• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Picciurina L'avatar di peperina
    Data registrazione
    08-09-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,246

    Bisogno di confronto e conforto

    Ragazze e ragazzi,
    da un mese a questa parte sto affrontando il momento della ricerca di lavoro.
    In questo momento mi sento molto scoraggiata ed ho bisogno di un piccolo supporto...
    Raccontatemi com'è stato per voi, come avete mosso questi primi passi, quanto tempo c'è voluto per avere riscontri.
    Io mi sento un pesce fuor d'acqua...
    Ho cominciato a mandare email nei posti dove *sognavo* di lavorare...poi ho esteso il mio raggio, ma niente di niente

    Voi cosa mi dite?
    Qual è la cosa più difficile a questo mondo?
    Vivere!
    Molta gente esiste, ecco tutto.
    (Oscar Wilde)

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Io dico che devi presentarti di persona, le mail purtroppo non le considerano...
    Trovare lavoro, coi tempi che corrono, è davvero un.. lavoro! Non scoraggiarti, vedrai che arriverà il tuo momento!!

  3. #3
    Picciurina L'avatar di peperina
    Data registrazione
    08-09-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,246
    Ma per presentarmi in qualunque posto dovrei avere un appuntamento, e per telefono dicono che al momento non hanno bisogno di personale...
    Grazie
    Qual è la cosa più difficile a questo mondo?
    Vivere!
    Molta gente esiste, ecco tutto.
    (Oscar Wilde)

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di strawberry
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    Tivoli (RM)
    Messaggi
    67
    Ciao peperina, quello degli inizi è un momento duro per tutti in cui dobbiamo "adattarci" anche a fare dei lavori che non corrispondono perfettamente a quello che abbiamo sempre sognato. Io ho trovato un equilibrio in questo modo: lavoro per una cooperativa sociale, faccio volontariato in un consultorio per acquisire maggior esperienza, faccio corsi di formazione sul campo che mi interessa e preparo progetti per sportelli ascolto nelle scuole, faccio tutto questo per costruirmi una rete di conoscenze e poter un giorno aprire uno studio tutto mio.

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di poldina82
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    135
    Credevo di essere stata fortunatissima perchè facendo tirocinio ho conosciuto una psicologa che ha aperto una onlus dove faccio volontariato da 2 anni in attesa di iscrivermi all'albo. solo che ora salta fuori che questa struttura non sarà mai convenzioonata e quindi i pazienti che possono pagare un privato saranno pochissimi!!! intanto mi arrangio facendo ripetizioni e co. e appena iscritta all'albo mi metterò a cercare, anche se francamente non so dove visto che vorrei lavorare con l'autismo...
    Polda82

  6. #6
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Io avevo avuto la possibilità di fermarmi dopo il tirocinio presso la struttura... e tutti quelli che conosco e lavorano hanno percorso la stessa strada.

    In seguito (parlo di circa 4 anni fa) ho mandato qualcosa tipo 60 curriculum per vedere se trovavo qualcosaltro (la collaborazione era di poche ore) e ho fatto una sostituzione di maternità presso una cooperativa, che poi è però terminata.

    Per il resto (qualche progetto nelle scuole) l'ho trovato telefonando (anzi tampinando), fissando appuntamenti e presentando progetti, ma si tratta sempre di cose sporadiche (es. una scuola all'anno) e di poche ore, senza nessuna garanzia di conferma per l'anno successivo.

    Ad un corso di aggiornamento ho poi conosciuto la responsabile di un'associazione che fa formazione nelle scuole e mi ha chiesto di darle una mano associandomi e coprendo, quando c'è richiesta di corsi di formazione, l'area Milano (in due anni ho fatto un corso di 6 ore e almeno 20 viaggi nella città sede dell'associazione per le riunioni mensili).

    Quello che mi dà da vivere è la struttura del tirocinio (che mi ha aumentato le ore) e poi vi affianco queste altre collaborazioni sporadiche (in un anno arrivo, con le scuole e l'associazione, a sì e no 800 euro lordi: per fortuna c'è l'altra collaborazione).

    Lo scorso anno ho provato a mandare qualcosa come 100 curriculum, a strutture e associazioni varie, proponendo collaborazioni (di poche ore visto che comunque ho un altro lavoro), risultato: 4 o 5 risposte del tipo "siamo a posto così", una proposta di volontariato e per il resto silenzio assoluto.
    Notare che sono iscritta all'albo da quasi 4 anni, ho sempre lavorato come psicologa, ho un master, due perfezionamenti e 4 o 5 corsi di aggiornamento (della durata di circa un anno) alle spalle e una specializzazione in corso: eppure nemmeno l'esperienza e la formazione sembrano contare...

    Sto provando a fare qualche consulenza privata, ma non sempre trovi qualcuno disponibile a fare invii e anche quando vengono fatti non sempre poi le persone vengono (e se vengono, di fronte ai costi, ti chiedono l'indirizzo di un centro pubblico).
    Vimae

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di francesco27
    Data registrazione
    22-06-2006
    Residenza
    Long Island, N.Y.
    Messaggi
    3,732
    forza e coraggio!
    non mollare!


    花は桜木人は武士
    "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero".
    Nessun Metodo Come Metodo Nessun Limite Come Limite. B.Lee

  8. #8
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    ciao peperina, anche io ho inviato molti curricula, spesso per e-mail, in quanto lo richiedevano loro che inviassi i CV per e-mail. ho anche inviato per posta. in tutto una settantina, ma non ne ho mai saputo nulla.
    quindi sono nella tua stessa situazione ma posso consigliarti di non scoraggiarti. spesso il lavoro si trova grazie ai rapporti di amicizia: spargi la voce più che puoi, continua ad inviare CV, allegaci una bella lettera di presentazione, magari dopo esserti studiato il sito dell'ente a cui lo devi inviare. crea una lettera che si allinei ai loro principi, senza troppo distaccarti dai tuoi. spesso ci si mette una bella ora e mezza per fare una lettera decente che non appaia copincollata, e anche di più.
    e poi proponiti nelle ludoteche ma più di tutto spargi la voce tra amici e conoscenti, zii, suoceri, cognati, nonni, etc. un mese è poco per ricevere delle risposte, credimi. a volte ce ne vogliono sei, a volte di più. io sono in questa situazione da sei mesi ma spero che la ruota giri anche per noi.

  9. #9
    Novembre '99
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Vimae
    Io avevo avuto la possibilità di fermarmi dopo il tirocinio presso la struttura... e tutti quelli che conosco e lavorano hanno percorso la stessa strada.

    In seguito (parlo di circa 4 anni fa) ho mandato qualcosa tipo 60 curriculum per vedere se trovavo qualcosaltro (la collaborazione era di poche ore) e ho fatto una sostituzione di maternità presso una cooperativa, che poi è però terminata.

    Per il resto (qualche progetto nelle scuole) l'ho trovato telefonando (anzi tampinando), fissando appuntamenti e presentando progetti, ma si tratta sempre di cose sporadiche (es. una scuola all'anno) e di poche ore, senza nessuna garanzia di conferma per l'anno successivo.

    Ad un corso di aggiornamento ho poi conosciuto la responsabile di un'associazione che fa formazione nelle scuole e mi ha chiesto di darle una mano associandomi e coprendo, quando c'è richiesta di corsi di formazione, l'area Milano (in due anni ho fatto un corso di 6 ore e almeno 20 viaggi nella città sede dell'associazione per le riunioni mensili).

    Quello che mi dà da vivere è la struttura del tirocinio (che mi ha aumentato le ore) e poi vi affianco queste altre collaborazioni sporadiche (in un anno arrivo, con le scuole e l'associazione, a sì e no 800 euro lordi: per fortuna c'è l'altra collaborazione).

    Lo scorso anno ho provato a mandare qualcosa come 100 curriculum, a strutture e associazioni varie, proponendo collaborazioni (di poche ore visto che comunque ho un altro lavoro), risultato: 4 o 5 risposte del tipo "siamo a posto così", una proposta di volontariato e per il resto silenzio assoluto.
    Notare che sono iscritta all'albo da quasi 4 anni, ho sempre lavorato come psicologa, ho un master, due perfezionamenti e 4 o 5 corsi di aggiornamento (della durata di circa un anno) alle spalle e una specializzazione in corso: eppure nemmeno l'esperienza e la formazione sembrano contare...

    Sto provando a fare qualche consulenza privata, ma non sempre trovi qualcuno disponibile a fare invii e anche quando vengono fatti non sempre poi le persone vengono (e se vengono, di fronte ai costi, ti chiedono l'indirizzo di un centro pubblico).
    Dopo questa testimoniznaza mi ritengo rassegnata!

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    Ciao, con la mia testimonianza non vorrei scoraggiarti ma la situazione non è delle + rosee.
    come potrai leggere da altri thread ciò è dato sia dal fatto che non psicologi "rubano" il lavoro a noi psicologi sia dal fatto che le aziende preferiscono andare avanti con stagisti o gente sottopagata.
    Mi sono resa conto che la nostra non è socialmente parlando una professione come quella del medico, dell' architetto, dell' ingegnere ecc...che godono di una certa credibilità sociale, ma è una professione che " possono far tutti",; tutti possono fare selezione, formazione, gli educatori vengono preferiti agli psicologi ec osi via.
    Personalmente mi sono sentita dire ( e ti assicuro ho fatto moltissimi colloqui) o lei è troppo qualificata o lei non è abbastanza qualificata.
    In bocca al lupo!

  11. #11
    alessiacar83
    Ospite non registrato
    ciao! sono una nuova arrivata e devo dire che....avendo letto queste mail mi sono un po scoraggiata...faccio 24 anni quest'anno e ho dato appena 4 esami !!!!! questo perchè il primo anno mi è venuta una crisi dovuta alla distanza ( io sono di carrara e studio a firenze) e tra l'enorme quantità di materiale da studiare...e avevo mollato tutto!!! ma poi me ne ero pentita..perchè a me piace la psicologia...allora avevo ripreso a studiare. lunedì dovrei riprendere le lezioni con FONDAMENTI!!! ragazzi mi viene male!!!non ci capisco nulla !!!! poi di nuovo lo sbattimento con i treni..autobus...e mi sta riprendendo l'idea di non continuare!!!ma se poi me ne pento nuovamente????? aiutatemi!!!voi che consigliate di fare??????????!!!!! help!!!!

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di Serena75
    Data registrazione
    31-03-2005
    Messaggi
    206
    ...beeeeeeee, se proprio è una tua passione, continua........dicono che con la passione e il sudore qualcosa si ottiene sempre. Non dico di no, lo spero anch'io! e in effetti, a 4 anni dalla laurea anche per me le cose sono migliorate.Chissa se 4 anni dalla laurea è una sorta di media, sarei curiosa di saperlo..cmq, nessuno può decidere per te, ma certo se fossi mia sorella ti direi di pensarci bene e guardarti intorno, non per scoraggiare te, ma perchè, tornassi indietro, io stessa sceglierei altro.
    Io, ripeto, io, farei medicina, che almeno mi sbatto 10 anni e passa ma con tanto di medaglia al valora finale e un buco da qualche parte. Oppure sceglierei logopedia, 3 anni e pare qualche orizzonte. O l'educatrice, o la traduttrice o.....

Privacy Policy