• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12

Discussione: Arte

  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285

    Arte

    Qualcuno di voi ha fatto tesi/ricerche in campo di psicologia dell'arte?
    Sennò? Te come la vedi?

  2. #2
    ciao ura, eccomi
    credo che la mia possa rientrare nel campo (è sul motivo del doppio in sylvia plath). posso esserti d'aiuto in qualche modo?
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285
    Bello!
    Sì puoi essermi utile, anche se come espressione non mi piace molto...però magari ci scambiamo qualche idea, dato che, secondo me, fare una tesi in questo campo non è semplice

    Ad esempio: tu che teorie riporti? Freud, Klein, Winnicott...?
    E poi, la fai sperimentale?

    Io sono nel campo dell'arte corporea...ma sono un pò bloccata

    Sennò? Te come la vedi?

  4. #4
    allora: la tesi non è sperimentale, è uhm, bibliografico-teorica direi. nel mio caso la scelta delle teorie "di base" è stata relativamente semplice, vista la letteratura sul tema del doppio: freud e rank, poi klein per l'identificazione proiettiva, lacan per lo stadio dello specchio, qualcosa di winnicott per rispecchiamento/soggettivazione e tanto bion (la mia ipotesi è che l’acquisizione da parte della plath del motivo del doppio come tropo poetico si possa configurare come tentativo di contenere e attribuire un significato alle sue angosce di morte e di abbandono in una sorta di rêverie, per farla molto breve), e insomma, dopo lo spaesamento iniziale mi sono ritrovata ad avere fin troppe idee da sviluppare. è vero, non è un campo semplice, però se mi dici se hai già un'idea precisa, una domanda in mente, magari riesco a darti una mano (sono fresca fresca di lavoro, qualcosa di buono potrebbe saltare fuori!)
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285
    Dunque la mia tesi è direi...in divenire, nel senso che ancora un'ipotesi chiara sperimentale non c'è.
    Il tutto comunque dovrebbe ruotare attorno all'uso del corpo nell'arte (performance).
    Di teorie anch'io ho Freud, Klein, Lacan e Winnicott (gioco e illusione. Tu che testi hai usato?).
    Puoi consigliarmi un testo di Bion?

    P.S. Magari già lo conosci ma ne 'I sentieri della mente' di Mancia Longhin c'è un capitolo su Sylvia Plath
    Sennò? Te come la vedi?

  6. #6
    dunque. di winnicott, la funzione di specchio della madre e della famiglia nello sviluppo infantile, in gioco e realtà
    di bion direi, per iniziare, wilfred r. bion di fabio galimberti. è una buona introduzione (è davvero ostico), e spiega praticamente ogni scritto di bion, ha anche un buon apparato bibliografico dal quale puoi recuperare, poi, i testi originali.
    il libro di mancia-longhin lo conosco, grazie!

    forse ti conviene restringere un po' il campo, è mezz'ora che sono qui che penso e ripenso a un consiglio da darti ma mi viene in mente di tutto, da artaud a orlan passando per l'ipnosi e le isteriche. (anche il mio lavoro è stato un po' in divenire per un sacco di tempo, perché ogni porta che ho aperto mi ha spianato mille strade... insomma, già con un argomento così preciso è stato difficile tirare le fila, alla fine).
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285
    Mia sei gentilissima, davvero

    Orlan, Artaud, piercing estremi, collegamento al dolore e al rito...sì, anche nella mia mente ruotano queste cose. Ma è difficilissimo concretizzare, trovare testi che, ad esempio, parlino del 'corpo' isterico.
    Altrettanto complesso è dare un taglio deciso allo scritto.
    Ma in 3 mesi ce la farò?!
    Tu da quanto ci stai dietro? Io ho ancora tantissimo materiale da leggere per non parlare delle ipotesi da fare.

    Domani comunque andrò a prendermi libro su Bion, grazie
    Sennò? Te come la vedi?

  8. #8
    ma figurati, è un argomento bellissimo e sono cose che interessano anche me... però hai ragione, concretizzare è difficile (con l'inglese come te la cavi?).
    sul corpo isterico ci sono delle osservazioni interessanti di vegetti finzi, sia nella sua storia della psicoanalisi (psicoanalisi come sovversione del sapere) che in psicoanalisi al femminile (il primo capitolo, le isteriche o la parola corporea).
    io ci ho messo *tanto*. ho iniziato a documentarmi un anno prima di iniziare a scrivere, ho iniziato a scrivere a settembre, ho finito pochi giorni fa, ma sono un caso clinico , è il mio modo di lavorare, quindi non so dirti se tre mesi sono pochi o molti. dipende da te, da chi ti segue...
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285
    Con l'inglese come me la cavo? -->
    ...ma tanto, guarda, ho trovato così pochi articoli su psicologia e arte in performance, che non è un grosso problema. Alcuni si sono occupati di Orlan e di artisti 'estremi' ma non ho ancora trovato nulla che mettesse in relazione queste performance con il fruitore.

    Hai iniziato a leggere un anno prima...ecco, a me manca tutta questa parte 'pre' di raccolta libri, ricerche, e inizio di stesura di un'ibrida scaletta.
    Sto facendo tutto adesso...però mi rendo conto che fare così è poco efficace.

    Mi rileggerò la prima parte di storia della psicoanalisi, grazie. Spero che mi aiuti a concretizzare e a non aprire quelle altre mille 'porte' di cui parlavi tu prima...e che conosco bene
    Sennò? Te come la vedi?

  10. #10
    eheh, è un problema
    ma è una tesi del vo o del no? cioè, quanto lunga dev'essere?

    comunque, prova a vedere se trovi questa. per qualsiasi cosa sono qui (idem se mi viene in mente altro che ti può tornare utile).
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285
    E' tesi per la specialistica nuovo ordinamento.
    Non credo ci siano indicazioni per pagine (tu le hai?)

    Grazie per il link...su corpi & controcorpi sto lavorando molto...è una delle poche cose inerenti e abbastanza specifiche che ho trovato.

    Nella parte teorica hai scritto molto di Klein Freud Winnicott etc? Io -teoricamente- sarei sul perturbante, quindi un concetto freudiano, però non so quanto/come è giusto presentare le teorie degli altri.

    Sono in un casino
    Sennò? Te come la vedi?

  12. #12
    io sono vo (non so come funziona per il no), non ho avuto indicazioni precise, a dire la verità
    nella parte teorica non ho scritto moltissimo, più o meno è circa un quinto della tesi (molto approssimativamente, eh?), giusto per delineare i concetti che sapevo di dover riprendere , sottolineando gli aspetti che mi sarebbero serviti dopo... ma non so se c'è una cosa giusta da fare, ecco
    ma non hai nessuno che ti segua almeno un pochino?
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

Privacy Policy