• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 26
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di PsykoSamu
    Data registrazione
    30-11-2005
    Residenza
    Piemonte
    Messaggi
    1,011
    Blog Entries
    3

    L'Osservatore romano lo chiama terrorismo

    Tratto da La Repubblica di oggi:


    ROMA - L'Osservatore romano giudica come "vili attacchi" quelli pronunciati dal palco durante il Concertone di ieri a Roma, e paragona le parole di Andrea Rivera, uno dei conduttori, a un gesto di "terrorismo". Dal palco di San Giovanni Rivera, aveva attaccato il Papa, e la Chiesa che "non si è mai evoluta": "Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, per Franco e per uno della banda della Magliana" aveva scandito al microfono.




    Rivera poteva trovare un momento più opportuno, ma penso sia irritante e fuori luogo il gridare "al lupo, al lupo" (ovvero "terrorismo, terrorismo") da parte dell'Osservatore romano. Non mi interessa discutere di quanto possa essere giusto o sbagliato celebrare un funerale in chiesa. Vorrei soffermarmi sulla facilità con cui viene usata la parola terrorismo. In questo caso c'entra qualcosa? C'è una divergenza di idee, ma non sembra che qualcuno abbia fatto saltare in aria una piazza.
    Che cos'è il terrorismo secondo la chiesa? Un'accusa per mettere alla sbarra chi non la pensa come lei?!

    Cosa ne pensate?

    Samu

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Secondo me hanno considerato terrorismo l'aver detto determinate cose davanti ad una folla, un pò come fanno i fanatici islamici per aizzare le masse.
    Poi boh, onestamente a me sta sulle scatole sia chi fa proclami per fare il figo e farsi dire bravo bravo, sia la chiesa.

  3. #3
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Chiaraaaaaa
    Data registrazione
    17-01-2007
    Messaggi
    2,559
    ma dico io, al di là delle bolle e bollicine mediatiche, in questo Paese ci sarà qualcosa di più serio cui pensare (e da fare?)

    quello cercava un quarto d'ora di notorietà, quegli altri gridano al lupo al lupo ogni due-tre, come dicono a Napoli

    le parole? vengono usate a caso, caro Samu, non ti interrogare troppo perchè sprechi il tempo

    forse ci vorrebbe il silenziatore in questo Paese, così nessuno avrebbe più pretesti per sparare cavolate (Rivera e Vaticano, indifferentemente)

    non sarebbe più facile lavorare? si chiedeva Michele Serra tempo fa a proposito della nuova allegra finanza di cui pure tanto si parla

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di PsykoSamu
    Data registrazione
    30-11-2005
    Residenza
    Piemonte
    Messaggi
    1,011
    Blog Entries
    3
    Originariamente postato da Chiaraaaaaa
    ma dico io, al di là delle bolle e bollicine mediatiche, in questo Paese ci sarà qualcosa di più serio cui pensare (e da fare?)

    quello cercava un quarto d'ora di notorietà, quegli altri gridano al lupo al lupo ogni due-tre, come dicono a Napoli

    le parole? vengono usate a caso, caro Samu, non ti interrogare troppo perchè sprechi il tempo
    E' questo il punto,le parole vengono usate a caso, in questa occasione si riscontra anche una bella vena di tipo politico-polemico-religiosa la quale fa sempre brodo.


    Samuela

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di marcheseblu
    Data registrazione
    27-10-2004
    Residenza
    Roma - SudTirol
    Messaggi
    1,635
    In un periodo come questo, con Bagnasco minacciato di morte ed il clima che ne deriva, bé... un'uscita come quella dello pseudo-presentatore del concerto, non sarà terrorismo di fatto, ma - di certo - alimenta ed accresce le cattive intenzioni di quelle frange estreme che a Bagnasco hanno addirittura recapitato un proiettile. La situazione è seria... e non necessita di personaggi del genere che per un attimo di notorietà vomitano parole. Poi ora c'è uno scaricabarile in corso tra gli organizzatori ed il presentatore... ma il punto non è nemmeno "chi sia, o non sia stato..." bensì l'infelice uscita in sé.
    Ecco perché è stata definita terrorismo, poi, ovvio che una battuta in sé non è mai stata né mai sarà terrorismo, ma è ciò a cui potrebbe condurre. Se fosse stata detta in un altro periodo di certo ci sarebbe stato meno rumore.
    Ultima modifica di marcheseblu : 03-05-2007 alle ore 15.45.44
    "La voce dell'intelligenza è una voce sommessa, ma non tace finché non trova ascolto"

    Hai dato un'occhiata al Regolamento di Ops? Clicca [Quì] o [Quì]

    *Die schöpferische Gestaltung des Ganzen ist mehr als die Summe der einzelnen Teile*


    *Il mio spazio* sulla "Cucina Giapponese"
    Visita il sito di Altra Psicologia

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453

    ..lo chiamano terrorismo...

    ......e fanno benissimo!!!

    perchè non si possono usare certi toni contro l'istituzione più vecchia del mondo nella quale, per inciso, credono fermamente milioni di persone (solo in italia, per non parlare dell'estero). non si possono invocare rispetto, comprensione e blablabla solo per gli altri: anche la chiesa lo esige.
    e poi, scusate: certo che è un momento particolare. lo è perchè, per esempio, mai era successo che a un monsignore venissero inviati proiettili per posta. mai era successo che un Papa fosse attaccato con tanto livore. e quando, dopo eventi come questi, si parla come quel "signor nessuno" ha fatto, si butta benzina sul fuoco. non riesco a trovare nulla di più bieco dell'attaccare in quel modo degli uomini che hanno parlato sempre e solo di amore e compassione. mi pare ci sia in atto una crociata anti-clericare: certo, capisco che persone come Ratzinger e Bagnasco possano risultare scomode per una certa parte: ma mi aspettavo di meglio, specialmente dagli italiani.

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Il problema è che le uscite infelici provengono da ambo le parti...ahimè.
    Cmq in Italia sarà sempre così, almeno fino a quando il Vaticano sarà la sede della chiesa. Di certo in altri paesi certe affermazioni vengono prese meno seriamente.

  8. #8
    in un periodo come questo, in cui uomini e donne sono minacciati e aggrediti e stuprati, con il clima omofobico da cui queste cose derivano e altre ne deriveranno (vedi libreria a milano, vedi mille altri casi del genere), uscite come quelle di bagnasco non saranno terrorismo ma - di certo - alimentano ed accrescono le cattive intenzioni di quelle frange estreme che vedono la "diversità" come una minaccia.
    La situazione è seria.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Mia ma è esattamente il contrario!!! io sfido chiunque a citarmi una sola frase, una sola parola, UNA, di monsignor Bagnasco, che sia un capellino male interpretabile e che possa alimentare certe correnti. il fatto è che si vorrebbe zittire la Chiesa e sapete perchè? "Perchè è più facile dominare chi non crede" (frase non mia ma riciclata da un bel film che è di fantasia, ma allegorico dei giorni d'oggi). L'ideologia cattolica è da sempre un'ideologia fatta di libertà personale, di libero arbitrio, di uguaglianza e di disinteresse delle cose del mondo. non si può mettere in dubbio questo che è un dato di fatto.

    e per finire quoto in pieno Marcheseblu, che ha detto pacatamente ciò che anche io penso ma che, per carattere troppo focoso (e mi scuso), esprimo a volte, mi rendo conto, con un pò troppa veemenza. Ma il fatto è che l'argomento per molti motivi mi tocca personalmente, e lo sento in particolar modo.

  10. #10
    Originariamente postato da maryflower
    Mia ma è esattamente il contrario!!! io sfido chiunque a citarmi una sola frase, una sola parola, UNA, di monsignor Bagnasco, che sia un capellino male interpretabile e che possa alimentare certe correnti.

    Perché dire no, oggi, a forme di convivenza stabile alternative alla famiglia, ma domani alla legalizzazione dell’incesto o della pedofilia tra persone consenzienti?
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  11. #11
    Partecipante Super Figo L'avatar di marcheseblu
    Data registrazione
    27-10-2004
    Residenza
    Roma - SudTirol
    Messaggi
    1,635
    Originariamente postato da Mia_Wallace
    in un periodo come questo, in cui uomini e donne sono minacciati e aggrediti e stuprati, con il clima omofobico da cui queste cose derivano e altre ne deriveranno (vedi libreria a milano, vedi mille altri casi del genere), uscite come quelle di bagnasco non saranno terrorismo ma - di certo - alimentano ed accrescono le cattive intenzioni di quelle frange estreme che vedono la "diversità" come una minaccia.
    La situazione è seria.

    Accidenti...
    però almeno le cose restano sul verbale nel caso e la Chiesa non recapita pallottole né minaccia di morte
    Dai, rigirare la questione - nello specifico - fa acqua...
    Non entro nel merito della questione gay perché sennò andiamo anche OT, e poi sono questioni trite e ritrite, sulle quali il pensiero della Chiesa - che piaccia o meno - è quello, il dialogo è benaccetto "la violenza e le minacce" no ... o forse tu credi che per una posizione - sia pur rigida della Chiesa su questo - siano da legittimare determinati comportamenti?
    La questione è seria eccome
    Ultima modifica di marcheseblu : 03-05-2007 alle ore 16.08.30
    "La voce dell'intelligenza è una voce sommessa, ma non tace finché non trova ascolto"

    Hai dato un'occhiata al Regolamento di Ops? Clicca [Quì] o [Quì]

    *Die schöpferische Gestaltung des Ganzen ist mehr als die Summe der einzelnen Teile*


    *Il mio spazio* sulla "Cucina Giapponese"
    Visita il sito di Altra Psicologia

  12. #12
    neanche il tizio che ha parlato ha recapitato niente, pallottole o minacce di morte.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di HellSt0rm
    Data registrazione
    02-03-2004
    Residenza
    Maleventum
    Messaggi
    3,337
    L'Osservatore Romano sa usare bene le parole. E conosce bene anche i TEMPI in cui usarle.

    Al giorno d'oggi tutti hanno una paura dannata del terrorismo, e molti sospirano beatamente quando in TV sentono parlare dell'ennesimo attentato. Sospirano perchè è successo a migliaia di km da noi. L'opinione pubblica ha paura del terrorismo e usare quella parola, al giorno d'oggi, scatena un totale disgusto nei confronti di chi ha compiuto l'atto. Gridare "terrorismo" quando si usano parole contro la Chiesa è un modo come un altro per portare più gente possibile in favore della Chiesa stessa. Io la Chiesa non la sopporto e reputo ingiusti molti atteggiamenti che ha. Non sopporto che si immischi nella nostra POLITICA e non sopporto che si faccia gli affari nostri. E ora chiamatemi pure TERRORISTA.
    "La sincerità è il primo passo verso la solitudine..."

    "Chi parla male degli altri con te, parla male di te con gli altri"

    "Ste pagliacciate e fann sul e viv, nuje simm serie, appartenimm a mort!"

    A computer is like an air conditioner, it stops working when you open Windows.

    Prendete e cliccatene tutti...questo è un mio video

    Omen Mortis Live @ Heinjoy

    Omen Mortis - Delirium Tremens live @ Heinjoy

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Originariamente postato da Mia_Wallace
    Perché dire no, oggi, a forme di convivenza stabile alternative alla famiglia, ma domani alla legalizzazione dell’incesto o della pedofilia tra persone consenzienti?


    le cose vanno contestualizzate Mia. Traduzione: come fate a garantirci che dicendo oggi "si" a forme di unione alternativa non diciate domani lo stesso "si" a cose ben più gravi?

  15. #15
    perché non vedo come funzioni l'equivalenza "garantire diritti a persone" e "garantire diritti a criminali". sono due cose un po' diverse, mi sembra.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy