• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 17

Discussione: inadeguatezza......

  1. #1
    franci00
    Ospite non registrato

    inadeguatezza......

    Scusate, spero di non irritare nessuno di chi sta attualmente cercando lavoro (ci ho messo anch'io un saaaaaacco di tempo, mandando centinaia di curriculum) ma.... ho cominciato a lavorare in un posto nuovo e sono in crisi nera!!!!!!!!
    Ok, ho cominciato da poco, e pensavo : che culo, il lavoro dei miei sogni, quello che ho sempre desiderato, finalmente il salto di qualità!!! (in una struttura più grossa, per intenderci) Al colloquio mi sono venduta molto bene, dicendo di sapere fare un sacco di cose (che magari avevo solo visto fare da tutor vari) ma... se non si è sicuri di noi stessi che ci darà mai credito?
    Morale della favola: mi sento abbastanza incapace, mi impegno, corro tutto il giorno, ci metto passione, ma le mie sicurezze sulla professione cominciano un po' a vacillare. In passato in questo stesso forum mi dicevo soddisfatta anche senza specializzazione, ma ora ho decisamente cambiato idea. Sento che mi mancano degli strumenti...
    Comunque non mollo. Tanto per precisione, questa è solo una mia sensazione, nessun responsabile mi ha fatto nessuna critica.
    Credo che il problema sia in quallo che ci insegnano all'università: che siamo utili, competenti ecc ecc...
    Scusate, era solo uno sfogo, ma c'è all'"ascolto" qualcuno che all'inizio di una nuova esperienza professionale ha avuto momenti un po' difficili? Datemi un po' di conforto....
    Ciao, un bacio a tutti. Franci

  2. #2
    Partecipante L'avatar di astromik
    Data registrazione
    25-04-2006
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    54
    Il tuo msg è stato troppo tenero, hai avuto l'umiltà di autocriticarti e questo ti fa solo onore. Penso che chiunque inizi un nuovo lavoro come una qualsiasi nuova attività si senta inadeguato e a volte anche incapace,ma è normale: nessuno nasce imparato!!! E poi il fatto di farti 3000 domande può solo servirti per migliorarti e sentirti più sicura. Non so se sono stata utile, volevo dirti solo un mio pensiero... IN BOCCA AL LUPO!!!

  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    13-08-2006
    Residenza
    Vivo e lavoro a Lancaster (U.K.)
    Messaggi
    100
    Secondo me il fatto di mettersi in discussione è un segnale di grande apertura mentale. Anch'io quando ho iniziato il mio nuovo lavoro, pur cercando di dare il meglio, mi chiedevo se stessi facendo bene o no.
    Penso sia una cosa fisiologica. Datti il tempo di assestarti per bene e vedrai che riuscirai a rilassarti e a goderti il lavoro.
    Intanto se ti hanno assunta vuol dire che ti hanno reputata valida e che hai strumenti sufficienti per iniziare. Avrai tempo per affinarli!
    Stai pur tranquilla che se avessi fatto qualche errore te lo avrebbero detto in un modo o nell'altro.

  4. #4
    Partecipante L'avatar di milemila
    Data registrazione
    18-04-2006
    Messaggi
    41
    beh, cara, se può consolarti io non lavoro (nel senso che faccio 2 tirocini per la scuola di specializzazione, ma zero soldi...ovviamente) e mi sento giù molto spesso!
    credo che il problema è che spesso noi ci aspettiamo che una volta usciti dall'università, avendo il titolo avremo anche il lavoro, oppure che tutto apparirà semplice...in realtà lo sappiamo bene a livello razionale che non sarà così, ma il cuore lo spera...ci siamo impegnati tanto...ed in maniera un pò sognante ed un pò utopica speriamo sempre che sia tutto facile... anche io mi faccio mille domande, visto ceh sono stata "brava" ma di competenze me ne sento ben poche...! allora facciamoci coraggio, e cerchiamo di godere di quel (magari poco) che abbiamo, e se qualcosa non ci va giù, proviamo a sopportarlo, poi si vedrà!
    spero di esserti stata un minimo di aiuto...!
    (una curiosità: che lavoro fai? come l'hai trovato? sempre se non sono indiscreta...!)

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Dampyr
    Data registrazione
    08-05-2004
    Residenza
    Sardegna
    Messaggi
    1,320
    Tieni duro...vedrai che col tempo acquisirai le competenze necessarie per eccellere in tutto..mettiti sempre in gioco...è la cosa migliore da fare...in bocca al lupo!

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di lucciolina
    Data registrazione
    17-01-2005
    Residenza
    Provincia di Como
    Messaggi
    327
    In bocca al lupo, sono sicura che l'esperienza, la tua buona volontà e le tue motivazioni ti aiuteranno a superare questa fare, che per giunta è normale...si impara sempre, non lo dimenticare! forza siamo con te! non mollare!
    ciao

  7. #7
    Partecipante
    Data registrazione
    25-12-2006
    Messaggi
    53
    E chi non ha dubbi?
    L'importante è che un lavoro ce l'hai, le competenze pure e la volontà non ti manca.
    Non puoi che migliorare basta che ti concedi il tempo e lo spazio necessari. Come detto da astronomik: non si nasce imparati!!

  8. #8
    Partecipante L'avatar di milemila
    Data registrazione
    18-04-2006
    Messaggi
    41
    Originariamente postato da milemila
    beh, cara, se può consolarti io non lavoro (nel senso che faccio 2 tirocini per la scuola di specializzazione, ma zero soldi...ovviamente) e mi sento giù molto spesso!
    credo che il problema è che spesso noi ci aspettiamo che una volta usciti dall'università, avendo il titolo avremo anche il lavoro, oppure che tutto apparirà semplice...in realtà lo sappiamo bene a livello razionale che non sarà così, ma il cuore lo spera...ci siamo impegnati tanto...ed in maniera un pò sognante ed un pò utopica speriamo sempre che sia tutto facile... anche io mi faccio mille domande, visto ceh sono stata "brava" ma di competenze me ne sento ben poche...! allora facciamoci coraggio, e cerchiamo di godere di quel (magari poco) che abbiamo, e se qualcosa non ci va giù, proviamo a sopportarlo, poi si vedrà!
    spero di esserti stata un minimo di aiuto...!
    (una curiosità: che lavoro fai? come l'hai trovato? sempre se non sono indiscreta...!)

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Cara Franci, pensa innanzittutto che se ti hanno presa un motivo ci sarà, no? Se fossi stata totalmente incompetente o non affidabile di sicuro non avresti fatto colpo.
    L'insicurezza è normale quando si inizia qualsiasi lavoro, quindi non sentirti strana o fatta male.
    Non è questione di sentirsi inadeguati, ma di non sapere a cosa si va incontro. Gli strumenti dei quali parli di sicuro in parte si acquisiscono tramite la specializzazione, ma in parte anche grazie all'esperienza. Quindi continua a dare il massimo senza tanti dubbi, vedrai che pian pianino la sicurezza ti verrà!
    Un abbraccio

  10. #10
    Wolfg757
    Ospite non registrato

    Re: inadeguatezza......

    Originariamente postato da franci00
    Scusate, spero di non irritare nessuno di chi sta attualmente cercando lavoro (ci ho messo anch'io un saaaaaacco di tempo, mandando centinaia di curriculum) ma.... ho cominciato a lavorare in un posto nuovo e sono in crisi nera!!!!!!!!
    Ok, ho cominciato da poco, e pensavo : che culo, il lavoro dei miei sogni, quello che ho sempre desiderato, finalmente il salto di qualità!!! (in una struttura più grossa, per intenderci) Al colloquio mi sono venduta molto bene, dicendo di sapere fare un sacco di cose (che magari avevo solo visto fare da tutor vari) ma... se non si è sicuri di noi stessi che ci darà mai credito?
    Morale della favola: mi sento abbastanza incapace, mi impegno, corro tutto il giorno, ci metto passione, ma le mie sicurezze sulla professione cominciano un po' a vacillare. In passato in questo stesso forum mi dicevo soddisfatta anche senza specializzazione, ma ora ho decisamente cambiato idea. Sento che mi mancano degli strumenti...
    Comunque non mollo. Tanto per precisione, questa è solo una mia sensazione, nessun responsabile mi ha fatto nessuna critica.
    Credo che il problema sia in quallo che ci insegnano all'università: che siamo utili, competenti ecc ecc...
    Scusate, era solo uno sfogo, ma c'è all'"ascolto" qualcuno che all'inizio di una nuova esperienza professionale ha avuto momenti un po' difficili? Datemi un po' di conforto....
    Ciao, un bacio a tutti. Franci
    Occhio che se ti sente qualcuno a faresti discorsi demoralizzanti!!!
    Scherzo ovviamente.
    Da aggiungere c'è poco a parte che la tua posizione è stata anche la mia qualche tempo fa. A volte, non strabordare con la sicurezza, ti permette di tenere gli occhi aperti e ponderare.
    Secondo me questa è una dote essenziale quando si inizia una professione. Con l'esperienza verrà anche la sicurezza e scommetto che fra qualche mese, ripensando a tutti i dubbi che avevi, ci farai un gran risata.
    In bocca al lupo!

  11. #11
    franci00
    Ospite non registrato
    GRAZIE DI CUORE A TUTTI PER L'INCORAGGIAMENTO...!!
    Comunque lavoro in una casa di riposo. Ho fatto tirocini, master e ho lavorato anche in una piccola struttura privata ma ora... grande struttura, grandi richieste, grandi dubbi!!
    Ancora grazie per i messaggi positivi, in ogni caso non mollo.....
    Ciao a tutti!

  12. #12
    Partecipante L'avatar di robertar
    Data registrazione
    30-03-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    30
    Ciao franci,
    è successa la stessa cosa anche a me!
    Ma nelle insicurezze ti accorgi di poter trovare quelle risorse necessarie per migliorarti e acquisire sempre nuove consapevolezze. Ed è questo, per me, il senso del lavoro dello psicologo: la consapevolezza dei propri limiti aiuta ad essere rispettoso dell'altro, stimola all' autoriflessione, porta con sè nuovi significati aprendoti a potenzialità che pensavi di non possedere e nello stesso momento ti costruisci i tuoi strumenti. Sono gli strumenti che meglio si accordano con la nostra personalità, ma possiamo accorgecene solo quando ci misuriamo nell'esperienza lavorativa. Anch'io ho avuto mille dubbi, perplessità, manifestazioni d'ansia. Fa parte della costruzione di questa professionalità complessa che mette in campo la nostra immagine e il cui rimando dall'altro può spiazzarci come persone.

    Auguroni a tutti!

    Roberta

  13. #13
    Partecipante L'avatar di milemila
    Data registrazione
    18-04-2006
    Messaggi
    41
    grazie roberta per la tua testimonianza...
    credo sia un bell'esempio di come si possono superare le frustrazioni...che in questo momento sono tante!!!
    io sono sempre stata molto solare e abbastanza tranquilla ma determinata, ora vivo una sorta di "spiazzamento", in cui a volte faccio fatica a riconoscermi...lo sconforto spesso la fa da padrone...ma credo (soprattutto spero...) che tutto questo si possa superare, che un giorno saremo di nuovo felici della strada intrapresa...che dite?

  14. #14
    annina79
    Ospite non registrato
    è vero.... spesso l'università ti illude che dopo avrai il lavoro sicuro..... ma dove??!!! i bravi professori che ci hanno convinto a passare dal vecchio ordinamento di scienze dell'educazione al nuovo ordinamento di tre anni... ci dicevano... così risparmiate un anno e non preoccupatevi che i tre anni sono considerati come i 4 .... non è vero un bel niente.....!!!
    beh dai ....l'importante è non demordere.....e non abbattersi di fronte ai colloqui andati a male....
    evviva l'ottimismo!!!!!

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di Princesa76
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    roma
    Messaggi
    298
    anche io nel mio piccolo vorrei far presente a franci ma a tutti voi, che il sentirsi inadeguati fa parte di qualunque mestiere, io tempo fa trovai un lavoro che per me era palesemente un ripiego, con la speranza che mi potesse dare serenità. ero convinta che potesse andar bene e me lo sono "fatto piacere".
    Appena iniziato dopo poco, mi sono resa conto di quanto nn fosse il mio posto di quanto ci stavo male, e nn ho avuto la forza di andare avanti. Mi sono sentita fragile e spesata, nn in grado di sapermi gestire.
    Dalla tua, Franci hai il fatto di aver trovato 1cosa che ti aggrada, che senti tua e che fa parte dei tuoi studi. Qualunque lavoro è cosi, ma almeno nn vivi una frustrazione per nn vedere realizzato neanche da lontano un tuo desiderio dopo anni di studi. Tu ci sei arrivata e ti hanno per giunta selezionato. Parti dal presupposto che se nn gli vai bene, saranno loro a valutarlo nn tu. Piu che darti da fare e credere in te stessa nn puoi fare!!!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy