• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 36
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di paky
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    6,026

    Riassetto scuole di specializzazione area psicologica

    Vi posto le parti di nostro interesse del nuovo decreto del Miur, datato 24 luglio. Trovate il testo integrale *qui*

    Decreto Ministeriale 24 luglio 2006
    Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 ottobre 2006 n.246


    IL MINISTERO DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

    VISTO



    DECRETA:


    Art.1

    1. Il presente decreto individua le scuole di specializzazione di area psicologica, il profilo specialistico, gli obiettivi formativi ed i relativi percorsi didattici , di cui all’ allegato.

    2. I regolamenti didattici di Ateneo, di cui all’ art.11 della Legge n.341/1990, disciplinano gli ordinamenti didattici delle Scuole di specializzazione di area psicologica in conformità alle disposizioni del presente decreto entro diciotto mesi dalla data di pubblicazione del presente decreto sulla Gazzetta Ufficiale.

    Art.2

    1. Le Scuole di Specializzazione di Area psicologica afferiscono alle Facoltà di Psicologia; l’accesso è consentito ai laureati della classe 58/S (Laurea Specialistica in Psicologia) ed ai laureati in Psicologia dell’ ordinamento previgente al DM 509/99.
    Per il conseguimento del Titolo di Specialista nelle tipologie di corsi di specializzazione compresi nella classe di cui in allegato lo specialista in formazione deve l’acquisire 300 CFU complessivi, articolati in cinque anni di corso.

    2. Per ciascuna tipologia di Scuola, in coerenza con l’ ordinamento di cui al presente decreto , l’ organismo accademico responsabile del corso specifichera’ il profilo professionale dello specialista, le sue competenze in psicoterapia e precisera’ gli obiettivi formativi ed i relativi percorsi didattici funzionali al conseguimento delle necessarie conoscenze culturali ed abilità professionali.

    3. I CFU di cui al presente decreto corrispondono a 25 ore di lavoro / studente.

    4. Gli obbiettivi formativi e i percorsi didattici sono identificati da Attività formative indispensabili per conseguire il titolo . Le Attività sono a loro volta suddivise in Ambiti omogenei di conoscenze e competenze professionali identificate da Settori scientifico disciplinari . Le strutture responsabili della scuola individuano e costruiscono, per le scuole di specializzazione istituite, specifici percorsi formativi per la preparazione di ciascuna tipologia di figure professionali specialistiche, utilizzando i settori scientifico disciplinari elencati negli ambiti coerenti con il raggiungimento degli obbiettivi formativi propri della singola scuola.

    5. Le Attività formative ed i relativi CFU sono così ripartiti:
    a) Attività di base a cui sono assegnati fino a 25 CFU;
    b) Attività caratterizzanti a cui sono assegnati almeno 190 CFU ;
    c) Attività Affini, Integrative e Interdisciplinari a cui sono assegnati fino a 45 CFU;
    d) Attività elettive a scelta dello specializzando a cui sono assegnati fino a 20 CFU ;
    e) Attività finalizzate alla prova finale a cui sono assegnati fino a 15 CFU;
    f) Altre Attività a cui sono assegnati fino a 5 CFU.

    6. Alle Attività professionalizzanti è assegnato almeno il 70% dei CFU complessivi dell’intero percorso formativo.

    7. Le Attività caratterizzanti di cui alla lettera b) del precedente punto 3 sono articolate in almeno:
    a)un Ambito denominato Tronco comune identificato dai Settori scientifico disciplinari utili all’apprendimento di saperi comuni della classe a cui sono dedicati due terzi dei CFU delle Attività caratterizzanti ;
    b)un Ambito denominato delle Discipline specifiche della tipologia , identificato da uno o più Settori scientifico disciplinari specifici della figura professionale propria del corso di specializzazione a cui è assegnato un terzo dei CFU delle Attività caratterizzanti .

