priva di ogni forma di cultura... ma fortunatamente ci sono alcuni programmi degni di essere visti, non solo per il livello culturale, ma anche per lo scopo che si prefiggono... che non è solo quello di fare audience a tutti i costi!!!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  9. #9
    Len
    Ospite non registrato
    Hai ragione,per fortuna che effettivamente ci sono programmi che vale la pena vedere. Se devo dirla tutta non sono d'accordo su questo "dare addosso" alla Rai nel senso che il palinsesto che propongono contiene spunti sia positivi che negativi come le reti private. Credo non sia giusto nascondersi dietro l'alibi che la rete statale, in quanto statale, deve essere migliore; la responsabilità di fare vedere televisione ci dovrebbe essere COMUNQUE in quanto PRINCIPIO, e cercare sempre di migliorare facendo critiche costruttive. Penso che la Tv non possa essere perfetta in tutte le sue forme ma è possibile sempre fare di meglio seguendo regole e canoni ma anche cercando proposte creative, senza fare confronti distruttivi tra le nostre reti o quelle degli altri Paesi...

Privacy Policy