• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 20
  1. #1
    nicolosa sarda
    Ospite non registrato

    Multa ai clienti delle prostitute a Padova

    Succede a chi accosta la macchina per caricare le prostitute a Padova.
    La giunta Zanonato ha messo a punto questo stratagemma per scongiurare il noto traffico di lucciole nelle strade cittadine.
    Tutto ciò ha riacceso il dibattito sulle case chiuse e la legge Merlin.

    Chi viene beccato con una prostituta deve pagare una multa che gli verrà recapitata a casa. ( Il fattore della vergogna davanti alla propria famiglia dovrebbe essere un ottimo deterrente
    )

    Secondo me si dovrebbero riaprire le "case chiuse":

    -le prostitute sarebbero più protette da sfruttatori
    -potrebbero pagare le tasse ed essere controllate dal punto di vista sanitario
    -loro potrebbero, se vorranno, dopo, cambiare vita e non restare in balìa dei loro "magnaccia".

    Voi che ne pensate?
    Ciao!

  2. #2
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702

    Re: Multa ai clienti delle prostitute a Padova

    Originariamente postato da nicolosa sarda


    Chi viene beccato con una prostituta deve pagare una multa che gli verrà recapitata a casa. ( Il fattore della vergogna davanti alla propria famiglia dovrebbe essere un ottimo deterrente
    )


    Voi che ne pensate?
    Ciao!
    Aggiungo solo che è possibile pagare la multa anche "in loco", evitando la spedizione a domicilio
    Personalmente sono a favore dell'apertura delle case chiuse, e sopratutto della regolarizzazione delle professioniste della strada
    Seguirei l'esempio dell'Olanda, dove le prostitute sono tutelate dalla legge, usufruiscono dei servizi come tutti gli altri lavoratori e pagano le tasse
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  3. #3
    Angelus_Laguna
    Ospite non registrato
    Non lo potrò mai considerare un lavoro, ne avere stima di chi vende il sesso, ne ora ne tra un miliardo di anni, mai.
    D'altra parte la prostituzione c'è ed è inutile far finta di niente: meglio le case chiuse per cosi dire, almeno sono protette e il controllo di eventuali malattie è serio.
    Mille volte meglio che vedere disgraziate, in schiavitù o meno per strada.
    Certo, il fatto di pagare le tasse sarebbe una gran cosa.
    in ultima analisi quello che lo stato fà per migliorare la situazione è sempre un passo avanti, la mia idea sulla prostituzione non cambierà mai, facciano come risulta meglio per il benessere generale.

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    Originariamente postato da Angelus_Laguna
    Non lo potrò mai considerare un lavoro, ne avere stima di chi vende il sesso, ne ora ne tra un miliardo di anni, mai.
    Vabbè ma mica significa essere a favore della prostituzione.
    Io sono per l'abrogazione della legge Merlin, ma non in maniera selvaggia. Bisognerebbe farlo in maniera razionale e non lasciando scappatoie ai protettori. Bisogna cioè evitare il rischio che gli sfruttatori si trasformino da "papponi" a "imprenditori" propietari di case chiiuse. Si devono garantire i diritti delle prostitute prima di tutto (visto che prima che prostitute sono persone, che fanno quello che fanno sicuramente perchè non trovano alternative), e poi anche quelli dei clienti. In fondo se è considerato il "mestiere più antico del mondo" ci sarà un motivo no? Le prostitute esistono anche perchè esistono i clienti.
    Se poi pagheranno le tasse tanto meglio. Ma se fanno la ricevuta fiscale poi il cliente la può scaricare dalle tasse?
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  5. #5
    !Faralas!
    Ospite non registrato
    case chiuse forever

  6. #6
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886
    secondo me si può essere contrari quanto si vuole..ma la prostituzione esiste ed esisterà sempre...non per niente è "il mestiere più antico del mondo" ....
    anche io credo sia giusto riaprire le case chiuse in modo da attuare controlli SANITARI , FISCALI e PER TUTELARE I DIRITTI di queste ragazze che difficilmente lo fanno "per passione"...
    inoltre i protettori guadagnano una valanga di soldi (esentasse) quindi magari con questa soluzione le prostitute non sarebbero più sfruttate e ci sarebbero introiti maggiori per lo stato....