    8. Le Attività Affini, Integrative e Interdisciplinari comprendono almeno i tre Ambiti specificati nell’ ordinamento di cui il allegato, identificati da Settori scientifico disciplinari utili alle integrazioni multidisciplinari.

    9. Le Attività elettive a scelta dello studente sono comunque coerenti con gli obiettivi formativi e le caratteristiche professionalizzanti delle scuole.

    10. Le Attività finalizzate alla prova finale identificano i CFU specificatamente destinati alla preparazione della tesi di Diploma di specializzazione.

    11. Le Altre Attività comprendono CFU utili alla acquisizione di abilità linguistiche, informatiche, di gestione e organizzazione.

    12. Complessivamente le Attività formative professionalizzanti volte alla maturazione di specifiche capacità professionali mediante attività pratiche e di tirocinio comprendono almeno i tre quinti dell’intero corso. Almeno 60 CFU sono dedicati ad attività professionalizzanti psicoterapeutiche espletate sotto la supervisione di qualificati psicoterapeuti.

    13. Gli ordinamenti didattici delle singole scuole determinano la frazione dell’impegno orario complessivo riservato allo studio individuale, di norma non superiore al 25%.


    Art. 3

    1. La verifica della qualità dell’apprendimento è affidata a diversi strumenti, quali le prove in itinere, il libretto-diario e la prova finale (basata sulla discussione della tesi di specializzazione) integrate dalle valutazioni periodiche e dal giudizio dei docenti.

    2. Condizione indispensabile per l’attivazione della Scuola è che essa disponga di strutture adeguate, per l’esercizio delle attività professionali a fornire un completo addestramento professionale e proporzionate al numero di specializzandi iscrivibili. Adeguati dovranno essere anche il corpo docente e le strutture didattiche a disposizione.
    Si rimanda ad altra sede la definizione dei criteri che definiscono i requisiti di idoneità e di accreditabilità delle strutture formative.


    Art. 4

    1. Gli ordinamenti didattici delle Scuole di specializzazione di cui all’ allegato , attivate presso le università sono adeguati alle disposizioni del presente decreto entro diciotto mesi dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale , utilizzando le relative procedure informatizzate predisposte dal MiUR nella Banca dati dell’ offerta formativa .

    2. Le università assicurano la conclusione dei corsi di specializzazione ed il rilascio dei relativi titoli, secondo gli ordinamenti didattici previgenti, agli specializzandi già iscritti al momento dell'adeguamento del Regolamento Didattico di Ateneo .


    Art.5

    In deroga alle disposizioni di cui all’ art.3,comma 2, del DM 1.8.2005, pubblicato sulla G.U.n. 176 del 5.11.2005, l’ Universita’ di Torino e l’ Universita’ di Roma La Sapienza possono mantenere anche la Scuola di Specializzazione in Psicologia clinica attivata presso la facolta’ di Psicologia , procedendo alla revisione dell’ ordinamento didattico adeguandosi alla relativa tabella allegata al citato DM 1°.8.2005 entro il termine di cui all’ art.4 del presente decreto .


    Art.6

    Le specializzazioni di cui all’ allegato del presente decreto, nonche’ quelle in Psicologia clinica, Psichiatria e Neuropsichiatria infantile , di cui all’ allegato del sopra citato DM 1.8.2005, sono abilitanti all’ esercizio della psicoterapia , purche’ almeno 60 CFU siano dedicati ad attività professionalizzanti psicoterapeutiche espletate sotto la supervisione di qualificati psicoterapeuti.
    Il presente decreto sara’ inviato ai competenti organi di controllo e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.


    Roma, 24 luglio 2006


    Il Ministro dell'Università e della Ricerca
    F.to MUSSI


    Allegato

    Le scuole di specializzazione di area psicologica comprendono le seguenti tipologie:
    1 Neuropsicologia
    2 Psicologia del ciclo di vita
    3 Psicologia della salute
    4 Valutazione psicologica e consulenza (counselling)

    I profili di apprendimento delle specializzazioni di area psicologica sono i seguenti:
    1. Lo specialista in Neuropsicologia deve aver maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo dei
    disordini cognitivi ed emotivo-motivazionali associati a lesioni o disfunzioni del sistema nervoso nelle varie epoche di
    vita (sviluppo, età adulta ed anziana), con particolare riguardo alla diagnostica comportamentale mediante test psicometrici,
    alla riabililitazione cognitiva e comportamentale, al monitoraggio dell’evoluzione temporale di tali deficit, e ad aspetti
    subspecialistici interdisciplinari quali la psicologia forense.
    In particolare, deve disporre di conoscenze ed esperienze atte a svolgere e coordinare le seguenti attività: identificare i
    deficit cognitivi ed emotivo-motivazionali determinati da lesioni o disfunzioni cerebrali ( deficit del linguaggio, afasia e
    disordini della lettura e della scrittura; deficit della percezione visiva e spaziale, agnosia e negligenza spaziale unilaterale;
    deficit della memoria, amnesia; deficit dell’attenzione e della programmazione e realizzazione del comportamento
    motorio e dell’azione complessa ), valutare i predetti deficit mediante test psicometrici, interviste e questionari; analizzare
    risultati quantitativi degli accertamenti mediante tecniche statistiche descrittive ed inferenziali e utilizzando le tecnologie
    informatiche; organizzare i programmi di riabilitazione dei deficit cognitivi ed emotivo-motivazionali e gli interventi
    atti a favorire il compenso funzionale, mediante l’utilizzazione delle abilità residue; promuovere, realizzare e
    valutare gli interventi psicoterapeutici e di comunità atti a favorire il recupero del benessere psico-sociale.

    2. [...]




    OBIETTIVI FORMATIVI

    Obbiettivi formativi integrati (tronco comune):
    lo Specialista deve aver acquisito soddisfacenti conoscenze teoriche e competenze professionali nella valutazione e
    nell’intervento psicologico di consulenza e psicoterapia relativamente alle più diffuse problematiche comuni alle quattro
    tipologie.
    A tale fine avrà acquisito conoscenze ed esperienze nei seguenti ambiti:
    Psicologia generale, psicobiologia e neuropsicologia: conoscenza dell’organizzazione funzionale dei processi cognitivi
    ed emotivo-motivazionali nelle diverse età della vita, delle loro basi nel sistema nervoso centrale e nei sistemi biologici
    dell’organismo, dei fattori genetici che determinano il comportamento, della valutazione e della riabilitazione dei
    deficit dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali psicogeni o causati da lesioni e disfunzioni cerebrali nelle diverse
    età della vita.
    Psicologia dello sviluppo e dell'educazione: conoscenza dello sviluppo dei processi cognitivi ed emotivomotivazionali
    , delle loro basi psicobiologiche nell’infanzia e nell’adolescenza, e delle loro relazioni con
    l’apprendimento e l’educazione; competenze nella valutazione, riabilitazione e psicoterapia in età di sviluppo.
    Psicologia sociale, di comunità e delle organizzazioni: conoscenza delle relazioni fra processi ed eventi collettivi e
    societari e processi psicologici sociali, individuali e di gruppo negli aspetti maggiormente rilevanti per l’organizzazione
    cognitiva ed emotivo-motivazionale dell’individuo e dei gruppi.
    Psicologia dinamica e clinica: conoscenza dal punto di vista psicodinamico , psicogenetico e clinico dei processi intrapsichici
    e delle relazioni interpersonali rilevanti per la prevenzione e il trattamento del disagio psichico e delle psicopatologie,
    e dei principali indirizzi psicoterapeutici ,con particolare riguardo a interventi di valutazione, prevenzione, riabilitazione
    psicologica e psicoterapia con addizionali competenze nella psicofisiologia clinica.
    Psicofarmacologia: conoscenza degli effetti di farmaci e sostanze di abuso sui processi cognitivi ed emotivomotivazionali
    e sulla personalità, nelle diverse età della vita e in presenza di disordini dei processi cognitivi ed emotivomotivazionali.
    Psichiatria: conoscenza degli aspetti cognitivi ed emotivo-motivazionali e di elementi di epidemiologia, di eziopatogenesi
    e di diagnosi delle più diffuse malattie psichiatriche; competenze nella valutazione e nel trattamento preventivo,
    riabilitativo e terapeutico di tali malattie; competenze nella valutazione del decorso di tali malattie e degli effetti cognitivi
    ed emotivo-motivazionali dei trattamenti riabilitativi psicoterapeutici e farmacologici.
    Statistica psicometria ed epidemiologia: applicazione delle metodologie statistiche psicometriche all’analisi delle prestazioni
    comportamentali a test per la valutazione dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali, a interviste e colloqui,
    con finalità di diagnosi e di valutazione dell’evoluzione temporale di deficit eventuali, anche in relazione a trattamenti
    psicologici riabilitativi o farmacologici; applicazione delle metodologie statistiche epidemiologiche a livello di
    popolazione all’analisi dei profili cognitivi, emotivo-motivazionali e di personalità, e dei loro deficit nelle diverse età
    della vita.
    Neurologia: conoscenza, ai fini della valutazione e riabilitazione psicologica e neuropsicologica e della psicoterapia, di
    elementi di epidemiologia, eziopatogenesi, diagnosi e terapia delle principali malattie del sistema nervoso che determinano
    deficit dei processi cognitivi motivazionali.
    Sociologia e antropologia: conoscenza delle principali prospettive in ordine alla comprensione del mutamento e
    all’analisi dei gruppi, della salute, dello sviluppo e della sicurezza sociale con particolare attenzione al rapporto norme
    giuridiche-società e al comportamento deviante, dei meccanismi generali dei processi antropologici e delle modalità con
    cui le culture si configurano e si diversificano in funzione della comprensione delle identità diverse delle popolazioni.
    Organizzazione e gestione dei servizi. Conoscenza dei principi e delle tecniche di organizzazione aziendale e di gestione
    anche con riguardo agli aspetti giuridico normativi e alle tecniche informatiche.

