• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 17

Discussione: matematica all'asilo

  1. #1
    Johnny
    Ospite non registrato

    matematica all'asilo

    ecco cosa fanno in Francia!
    a me sembra una cosa positiva, a patto che non si sacrifichino altre attività di gioco


    http://www.skylife.it/html/skylife/t...o_francia.html

  2. #2
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    anche a me sembra una proposta positiva ,logicamente attuandola correttamente e non caricando troppo di lavoro questi piccini, data la loro eta'

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Anche noi avevamo matematica all'asilo, che bello, impari giocando, uno sballo... risultato? Io odio la matematica con tutto il cuore
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  4. #4
    piumealvento
    Ospite non registrato
    andrebbe insegnata come se fosse un gioco, ma è positivo che cmq la si insegni, vista la naturale capacità di apprendere dei bambini e la loro forte plasticità neurale...cosa diversa rispetto all'insegnamento di una lingua ma i presupposti son quelli

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    la matematica all'asilo?
    certo che per inserire questo bisogna sacrificare qualcosa... e, inevitabilmente, è il gioco. a meno che brave maestre riescano a inserire la matematica nei giochi. Un punto importante da considerare inoltre è che le maestre della scuola materna non sono preparate per fare questo dato che fino ad oggi non era loro richiesto... Quindi ci vuole comunque del tempo per dar loro degli strumenti in modo da poter poi insgenare i concetti base della matematica ai bambini.
    L'aspetto che comunque mi lascia un po' perpressa è la motivazione di questa scelta: alle elementari usano troppo la calcolatrice, quindi introduciamo prima i concetti base in modo che li facciano propri. E quando fra qualche anno i bambini dell'asilo faranno le somme con la calcolatrice, che faremo? Introdurremo la matematica al nido? Il problema di fondo è un altro, secondo me: la tecnologia è sì utile, ma allo stesso tempo sta invadendo mooolti campi senza nessun controllo. Ed è su questo che bisognerebbe intervenire secondo me: non limitando o reprimendone l'uso, ma educando al suo uso corretto.
    Anche perchè la tecnologia, senza un cervello pensante che la usi, risulta vuota e inutile. e noi dobbiamo continuare a formare questi cervelli.
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di MiciaAmy
    Data registrazione
    09-08-2005
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    355
    Concordo con LuisaMiao. Si forse se gliela mettono sotto forma di gioco... Ma cmq io nn sono tanto favorevole..voglio dire x imparare i concetti matematici c'è tempo nn appena iniziano le elementari...xchè farli cominciare già all'asilo? nn è meglio che facciano quel che è giusto x la loro età e cioè giocare? e magari cominciare a fargli educazione psicoaffettiva e conoscenza di loro stessi e dell'altro che è molto + importante della matematica secondo me!

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    io facevo matematica all'asilo!!!
    una cosa che non dimenticherò mai: la maestra per spiegarci il concetto di minore e maggiore ci disegnava sulla lavagna X mele da una parte e Y dall'altra, il segno maggiore o minore era un lupo, in particolare la sua bocca, e l'assunto base era che il lupo può mangiare solo un gruppo di mele (X o Y) e naturalmente è affamato e vuole mangiarle il più possibile.. la domanda era verso quale guruppo di mele (X o Y) si rivolge la bocca del lupo (ovvero X>Y o X<Y) ??
    spiegata così sembra difficile ma con i disegnini era carinissimo (le parole che la maestra ci diceva non le ricordo)..
    risultato: alle elementari ero forse l'unica che non sbagliava mai quale era il segno maggiore e quale il minore etc..
    io invece l'ho sempre adorata la matematica
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  8. #8
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Originariamente postato da CaptiveSoul
    io facevo matematica all'asilo!!!
    una cosa che non dimenticherò mai: la maestra per spiegarci il concetto di minore e maggiore ci disegnava sulla lavagna X mele da una parte e Y dall'altra, il segno maggiore o minore era un lupo, in particolare la sua bocca, e l'assunto base era che il lupo può mangiare solo un gruppo di mele (X o Y) e naturalmente è affamato e vuole mangiarle il più possibile.. la domanda era verso quale guruppo di mele (X o Y) si rivolge la bocca del lupo (ovvero X>Y o X<Y) ??
    spiegata così sembra difficile ma con i disegnini era carinissimo (le parole che la maestra ci diceva non le ricordo)..
    risultato: alle elementari ero forse l'unica che non sbagliava mai quale era il segno maggiore e quale il minore etc..
    io invece l'ho sempre adorata la matematica

    Il lupo vegetariano! grande! mi ricordano la mia favola preferita nella quale il lupo,invece di mangiare i porcellini,cercava di rubare loro frutta e verdura...mele,rape

  9. #9
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    In Francia danno enorme attenzione alla matematica e alla scienza in generale.. Una volta il mio professore di matematica e fisica delle superiori (che fra l'altro collaborava con la facolta' di psicologia di Padova per l'analisi dei dati dei test) ci disse che fosse per lui farebbe come in francia dove nei licei scientifici ci sono 10 ore a settimana di matematoica e due di italiano e latino..... La trovo una cosa positiva che xi inizi all'asilo a dare una certa impostazione logica ai bimbi.... Bisogna pero' vedere un po' le capacita' di apprendimento a quell'eta'...e altri fattori.... ma immagino che ci avranno pensato.....

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    In Francia anche a livello di studi musicali sono avanti... cioè, nel senso che fai gli esercizi all'indicazione di tempo che c'è scritta e non se ne parla di scontare niente... da noi si fanno alla metà e già è difficile!
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  11. #11
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Sinceramente io invece non sono d'accordo ad insegnare nessuna materia all'asilo. Il gioco creativo, libero, cooperativo, insomma, il gioco è l'elemento importante a quest'età. La creatività è l'elemento che permetterà ai bimbi di diventare bravi in tante cose, compresa la matematica. E non mi interessa che la matematica sia insegnata con dei giochi, perchè comunque non è la stessa cosa che il gioco libero, l'esplorazione spontanea, significa ingabbiare il pensiero in concetti predefiniti... troppo presto!

  12. #12
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Va beh sono d'accordissimo.... ma credo si voglia...come dire..addolcire la pillola... Si gioca imparando...e si impara giocando.... quasi senza rendercene conto... e credo che se fatta con cognizione di causa non sia male come cosa.... Insomma non credo siano lezioni alla lavagna con tanto di interrogazioni ecco....

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Ma se ormai si va a scuola fino a 18 anni, perchè c'è bisogno di imparare le materie scolastiche anche sotto i 6??? Perchè non si fanno le "materie" che non si faranno mai più, cioè il gioco libero?
    I bambini non sono così stupidi, credo che possano imparare la matematica tranquillamente nel percorso tra le elementari e le superiori. Prima le priorità sono altre, secondo me.

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Mi sono resa conto con il passare del tempo che i bambini considerano "gioco" anche ciò che per noi è terribilmente serio. Non vedo quindi perchè non provare a fare qualcosa che oltre ad essere divertente stimola anche l'intelligenza e la logicità.

  15. #15
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359
    A mio avviso perchè stiamo tutto correndo dietro a logicità e razionalità, e ci stiamo dimenticando gli uomini ancorchè bambini, che stanno dietro questi cervelli, con il risultato eccellente di bambini di 5 anni che sanno, vogliono scrivere e leggere (loro sanno e vogliono?) e non riconoscono le più elementari emozioni in sè e negli altri.
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy