• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 52
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di stellamaranta
    Data registrazione
    27-12-2004
    Residenza
    tra nuvole e lenzuola
    Messaggi
    683
    Blog Entries
    36

    Il caso d'incesto che divide la Germania

    Hanno già quattro figli, di cui due disabili
    Il caso d'incesto che divide la Germania
    Patrick e Susan Stübing chiedono l'abolizione della legge che definisce criminale il matrimonio fra fratello e sorella

    LIPSIA - Sono fratello e sorella ma si amano e sono pronti a portare il loro caso davanti alla Corte Costituzionale tedesca affinchè l'antica legge che proibisce l'incesto sia abolita. E' la storia di Patrick Stübing e di sua sorella Susan, entrambi di Lipsia, rispettivamente 29 e 24 anni, che in questi giorni sono sulle pagine di molti giornali tedeschi: Patrick e Susan hanno iniziato una relazione nel 2000 e oggi hanno 4 figli, tre dei quali adesso sono in affidamento
    STORIA - La loro storia d'amore non è così chiara e lineare, come potrebbe apparire in un primo momento: i due infatti hanno vissuto la loro infanzia divisi nella Germania dell'Est comunista e si sono conosciuti quando erano già grandi. Patrick fu adottato da un'altra famiglia e conobbe i suoi parenti biologici non prima del suo diciottesimo anno di età. Il suo vero padre era già morto, ma egli riuscì a trovare la madre, Annemarie e sua sorella Susan solo nel 2000. Sei mesi dopo la riunione la madre Annamarie morì per un attacco di cuore. Presto Susan e Patrick s'innamorarono e cominciarono ad avere una relazione
    AMANTI - Adesso però i due amanti sono stanchi di essere trattati come criminali e hanno annunciato domenica scorsa che porteranno il loro caso davanti alla Corte costituzionale tedesca per cercare di far abolire una legge «vecchia di 100 anni» che dichiara crimine l'incesto: «Vogliamo che la legge che presenta l'incesto come un crimine sia abolita» ha specificato Patrick Stübing che ha passato due anni in carcere e adesso rischia un ulteriore pena proprio perchè non ha messo fine alla relazione con sua sorella. «Non ci sentiamo colpevoli di quello che è accaduto» hanno affermato tutti e due in una dichiarazione rilasciata ai media locali.
    DIVISIONE - La storia ha diviso non solo la Germania, ma anche i Paesi vicini, come il Belgio, l'Olanda e la Francia, dove l'incesto non è proibito per legge. La maggior parte dei dottori che si è interessata al caso però ha sottolineato che sebbene la loro storia sia comprensibile è giusto rispettare le regole della natura: infatti come dimostra la loro storia i figli nati da fratelli e sorelle hanno maggiori possibilità di presentare malformazioni e malattie. Due dei figli di Patrick e Susan sono disabili. Tuttavia alcuni politici e esperti legali sono critici nei confronti della legge che era parte della politica «dell'igiene razziale» promossa dai nazisti: «Noi dobbiamo abolire una legge che appartiene al secolo scorso e che non ha più senso» ha detto Jerzy Montag, portavoce del Partito verde tedesco VITA - «Vogliamo vivere come una famiglia normale» hanno dichiarato i due amanti, mentre il loro legale, Endrik Wilhelm, che porterà il loro caso davanti alla Corte Costituzionale, dice che i due hanno buone possibilità di vincere la loro battaglia. Egli imposterà la sua linea di difesa specificando che nessuna legge tedesca proibisce a persone anziane o disabili di avere bambini, anche se queste corrono seri rischi di generare figli con malformazioni fisiche e mentali. Anche i fratelli e le sorelle, a questo punto, dovrebbero avere gli stessi diritti e non essere discriminati: «Questo è una questione che interessa sia i diritti della famiglia sia la libertà sessuale» afferma l'avvocato Wilhelm. «Susan e Patrick non hanno fatto del male a nessuno».
    Francesco Tortora
    27 febbraio 2007

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/C.../incesto.shtml
    Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un'opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l'opera finisca priva di applausi.

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    Questa è veramente tosta! Ci devo riflettere...
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di Pinkolina
    Data registrazione
    18-02-2007
    Residenza
    Roma (per studio)
    Messaggi
    346
    Originariamente postato da Antopsi
    Questa è veramente tosta! Ci devo riflettere...
    Vero vero vero...bisogna riflettere molto prima di dare risposte semplicistiche...



    Originariamente postato da Antopsi
    i due infatti hanno vissuto la loro infanzia divisi nella Germania dell'Est comunista e si sono conosciuti quando erano già grandi.
    Solo una cosa: io credo che il grado di parentela non sia riscontrabile solo da fattori biologici...forse più da fattori elettivi e dal vissuto in sè...I due hanno vissuto separati...da una parte è come se non fossero fratelli...con questo non voglio dare torto o ragione...era solo una riflessione. Magari due "fratellastri" avrebbero tutto il diritto di stare insieme (perchè biologicamente non fratelli) ma non ci riuscirebbero mai perchè il legame creatosi fra loro (vivendo insieme) è un legame di sola fratellanza...

    Difficile esprimere un parere su questa storia...
    ***

    CLICCAMI!

    気をつけて神様は見てる。
    暗い夜道は手をつないでください!
    一人で遠くでもいつも見つけ出してくれる。
    知ってることは全部教えてくれる。
    私がおぼえたなくても、
    何度でも教えてくれる。
    でも 全部わかってしまったらどうすればいいの?

  4. #4
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    mah....che caso singolare....
    che dire? va bene la libertà di espressione....di amare.......etc.....
    è pur vero che al cuore non si comanda.....ma mi chiedo: dove si andra' mai a finire??!
    non a caso i figli di questa " coppia" sono disabili......la genetica ci insegna quali sono i rischi di una prole i cui genitori sono consanguinei...... e sulla dichiarazione dell'avvocato sul fatto che " non fanno del male a nessuno" ho i miei dubbi......basta guardare i loro figlioletti.......
    per me è inconcepibile solo l'attrazione fisica tra un fratello e una sorella, figuriamoci un "matrimonio" con tanto di prole.......
    boh se questa è natura.......

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di stellamaranta
    Data registrazione
    27-12-2004
    Residenza
    tra nuvole e lenzuola
    Messaggi
    683
    Blog Entries
    36
    a me faceva riflettere anche il fatto che lei a 24 anni abbia già 4 figli...
    Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un'opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l'opera finisca priva di applausi.

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato
    non sono d'accordo sulla prigione, ma neanche sul matrimonio, xke se loro "possono" avere il diritto di stare insieme, i bambini "devono" avere il diritto di nascere sani

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    i due infatti hanno vissuto la loro infanzia divisi nella Germania dell'Est comunista e si sono conosciuti quando erano già grandi.
    per come la vedo io il fatto che siano cresciuti separati non implica "parentela affettiva"...ma solo genetica...quindi niente vieta che i due si possano amare e procreare...

    non a caso i figli di questa " coppia" sono disabili......la genetica ci insegna quali sono i rischi di una prole i cui genitori sono consanguinei...... e sulla dichiarazione dell'avvocato sul fatto che " non fanno del male a nessuno" ho i miei dubbi......basta guardare i loro figlioletti.......
    su questo non sono daccordo...
    il fatto che siano consanguinei aumenta sicuramente le probabilità di avere figli disabili...ma le stesse probabilità aumentano nel momento in cui una donna che ha superato i 40 decide di rimanere portare a termine una gravidanza...o nel momento in cui una coppia di genitori con "intolleranza di sangue" (scusate non so il nome scientifico...ma conosco una coppia che ha questo problema) decide di mettere al mondo un figlio che ha il 50% di probabilità di diventare disabile...

    e poi...niente da la certezza "genetica e biologica" che i figli che nascono siano sani/disabili a prescindere che ci siano consanguineità o meno...

    i due si amano...hanno 4 figli che amano a loro volta...

    second me sono una "famiglia felice"...da apprezzare...cosa molto rara visto i tempi che corrono
    baciuz'

  8. #8
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Anandamyde mi spiace ma mi lasci senza parole....
    non vorrei sembrare offensiva quindi ti dico solo che non riesco a seguire il filo del tuo discorso, e stento anche a credere che lo pensi davvero.

  9. #9
    forse motivando il nostro dissenso per il punto di vista dell'altro, invece di limitarci a esprimerlo, non rischieremmo di offendere i nostri interlocutori
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  10. #10
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    Anandamyde mi spiace ma mi lasci senza parole....non vorrei sembrare offensiva quindi ti dico solo che non riesco a seguire il filo del tuo discorso, e stento anche a credere che lo pensi davvero.
    io non mi sento offesa...la pensiamo solo diversamente...

    il fatto è che secondo me la "non consaguineità" garantita dal non essere parenti non tutela il nascituro da eventuali malformazioni nè disabilità...

    il caso della coppia che conosco secondo me ne è un esempio...

    non sono legati da consanguineità (quindi non c'è incesto) ma sono a conoscenza di un' "intolleranza" dei loro gruppi sanguigni (marito/moglie) e sono anche a conoscenza del fatto che hanno il 50% di possibilità di mettere al mondo un figlio disabile...hanno corso il rischio con due gravidanze...ed entrambe hanno dato vita a due figli disabili (tetraparesi spastica, gravi problemi cardiaci e di vista e gravissimo ritardo mentale per entrambi i bambini)...

    cosa rende diverso il loro amore da quello dei due "fratelli" tedeschi?
    baciuz'

  11. #11
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Mi sembra che Freud parlasse del tabù dell'incesto come caratteristica della nostra società.è una delle tante cose che mi sembra inizino a scivolarci di dosso e questo è molto pericoloso.In nome della libertà,che a me sembra più qualcosa del tipo "voglio fare quel cazzo che mi pare", si toglie valore a qualsiasi norma.
    L'incesto è dannoso biologicamente e psicologicamente, è dannoso e non praticato dalle specie animali evolute e da tutte le società e religioni che conosco.anche psicologicamente provoca repulsione.
    Partendo da queste premesse mi sembra che la loro richiesta non sia neanche da prendere in considerazione: dovrebbe cambiare una legge che ha un senso e un valore da tutti i punti di vista a causa dell'esperienza personale di un singolo?a me sembra una follia totale

  12. #12
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Anandamyde
    io non mi sento offesa...la pensiamo solo diversamente...

    il fatto è che secondo me la "non consaguineità" garantita dal non essere parenti non tutela il nascituro da eventuali malformazioni nè disabilità...

    il caso della coppia che conosco secondo me ne è un esempio...

    non sono legati da consanguineità (quindi non c'è incesto) ma sono a conoscenza di un' "intolleranza" dei loro gruppi sanguigni (marito/moglie) e sono anche a conoscenza del fatto che hanno il 50% di possibilità di mettere al mondo un figlio disabile...hanno corso il rischio con due gravidanze...ed entrambe hanno dato vita a due figli disabili (tetraparesi spastica, gravi problemi cardiaci e di vista e gravissimo ritardo mentale per entrambi i bambini)...

    cosa rende diverso il loro amore da quello dei due "fratelli" tedeschi?



    mi fa piacere che tu mi abbia capita e che non ti senta offesa
    rispetto ovviamente il tuo pensiero, anche se diversissimo dal mio...

  13. #13
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    a me sembra più qualcosa del tipo "voglio fare quel cazzo che mi pare", si toglie valore a qualsiasi norma
    fino a che non ledono le libertà altrui dov'è il problema?

    si amano in provato...hanno 4 figli...due disabili (dovuto alla consanguineità? puo' essere...ma ci sono altre mille variabili possibili)...e 2 sani...

    se il problema dell'incesto è legato all'avere figli "potenzialmente" disabili...perchè non si parla dei figli che hanno "potenzialmente" sani?
    baciuz'

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Originariamente postato da Parsifal
    Mi sembra che Freud parlasse del tabù dell'incesto come caratteristica della nostra società.è una delle tante cose che mi sembra inizino a scivolarci di dosso e questo è molto pericoloso.In nome della libertà,che a me sembra più qualcosa del tipo "voglio fare quel cazzo che mi pare", si toglie valore a qualsiasi norma.
    L'incesto è dannoso biologicamente e psicologicamente, è dannoso e non praticato dalle specie animali evolute e da tutte le società e religioni che conosco.anche psicologicamente provoca repulsione.
    Partendo da queste premesse mi sembra che la loro richiesta non sia neanche da prendere in considerazione: dovrebbe cambiare una legge che ha un senso e un valore da tutti i punti di vista a causa dell'esperienza personale di un singolo?a me sembra una follia totale



    quoto, straquoto e mi genufletto

    posso anche capire la confusione che provano questi due ragazzi, ma avvallarla mi sembra decisamente troppo

  15. #15
    Io credo che il fattore rilevante sia che si sono conosciuti da adulti. Io vomito al solo pensiero di andare a letto con mio fratello, ma ci sono cresciuta insieme, è diverso.
    Detto questo, limitare la libertà è sempre sbagliato, ma naturale in una società civile. L'incesto non dovrebbe essere reato, per la maggior parte delle persone l'ambiente sociale in cui cresciamo ce lo vieta senza bisogno che ci sia una legge. la cosa divertente è che sto scrivendo un libro su questo! L'incesto è un tabù talmente radicato in noi, che è "divertente" analizzarlo.
    A parte gli scherzi, consiglierei ad entrambi una consulenza psicologica, dovrebbero rendersi conto del rischio che corrono i figli, che non hanno colpa, o non dovrebbero averla, delle scelte dei genitori.
    "È orrendo che io debba stare zitta al posto loro. È orrendo che io non possa esprimere tutto il mio dolore, che debba soffocarlo e ascoltare i loro lamenti. Sono disgustosi, esagerati, non li avresti mai sopportati.
    È orrendo saperti morto, sapere che non potrò più rivedere i tuoi occhi verdi, i miei stessi occhi, che mi rimproverano di qualcosa, o che mi sorridono dopo una delle nostre giornate."
    Angie, ErisBook

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy