• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 73
  1. #1
    Postatore OGM L'avatar di marygrace83
    Data registrazione
    15-11-2005
    Residenza
    ...
    Messaggi
    4,166

    maestra taglia la lingua a un bimbo!un gioco!

    www.corriere.it
    MILANO — Un gioco. «Tira fuori la lingua, forza...». Un gioco? «Tira fuori la lingua che te la taglio, così non parli più». La maestra lo dice una, due volte. Alla terza l'alunno è a tiro. Sono già due volte che va al cestino a temperare la matita. «Ancora?». L'insegnante sorride, certo, ma adesso prende un paio di forbici e abbassa le lame sulla bocca. Un taglio netto. Il bimbo ha 7 anni e mezzo ed è vivace come vuole l'età. Ma ora sanguina a dirotto. Piange. Allora subito in bagno con la maestra a sciacquare, poi giù in segreteria, la telefonata alla mamma, al 118 e di corsa all'ospedale pediatrico «Vittore Buzzi». Il gioco finisce con cinque punti di sutura, lo docente sospesa «a titolo cautelativo», una denuncia per lesioni e una richiesta di danni. La famiglia contro scuola e insegnante. Che all'inizio, in bagno, avrebbe provato pure a convincere il bimbo: «Non dire alla mamma che sono stata io, ma che hai fatto tutto da solo». Ma poi monta in ambulanza e crolla: «Non volevo, signora, mi dispiace. Non so come sia potuto succedere».

    Come sia, è successo. Sono le 16 di martedì 20 febbraio in una scuola elementare nella zona nord-ovest di Milano. Mezz'ora all'uscita. L'insegnante di ruolo è fuori aula. Chiede a R. S., 22 anni, docente di sostegno, di tenere calma la sua II per qualche minuto. È in quei minuti che Ahmed (lo chiameremo così) si alza per andare due volte al cestino. Poi, il gioco: «Non era la prima volta che la maestra lo faceva», racconta il bimbo. Ma stavolta finisce male. Venti giorni di prognosi per «una ferita a tutto spessore della lingua», è scritto nel referto. E dieta «semiliquida e semifredda». Yogurt e frullati.

    Una settimana dopo, il bambino è ancora sotto choc. A scuola non ha messo piede e non vuole farlo: «Ho paura che mi facciano ancora male». Non dorme la notte, ha gl'incubi e scappa da tavola quando spuntano i coltelli. Per accudirlo, la madre ha lasciato il lavoro in una cooperativa. Sono giorni di visite, notti in bianco e burocrazia. La denuncia ai carabinieri e poi la causa affidata all'avvocato Piero Porciani. Ieri, la decisione: la famiglia si costituisce parte civile contro l'insegnante e denuncia l'istituto. La richiesta: un risarcimento per danni materiali e morali.

    Siamo in una scuola «di frontiera», a Milano. Una tra tante. Un iscritto su due è figlio d'immigrati. Le circolari sono scritte persino in arabo e in cinese. Integrazione e polemiche. Che sia per il presepe o i canti di Natale. Ma in questi giorni a scuola non canta e non parla nessuno. Né i bidelli, né gli insegnanti. Il preside ha chiesto silenzio e riservatezza: «È in atto un'indagine, siamo ancora a metà percorso. La questione è seria». Si capisce dalla lettera inviata alla famiglia di Ahmed: «Dal colloquio avuto con la maestra emerge la necessità di avere ulteriori notizie». Per ora, R. S. è stata «allontanata dalla classe». Questa mattina, i genitori del piccolo hanno un incontro a scuola. Il preside ha chiesto di vedere «le forbici del bambino». Ha già fatto denuncia alla polizia e all'assicurazione.

    La maestra ha già ammesso: «Voleva essere uno scherzo, è stato un incidente». Ma le scuse non bastano, incalza il direttore scolastico regionale, Anna Maria Dominici: «Ho mandato subito un ispettore per capire le responsabilità e fare proposte su come intervenire». Perché, insomma, «è una vicenda che ha davvero dell'incredibile». E però non si creda «che dipenda dall'inesperienza: queste cose non devono mai succedere».

    Pagella di metà anno. Ahmed ha buono e distinto in tutte le materie, solo sufficiente in scienze («Non riesco a imparare le parti delle foglie..»). Buono anche in condotta: «Sono bravo, io...», sorride. Anche alla playstation. È da una settimana che sfida «La Gang nel Bosco». Questo sì, un gioco.



    non ci posso credere................
    povero piccolo....

  2. #2
    Partecipante L'avatar di indecifrabile80
    Data registrazione
    20-02-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    52
    agghiacciante!!!

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di euphoria
    Data registrazione
    26-11-2006
    Residenza
    in una vita nuova
    Messaggi
    10,110
    Blog Entries
    8
    piu passa il tempo piu mi convinco che certe gente non solo deve essere curata ma sopratutto rinchiusa!!che razza di scuole sono queste?spiegatemelo!nel mio isituto,uno qualunque ,si è arrivato perfino ad avere rapporti sessuali con i professori in vista della maturità
    fabri fibra canta "non voglio figli e i miei lo sanno perchè non mi fido piu delle scuole che fanno......"
    sconcertata delusa....amareggiata tristemente arrabbiata e intimorita.....scommetto che all'estero tira tutt'altra aria......sotto ogni punto di vista!!
    Libera d'esser libera di poter essere... [ return ]




    La vita del puntuale è un inferno di solitudini immeritate.

    la certezza è il lusso di chi non è coinvolto

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di marcheseblu
    Data registrazione
    27-10-2004
    Residenza
    Roma - SudTirol
    Messaggi
    1,635
    Fossi stato il padre avrei prontamente "operato" con la stessa naturalezza della maestra su di lei... però con un paio di tronchesi da tacchino
    Cioè allucinante...
    "La voce dell'intelligenza è una voce sommessa, ma non tace finché non trova ascolto"

    Hai dato un'occhiata al Regolamento di Ops? Clicca [Quì] o [Quì]

    *Die schöpferische Gestaltung des Ganzen ist mehr als die Summe der einzelnen Teile*


    *Il mio spazio* sulla "Cucina Giapponese"
    Visita il sito di Altra Psicologia

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di psychodany
    Data registrazione
    19-03-2006
    Messaggi
    11,484
    Ma come si può anche solo per gioco avvicinarsi ad un bambino con delle forbici per farlo zittire??? Altro che insegnante di sostegno, è lei ad aver bisogno di un sostegno! mi viene il voltastomaco a leggere 'ste notizie. se fosse stato mio figlio gliele avrei fatte provare anch'io le forbici a quella nullità!


    VIRTUTE SIDERUM TENUS

  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di magictoldo
    Data registrazione
    03-01-2006
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    4,253
    Blog Entries
    7
    Vi rendete conto che mia nonna mi ha minacciato nn so quante volte e che mi ha minacciato anche d lavarmi la bocca cn il sapone????
    Io resto scioccata....
    FEDERICA

    NON HO CHIESTO IO DI NASCERE...QUINDI LASCIATEMI VIVERE COME VOGLIO...

    Candidata per l'elezione a moderatore di A&C vieni a sostenermi in questa elezione, ho bisogno anche di te!http://www.opsonline.it/forum/psicol...nde-80205.html

  7. #7
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    agghiacciante e vomitevole!!!!!!!
    ora magari si sentira' dire qualche stronz del tipo: " era iperattivo......problematico......" :blahbl
    ah:
    la maestra era sul'orlo di una crisi di nervi.......
    VERGOGNA!!!!
    Ultima modifica di psicologiaela : 27-02-2007 alle ore 14.54.40

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di xfoxyladyx
    Data registrazione
    27-09-2006
    Residenza
    massa
    Messaggi
    170
    veramenteche vergogna stavo guardando anche prima al telegiornale...menomale era anche una maestra di sostegno quindi a regola dovrebbe essere anche più sensibile e paziente delle atre maestre visto che deve occuprsi di bambini dificili....che schifo
    perchè a 20 anni è tutto ancora intero a 20 anni è tutto chi lo sa a 20 anni si è stupidi davvero quante balle si han in testa a quell'età. F.Guccini



  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di francy1981
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    nel mondo...
    Messaggi
    3,814
    Blog Entries
    1
    si è allucinante io mi chiedo dove andremo a finire e sopratutto con che criterio vengono scelte queste maestre???visto che ultimamente mi è capitato di avere a che fare con maestre che sono tutto fuorchè maestre....


