• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Johnny
    Ospite non registrato

    soldato U.S.A. condannato a 100 anni


  2. #2
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886
    l'ho sentito oggi al TG è una storia davvero terribile!!
    quello che mi domando io è come si possa uccidere così a sangue freddo delle persone senza rendersi nemmeno conto della sofferenza che si provoca.....
    mi chiedo cosa scatta in quei momenti nella mente di un essere umano che non riconosce nella sua "vittima" un suo simile? la giustificazione della guerra non basta secondo me....
    i 100 anni di carcere sono più che meritati ma non dovrebbe prenderli solo il soldato in questione ma coloro che muovono i fili di questa guerra e mandano giovani esaltati a "combattere" questa non ben identificata battaglia...ed ancora c'è gente che si dichiara favorevole alla guerra in iraq..
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di marcheseblu
    Data registrazione
    27-10-2004
    Residenza
    Roma - SudTirol
    Messaggi
    1,635
    100 anni che potrebbero diventare 10 - dice la giornalista nel servizio - se la pena verrà patteggiata
    Una cosa abominevole non giustificata dalla guerra né da nient'altro, ma purtroppo temo proprio che il responsabile se la caverà anche con meno di 10 anni... E se gli americani fossero davvero "così in vena di farne una buona..." bé, protrebbero cominciare dal "Chiudere Guantanamo" che è un evidente scempio umano sotto gli occhi di tutti.
    "La voce dell'intelligenza è una voce sommessa, ma non tace finché non trova ascolto"

    Hai dato un'occhiata al Regolamento di Ops? Clicca [Quì] o [Quì]

    *Die schöpferische Gestaltung des Ganzen ist mehr als die Summe der einzelnen Teile*


    *Il mio spazio* sulla "Cucina Giapponese"
    Visita il sito di Altra Psicologia

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    Originariamente postato da Lepre*marzolina

    mi chiedo cosa scatta in quei momenti nella mente di un essere umano che non riconosce nella sua "vittima" un suo simile? la giustificazione della guerra non basta secondo me....
    ogni volta che succede qualcosa, che qualcuno fa qualcosa, la prima motivazione che trovo è innanzitutto: perchè poteva farlo.
    La libertà di azione, il potere che si ha, più è grande, più nessuno vigila su di noi, più uno se ne approfitta.

  5. #5
    Partecipante L'avatar di indecifrabile80
    Data registrazione
    20-02-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    52
    il fatto è che in alcune situazioni, come nella guerra, si innesca un meccanismo di disumanizzazione che porta a vedere l' altro come nn umano. Di solito nelle lotte tra animali della stessa specie bastano cenni di resa e di sottomissione, per nn ricorerre all' uccisione del nemico. Ne deduco che l' uomo sia il peggiore tra gli esseri della terra. Purtroppo il soldato americano condannato a 100 anni di prigione (...e ben gli sta) è solo un capo espiatorio per nascondere le migliaia di uccisioni sommarie e stupri perpetrati dagli eserciti coloniali occidentali in afghanistan e irak in questi ultimi anni.

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689
    E' un caso classico (dire quasi "di scuola") in cui la pena di morte risulta sanzione adeguata e equa.

  7. #7
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Penso che ci siano 2 elementi che favoriscono l'accadere di nquesti delitti nel corso della guerra.Il primo è che probabilmente tra i militari volontari è più alta della media la frequenza di certi disturbi es paranoici .
    Il secondo è che la guerra somministra traumi alla popolazione e ai soldati.l'insensibilità emotiva,che è una delle conseguenze più frequenti dei traumi,rende molto più probabile l'attuazione di delitti.

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    Originariamente postato da Parsifal

    Il secondo è che la guerra somministra traumi alla popolazione e ai soldati.l'insensibilità emotiva,che è una delle conseguenze più frequenti dei traumi,rende molto più probabile l'attuazione di delitti.
    che pensi della provenienza dele vittime?cioè, se ci fosse stata la guerra in Inghilterra ad esempio, questi soldati avrebbero fatto lo stesso ad una famiglia inglese?

  9. #9
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Originariamente postato da Codename47
    che pensi della provenienza dele vittime?cioè, se ci fosse stata la guerra in Inghilterra ad esempio, questi soldati avrebbero fatto lo stesso ad una famiglia inglese?
    Se l'america fosse stata in guerra con l'inghilterra forse avrebbero fatto lo stesso.secondo te?

  10. #10
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    secondo me no. io insisìsto sempre sul fatto che se uno fa una cosa, è perchè pensa, in qualche modo, di farla franca. L'Inghilterra è un paese più potente, che avrebbe avuto modo di far pagare.
    Anche a scuola, i professori con chi se la prendono?con i buoni, con quelli che si tengono la partaccia, mica con quelli che poi gli bucano le ruote.

  11. #11
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689


    Originariamente postato da Codename47
    Anche a scuola, i professori con chi se la prendono?con i buoni, con quelli che si tengono la partaccia, mica con quelli che poi gli bucano le ruote.

  12. #12
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Originariamente postato da Codename47
    secondo me no. io insisìsto sempre sul fatto che se uno fa una cosa, è perchè pensa, in qualche modo, di farla franca. L'Inghilterra è un paese più potente, che avrebbe avuto modo di far pagare.
    Non capisco questa cosa; sicuramente si commettono più facilmente delitti se si pensa di farla franca,ma se l'inghilterra fosse invasa da soldati americani,gli inglesi non avrebbero più protezione di qualsiasi altra popolazione di un paese occupato

Privacy Policy