    off topic : se io fossi una moglie che si vede recapitare una multa del genere per il marito credo che non gli farei neppure la valigia ma gli scaglierei direttamente vestiti , piatti e quant'altro direttamente dalla finestra tramite "posta aerea"
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  7. #7
    theniaka
    Ospite non registrato
    case chiuse=casino?
    se significa questo credo che sia neccessita' essere riaperte

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    sono piacevolmente sorpreso di sentire una donna che studia psicologia, favorevole alla riapertura dele case chiuse. L'ultima con cui avevo parlato di questo, disse che per lei i clienti delle prostitute andrebbero sparati nelle gambe...

    comunque non se se in Italia siamo pronti ad avere delle case o dei quartieri così. In olanda credo che sia diversa la mentalità della popolazione, rispetto alla nostra.

    Comunque, per la notizia della multa a Padova, avevo letto che le prostitute sarebbero disposte ad offrire una prestazione sessuale gratuita ai clienti che prendevano una multa.

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Non lo potrò mai considerare un lavoro, ne avere stima di chi vende il sesso, ne ora ne tra un miliardo di anni, mai.
    mi pare che il discorso vada un po' speicifcato:
    perchè non può essere considerato un lavoro? quando l'unica cosa che ti rimane è solo ed esclusivamente il tuo corpo, cosa vuoi fare? morire di fame, abbandonare i figli, non bere acqua, vivere sotto i ponti o sulle griglie della metro?
    e poi, perchè queste donne non dovrebbero avere il tuo rispetto e stima? loro no, ma invece i papponi, gli sfruttatori sì? chi commercia in corpi umani per il mercato del sesso e della pornografia? così come i *buoni padri di famiglia* che con le prostitute vanno, alle spalle di moglie e figli a casa?
    forse non ti è mai capitato di parlare con una donna che fa la prostituta, sul perchè lo fa e sul come si sente nel farlo... a me è successo, riesce a darti una dimensione diversa dell'universo *prostituzione*, dove le soluzioni non sono facili dato che gli aspetti in gioco sono tanti.


    sono piacevolmente sorpreso di sentire una donna che studia psicologia, favorevole alla riapertura dele case chiuse
    anch'io, donna e psicologa, sono favorevole alle case chiuse. in primo luogo per la difesa dei diritti delle donne: con la legge italiana attuale la donne (per non dire ragazzzine/bambine visto l'età che hanno quelle che ci sono sulle strade da queste parti) non sono tutelate per nulla.
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Personalmente non ho nulla, ma proprio nulla contro le prostitute: tutto il mio rancore va contro quei disgraziati che si approfittano di ragazzine portate via da casa con il miraggio di un lavoro e che poi si ritrovano schiavizzate in mezzo alla strada. quindi, se facendoli sbattere fuori casa dalle mogli si può arginare il problema, ben venga.

  11. #11
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    Originariamente postato da LuisaMiao

    perchè non può essere considerato un lavoro? quando l'unica cosa che ti rimane è solo ed esclusivamente il tuo corpo, cosa vuoi fare? morire di fame, abbandonare i figli, non bere acqua, vivere sotto i ponti o sulle griglie della metro?
    appunto. Ed, aggiungo, fosse anche che una decide di prostituirsi solo per comprarsi vestiti costosi, scarpe e gioielli?
    Cosa fanno di male?



    Originariamente postato da maryflower
    se facendoli sbattere fuori casa dalle mogli si può arginare il problema, ben venga.
    non ho capito, chi dovrebbe essere sbattuto fuori di casa dalle mogli? gli sfruttatori o i clienti?

  12. #12
    Iggy1982
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Codename47
    [...] le prostitute sarebbero disposte ad offrire una prestazione sessuale gratuita ai clienti che prendevano una multa.
    Un perfetto esempio di ottimo marketing.

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da maryflower
    Personalmente non ho nulla, ma proprio nulla contro le prostitute: tutto il mio rancore va contro quei disgraziati che si approfittano di ragazzine portate via da casa con il miraggio di un lavoro e che poi si ritrovano schiavizzate in mezzo alla strada. quindi, se facendoli sbattere fuori casa dalle mogli si può arginare il problema, ben venga.
    ok gli uomini sposati (che forse è meglio comincino a porsi delle domande sul loro matrimonio o quanto meno sulla loro sessualità visto che vanno a cercare sesso altrove), ma c'è anche una gran fetta di uomini che non hanno altre alternative... ci sono i disabili, i pazienti psichiatrici, chi ha problemi sessuali tali che non si vuole/può mettere in gioco dentro una relazione affettiva,... insomma, come è stato più volte detto, le prostitute rispondono anche a un bisogno sociale di cui spesso si tende a dimenticare l'esistenza.

    PS: ci ricordiamo/sappiamo che esiste anche la prostituzione maschile, sia etero che omo, vero?
    Ultima modifica di LuisaMiao : 14-05-2007 alle ore 00.03.47
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  14. #14
    theniaka
    Ospite non registrato
    quando gli olimpiadi si sono ospitati ad atene era obbligatorio per tutte le prostitute fare controlli sanitari! questo per me era un passo grande! questi controlli non vengono fatti di solito pero'... per me il problema e' che la maggioranza delle persone quando ascoltano la parola prostituzione pensano alle reti che fanno qualche donne essere costrette a fare qualcosa che non le piace... da violenza (non so la parola giusta!) ma le cose non sono cosi. se il mio partner decideva a fare sesso con un' altra donna preferirei farlo con una donna che fa questo lavoro che e' controllata dal punto di vista sanitario! la prostituzione senz' altro e' il lavoro piu' antico (almeno in grecia) e devo dire che era un lavoro molto rispettato dalle societa' della grecia antica e anche dalla cultura cinesa! spero che avessi il rispetto anche nelle societa' moderne...
    a presto!

  15. #15
    Angelus_Laguna
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da LuisaMiao
    mi pare che il discorso vada un po' speicifcato:
    perchè non può essere considerato un lavoro? quando l'unica cosa che ti rimane è solo ed esclusivamente il tuo corpo, cosa vuoi fare? morire di fame, abbandonare i figli, non bere acqua, vivere sotto i ponti o sulle griglie della metro?
    e poi, perchè queste donne non dovrebbero avere il tuo rispetto e stima? loro no, ma invece i papponi, gli sfruttatori sì? chi commercia in corpi umani per il mercato del sesso e della pornografia? così come i *buoni padri di famiglia* che con le prostitute vanno, alle spalle di moglie e figli a casa?
    forse non ti è mai capitato di parlare con una donna che fa la prostituta, sul perchè lo fa e sul come si sente nel farlo... a me è successo, riesce a darti una dimensione diversa dell'universo *prostituzione*, dove le soluzioni non sono facili dato che gli aspetti in gioco sono tanti.

    x codename, se per te prostituirsi per ricchezza pare bene, sta bene a te, ma non obbligaotiramente a tutti.
    Per me il sesso ha un valore e un significato preciso che associarlo alla ricerca dei soldi mi disgusta.


    anch'io, donna e psicologa, sono favorevole alle case chiuse. in primo luogo per la difesa dei diritti delle donne: con la legge italiana attuale la donne (per non dire ragazzzine/bambine visto l'età che hanno quelle che ci sono sulle strade da queste parti) non sono tutelate per nulla.
    Non ho mai detto che le prostitute sono in totalità delle degenerate. Ho detto che la pratica del sesso finalizzata al denaro per me non è lavoro e chi lo considera un "lavoro divertente" non gode della mia stima.. Disperazione, modo per mantenersi quando non si hanno vie di uscita, certamente saranno presenti e posso provare empatia per loro.
    Io ho criticato la pratica in sè, principalmente.
    Ne tantomeno ho mai detto o dimostrato alcuna "simpatia" per papponi e i clienti, e nemmeno per la pornografia.

    x codename: il significato e il valore del sesso per me è diverso dal tuo, per me vendere il sesso, per ricchezza e non per bisogno è un modo di vendere quello che per me è un valore personale. Come se uno si mettesse a vendere l'aria che si respira e a lucrarci sopra. Mette in moto un concetto che piacere e rapportoarsi nella sfera intima sia qualcosa da quantificare col denaro a disposizione. Lo trovo molto errato come concetto.
    Ultima modifica di Angelus_Laguna : 14-05-2007 alle ore 16.15.18

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy