• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 18
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526

    depressione in adolescenza

    ciao...

    qualcuno ha lavorato con adolescenti in particolare con problemi depressivi? sto cercando un confronto..

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526
    nessuno nessuno?

  3. #3

    Silvietta
    L'avatar di sildel82
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    prov di udine
    Messaggi
    2,146
    Ciao, io intendo fare la tesi su questo argomento, mi interesserebbe molto sentire esperienze in merito a questi casi.
    Silvia


  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526
    specifico un pò la mia richiesta..così magari stimolo qualcuno a rispondere.... sto facendo consulenza ad una adolescente, 15 anni, nei primi 4 incontri ho fatto la parte diagnostica da cui escono diversi elementi caratteristici di un quadro depressivo. la mia collaboratrice, psicoterapeuta, io sono psicologa iscritta, ha detto di provare comunque a seguirla per un periodo prima di valutare la possibilità di un intervento diverso, fornendole un contesto di ascolto e rinforzativo per l'autostima. in genere lavoro con bambini sotto i 12 anni e quindi non ho una esperienza consolidata per l'adolescenza, nonostante sia supervisionata dalla mia collega. Volevo chiedere a chi ha lavorato con adolescenti, magari con un quadro simile, che tipo di approccio usa, lo stile di colloquio, cose da evitare.

    grazie

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Anche io sto vedendo un adolescente con questo problema. La richiesta è stata fatta perché la ragazza ha cominciato ad andare male a scuola. Durante i colloqui diagnostici è uscito fuori che è vittima di bullismo e comunque si è delineato un quadro depressivo.

    Farebbe piacere anche a me un confronto.

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526
    ciao paroletta

    mi fa piacere trovare qualcuno che come sta affiancando ragazzi con questa problematica. Tra le altre cose ho avuto difficoltà a trovare anche materiale, come libri specifici...ho preso un libro che si chiama"l'adolescente come paziente". lo sto visionando, l'approccio è psicoanalitco e non è agevolissimo.voi avete alro materiale?

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    ciao care, purtroppo io ne so' meno di voi perchè non esercito, ma ho fatto parte del mio tirocinio pl in un centro adolescenti, per cui posso provare a motivare la richiesta della collaboratrice psicoterapeuta.

    Periodi di depressione, in fase adolescenziale, sono abbastanza frequenti(anche se, ovviamente, non conosco il tuo caso specifico... )e sono spesso legati alla fase di cambiamento/sviluppo dell'identità che avviene in questo periodo. con gli adolescenti è molto importante stabilire un buon rapporto, sono in una fase in cui difficilmente si fidano dei grandi e delle autorità e sperimentano spesso l'infrazione di regole, al fine di definire una loro specifica identità, diversa da quella del bambino che obedisce ai genitori.
    In questo senso, la fiducia è fondamentale, diciamo che l'adolescente "ti sceglie" , non concede la sua fiducia a tutti. Pertanto, se hai stabilito un buon rapporto con questo ragazzo, posso capire la richiesta della tua collaboratrice. Molto meglio un periodo di rispecchiamento/accompagnamento in un percorso caratterizzato da grandi cambiamenti, difficile ma che, volendo proprio usare una terminologia nosografica, non ricade nel patologico che "sballottare" questo ragazzo da un terapeuta all'altro, che magari ritieni essere più competente, ma che dovrebbe ricominciare a ricostruire quella fiducia che, invece, con te si è già creata.
    Credo ti sarà molto utile, nel tuo lavoro, ripensare al periodo della tua adolescenza, le paure che hai vissuto, gli ostacoli che hai dovuto superare, le difficoltà dei tuoi amici....

    Certo, mi viene anche da pensare, se la terapeuta cui fai riferimento è la tua tutor per il tirocinio della specializzazione, che sia un modo per "sbolognare" un paziente che altrimenti la struttura non potrebbe seguire.

    ma questo è un pensiero un po' cattivello. Ad ogni modo, solo tu puoi sapere l'entitàà dei problemi di questo ragazzino, dal momento che sei tu che lo segui. L'adolescente ha in se' tantissime risorse per superare momenti difficili come quello che descrivi che, anzi, sono indispensabili per crescere.
    nel C.A. dove ho fatto il tirocinio le consulenze (proprio nel caso di problemi simili a quelli che descrivi) adesso(per mancanza di fondi) sono esclusivamente effettuate da tirocinanti della scuola di specializzazione...

    Ricordati che, in ogni momento, puoi ricorrere alla supervisione.
    Un abbraccio di felicità per questa bel percorso che ti accingi ad intraprendere. Non aver paura e sì saggia.
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1

    approccio psicodinamico

    "psicoterapia breve di individuazione"
    Di Tommaso Senise(credo... ) del titolo sono sicura...

    in quanto agli articoli, basta digitare i temi che vi interessano su psychinfo e sarete sommerse da una marea di bibliografia sull'argomento, di tutti gli orientamenti.
    (più agevole che un libro, da consultare! )
    Ultima modifica di riversky : 20-04-2007 alle ore 13.11.33
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526
    river

    grazie mille per il contributo!!!! in effetti pensare alla mia adolescenza mi sta aiutando molto ad inserire certi elemnti in un giusto contesto..certi atteggiamenti che in età adulta o in infanzia potrebbero essere visti come a rischio, in questa età rappresentano invece elementi tipici dell'adolescente (ma anche tra adolescente e adolescente ci sono milioni di differenze!!) per ora ho avuto un colloquio con la famiglia per riportare gli elementi ottenuti nella diagnosi e approfondire alcune situazione. poi ho rivisto la ragazza e anche a lei ho riportato alcuni risultati, per farle capire a che punto è ma anche per approfondire i temi di alcune sue risposte, in particolare quelle a rischio. poi, sempre su consiglio della mia tutor, le ho dato da fare a casa un questionario che analizza più in particolare le dinamiche familiari, e al termine del quale le si chiede cosa vorrebbe modificare della sua situazione in modo da poter stabilire degli obiettivi insieme

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di riversky
    Data registrazione
    05-07-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    3,984
    Blog Entries
    1
    Originariamente postato da Carrie
    river
    certi atteggiamenti che in età adulta o in infanzia potrebbero essere visti come a rischio, in questa età rappresentano invece elementi tipici dell'adolescente (ma anche tra adolescente e adolescente ci sono milioni di differenze!!)
    esatto, però, anche noi, da adolescenti, abbiamo avuto diversi amici... ognuno con problematiche più o meno gravi...
    Come dici tu, è solo un supporto in più, altrimenti 'sta povera ragazzina potrebbe tranquillamente andare a farsi 4 chiacchiere con le amiche o la zia, anzichè consultare una specialista, però credo che sia molto importante anche l'aspetto della relazione, in una età in cui i rapporti interpersonali iniziano a diventare così importanti...
    Mi sembra che tu abbia fatto un ottimo lavoro, fino ad adesso(altrimenti, la tua tutor non se la sarebbe sentita di proporti una consultazione...)e, come vedi, hai sempre una specialista(la tua collaboratrice) a cui chiedere in caso di dubbi.
    Anche in CA veniva sentita la famiglia dell'adolescente, serviva anche ad attuttire eventuali ansie inevitabili che avrebbero potuto rendere più difficile la situazione...
    "The road of excess leads to the palace of Wisdom..." W. Blake



    Il mio primo blog!!!

  11. #11
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312
    Consiglio vivamente anche la lettura di Pietropolli Charmet, che ha un'idea molto precisa della depressione adolescenziale (fragilità narcisistica).

    Un saluto
    gieko

  12. #12

    Silvietta
    L'avatar di sildel82
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    prov di udine
    Messaggi
    2,146
    Io sto leggendo "La depressione negli adolescenti" Di A.Bracconier, edito dalla casa editrice Borla. Lo trovo ben fatto e approfonfisce diversi aspetti della depressione negli adolescenti. Come ho detto prima vorrei fare la mia tesi su questo argomento, se qualcuno mi può indicare articoli interessanti o altro materiale è benvenuto!
    Silvia


  13. #13
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526
    grazie mille per i contributi

  14. #14

    Silvietta
    L'avatar di sildel82
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    prov di udine
    Messaggi
    2,146
    Nessuno ha letto articoli sulla sè dell'adolescente depresso? Io mi sto documentando per la mia tesi, ma non ho problemi di accesso ad alcuni database. C'è qualcuno che ha darmi qualche consiglio?
    Silvia


  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di TheGathering
    Data registrazione
    27-04-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    487
    Io sono stata un'adolescente depressa se ti può servire (e non scherzo..), tanto che mi sono iscritta a psicologia dopo già due anni di antidepressivi e ansiolitici e psicoterapia alle spalle.
    Credo che ci voglia prima di tutto tanta capacità di ascoltare, di entrare in empatia con il soggetto (come per qualsiasi altra fascia d'età), tenere presente quali sono i problemi che può avere un adolescente (figure genitoriali sicure? attaccamento? processo di separazione/individuazione? autostima? legami con amici? sessualità?), instaurare con lui un legame di fiducia e accettazione...il resto verrà da sè.
    Io poi sn un caso a parte, perchè dopo 4 anni sono fuggita dalla mia psicoterapeuta xkè mi stava facendo troppo male (ero in piena crisi) e sn fuggita da un uomo. Con lui mi trovo molto meglio ma forse avevo anche bisogno di elaborare due legami e due transfert (il mio transfert con lei l'ho capito circa un anno dopo che l'ho mollata e non l'ho mai del tutto concluso..). Boh!
    Detto questo, in bocca al lupo!
    Controlling my feelings for too long..
    They make me....
    make me scream your screams...
    (MUSE- "Showbiz")
    Just so you'll be scared of me
    behind my power
    I will hide all my fears..
    ("Locked away"- The gathering)

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy