• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 30
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535

    Partita IVA per progetti?

    Sto per iniziare una collaborazione tramite progetto con un associazione di volontariato, presso una comunità, e mi chiedevo se sia necessario aprire la partita IVA...Diverse persone mi hanno detto di no, però vorrei averne la certezza.
    Forse l'ideale è sentire cosa dice l'ordine, vero?
    (mi faccio domande e mi rispondo da sola!)

    Grazie cmq a chi vorrà aiutarmi a sciogliere questo dubbio. Io e la burocrazia non andiamo molto d'accordo...

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di cieffe
    Data registrazione
    12-08-2004
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    232

    Re: Partita IVA per progetti?

    Originariamente postato da dott.ssaConfusa
    Sto per iniziare una collaborazione tramite progetto con un associazione di volontariato, presso una comunità, e mi chiedevo se sia necessario aprire la partita IVA...Diverse persone mi hanno detto di no, però vorrei averne la certezza.
    Forse l'ideale è sentire cosa dice l'ordine, vero?
    (mi faccio domande e mi rispondo da sola!)

    Grazie cmq a chi vorrà aiutarmi a sciogliere questo dubbio. Io e la burocrazia non andiamo molto d'accordo...

    Ho deciso di darti noia.... scherzo!

    In linea di massima puoi fare il tutto con ritenuta d'acconto, ossia come prestazione occasionale.

    Questo fino alla soglia dei 5000 euro, al di là dei quali devi aprire partita iva o, al limite, farti assumere, cosa che ritengo notoriamente difficile...

    Posso chiderti di che progetto si tratta?

    Ciao,
    Cieffe
    (il moderatore puntiglioso )

    P.S. nota per chi legge: il riferimento alla noia e al puntiglioso ha origine in altri thread... )
    "La religiosità è talmente simile alla pazzia che è impossibile distinguerle".

    Il mio web-mondo

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Miiii, il/la (ehm, non so di che sesso sei...) moderatore/trice O O-oso!
    Cmq, venendo al mio quesito, io sapevo che la prestazione occasionale deve durare massimo 30 giorni...Io collaborerò per un anno con una comunità per disabili psichici, quindi non penso di poterla far passare come prestazione occasionale (anche se le ore e i soldi che prenderò sono pochi!).
    E poi come funziona con l'Enpap? Ci si deve iscrivere dal momento in cui si inizia anche solo una collaborazione come la mia, o solo in caso di assunzione anche a tempo determinato?
    'un ci capisco nulla!

    Dai dai Cieffe, fai il/la puntiglioso/a ora, che mi serve!

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di cieffe
    Data registrazione
    12-08-2004
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    232
    Originariamente postato da dott.ssaConfusa

    Dai dai Cieffe, fai il/la puntiglioso/a ora, che mi serve!
    Accontentata...

    "Chi è tenuto all’iscrizione Lo psicologo, che esercita ATTIVITÀ LIBERO PROFESSIONALE senza vincolo di subordinazione per le cui prestazioni è richiesta l’iscrizione all’Albo è tenuto a costituire, per i redditi che ne derivano, la propria posizione previdenziale presso l’ENPAP.
    Quando
    ci si iscrive
    L’iscrizione va effettuata entro 90 giorni dalla data di conseguimento del “primo” compenso generato da prestazioni di natura libero professionale riconducibili all’attività di psicologo.

    In tal senso, per l’individuazione delle attività che formano oggetto della professione può essere utile far riferimento all’art. 1 della Legge n. 56/89 che disciplina il relativo ordinamento (vedi anche “tipologia di prestazioni”).

    La data di incasso del primo reddito, definita “data inizio attività” è il momento da cui decorre l’iscrizione all’Ente e quindi la conseguente copertura previdenziale.
    IMPORTANTE: la sola apertura di Partita IVA, e/o l’iscrizione all’Albo
    senza conseguimento di un compenso professionale, non comportano, da soli, l’obbligo di iscrizione all’Ente.
    Tipologia di prestazioni Come accennato lo psicologo libero professionista può conseguire reddito svolgendo quelle attività per le quali è necessaria l’iscrizione al proprio Albo di categoria.

    Qualora svolga contemporaneamente un lavoro dipendente sarà tenuto a versare all’Ente esclusivamente i contributi relativi alla parte di reddito libero professionale.

    Pertanto, oltre alle prestazioni psicoterapeutiche rientrano, a titolo esemplificativo, tra le attività soggette a copertura previdenziale le docenze (formazione) le consulenze nei confronti di Enti o Aziende, dottorati e assegni di ricerca (D.M. 11/9/1998 e Legge N. 449/97) in ambito psicologico.

    Può essere utile sottolineare che oltre all’esercizio con partita I.V.A. lo psicologo è tenuto all’iscrizione anche quando esercita la propria attività in altre forme. In particolare:
    Collaborazioni coordinate e continuative I compensi derivanti da prestazioni coordinate e continuative sono assimilati solo fiscalmente al lavoro dipendente; ai fini previdenziali, vanno assoggettati alla contribuzione ENPAP e non comportano ulteriori obblighi nei confronti di altre Gestioni come ad esempio presso L’INPS (circ. INPS n. 201/96).
    Attività intra-moenia Gli psicologi dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale possono esercitare l’attività intra-moenia nelle strutture ospedaliere.
    Anche i compensi derivanti da tali prestazioni sono assimilati solo fiscalmente al lavoro dipendente, mentre ai fini previdenziali vanno assoggettati alla contribuzione ENPAP (legge n. 662/96 art. 1, comma 7 – Consiglio di Stato parere n. 881/98).
    Psicologi ambulatoriali
    (DPR 446/01) Si intendono “convenzionati” ai sensi del D.P.R. 446/01 gli psicologi che svolgono il rapporto di lavoro convenzionale autonomo coordinato e continuativo nell’ambito del S.S.N. in Aziende Sanitarie o Strutture Militari – (testo dell’accordo D.P.R. n. 446/01).
    Anche questa categoria di professionisti deve costituire la propria posizione previdenziale all’ENPAP.

    Si fa presente, inoltre che l’esercizio professionale anche in forma occasionale determina, a prescindere dal reddito che ne deriva, l’obbligo di iscrizione all’ENPAP con i conseguenti effetti previdenziali."

    Tratto da Enpap.it
    "La religiosità è talmente simile alla pazzia che è impossibile distinguerle".

    Il mio web-mondo

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Ora potresti per favore farmi un sunto???
    Avevo già letto questo dal sito dell'ENPAP, però sono una capra che non sa tradurre il burocratese...
    Cmq non so perchè ma ho un presentimento: mi toccherà iscrivermi all'ENPAP...
    Ma porque? Porqueeee? Porqueeeeeeeeee?

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di cieffe
    Data registrazione
    12-08-2004
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    232
    Originariamente postato da dott.ssaConfusa
    Ora potresti per favore farmi un sunto???
    Avevo già letto questo dal sito dell'ENPAP, però sono una capra che non sa tradurre il burocratese...
    Cmq non so perchè ma ho un presentimento: mi toccherà iscrivermi all'ENPAP...
    Ma porque? Porqueeee? Porqueeeeeeeeee?
    Il sunto te l'ho fatto evidenziandoti in grassetto la parte finale..

    mi sa che ti dovrai iscrivere....

    quoto il "ma porque"...

    Se qualcuno è più informato....scriva la sua!
    "La religiosità è talmente simile alla pazzia che è impossibile distinguerle".

    Il mio web-mondo

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Uff, volevo fare la vaga sperando di aver capito male...
    Altra domandina: per questa collaborazione del menga mi devo iscrivere all'enpap (ma non sono obbligata ad aprire partita IVA), ma se finita la collaborazione faccio la commessa a vita?
    (ho un altro presentimento: di aver fatto una domanda stupida...Ma tanto c'è il/la moderatore/trice O O-oso che mi sopporta)

  8. #8
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    P.s: e se provassi a lavorare in nero? Vuoi che proprio me becchino?


    sono disperata!

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di lucciolina
    Data registrazione
    17-01-2005
    Residenza
    Provincia di Como
    Messaggi
    327
    Per dott.ssa Confusa:
    Domanda: il lavoro a progetto di che tipo è? lavorerai come psicologa? se si, devi aprire la partita IVA (e quindi iscriverti all'ENPAP, come riportato da cieffe), ma se lavorarai come cooordinatrice, come educatrice etc, assolutamente no! puoi lavorare a progetto e quindi con ritenuta d'acconto!
    Se lavorerai come psicologa, ma sai di dover fare poche ore e magari (ovviamente ti auguro il contrario) in futuro il progetto non ti verrà riproposto ti consiglio di aspettare ad aprirla (una volta aperta sarebbe un peccato pagare le tasse, etc senza usarla), tieni presente però questa cosa: non devi risultare come psicologa (ma come operatrice sociale o altro) e quindi nella certificazione che ti rilasceranno l'anno prossimo (quella che dovrai consegnare per la dichiarazioen dei redditi) non dovrai comparire come psicologa! spero di essere stata chiara!
    Io l'ho aperta anni fa, la sto usando (anche se dichiaro poco, ma la uso); magari puoi metterti d'accordo con chi ti commissionerà il lavoro, almeno per l'inizio, così potrai vedere come procedono le cose!

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Sei stata chiarissima Lucciolina!
    Il progetto in sè comporterà pochissime ore al mese per un tot. di colloqui di gruppo o individuali con le famiglie dei disabili (colloqui che potrei far passare come di auto-aiuto...). Se il tutto andrà bene e ci sarà bisogno, mi hanno detto che potrò fare ulteriori ore oltre a quelle concordate nel progetto, però per ora ancora non si sa nulla.
    Credo proprio che chiederò consigli ad un amico commercialista.

  11. #11
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Il perchè ci si iscrive all'ENPAP?
    Per essere in regola con le tasse e versare contibuti pensionistici.
    Magari ora può sembrare qualcosa di lontano e uno pensa "ma per poche ore"... però se tutti cominciano a dire "ma tanto evado poco..." non se ne esce più e continueranno ad aumentare le tasse su quei poveri (fessi) che invece pagano.

    Scusate il dente avvelenato ma spesso e volentieri mi vedo "soffiare" lavori da gente che non avendo nè partita IVA nè ENPAP può chiedere almeno il 30-40% in meno di quello che chiedo io... se chiedessi la stessa cifra, una volta pagate le tasse, mi ritroverei a lavorare per nemmeno 10 euro l'ora, ma se iniziamo una concorrenza selvaggia poi diventa una guerra fra poveri e non se ne esce più...
    Vimae

  12. #12
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Uè uè, calma! La mia era una battuta! Per come sono fatta non riuscire a "giocare sporco". E' che purtroppo lo sporco c'è prima di tutto nella burocrazia che ci massacra.
    Il mio porque non era riferito tanto al valore dell'iscrizione all'enpap, quanto all'assurdità di dover pagare per una collaborazione che non so nemmeno se arriverà a toccare i 3000 euro l'anno e se continuerà.
    Insomma, senza tanti giri di parole, sono anni che o per una cosa o per un'altra continuo a pagare (tasse universitarie, libri, tesi, tirocinio, esame di stato, iscrizione all'albo, assicurazione contro infortuni, ecc) e ora che intravedo la possibilità di guadagnare finalmente qualcosa mi ritrovo a dover pagare ancora! Poi pure l'indennità per la maternità! Ma chi diavolo ci pensa alla maternità finchè non trovo un pò di stabilità nel lavoro!
    Vabeh, fine dello sfogo.

  13. #13
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Non preoccuparti, non era diretto a te ma era una considerazione più generale dettata da una dura e dolorosa esperienza (e pure recente!).
    In quanto a quando si smetterà di pagare...
    meglio rimanere nel dubbio, almeno puoi sperare che si smetterà!
    Vimae

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Capisco bene il genere di delusioni che puoi aver provato...purtroppo ne conosco alcune pure io. Mi dico sempre che il mondo è dei furbi e degli spregiudicati, ma nonostante ciò non riesco a snaturarmi.
    Quanto al pagare, penso non si smetterà mai! Se penso che devo anche cominciare la scuola di specializzazione...

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di lucciolina
    Data registrazione
    17-01-2005
    Residenza
    Provincia di Como
    Messaggi
    327
    .............spero che il mio messaggio precedente non sia stato compreso male; io mi sono iscritta all'Enpap poco dopo essermi iscritta all'Albo, perchè avendo trovato un lavoretto in cui potevo lavorare come psicologa ho deciso di aprire la partita iva subito (pur con il dubbio, chissà se la userò?), non ho mai evaso le tasse!
    Ho consigliato a dott.ssa confusa magari di valutare bene la situazione prima di aprirla (senza aprirla velocemente e magari vedere il progetto andare in fumo, la delusione sarebbe doppia), magari aspetta di iniziare, attendi qualche mese prima di farti pagare e poi puoi aprirla (le procedure sono velocissime, il commercialista apre la partita iva in un nanosecondo!)......ok?
    PS: comunque fatti consigliare da un commercialista così ti puoi fare qualche conto! fino a poco tempo fa se aprivi la partita iva per i primi 3 anni avevi delle agevolazioni (nelle tasse), penso che esista ancora questa agevolazione!
    ciao ed in bocca al lupo!
    PS: akcuni anni fa anche io ho tenuto dei colloqui di gruppo aperti ai genitori di disabili adulti, purtroppo non è mai diventato un gruppo di auto -aiuto (per problemi della cooperativa), ma è stata una bella esperienza!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy