• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 33

Discussione: Interpretare sogni...

  1. #1
    Matricola L'avatar di kamizappa
    Data registrazione
    17-04-2007
    Residenza
    Acireale
    Messaggi
    28

    Interpretare sogni...

    Buongiorno sono uno studente del secondo anno di psicologia; volevo avere una delucidazione in merito alla interpretazione dei sogni. Secondo voi, posso provare ad interpretare alla gente dei sogni, premettendo a loro che sono solo uno studente di secondo anno in cerca di esperienza, quindi di prendere quello che dico come non assolutamente certo.

    Secondo voi potrei provocare dei traumi nel loro inconscio? O semplicemente aiutarli a fare luce su questioni oscure(ammettendo che le mie interpretazioni siano valide )?

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986
    Oddio, non credo che a qualcuno possa venire un trauma, a meno che tu non gli dica che sta per morire!!! In effetti mi sa che l'interpretazione dei sogni neanche molti psicoterapeuti affermati la sanno fare. Dai, ti diverti un pò, basta che spari palle in modo convincente e il gioco è fatto...
    La psicologia è quella cosa con la quale o senza la quale si vive tale e quale!

  3. #3
    ignorantezza
    Ospite non registrato
    Béh... secondo me c'è una certa differenza tra l'interpretazione simbolica e quella fenomenologica del sogno anche se si supportano a vicenda...
    Comunque, imho, la prima la si dovrebbe lasciare al sognatore a parte forse le associazioni abbastanza evidenti, quella fenomenologica è certamente meno soggettiva e più "neutrale" credo, quindi se si sa capire il sogno da questo punto di vista è improbabile fare delle considerazioni dalle quali il sognatore potrebbe essere suggestionato in maniera negativa ad esempio o che possano provocare reazioni incontrollate...
    Poi non sarebbe molto saggio, più per te che per il sognatore, andare in giro a chiedere di farsi raccontare i sogni... ma se uno ti chiede un'interpretazione non è un crimine provarci

    Personalmente ritengo pericoloso interferire con l'universo altrui fornendogli delle interpretazioni profonde... poi intervengono dei meccanismi di difesa difficili da gestire, come l'identificazione proiettiva ad esempio... poi finisce che nessuno capisce più chi ha proiettato cosa e sono dolori... allora bisogna essere preparati per fare certe cose, quantomeno sapere che ci si possono sporcare le mani veramente... poi se uno se le vuole sporcare, anche a "discapito" dell'altro, è una sua scelta...

    Specificare che non devono prenderti sul serio non serve a nulle secondo me.



    basta che spari palle in modo convincente e il gioco è fatto...

    Il tuo pensiero si basa sulla convinzione che l'interpretazione è solo suggestiva... sicuramente l'interpretazione simbolica offre l'opportunità di costruire un qualcosa... ma io, personalmente, ritengo più importante l'interpretazione fenomenologica del sogno... ad esempio, se uno sogna di essere pestato a sangue per aver detto una cosa giusta è lecito pensare che il sogno segnali il desiderio rimosso di essere vittima di qualcosa... se poi scopriamo che l'indomani il sognatore sarà costretto a tenere una conferenza in cui dovrà raccontare menzogne in modo credibile sarebbe lecito ricondurre il suo desiderio di vittimismo a questo evento.. penserei cioè che il sognatore fantastica che sarà picchiato anche se dice cose giuste e che il sogno segnala questo desiderio rimosso di evasione dalla realtà come pericoloso.
    Vabbéh.. forse mi è venuto un esempio un po complicato... ma credo si capisca cosa intendo.

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    Originariamente postato da marchitiello
    Oddio, non credo che a qualcuno possa venire un trauma, a meno che tu non gli dica che sta per morire!!! In effetti mi sa che l'interpretazione dei sogni neanche molti psicoterapeuti affermati la sanno fare. Dai, ti diverti un pò, basta che spari palle in modo convincente e il gioco è fatto...
    molto professionale, Marco, complimenti....

    Comunque, Kami,devo dire che nel mio caso ci hai azzeccato!
    Credo che l'importante sia specificare i propri limiti, per il resto, aiutare una riflessione sul modo che ha la nostra mente di rielaborare le info ricevute in giornata o citare quello che la psicologia popolare ha dedotto nel corso di millenni, non credo possa fare male a nessuno.
    Quoto in pieno l'affermazione di Marco relativa agli psicoterapeuti. Non so' perchè nel pensare comune è diffusa l'idea che lo psicologo sia in grado di decodificare i sogni a mo' di chiromante con la sfera di cristallo.
    In realtà, 5 anni di studio non ti forniscono il manuale di istruzioni per la mente umana e non mi è mai capitato di fare esami in cui si parlasse di sogni(a meno che non si trattasse delle prime interpretazioni di Freud, che tutti sappiamo essere imperfette, non fosse altro perchè è stato pioniere, in questo campo)e alcuni sogni fatti da pazienti schizofrenici con il tema della disgregazione del Sè.
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  5. #5
    Matricola L'avatar di kamizappa
    Data registrazione
    17-04-2007
    Residenza
    Acireale
    Messaggi
    28
    Originariamente postato da riversky
    molto professionale, Marco, complimenti....

    Comunque, Kami,devo dire che nel mio caso ci hai azzeccato!
    Credo che l'importante sia specificare i propri limiti, per il resto, aiutare una riflessione sul modo che ha la nostra mente di rielaborare le info ricevute in giornata o citare quello che la psicologia popolare ha dedotto nel corso di millenni, non credo possa fare male a nessuno.
    Quoto in pieno l'affermazione di Marco relativa agli psicoterapeuti. Non so' perchè nel pensare comune è diffusa l'idea che lo psicologo sia in grado di decodificare i sogni a mo' di chiromante con la sfera di cristallo.
    In realtà, 5 anni di studio non ti forniscono il manuale di istruzioni per la mente umana e non mi è mai capitato di fare esami in cui si parlasse di sogni(a meno che non si trattasse delle prime interpretazioni di Freud, che tutti sappiamo essere imperfette, non fosse altro perchè è stato pioniere, in questo campo)e alcuni sogni fatti da pazienti schizofrenici con il tema della disgregazione del Sè.
    grazie del sostegno...

  6. #6
    ignorantezza
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da kamizappa
    grazie del sostegno...
    Forse c'è stato un'equivoco: ho letto il post sui vermi solo poco fa e il mio precedente messaggio qua sopra non gli faceva riferimento come potrebbe essere sembrato... non volevo abbattere nessuno e spero di non averlo fatto...
    ciao

  7. #7
    ignorantezza
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da riversky

    In realtà, 5 anni di studio non ti forniscono il manuale di istruzioni per la mente umana e non mi è mai capitato di fare esami in cui si parlasse di sogni(a meno che non si trattasse delle prime interpretazioni di Freud, che tutti sappiamo essere imperfette, non fosse altro perchè è stato pioniere, in questo campo)e alcuni sogni fatti da pazienti schizofrenici con il tema della disgregazione del Sè.
    Ciao Riversky, mi interesserebbe moltissimo sapere dove posso trovare sogni di soggetti psicotici... puo fornirmi qualche indicazione?
    grazie

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    X igno:
    Un esempio te lo può fornire "introspezioni" di Paternello, non ti consiglio di comprarlo, comunque, vedi se riesci a trovarlo in qualche biblio.
    Non mi sembra fatto benissimo e il pdv che offre è molto inquadrato sulla fenomenologia ma ci sono molte descrizioni di sogni.
    Ricordo anche con piacere una bellissimo libro sulla psicopatologia dell'arte, cui si faceva riferimento ai sogni, oltre che al modo di disegnare dei pazienti schizofrenici, ma, haimè, mi sfugge il titolo.....

    edit: avevo inoltre letto di sfuggita un libro incentrato sulla interpretazione dei sogni basata sugli archetipi di jung(per soggetti non psicotici), ma risaliva ai tempi in cui mia zia, 44 anni, sociologa, frequentava l'università.
    La tendenza attuale mi sembra sia quella di inquadrare il sogno nell'esperienza ditretta della persona, per questo, in psicoterapia, mi sembra vengano usati(i sogni) più che altro per ottenere info aggiuntive sui pazienti.
    Questo non toglie che i libri che riportano le credenze popolari( ad esempio "la smorfia" napoletana, possano essere citate a mo' di curiosità, tenendo sempre presente che sono il frutto di riflessioni che vanno avanti da secoli, ma anche di un po' di superstizione... )
    Ultima modifica di riversky : 20-04-2007 alle ore 13.06.41
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  9. #9
    Matricola L'avatar di kamizappa
    Data registrazione
    17-04-2007
    Residenza
    Acireale
    Messaggi
    28
    Originariamente postato da ignorantezza
    Forse c'è stato un'equivoco: ho letto il post sui vermi solo poco fa e il mio precedente messaggio qua sopra non gli faceva riferimento come potrebbe essere sembrato... non volevo abbattere nessuno e spero di non averlo fatto...
    ciao
    No non ti preoccupare hai detto delle cose vere, e poi un buon psicologo deve anche saper ascoltare.

  10. #10
    ignorantezza
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da riversky
    X igno:
    Un esempio te lo può fornire "introspezioni" di Paternello, non ti consiglio di comprarlo, comunque, vedi se riesci a trovarlo in qualche biblio.
    Non mi sembra fatto benissimo e il pdv che offre è molto inquadrato sulla fenomenologia ma ci sono molte descrizioni di sogni.
    Ricordo anche con piacere una bellissimo libro sulla psicopatologia dell'arte, cui si faceva riferimento ai sogni, oltre che al modo di disegnare dei pazienti schizofrenici, ma, haimè, mi sfugge il titolo.....

    La tendenza attuale mi sembra sia quella di inquadrare il sogno nell'esperienza ditretta della persona, per questo, in psicoterapia, mi sembra vengano usati(i sogni) più che altro per ottenere info aggiuntive sui pazienti.
    ciao, come mai il lapsus con Iezy?
    Come ti ho già spiegato considero il sogno come segnale di pericolo nei confronti di un desiderio trucido rimosso, il sintomo per eccellenza in altre parole, e francamente mi sento avanti anni luce rispetto ad altri modelli, almeno su questo specifico tema. . . Invece mi interessano i sogni degli psicotici perché a quanto ne so io non hanno generalmente sintomi visto che per la maggior parte del tempo sono occupati a farsi le paranoie che, all'opposto del sintomo, sono una fuga dalla realtà. . Cioè, penso che il sintomo segnali le parti psicotiche
    della personalità (quindi quelle trucide e di conseguenza rimosse) ma la bassa tolleranza dello psicotico verso le spiacevoli vicissitudini della sua vita lo porta a trovarsi in uno stato di imprescindibile eccitamento paradossale tramite il quale riesce, attimo per attimo, ad assorbire la precarietà, mentre ne crea sempre più a luogo termine. .
    . . Difficile fare, o peggio, ricordare sogni in questo stato. . Quando la parte psicotica prende il sopravvento il sintomo si affievolisce. . Per tutte queste ragioni trovo interessanti i sogni degli psicotici, se hai un'esempio (un sogno) sotto mano ti andrebbe di postarlo così ne discutiamo?
    Grazie per le indicazioni (farò la tesi proprio sul sogno . . sempre che Dio lo voglia )

  11. #11
    gil74:-)
    Ospite non registrato
    scusate se mi intrometto, sono al primo anno e quindi la mia conoscenza dell'argomento è scarsa, quasi nulla, ma volevo farvi una domanda:
    si può davvero interpretare il sogno di una persona senza conoscere la sua realtà interiore, il suo modo di vivere e di sentire ciò che sta vivendo nel periodo in cui fa il sogno?
    al di là delle varie teorie (freud, jung, ecc.) il sogno non è sempre un messaggio dell'inconscio, o comunque di una parte di sé profonda e personale?
    secondo me il sogno può essere interpretato così, "al volo", usando quel modo di interpretare tipicamente popolare, che però contiene significati più o meno fissi (per es. sognare la carne significa "qualcosa di pesante") rischiando quindi di dire stupidaggini o fare interpretazioni generiche, mentre sarebbe più logico pensare che il significato vada cercato nella persona stessa (per es. nei sogni ci sono personaggi che potrebbero essere altre parti di sé).
    sinceramente, non ha senso che uno psicologo (o futuro psicologo) dia un'interpretazione "popolare" dei sogni.
    sicuramente ci sono varie teorie sul significato dei sogni, ma sono d'accordo con Riversky
    La tendenza attuale mi sembra sia quella di inquadrare il sogno nell'esperienza ditretta della persona

  12. #12
    Partecipante Esperto L'avatar di TheDreamer23
    Data registrazione
    22-01-2007
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    421
    bè raghi vi premetto che Freud è uno dei miei autori preferiti, ho già letto un paio di opere e qualcosina ai miei amici ho interpretato (premetto sono solo al primo anno), però non ho mai spinto in fondo, io ti direi si divertiti ma prendi quello che fai sempre con le pinze, non si sà mai

    ps: ovviamente mi rifaccio alla letteratura di Freud sull'argomento
    Ultima modifica di TheDreamer23 : 24-04-2007 alle ore 22.45.04

  13. #13
    Matricola L'avatar di kamizappa
    Data registrazione
    17-04-2007
    Residenza
    Acireale
    Messaggi
    28
    Originariamente postato da gil74:-)
    scusate se mi intrometto, sono al primo anno e quindi la mia conoscenza dell'argomento è scarsa, quasi nulla, ma volevo farvi una domanda:
    si può davvero interpretare il sogno di una persona senza conoscere la sua realtà interiore, il suo modo di vivere e di sentire ciò che sta vivendo nel periodo in cui fa il sogno?
    al di là delle varie teorie (freud, jung, ecc.) il sogno non è sempre un messaggio dell'inconscio, o comunque di una parte di sé profonda e personale?
    secondo me il sogno può essere interpretato così, "al volo", usando quel modo di interpretare tipicamente popolare, che però contiene significati più o meno fissi (per es. sognare la carne significa "qualcosa di pesante") rischiando quindi di dire stupidaggini o fare interpretazioni generiche, mentre sarebbe più logico pensare che il significato vada cercato nella persona stessa (per es. nei sogni ci sono personaggi che potrebbero essere altre parti di sé).
    sinceramente, non ha senso che uno psicologo (o futuro psicologo) dia un'interpretazione "popolare" dei sogni.
    sicuramente ci sono varie teorie sul significato dei sogni, ma sono d'accordo con Riversky


    Certo anche io la penso allo stesso modo, proprio per questo sottolineo sempre la non certezza dell'interpretazione, ma non solo la mia ma, anche di persone con molta più esperienza di me oltre che a lauree e specializzazioni...

    Di certo non mi permetterei mai di dire ad un depresso, "tu in realtà vuoi morire o cose del genere"... potrei mettergli strane idee in testa, non so se mi spiego..

  14. #14
    ignorantezza
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da kamizappa

    Di certo non mi permetterei mai di dire ad un depresso, "tu in realtà vuoi morire o cose del genere"... potrei mettergli strane idee in testa, non so se mi spiego..
    Un depresso solitamente lo sa se vuol morire... comunque, in ogni caso, anche se tale desiderio comparisse solo in sogno, io invece glielo direi, e lo inviterei ad esplorare le possibili motivazioni che sicuramente riguarderebbero rabbia, vendetta ecc... e su questo ci puoi scommettere! ma quanto sono trucidi i depressi???

    Ho sentito di un poliziotto che si è sparato per errore ultimamente... doveva rispondere al cell con la sinistra ma siccome aveva la pistola sulla destra, non ricordo cosa ci stesse facendo, ha risposto con quella e gli è arrivata la chiamata dritta al cervello... lapsus pericolosi...

  15. #15
    Matricola L'avatar di kamizappa
    Data registrazione
    17-04-2007
    Residenza
    Acireale
    Messaggi
    28
    Originariamente postato da ignorantezza
    Un depresso solitamente lo sa se vuol morire... comunque, in ogni caso, anche se tale desiderio comparisse solo in sogno, io invece glielo direi, e lo inviterei ad esplorare le possibili motivazioni che sicuramente riguarderebbero rabbia, vendetta ecc... e su questo ci puoi scommettere! ma quanto sono trucidi i depressi???

    Ho sentito di un poliziotto che si è sparato per errore ultimamente... doveva rispondere al cell con la sinistra ma siccome aveva la pistola sulla destra, non ricordo cosa ci stesse facendo, ha risposto con quella e gli è arrivata la chiamata dritta al cervello... lapsus pericolosi...
    sinceramente non so te, ma io non ho ancora una laurea, quindi per il momento non voglio intromettermi in queste situazioni (provare a farlo ragionare facendogli presente i suoi desideri), nè peggiorare la situazione provando a migliorarla a delle persone per ottenere dell'esperienza in cambio. Io per il momento voglio solo avere un rapporto amichevole da pari con le persone, non esercitare il classico potere dello psicologo. Quello della riabilitazione e della prevenzione dal disagio, credo sia giusto lasciarlo fare a delle persone che abbiano studiato e quindi abbiano il materiale atto al recupero.

    PS. cmq ti ringrazio delle tue risposte e della tua partecipazione, il dialogo è molto importante ed apprezzo quello che hai detto

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy