• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 17 12311 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 242
  1. #1
    Partecipante L'avatar di Trottola65
    Data registrazione
    27-11-2006
    Messaggi
    53

    Lo Psicologo di Base???????

    Ragazzi/e, leggete un pò cosa ho trovato su un settimanale. Se è vero, direi che si tratta di una svolta quasi epocale....

    Riporto pari pari e uso il maiuscolo per il titolo e le domande perchè si capisca
    "STRESS DA VITA MODERNA?. ECCO LO PSICOLOGO DI BASE"
    Gratis e per tutti: per l'Ordine di categoria si può fare in un anno

    In Italia i medici di base sono 47111, ciascuno con una media di 1099 pazienti. Curano i sintomi più diversi, ma il 35% delle visite nasce non da patologie ma da problemi di natura psicologica. Da qui la proposta dell'Ordine Nazionale degli Psicologi: istituire la figura dello psicologo di base. Perchè?. "Aiuterebbe le tantissime persone che temono il lettino dell'analista", spiega il presidente Giuseppe Luigi Palma. "Solitamente si ricorre a noi solo nei casi più estremi, per gravi disturbi psichici".

    INVECE?
    "Invece possiamo fare molto anche nella prevenzione e nell'aiuto di "normali" stati stati depressivi, di stress e di malesseri originati dalla vita quotidiana".

    LO PSICOLOGO DI BASE SI OCCUPEREBBE DI QUESTO?
    "Sarebbe di sostegno nelle situazioni di crisi effettuando una diagnosi e, se necessario, indirizzando la persona verso lo specialista più adatto".

    NON C'E' IL RISCHIO DI UN ABUSO DI MEDICINALI?
    "Lo psicologo non è un medico e non può prescrivere farmaci. Quindi non ci sarebbe alcun rischio".

    E CHI LI PAGHEREBBE?
    "Il sistema sanitario nazionale, che potrà fornire il servizio anche attraverso gli enti locali. Abbiamo già presentato la proposta al ministero della Salute, che ha risposto con entusiasmo. Se c'è la volontà, il progetto può diventare realtà in un anno".

    Cosa ne pensate???. C'è da crederci???. Qualcuno di voi ha sentito una notizia del genere?.
    Io dico solo che la definizione di "psicologo di base" non mi va proprio giù...mi sembra un volerci accomunare al medico di base, quando, di fatto, quello di cui parla Palma è il lavoro dello psicologo. Punto. Senza l'aggiunta del "di base"....
    Detto questo, per il resto non mi pronuncio proprio, ora come ora mi sembra pura utopia!.

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di francesco27
    Data registrazione
    22-06-2006
    Residenza
    Long Island, N.Y.
    Messaggi
    3,732
    ciao ,mi piacerebbe, purtroppo, e dirò una cosa molto severa e un principio della mia vita, non sono le parole che mi convincono, ma i fatti.
    basti pensare, con un bricciolo di saggezza, che il venir meno delle visite militari obbligatorie, le famose tre giorni che uno faceva a 17 anni l'anno prima di fare il servizio di leva,e che garantivano una doppia somministrazione dell' mmpi, durante la tre giorni e 15 giorni dopo l'inizio del periodo di leva, hanno tolto uno screening molto importante sulla gioventù italiana, uno screening che poteva servire e che serve, ora la battaglia crucuiale è da combattere dentro le scuole a mio avviso con una nuova politica che includa la figura dello psicologo come agente formatore dell'educazione e della formazione.
    le chiacchiere se le porta il vento e i maccheroni riempiono la pancia, noi non troviamo qualcuno che ci rappresenti e si faccia sentire a gran voce..................


    花は桜木人は武士
    "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero".
    Nessun Metodo Come Metodo Nessun Limite Come Limite. B.Lee

  3. #3
    Partecipante L'avatar di Trottola65
    Data registrazione
    27-11-2006
    Messaggi
    53
    le chiacchiere se le porta il vento e i maccheroni riempiono la pancia


    Francesco è assolutamente vero e infatti ho premesso che mi sembra pura utopia!.
    Però dopo aver letto l'articoletto confesso che mi ha sfiorata l'illusione che forse si sta iniziando a capire quanto bisogno ci sia della psicologia...
    Ragazzi, si parla di un italiano su tre che si reca dal medico di base per problemi psicologici....
    1 su 3!!!!

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di brina_84
    Data registrazione
    06-12-2006
    Messaggi
    279
    Io ho sentito che già diversi anni fa (almeno 5/6 ma forse più) era stata fatta questa proposta e stava per partire, ma poi ci fu un cambio di governo e la cosa venne accantonata. Quindi, forse potrebbero esserci delle buone speranze, perchè è vero che ce n'è molto bisogno, e magari la gente non avrà più tanto timore nel cercare l'aiuto di uno psicologo, diventerà (sempre con il passare del tempo) una cosa normale, per questo io non sono tanto contraria alla denominazione "di base", perchè serve a rendere più familiare e naturale il ruolo dello psicologo, almeno secondo me.
    Se avete ulteriori notizie, aggiornateci.
    grazie!

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Originariamente postato da Trottola65

    Ragazzi, si parla di un italiano su tre che si reca dal medico di base per problemi psicologici....
    1 su 3!!!!
    Non è tanto sorprendente che 1 italiano su 3 vada dal medico per problemi psicologici, quello che è davvero grave è che IL MEDICO PRESCRIVE VALIUM E LO RISPEDISCE A CASA, senza nemmeno farsi venire lo scrupolo che una visitina allo psicologo non farebbe male...
    Super d'accordo con la proposta dello psicologo di base. Non sarà un'introduzione dell'immediato futuro, ma secondo me ci si arriverà. Purtroppo però non credo che noi ne beneficeremo.

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di brina_84
    Data registrazione
    06-12-2006
    Messaggi
    279
    Non è tanto sorprendente che 1 italiano su 3 vada dal medico per problemi psicologici, quello che è davvero grave è che IL MEDICO PRESCRIVE VALIUM E LO RISPEDISCE A CASA, senza nemmeno farsi venire lo scrupolo che una visitina allo psicologo non farebbe male...
    Quoto in pieno

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di Dottoressina
    Data registrazione
    31-10-2006
    Residenza
    Caserta
    Messaggi
    218
    Ci pensate... se questa proposta diventa realtà molti psicologi troveranno lavoro!!!!!!!!!!!!! Io delle volte mi preoccupo perchè vedo psicoterapeuti che si lamentano del Troppo POCO lavoro! Così almeno TUTTI capiranno cos'è lo psicologo......... e impareranno a fare un pò di distinzione tra psicologo, psichiatra, neurologo, etc.. etc...

  8. #8
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Dottoressina
    [...]Così almeno TUTTI capiranno cos'è lo psicologo......... e impareranno a fare un pò di distinzione tra psicologo, psichiatra, neurologo, etc.. etc...
    direi che questo sarebbe il risvolto più importante di tutti ... ma avverà sul serio? ci sarà davvero lavoro per gli psicolgi, per i laureati in psicologia? e come lo vorrebbero realizzare? coi soldi pubblici che non ci sono? che sono sempre meno?

    sono diventata una persona terribilmente diffidente, da quando mi sono laureata ... e la teoria del sospetto si impossessa ogni giorno di più di me!!! non credo più a nulla se non come Franceso ( ) ai fatti: concreti e incontrovertibili ... !!!

    vi chiedo una cosa ... perchè aspettare il ministero della salute?
    cosa impedisce di aprire adesso uno studio di psicologia? che potrebbe essere convenzionato col SSN (così si conterrebbero i costi per tutti) ... dove fare esattamente quello che dice De Palma ... che è esattamente il lavoro dello psicologo? qualcuno mi dice secondo lui perchè non ci sono studi psicologici, ma solo psicoterapeutici? se le persone hanno così bisogno di sotegno psicologico ... la richiesta dovrebbe già essere forte ...

    se lo psicologo deve essere di base allora si dovrebbe lavorare solo con la laurea, no?! ma allora perchè non si lavora? io non capisco ... l'idea non mi sembra originale, lo psicologo esiste già ed è già di base! e comunque il SSN è una "macchina" che lo stato sta finanziando sempre meno ... io credo che sia solo una trovata che non andrà in porto ... esistono già nelle Ausl le U.O.P. (unità operative di psicologia) ... allora perchè non aprire i concorsi e assumere nuovi psicologi? sarebbe molto più rapido e molto meno dispendioso)!


    Ultima modifica di psicosarix : 15-03-2007 alle ore 14.08.48

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di Dottoressina
    Data registrazione
    31-10-2006
    Residenza
    Caserta
    Messaggi
    218

    Hai ragione...

    Hai ragione.... anch'io non sono per niente fiduciosa al riguardo. Sarà un'altra illusione x noi psicologi.

  10. #10
    psicosarix
    Ospite non registrato

    Re: Hai ragione...

    sai poi cosa mi lascia stupita?

    il fatto che si accosti sempre e ancora la figura dello psicologo al medico, ma perchè si continua a fare questo errore???
    perchè si insiste a far passare lo psicologo come una sorta di medico??? ma quando ci sganceremo da questi falsi stereotipi, che non fanno altro che dare un'immagine parziale e di serie B dello psicologo???

    è proprio perchè la 56/89 è impostata sul modello "medico". è proprio perchè si parla solo di psicoterapia (in specifico), che siamo ridotti in questo modo!!!

    le persone non vogliono nuovo "medici della mente, della psiche", non vogliono un altro "medichetto di base". le persone chiedono alla psicolgoia di restituire alle difficoltà della vita la dimensione della normalità e del benessere e non vogliono che gli facciamo delle diagnosi, perchè non sono malate ... le persone, dalla psicologia vogliono gli strumeti per vivere meglio!!!!!! vogliono il benessere psicologico, vogliono diventare capaci di affrontare meglio la vita, di essere più serene e felici, di avere rapporti migliori con gli altri, vogliono far funzionare meglio la loro vita e vogliono imparare ad affrontare al meglio le difficoltà!!! non vogliono sentirsi dire che sono "leggermente malate", ma visto che sono arrivate in tempo dallo psicologo non peggioreranno!!!

    non fanno altro che la stessa politica di sempre trita, triste e vecchia!!! non faranno altro che medicalizzare sempre di più la psicologia, che riproporre il vecchio schema dello "psicologo=strizzacervelli=medico della testa" invece di liberare il potenziale di crescita e di sviluppo psicosociale che ha la psicologia!!! e la gente non ci andrà da questo tipo di figure!!! perchè sono vecchie e legate all'idea: medico=malattia=cura, che le persone non vogliono!!!

    ho trovato un articolo in cui intervistano De Palma (CNOP)sull'argomento, mi sembra molto simile a quello riportato da Trottola65 ( per favore, ci puoi dire su che rivista era il tuo? ), è su almalaurea, vi metto il link:


    http://www.almalaurea.it/info/alman...ro/070213.shtml


    Ultima modifica di psicosarix : 15-03-2007 alle ore 23.53.07

  11. #11
    psicosarix
    Ospite non registrato

    Re: Re: Hai ragione...

    scusate ... un errore

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di Dottoressina
    Data registrazione
    31-10-2006
    Residenza
    Caserta
    Messaggi
    218
    è per questo che io ho detto.... finalmente si farà un pò di distinzione tra le varie figure professionali
    La gente stenta ad andare dallo psicologo perchè lo vede come una sorta di medico che cura chi ha patologie mentali.
    Perciò si limitano a recarsi semplicemente dal loro medico di base, o preferiscono andare dal neurologo, se soffrono di un pò d'ansia o di un pò di depressione, perchè il neurologo cura i nervi E questo li tranquillizza perchè, per queste persone, essere "malati" di nervi non è essere malati di mente!!!!!!!!!

  13. #13
    Partecipante L'avatar di Trottola65
    Data registrazione
    27-11-2006
    Messaggi
    53
    Ciao a tutti!. Ho trovato questo articoletto su Vanity Fair ...o meglio, l'ha trovato la mia mamma, che poi è corsa tutta entusiasta a farmelo leggere!.
    Concordo con quello che avete scritto, dobbiamo assolutamente rivalutare la figura dello psicologo....anzi, per prima cosa dobbiamo far capire alle persone chi è lo psicologo!. Le persone di una certa età che conosco dicono tutte che curo i pazzi!
    Purtroppo, da noi andare dal medico è una cosa assolutamente normale, andare dallo psicologo no...ecco perchè forse dai piani alti hanno pensato a questa dicitura "psicologo di base"....forse per farla digerire meglio alle persone, invece di impegnarsi nella promozione di una figura professionale il cui operato potrebbe garantire anche l'abbattimento di un sacco di costi sociali!.
    A proposito del neurologo, mi è stato riferito questo episodio. A una conoscente con sintomi ansioso-depressivi di una certa importanza, è stato consigliato dal medico di andare dal neurologo...la signora non capiva come mai, dato che il medico le aveva appena riferito che non riscontrava in lei segni neurologici...la risposta è stata: "Lei da chi andrebbe?. Se il neurologo non riesce ad aiutarla, allora, in ultima analisi, può anche pensare a uno psicologo".
    No comment!

  14. #14
    tarabramanu
    Ospite non registrato
    Ciao a tutti!
    Girovagando per il Forum ho visto questa ghiotta discussione e non posso fare a meno di esprimermi.

    In primo luogo credo che solo la dicitura "Psicologo di Base" (ammesso che tale progetto si concretizzi) sia un pò controproducente perché in fondo l'identità delle nostre competenze e compiti é già di per sé così generica e aspecifica ai non addetti ai lavori, che non farebbe altro che aumentare l'aura di fumosità...Cioé lo psicologo é già "di base" (competenze diagnostiche, preventive e supportive) rispetto allo psicoterapeuta...Ma la maggior parte delle persone non hanno ancora capito questa elementare differenza.

    In secondo luogo credo che le nostre difficoltà siano in parte imputabili a due ordini di fattori:
    - L'intervento degli psicologi mediatici (e qui si apre un baratro!!) che non fanno altro che mitizzare (e quindi rendere poco credibile la nostra professione) lo psicologo rendendolo un "guru" con le soluzioni a portata di mano.
    - A noi stessi (in senso lato, ma più ai piani alti) che ci ostiniamo a volere entrare in merito a qualsiasi settore umano (psicologia del turismo, degli animali!!!!, dello sport e di quant'altro, senza nulla togliere a coloro che ci mettono serietà e passione) non facendo altro che alimentare un'impressione di genericità e ambivalenza...Della serie siamo come il prezzemolo...

    Infine credo che un possibile "passo avanti" almeno nel percorso della nostra differenziazione sia quello di ostruire/vietare ad esempio l'iscrizione alla specializzazione ai laureati in medicina...(un progetto di cui si parla da tempo ma che purtroppo é una chimera vista la potenza della Lobby medica rispetto alla nostra).
    La motivazione non é rivalsa o invidia ma semplicemente l'esigenza di chiarire il nostro ruolo e le nostra competenze all'interno della "cura della persona"...
    Che ne pensate?

  15. #15
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Trottola65
    [...] invece di impegnarsi nella promozione di una figura professionale il cui operato potrebbe garantire anche l'abbattimento di un sacco di costi sociali!. [...]
    ... sono in totale accordo con te !!!
    penso che sarebbe davvero meglio impegnarsi nella promozione dello psicologo e, come dice tarabramanu , farlo in modo serio e corretto ... che secondo me significa:

    1) non accostare la nostra figura a quella dei medici, perchè sono due professioni diverse
    2) promuovere tutti gli ambiti della psicologia e tutti i profili professionali di psicologo



Pagina 1 di 17 12311 ... UltimoUltimo

Privacy Policy