• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: test per la selezione

  1. #1
    Miriamirtillo
    Ospite non registrato

    test per la selezione

    Ciao,
    so che il proprium dello psicologo nella selzione è la possibilità di somministrare test...

    Io sto per finire la specialistica di Lavoro a Milano Bicocca...
    e la conoscenza dei tipi di test non rientra nel mio piano di studi!!! Non ho mai fatto un'esame che spiegasse quali si usino, non ne ho mai visto uno e tutt'al più ne ho sentito giusto il nome.

    Immagino di dover integrare questa mega lacuna (ma perchè poi non vengono trattati da noi nel piano di studi? ) con qualche studio personale..

    Allora volevo chiedere...
    -quali sono i test impiegati nella selezione?
    -quanta rilevanza hanno nel processo di selezione, quanto vengono effettivamente impiegati dalle aziende?
    -quali richiedono l'abilitazione da psicologo e/o un adeguato training per l'utilizzo?
    -quanto in proporzione si usano test prefabbricati e quanto quelli creati ad hoc?


    ..e sopratutto... cosa mi consigliate per approciarmi all'argomento?
    libri, manuali...siti..

    grazie in anticipo per ogni informazione e consiglio..
    Ultima modifica di Miriamirtillo : 16-02-2007 alle ore 18.20.44

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Andalucia
    Data registrazione
    31-05-2005
    Residenza
    Dove mi mandano
    Messaggi
    7,678
    Libri...
    L'intervista di selezione di Argentero
    Teorie e tecniche dei test di Boncori
    IO ti posso dire che usavo il BFQ ma ce ne sono davvero tanti
    Lucia


  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957
    Un libro uscito nel 2006:
    Argentero - I test nelle organizzazioni
    editrice Il Mulino

    e poi "il processo di selezione" di Gandolfi, ed. franco angeli

    solo per citarne altri due, oltre a quelli già segnalati

    Ti consiglierei di approfondire anche altre tecniche come l'assessment centre, nell'ambito del quale si utilizzano anche i test
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  4. #4
    Matricola L'avatar di aschiavo
    Data registrazione
    08-08-2005
    Residenza
    Vicenza
    Messaggi
    20

    Consigli...

    .....Allora volevo chiedere...
    -quali sono i test impiegati nella selezione?
    -quanta rilevanza hanno nel processo di selezione, quanto vengono effettivamente impiegati dalle aziende?
    -quali richiedono l'abilitazione da psicologo e/o un adeguato training per l'utilizzo?
    -quanto in proporzione si usano test prefabbricati e quanto quelli creati ad hoc?


    ..e sopratutto... cosa mi consigliate per approciarmi all'argomento?
    libri, manuali...siti..

    Ciao in riferimento alle tue giuste domande ti posso dare alcuni consigli relativi alla mia esperienza, bada che non devono essere presi per certezze assolute nè (spero) tantomeno come ovvietà.
    Mi occupo di selezione e formazione in un'azienda di telefonia ed informatica e di selezioni ne ho fatte per diverse posizioni e livelli.

    Per iniziare di test impiegati nella selezione ce ne sono moltissimi, anche troppi se devi scegliere quale utilizzare. Inoltre tieni presente che dipende dall'azienda in cui ti trovi ad operare che delinea anche il "livello" di selezione. Con "livello" non intendo la professionalità, ovviamente che deve essere sempre molto elevata, ma la complessità della strutturazione delle selezioni. Come avrai sicuramente studiato gli AC sono strumenti molto utili per fare un pò di tutto (valutazione del potenziale, selezione, piani di sviluppo...)e integrano sia test che colloqui di gruppo ed individuali.

    Per la tua seconda domande mi riallaccio a quanto detto prima, non esiste uno standard utilizzabile in tutte le aziendde, chiaramente il numero di persone impiegate e la struttura dell'azienda ti danno già un quadro delle tipologie di selezione che ti possono essere richieste o non richieste.
    Sulla rilevanza è proporzionale alla valutazione del tuo operato da parte del tuo/a responsabile. Non è sempre detto che una grande (di numero) azienda voglia dire grande importanza alle risorse umane.
    Diciamo che se nell'azienda presso cui lavori c'è già uno psicologo/a è più facile che richiedano la conoscenza di alcuni strumenti, altrimenti ricordati che i test essendo molto specifici e di nostra competenza non sono di norma molto conosciuti dai profani (quindi non ti allarmare troppo, se non ne conosci tanti)

    Sulla terza domanda: Tutti i test di un certo livello richiedono necessariamente una preparazione adeguate, non ci si improvvisa selezionatori o somministratori di test. Può sembrare banale ma non lo è affatto. Esistono test che richiedono una presentazione specifica, con definizione dei tempi e di regole di compilazione che vanno descritti e condivisi da tutti i partecipanti prima dell'inizio del test. Occorre inoltre su grandi numeri (di partecipanti) essere in più di due o tre (obbligatorio per consentire un'adeguata correttezza), e tanti altri piccoli particolari, che ti assicuro se non rispettati possono portare ad un annullamento della prova (se ti va bene) a denunce e beghe legali nei casi più gravi.

    Sulla tua ultima domanda: Ovviamente non esiste una proporzione, certo è che costruirsi un test da soli è sicuramente più complicato e difficile. C'è sempre la questione della validità del test e delle domande, la difficoltà di strutturare una griglia di correzione, correlare i dati, etc.
    Più veloce (non semplice) utilizzare un test già fatto (magari conosciuto e con un grado di validità elevato). In questo caso spetta a noi decidere se i risultati che potremmo ottenere dal test siano in linea con quelli richiesti dal mandante. Qui fa la differenza di un buon selezionatore.

    Infine ricordati che anche i più bravi psicologi prima di diventarlo hanno fatto l'università e si sono laureati, e di sicuro non conoscevano tutti i test quando hanno iniziato a esercitare la professione!E' solo con l'esperienza sul campo che puoi ottenere buoni risultati sul lavoro, la sola teoria aiuta, ma non sempre è sufficiente.

    Ciao, spero di esserti stato utile, si ti va ho una casella di posta aschiavo@psicologodellavoro.it dove contattarmi (non sempre guardo i forum)

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957

    Re: Consigli...

    Originariamente postato da aschiavo
    E' solo con l'esperienza sul campo che puoi ottenere buoni risultati sul lavoro, la sola teoria aiuta, ma non sempre è sufficiente.
    [/B]
    Concordo pienamente!
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  6. #6
    Miriamirtillo
    Ospite non registrato
    siete stati tropo carini!!

    Mi auguro di trovare un tirocinio in cui poter fare esperienza di questi strumenti. Mi pare di capire che sia l'unico modo per poterli conoscere davvero...

    Intanto cercherò di darmi una base alivello almeno teorico sulle letture che mi avete consigliato..

    è angoscioso sapere poco di quella che dovrebbero essere le tue competenze come (futuro) psicologo. Gli annunci di lavoro sono sempre rivolti a "lauree umanistiche" senza nessun specifico requisito... gli esami universitari sono sempre estremamente astratti..

    Meno male che almeno qui qualcuno dà spiegazioni concrete
    Grazie!



  7. #7
    Matricola L'avatar di aschiavo
    Data registrazione
    08-08-2005
    Residenza
    Vicenza
    Messaggi
    20

    ...non ti preoccupare...

    ...siamo o no una comunità? Ti faccio tanti in bocca al lupo per la tua carriera professionale e ti auguro di non perdere mai l'entusiasmo di metterti alla prova!

    PS. non per fare pubblicità a nessuno ma ad esempio un master in selezione e valutazione del personale potrebbe esserti di aiuto per imparare ad approcciarti alla materia TEST tanto temuta no?

Privacy Policy