    Se sapessi che questi sono gli ultimi attimi che ti vedo, direi "ti amo" e non darei scioccamente per scontato che già lo sai.

    Nessuno può mostrare troppo a lungo una faccia a sé stesso e un'altra alla gente senza finire col non sapere più
    quale sia quella vera.
    (Nathaniel Hawthorne)

    visita questo sito...per dire ANCHE IO SONO DALLA PARTE DI BAMBINI

    My Blog....venite a trovarmi...

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    ma il punto è appunto che le maestre non vengono scelte seguendo un criterio.
    basta iscriversi alla graduatoria presentando i moduli e titoli richiesti, ti viene asssegnato un punteggio e così avrai un posto nelle liste. quando c'è bisogno, i dirigenti scolastici prendono le liste e cominciano a chiamare. chi risponde di sì, viene preso.

    non c'è selezione, non vengono fatte domande, non bisogna dimostrare di sapere insegnare, tenere la classe, avere idea di cosa sia la pedagogia o di come funzioni la mente di un bambino,... nulla di tutto ciò. Quando (e non se: è chiaro che in queste condizioni prima o poi capita) poi capita che mettano un paio di forbici a pochi cm dalla bocca di un bambino e ci "scappa" il taglio, dirigenti scolastici, maestre, provveditorato, addirittura il Ministro si scandalizza... ma per quale motivo? nessuno vigila su chi entra a lavorare nella scuola.
    Ultima modifica di LuisaMiao : 27-02-2007 alle ore 20.22.16
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di claudiapitt
    Data registrazione
    13-09-2004
    Residenza
    provincia varese
    Messaggi
    18,837
    Blog Entries
    62
    io lavoro in una scuola privata e devo dire che da noi sotto questo punto di vista siamo fortunati!
    anni fa ho avuto un'insegnante di sostegno pessima, che aveva 25 anni di esperienza e che col bambino che doveva seguire non è riuscita a fare altro che farlo regredire in tutto (basti dire che ogni tanto lui veniva da me in ufficio e lei arrivava a cercarlo anche 45 minuti dopo!!!)...io ho rotto le palle ai servizi educativi finchè non me l'hanno cambiata!
    quest'anno mi serviva un'altra maestra per il nido e dopo aver fatto un sacco di colloqui (alle candidate ho fatto fare anche una mattinata di prova "sul campo"!) ho optato per una ragazza che è laureata in una materia non inerente, ma con tanta voglia di fare e tanta passione per i bimbi...
    il problema di fondo penso sia proprio questo, mi capita spessissimo di conoscere persone che fanno le educatrici senza avere la minima passione per il loro lavoro...giusto per portare a casa uno stipendio...ed è inevitabile che gente così arrivi a compiere dei gesti terrificanti come quello di cui si parla!




    Credi nell'amore a prima vista o devo ritornare?

    "here I am: Mary Fuckin' Poppins" (S.Jones- S&TC)

    La setta dei gufatori
    Dea della vendetta
    Ex-Inquisitore boia del fu-F.E.R.U.

  12. #12
    thomas muntzer
    Ospite non registrato
    guardando il telegiornale si capisce che da tempo non si sa insegnare dato che la giornalista ha ripetuto per ben due volte "la forbice"... evidentemente come passo successivo c'è la violenza a questa regressione...

    *note*
    tentativo di sdrammatizzare e non sminuire l'accaduto (come si dice dalle mie "prevenire è meglio che curare )

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    ammesso e non concesso che la maestra non avesse chiuso le forbici, ma fosse stato il bambino a muoversi, ammesso insomma che non volesse realmente tagliarlo, già l'avvicinare delle forbici alla bocca di un bambino, per scherzo che sia, la dice lunga sull'equilibrio della maestra. Anche solo minacciarlo per scherzo, ma facendogli vedere le forbici, sarebbe stato grave. La cosa che mi ha stupito di più (in una storia già incredibile), è la giovane età della maestra: 22 anni. Questo me lo aspetto da una donna adulta, oramai stanca e insensibilizzata ai bambini. Ma una così giovane, forse con un lavoro precario che magari le serve molto per sostenersi...mah, mi sembra strano.
    Mi chiedo anche se ha influito qualcosa la provenienza straniera del bambino. Cioè , chissà se avrebbe agito allo stesso modo con un bambino milanese. Non so se è simile, ma penso ai soldati che vanno in Iraq o in altri paesi, e vilentano le donne civili che dovrebbero proteggere. Una volta un signore disse "se avessero fatto la stessa missione in Inghilterra, non avrebbero violentato le inglesi".Chissà se c'entra...
    Ultima modifica di Codename47 : 28-02-2007 alle ore 00.02.54

  14. #14
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, davanti ad un tentavivo di omicidio perpetuato da una sedicente maestra di sostegno di 22 anni nei confronti di un piccolo innocente in una scuola dello stato italiano, è scontato che al sottoscritto compaiono dei conati nei confronti di uno stato che lascia disoccupati gli psicologi specializzati sui diversamente abili e viceversa stipendia sedicenti maestre di sostegno di 22 anni che introducono le forbici in bocca ai bambini allo stesso modo di quando mia nonna le introduceva nell becco dei capponi prima di spennarli per poi cuocerlei in padella. Ne abbiamo sentite moltissime, dai professori uomini vestiti da donna, di professoresse che praticano orge con gli alunni, e di maestre di sotegno che introducono forbici nella bocca dei bambini, tutte persone profumatamente scelte e stipendiate dallo stato italiano.
    Come cittadino certe situazioni mi mettono i brividi, come psicologo vi domando: Ma queste persone quando sono scelte dallo stato per andare ad insegnare nelle scuole è previsto che vengano sottoposte a visite psicoattitudinali per vedere se sono persone psicologicamente idonee ad affrontare il lavoro per cui lo stato le paga profumatamente? Qualcuno di voi sa dirmi quale è il motivo razionale per cui lo stato non prevede nessun tipo di visita psicologica per le persone deputate all'insegnamento nella scuola pubblica? Se la qualità dei docenti è questa perchè poi lo stato si lamenta che gli alunni sono bulli? i bambini che hanno visto la maestra introdurre le forbici nella bocca del loro compagno potrebbero essere leggittimati a introdurle a loro volta nella bocca dei loro compagni?
    Viva l'italia.

  15. #15
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Yezidism
    ciao, davanti ad un tentavivo di omicidio perpetuato da una sedicente maestra di sostegno di 22 anni nei confronti di un piccolo innocente in una scuola dello stato italiano, è scontato che al sottoscritto compaiono dei conati nei confronti di uno stato che lascia disoccupati gli psicologi specializzati sui diversamente abili e viceversa stipendia sedicenti maestre di sostegno di 22 anni che introducono le forbici in bocca ai bambini allo stesso modo di quando mia nonna le introduceva nell becco dei capponi prima di spennarli per poi cuocerlei in padella. Ne abbiamo sentite moltissime, dai professori uomini vestiti da donna, di professoresse che praticano orge con gli alunni, e di maestre di sotegno che introducono forbici nella bocca dei bambini, tutte persone profumatamente scelte e stipendiate dallo stato italiano.
    Come cittadino certe situazioni mi mettono i brividi, come psicologo vi domando: Ma queste persone quando sono scelte dallo stato per andare ad insegnare nelle scuole è previsto che vengano sottoposte a visite psicoattitudinali per vedere se sono persone psicologicamente idonee ad affrontare il lavoro per cui lo stato le paga profumatamente? Qualcuno di voi sa dirmi quale è il motivo razionale per cui lo stato non prevede nessun tipo di visita psicologica per le persone deputate all'insegnamento nella scuola pubblica? Se la qualità dei docenti è questa perchè poi lo stato si lamenta che gli alunni sono bulli? i bambini che hanno visto la maestra introdurre le forbici nella bocca del loro compagno potrebbero essere leggittimati a introdurle a loro volta nella bocca dei loro compagni?
    Viva l'italia.



    ti quoto in pieno.
    Come quoto anche il dubbio di Codename circa la nazionalita' straniera del bimbo come "concausa" di questo atto barbaro e inqualificabile.

Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy