• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15

Discussione: Liberato Matrogiacomo

  1. #1
    Postatore OGM L'avatar di magictoldo
    Data registrazione
    03-01-2006
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    4,253
    Blog Entries
    7
    FEDERICA

    NON HO CHIESTO IO DI NASCERE...QUINDI LASCIATEMI VIVERE COME VOGLIO...

    Candidata per l'elezione a moderatore di A&C vieni a sostenermi in questa elezione, ho bisogno anche di te!http://www.opsonline.it/forum/psicol...nde-80205.html

  2. #2
    Partecipante L'avatar di andreapsico
    Data registrazione
    10-03-2007
    Messaggi
    46
    ...sono sollevato....
    Andrea

  3. #3
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, si ho letto anch'io che lo scambio di spie è andato a buon fine, c'è da ricordare però che sfortunatamente per Enzo Baldoni lui non era una spia ma un semplice giornalista.
    Saranno ben lieti alla base Americana di Gaeta (lt) di dare il bentornato a Daniele Matrogiacomo.

  4. #4
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Curioso... Il rapimento non è stato oggetto nemmeno di una nota a pié di pagina. Come se non fosse né attuale né oggetto di cronaca. In fondo, è normale che un giornalista venga rapito.
    Ma il rilascio o (se fosse accaduto) l'uccisione, chissà perché fanno più notizia.

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  5. #5
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, infatti di giornalisti che lavorano a Roma ma abbitano a Gaeta (lt) di fronte alla base navale USA "la Salle" io ne conosco pochi.
    http://www.globalsecurity.org/milita...lity/gaeta.htm
    può darsi però che i giornalisti che abbitano di fronte alle basi USA della nostra nazione siano più ispirati nei loro articoli, magari il vero motivo dell'ampliamento della base usa di vicenza è proprio l'intento di costruirci all'interno una scuola per i giornalisti italiani?

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di diecimax
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    124
    Adesso dovrà insegnarci come si vive in questo mondo?!
    Il mondo funziona a cicli

  7. #7
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Originariamente postato da Yezidism
    ciao, infatti di giornalisti che lavorano a Roma ma abbitano a Gaeta (lt) di fronte alla base navale USA "la Salle" io ne conosco pochi.
    http://www.globalsecurity.org/milita...lity/gaeta.htm
    può darsi però che i giornalisti che abbitano di fronte alle basi USA della nostra nazione siano più ispirati nei loro articoli, magari il vero motivo dell'ampliamento della base usa di vicenza è proprio l'intento di costruirci all'interno una scuola per i giornalisti italiani?
    Yezidism

    Abito a 137.14 metri di distanza (e a 15°45' verso sud) dalla moglie del fratello di uno zio di un ex dipendente della STASI (i servizi segreti della Germania Est)....

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Originariamente postato da willy61
    Yezidism

    Abito a 137.14 metri di distanza (e a 15°45' verso sud) dalla moglie del fratello di uno zio di un ex dipendente della STASI (i servizi segreti della Germania Est)....

    Buona vita

    Guglielmo




  9. #9
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Chiaraaaaaa
    Data registrazione
    17-01-2007
    Messaggi
    2,559
    e ora che Mastrogiacomo è libero

    ci tocca liberarci pure dalle eterne ingerenze USA e dalle ipocrisie di certa destra

    è un mondo difficile



    ma dico io, un momento (uno solo), in questo benedetto Paese, un momento per governare e rimettere in moto la macchina....
    ci sarà?


  10. #10
    !Faralas!
    Ospite non registrato
    mah liberare 5 presunti terroristi..

    sembero disumano con questo commento ma e cosi che la penso

    e stato unerrore accettare le loro richieste..
    lui sapeva a cosa andava incontro in quel paese ma ci e andato x il guadagno.
    e liberare 5 terroristi x lui è stato un errore visto che probabilmente quei 5 uccideranno tanti altri civili.

    cmq buon x la famiglia

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Originariamente postato da !Faralas!
    mah liberare 5 presunti terroristi..

    sembero disumano con questo commento ma e cosi che la penso

    e stato unerrore accettare le loro richieste..
    lui sapeva a cosa andava incontro in quel paese ma ci e andato x il guadagno.
    e liberare 5 terroristi x lui è stato un errore visto che probabilmente quei 5 uccideranno tanti altri civili.

    cmq buon x la famiglia


    Per certi versi concordo. Certo che Mastrogiacomo sapeva a cosa andava incontro, certo che ci andava per guadagno. Ma la vedo come una cosa meritoria, non come chissà quale bestialità.
    Liberando i terroristi è passato il messaggio che l'Italia è riccatabile, e ora lo siamo per davvero.Insomma secondo me è la decisione più deleteria che poteva esser presa. Ma se fossi stata al governo probabilmente avrei fatto la stessa cosa, per evitare di non dormire per il resto della mia vita, avendo un morto innocente sulla coscienza. Per fortuna non sono in politica e mi vengono risparmiate scelte del genere....

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    solo un pensiero: ma se fosse stato vostro padre/fratello/marito/cognato..., cosa avreste pensato? non si tratta ad oltranza? non credo proprio, sareste scesi in piazza ad urlare al mondo di trattare, di trovare un modo per far tornare a casa vivo il vostro caro. come faremmo tutti del resto.

    e visto che ci sono altre persone coinvolte, se vi va, vi lascio il link per la raccolta firme. è vero, possono non essere di nessun aiuto, ma in primo luogo non costa fatica né sforzo, in secondo luogo facciamo vedere che non ci siamo dimenticati della persona che ha reso possibile la liberazione del giornalista italiano. Ecco il link
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  13. #13
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689
    L'aver ceduto a questa forma di ricatto pur di arrivare alla liberazione di Mastrogiacomo ora espone ad ulteriori ricatti per la liberazione dell'interprete afghano....il Governo ha solo cercato di lavarsi la coscienza agli occhi dei propri elettori. Bel lavoro.
    E gente innocente ne subirà le conseguenze...

  14. #14
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689
    Invece quello che era con Mastrogiacomo e a cui hanno tagliato la gola?

    Originariamente postato da maryflower
    Ma se fossi stata al governo probabilmente avrei fatto la stessa cosa, per evitare di non dormire per il resto della mia vita, avendo un morto innocente sulla coscienza. Per fortuna non sono in politica e mi vengono risparmiate scelte del genere....
    Mastrogiacomo dormirà per il resto della propria vita?
    Mi auguro di no per la cazzata che ha fatto...

  15. #15
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689
    ROMA - "Il governo italiano è responsabile di tutto ciò che accadrà. Rahmatullah Henefi è un uomo di Emergency e sul suo ruolo non c'è nulla da chiarire". Da dieci giorni, ormai il manager dell'ospedale Emergency a Lashkargah è nelle mani della polizia afgana e Gino Strada rompe gli indugi e attacca: "Rahmatullah ha trattato con i talebani la liberazione di Daniele Mastrogiacomo per conto del governo italiano. Quello che gli accadrà è responsabilità di Prodi e di Karzai". E il fondatore di Emergency accusa anche Palazzo Chigi e la Farnesina di aver fatto poco per Rahmatullah: "Sappiamo esattamente che l'Italia non ha nepure ottenuto il colloquio con i capi di sicurezza per chiedere il perchè dell'arresto".

    D'Alema puntualizza. La replica di D'Alema non si fa attendere: "Ci siamo attivati da subito e siamo attivi". "Non è affatto vero che il governo italiano non abbia, sin dal primo momento, preso tutte le iniziative possibili" per la scarcerazione del collaboratore di Emergency, puntualizza il ministro degli Esteri. "Ancorchè si tratti di un cittadino afgano, non italiano, il governo italiano ha compiuto diversi passi su quello afgano per chiedere spiegazioni".

    "Emergency ha trattato con i talebani". Gino Strada ha un'idea precisa di quello che è accaduto dal giorno del sequestro del giornalista Daniele Mastrogiacomo il 4 marzo scorso e dalla sua liberazione, quindici giorni dopo. In serata spiega per filo e per segno la sua posizione in una conferenza stampa: "Il governo Karzai e il suo padrone - dice Strada alludento agli Stati Uniti - non hanno digerito la liberazione del giornalista. Per la liberazione di Mastrogiacomo c'è stato un accordo tra Karzai e Prodi. Adesso il governo italiano dice che non ha trattato con i talebani: certo che no, hanno demandato Emergency a farlo".

    "Rahmatullah è un uomo di Emergency". "Noi non abbiamo trattato con il governo afgano: lo ha fatto il governo italiano che ora deve chiedere il rispetto dell'accordo - insiste Strada -. Rahmatullah Hanefi è un uomo di Emergency; è in carcere a Kabul e il governo italiano è responsabile di tutto ciò che accadrà". Alza la voce il fondatore di Emergency perchè "La nostra organizzazione non vuole pagare per un accordo tra Prodi e il governo di Karzai. Vogliamo continuare a curare i cittadini afgani: già un milione 400 mila sono passati dai nostri ospedali. Mi auguro che non venga più rapito nessun giornalista in Afghanistan ma se dovesse accadere - ha detto polemicamente Gino Strada - lo lasceremo liberare ai vari Cossiga, Scelli e Follini".

    L'operazione Achille. Le accuse del responsabile di Emergency non si fermano e spaziano a tutta la missione italiana in Afghanistan: "Adesso si parla anche di consentire ai soldati di sparare più liberamente. Fino ad oggi ci avevano fatto credere che eravamo lì a costruire pozzi e a curare i bambini. Ma cosa è l'operazione Achille ormai è chiaro. Ci sono fotografie che ritraggono incursori militari mimetizzati ed è abbastanza evidente che non si tratta di esperti in neonatologia. Siamo in Afghanistan per difendere il governo Karzai perchè lo vuole il suo padrone che è il padrone anche di altri governi".

    In questi giorni negli ospedali di Emergency sono arrivati molti feriti, vittime dei bombardamenti dell'operazione Achille e alla domanda se ha visto militari italiani impegnati direttamente in azioni di guerra, il responsabile di Emergnecy replica: "Mi interessa poco chi sta in prima linea e spara e chi prepara il rancio nelle retrovie. Domani le parti si potrebbero invertire".

    Una missione, quella italiana, per Gino Strada tutt'altro che umanitaria: "Costa un milione di euro al giorno. Tutto ciò in un paese dove gli operai metalmeccanici devono scendere in piazza per ottenere un aumento di 100 euro in busta paga". Se la situazione non cambierà, Emergency sta anche meditando di abbandonare il paese: "La polizia di Karzai ha arrestato un nostro uomo e noi non siamo disposti a pagare per giochi politici. Non lo sono neppure gli italiani che hanno finanziato Emergency".


    fonte : http://www.repubblica.it/2007/03/sez...a-governo.html

Privacy Policy