• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Anfitrite
    Ospite non registrato

    consiglio per problemi sfinterici

    salve a tutti!! credo che questa sia la stanza giusta per porre un quesito che riguarda la psicologia dello sviluppo..io studio la clinica,perciò non sono molto ferrata sull'argomento.Vorrei semplicemente esporvi un problemino e chiedervi un consiglio.Spero non sia troppo "leggero".
    Una mia amica ha una bimba di 3 anni,socievole,molto espressiva e "sveglia".
    La bambina ha cominciato (credo già da un po'..)ad usare il vasino e il water, ma il problema è che li usa solo per la pipì.Quando fisiologicamente ha bisogno di defecare trattiene fortemente lo stimolo fino a sentire forti dolori,e quando proprio non ne può più la fa addosso.
    Ieri ero con lei ed ho assistito alla scena...appena ha sentito la mamma che "dolcemente" le chiedeva se volesse andare in bagno si è terrorizzata!!!ha cominciato a piangere e scongiurare la madre di non andarci. Ne è davvero spaventata!!!
    La mia amica mi ha raccontato che la bimba quando è all'asilo e ha lo stimolo,per non essere ripresa dalla maestra (per andare in bagno o per aversela fatta addosso..non so..)trattiene lo stimolo e questo le porta a lungo andare problemi di stitichezza.
    La mia amica è disperata,non sa come fare.Mi ha chiesto un consiglio ed io le ho detto che non la deve forzare in nessun modo..(ma lei non lo fa)..ma mi trovo in difficoltà perchè non ho molte conoscenze al riguardo.Mi date voi un consiglio?
    grazie mille...!!

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di LePleiadi
    Data registrazione
    21-11-2006
    Messaggi
    324
    Chiedere al pediatra?

  3. #3
    Anfitrite
    Ospite non registrato
    vabbè certo che ne ha parlato al pediatra..!!!ldi certo non ha chiesto un mio "consulto"..era una cosa detta tra amiche!

  4. #4
    ilaryezm
    Ospite non registrato
    io collaboro da 2 anni e mezzo con la neuropsichiatria infantile... chiaramente non è facile esprimere un parere: bisognerebbe avere molte più informazioni, ad esempio sulle altre aree dello sviluppo (alimentazione, sonno....) e, al limite, vedere la bambina.
    però, ciò che mi sento di dire è che, anche se a 3 anni la maggioranza dei bambini ha raggiunto il controllo sfinterico, almeno diurno, stiamo parlando di un ritardo delle autonomie di qualche mese, non di anni.
    per cui non mi sembrerebbe il caso, per ora, di essere così preoccupati... non tutti i bimbi hanno gli stessi tempi di crescita. naturalmente se la cosa non dovesse risolversi sarebbe forse il caso di un visita specialistica.

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    ..bè si, per un consiglio c'è bisogno di più informazioni, ad esempio la bimba aveva raggiunto il controllo sfinterico prima di andare all'asilo oppure no? C'è differenza se la capacità di trattenere e di defecare al momento e nel luogo giusto erano già stati appresi oppure no!

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di dadina79
    Data registrazione
    06-01-2003
    Residenza
    Siena
    Messaggi
    118
    Ciao! sono un'insegnante di sostegno di una bimba di 5 anni....e anche lei ha dei problemi nel fare la "cacca", anche lei si trattiene lo stimolo, non vuole andare al bagno, e ha forti dolori con problemi di stitichezza.
    La prima cosa da capire è se c'è stato un episodio che ha scatenato un rifiuto da parte della bimba di defecare. Per quanto riguarda la mia situazione, la bambina ha paura del water perchè sua cugina l'ha detto che porta via i bambini. Infatti ha difficoltà a fare anche la pipì. Lei ha associato la cacca a qualcosa di brutto che si fa addosso (nn dicendo che le scappa cacca se la fa addosso). I suoi genitori usano supposte e lassativi, e secondo me sbagliano perchè rinforzano il problema di non fare la cacca.
    Credo che una soluzione sia quella di rassicurarla che se fa la cacca poi sta meglio, farle capire e vedere che non succede nulla....poi la bimba di cu parli ha solo 3 anni e quindi è pssibile che sia una fase di sviluppo in cui non c'è da preoccuparsi tanto!!!

    non so se sono stata chiara....
    CARPE DIEM!!!!

    FORZA SIENA, FORZA LA ROBUR!!!

    "Istrice amato torna per ogni strada a stamburar, come l'estate il cuor riscaldi e il sangue fai vibrar. Bella contrada apri il tuo cuore più della tua porta, sei ormai risorta e più nessuno vincerti potrà"

    "Certe notti somigliano ad un vizio che tu non vuoi smettere, smettere mai.....certe notti da farci l amore fin quando fa male fin quando ce n'è..."

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986
    Oddio, da profano, a leggere il messaggio iniziale le possibilità sono due: o la bambina è, diciamo, "cattivella", oppure è posseduta; consiglio visita di controllo nella chiesa più vicina...
    La psicologia è quella cosa con la quale o senza la quale si vive tale e quale!

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di lollypsico
    Data registrazione
    12-02-2008
    Residenza
    dentro un orologeria
    Messaggi
    2,878
    Citazione Originalmente inviato da marchitiello Visualizza messaggio
    Oddio, da profano, a leggere il messaggio iniziale le possibilità sono due: o la bambina è, diciamo, "cattivella", oppure è posseduta; consiglio visita di controllo nella chiesa più vicina...
    mdai che cattivo che sei

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di claudiapitt
    Data registrazione
    13-09-2004
    Residenza
    provincia varese
    Messaggi
    18,837
    Blog Entries
    62
    è un problema abbastanza diffuso...
    ovviamente va valutato caso per caso, chiedendo sempre il parere del pediatra per escludere le possibili cause organiche...
    in linea di massima il problema può dipendere da:
    - la presenza di ragadi anali che, provocando dolore al momento dell'evacuazione, spingono il bambino a trattenere le feci;
    - stress emotivi come la nascita di un fratellino o un’educazione all’uso del vasino coercitiva;
    -malattie banali che, provocando febbre, inappetenza o vomito, causano una lieve disidratazione e la conseguente stipsi;
    - il normale sviluppo psicologico del bambino che, verso i due anni di vita, inizia una graduale acquisizione del controllo cosciente sulla defecazione. L’evacuazione può venire percepita come la perdita di parti di sé, e diventare quindi un avvenimento angosciante, da evitare o perlomeno da ritardare il più possibile.





    Credi nell'amore a prima vista o devo ritornare?

    "here I am: Mary Fuckin' Poppins" (S.Jones- S&TC)

    La setta dei gufatori
    Dea della vendetta
    Ex-Inquisitore boia del fu-F.E.R.U.

Privacy Policy