    Per tutte le tipologie, data la stretta interconnessione culturale esistente tra di esse, i CFU del tronco comune destinati ad
    esperienze professionalizzanti inerenti le specialità affini dovranno comprendere:
    -- conoscenze teoriche generali ed esperienze di base delle principali tecniche di valutazione e consulenza e per la prevenzione,
    la riabilitazione e il trattamento delle problematiche psicologiche e comportamentale nell’intero ciclo di vita.
    - conoscenze teoriche generali ed esperienze cliniche nelle metodiche psicometriche e osservazionali di valutazione delle
    problematiche e di diagnosi delle patologie neuropsicologiche, psicologiche e comportamentali dell’intero ciclo di vita;
    - conoscenze teoriche generali dei fondamentali meccanismi eziopatogenetici delle malattie del sistema nervoso centrale,
    periferico e vegetativo, delle malattie psichiatriche, delle turbe di personalità e delle forme di disagio psichico specifiche
    delle diverse fasi del ciclo di vita;
    - conoscenze teoriche generali ed esperienze di base relative a malattie di interesse neurologico, psichiatrico, neuro- e
    psicomotorio, anche con riferimento alle complicanze comportamentali e psicologiche di malattie internistiche e metaboliche
    e delle patologie d’organo nell’intero ciclo di vita e con particolare riferimento al loro impatto psicologico sulla
    famiglia e sui contesti sociali;
    - conoscenze teoriche generali ed esperienze di base relative ai fattori culturali, sociali e ai contesti normativi e organizzativi
    rilevanti per l’agire professionalmente sulle problematiche pertinenti alla specifica specializzazione in ambiti sociali
    e sanitari.

    1. Per la tipologia Neuropsicologia gli obbiettivi formativi specifici, le attività professionalizzanti e le attività elettive
    sono i seguenti:
    - Formativi di base: conoscenza dei fondamenti della neuroanatomia e neurofisiologia, con particolare
    riferimento alla base neurale dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali ed al loro sviluppo;
    conoscenza delle basi genetiche e neurofisiopatologiche dei deficit neuropsicologici cognitivi ed emotivomotivazionali;
    conoscenza di elementi di neuropsicofarmacologia; conoscenza delle tecniche di elettrofisiologia e di bioimmagine
    nelle loro applicazioni in neuropsicologia;
    conoscenza dei metodi psicometrici applicati in neuropsicologia; dell’utilizzo dei sistemi computerizzati nella
    diagnosi e riabilitazione neuropsicologica; dell’epidemiologia dei disturbi neuropsicologici;
    conoscenza dell’organizzazione e della legislazione dei servizi sociosanitari.
    - Formativi generali: conoscenza della storia della psicologia ed in particolare della neuropsicologia,
    nei suoi aspetti psicologici, neurologici e neurofisiologici.
    - Formativi della tipologia della Scuola: conoscenza dei meccanismi patologici cognitivi ed emotivomotivazionali
    e delle loro basi neurofisiopatologiche, che determinano, nelle diverse epoche della vita, disordini
    del linguaggio, delle abilità visuo-spaziali, dell’attenzione, della programmazione del movimento, della memoria,
    della pianificazione del comportamento nei suoi aspetti cognitivi ed emotivo-motivazionali;
    conoscenza degli aspetti neuropsicolologici delle sindromi psichiatriche e delle patologie non primariamente
    neurologiche;
    conoscenza dei fenomeni di neuroplasticità in relazione al recupero funzionale dei deficit cognitivi ed emotivomotivazionali.

    Le Attività professionalizzanti obbligatorie per il raggiungimento delle finalità didattiche della tipologia comprendono
    l’esecuzione, condotta con la supervisione di esperti, di:
    - protocolli diagnostici clinici di neuropsicologia: almeno 50 pazienti esaminati personalmente, di cui
    circa 15 affetti da disordini del linguaggio e della programmazione del movimento; circa 15 affetti da disordini
    visuo-spaziali; circa 10 affetti da disordini della memoria e della programmazione del comportamento, nel quadro
    di un ampio deterioramento cognitivo; circa 10 affetti da disordini cognitivi ed emotivo-comportamentali in
    età di sviluppo;
    - protocolli psicodiagnostici e psicoterapeutici: almeno 20 pazienti esaminati personalmente;
    - protocolli di riabilitazione neuropsicologica: almeno 20 pazienti riabilitati personalmente, di cui circa
    10 affetti da disordini del linguaggio e della programmazione del movimento, 10 da disordini visuo-spaziali e
    10 da disordini della memoria ed emotivo-comportamentali;
    - discussione di esami dei principali disordini neuropsicologici: almeno 30 casi discussi con personale
    esperto.
    Le Attività elettive utili all’acquisizione di specifiche ed avanzate conoscenze sono principalmente nell’ambito della
    psicologia cognitiva, della psicometria e delle metodologie di simulazione dell’attività mentale, della genetica del comportamento,
    dell’applicazione dei metodi di neuroimmagine funzionale e di elettrofisiologia clinica allo studio dei processi
    cognitivi, dell’informatica applicata alla diagnosi e alla riabilitazione neuropsicologica.

    [...] [...]

    ATTIVITA' FORMATIVE INDISPENSABILI:
    Di base
    DISCIPLINE GENERALI PER LA FORMAZIONE INTERDISCIPLINARE DELLO SPECIALISTA (Crediti: 25
    ):

    BIO/09 FISIOLOGIA
    BIO/09 BIOCHIMICA
    BIO/13 BIOLOGIA APPLICATA
    BIO/14 FARMACOLOGIA
    BIO 16 ANATOMIA UMANA
    BIO/18 GENETICA
    MED/01 STATISTICA MEDICA
    MED/02 STORIA DELLA MEDICINA
    INF/01 INFORMATICA
    M-STO/05 STORIA DELLA SCIENZA
    M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE
    M-DEA/01 DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE
    SECS-S/01 STATISTICA
    SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE
    SPS/12 SOCIOLOGIA GIURIDICA DELLA DEVIANZA
    E DEL MUTAMENTO SOCIALE


    Caratterizzanti
    FORMAZIONE GENERALE (TRONCO COMUNE) (Crediti: 60):
    BIO/14 FARMACOLOGIA
    MED/01 STATISTICA MEDICA
    MED/03 GENETICA MEDICA
    MED/13 ENDOCRINOLOGIA
    MED/25 PSICHIATRIA
    MED/26 NEUROLOGIA
    MED/34 MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
    MED/39 NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
    M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE
    M-PSI/02 PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA
    M-PSI/03 PSICOMETRIA
    M-PSI/04 PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E
    DELL'EDUCAZIONE
    M-PSI/05 PSICOLOGIA SOCIALE
    M-PSI/06 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE
    ORGANIZZAZIONI
    M-PSI/07 PSICOLOGIA DINAMICA
    M-PSI/08 PSICOLOGIA CLINICA
    M-DEA/01 DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE
    SECS-S/01 STATISTICA
    SECS-S/04 DEMOGRAFIA
    SECS-S/05 STATISTICA SOCIALE
    SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE
    SPS/08 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI
    E COMUNICATIVI


    DISCIPLINE SPECIFICHE DELLA TIPOLOGIA NEUROPSICOLOGIA (Crediti: 130):

    M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE
    M-PSI/02 PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA
    M-PSI/04 PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E
    DELL'EDUCAZIONE
    M-PSI/08 PSICOLOGIA CLINICA
    MED/26 NEUROLOGIA
    MED/27 NEUROCHIRURGIA
    MED/36 DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA
    MED/37 NEURORADIOLOGIA
    MED/39 NEUROPSICHIATRIA INFANTILE


    Affini o integrative (Crediti 45)
    SCIENZE UMANE E SOCIALI:

    L-ART/05 DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO
    L-ART/06 CINEMA, FOTOGRAFIA, TELEVISIONE
    L-ART/07 MUSICOLOGIA E STORIA DELLA
    MUSICA
    L-FIL-LET/05 FILOLOGIA CLASSICA
    L-FIL-LET/10 LETTERATURA ITALIANA
    M-DEA/01 DISCIPLINE DEMOETNO ANTROPOLOGICHE
    M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA
    M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE
    M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
    M-PED/04 PEDAGOGIA SPERIMENTALE
    M-STO/05 STORIA DELLA SCIENZA
    M-EDF/01 METODI E DIDATTICHE DELLE
    ATTIVITA’ MOTORIE
    SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE
    SPS/08 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI
    E COMUNICATIVI
    SPS/09 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI
    E DEL LAVORO
    SPS/10 SOCIOLOGIA DELL’AMBIENTE E DEL
    TERRITORIO
    SPS/12 SOCIOLOGIA GIURIDICA DELLA DEVIANZA
    E DEL MUTAMENTO SOCIALE


    CONOSCENZE MEDICHE PER OPERARE IN CONTESTI SANITARI:

    MED/01 STATISTICA MEDICA
    MED/03 GENETICA MEDICA
    MED/04 PATOLOGIA GENERALE
    MED/06 ONCOLOGIA MEDICA
    MED/07 MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA
    CLINICA
    MED/09 MEDICINA INTERNA
    MED/10 MALATTIE DELL’APPARATO RESPIRATORIO
    MED/11 MALATTIE DELL’APPARATO CARDIOVASCOLARE
    MED/12 GASTROENTEROLOGIA
    MED/13 ENDOCRINOLOGIA
    MED/14 NEFROLOGIA
    MED/15 MALATTIE DEL SANGUE
    MED/16 REUMATOLOGIA
    MED/17 MALATTIE INFETTIVE
    MED/18 CHIRURGIA GENERALE
    MED/19 CHIRURGIA PLASTICA
    MED/20 CHIRURGIA PEDIATRICA E INFANTILE
    MED/21 CHIRURGIA TORACICA
    MED/22 CHIRURGIA VASCOLARE
    MED/23 CHIRURGIA CARDIACA
    MED/24 UROLOGIA
    MED/25 PSICHIATRIA
    MED/26 NEUROLOGIA
    MED/27 NEUROCHIRURGIA
    MED/28 MALATTIE ODONTOSTOMATOLOGICHE
    MED/29 CHIRURGIA MAXILLOFACCIALE
    MED/30 MALATTIE APPARATO VISIVO
    MED/31 OTORINOLARINGOIATRIA
    MED/32 AUDIOLOGIA
    MED/33 MALATTIE DELL’APPARATO LOCOMOTORE
    MED/34 MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
    MED/35 MALATTIE CUTANEE E VENEREE
    MED/36 DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E
    RADIOTERAPIA
    MED/37 NEURORADIOLOGIA
    MED/38 PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA
    MED/39 NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
    MED/40 GINECOLOGIA E OSTETRICIA
    MED/41 ANESTESIOLOGIA
    MED/42 IGIENE GENERALE E APPLICATA
    MED/43 MEDICINA LEGALE
    MED/44 MEDICINA DEL LAVORO
    MED/45 SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI,
    CLINICHE E PEDIATRICHE
    MED/46 SCIENZE TECNICHE DI MEDICINA DI
    LABORATORIO
    MED/47 SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-
    GINECOLOGICHE
    MED/48 SCIENZE INFERMIERISTICHE E
    TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
    MED/49 SCIENZE TECNICHE DIETETICHE
    APPLICATE
    MED/50 SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE


    MANAGEMENT SANITARIO SANITARIO STATISTICA DIRITTO E INFORMATICA:

    ICAR/03 INGEGNERIA SANITARIAAMBIENTALE
    ING-INF/05 SISTEMI DI ELABORAZIONE
    DELLE INFORMAZIONI
    ING-INF/06 BIOINGEGNERIA ELETTRONICA
    E INFORMATICA
    ING-IND/35 INGEGNERIA ECONOMICOGESTIONALE
    IUS/01 DIRITTO PRIVATO
    IUS/07 DIRITTO DEL LAVORO
    IUS/09 ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO
    IUS/10 DIRITTO AMMINISTRATIVO
    SECS-P/08 ECONOMIA E GESTIONE DELLE
    IMPRESE
    SECS-P/10 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE
    SECS-S/01 STATISTICA
    SECS-S/04 DEMOGRAFIA
    SECS-S/05 STATISTICA SOCIALE


    A scelta dello specializzando

    DISCIPLINE ATTINENTI ALLE TIPOLOGIE E ALLE INTEGRAZIONI INTERDISCIPLINARI (Crediti 20)

    Per la prova finale: Tesi di specializzazione (Crediti 15)

    Ulteriori conoscenze linguistiche, abilità informatiche e relazionali, tirocini (Crediti 5)

    TOT CREDITI 300


    ------------------

    A voi i commenti

    Non lo specifica, o forse non ho trovato io il riferimento, ma io credo che questo decreto si applichi solo alle specializzazioni universitarie
    cmq a me sembra che, per come saranno impostate, sarà un po' come fare altri 5 anni di università
    Ultima modifica di paky : 24-01-2007 alle ore 00.19.48
    ...love is passion, obsession, someone you can't live without.
    I say fall head over heels.
    Find someone you can love like crazy and who'll love you the same way back.
    How do you find him? Well, forget your head and listen to your heart.
    'Cause the truth is that there's no sense living your life without this.
    To make the journey and not fall deeply in love... well, you haven't lived a life at all.
    But you have to try, because if you haven't tried, you haven't lived.

    Meet Joe Black

  2. #2
    alerapper
    Ospite non registrato
    cioè vuol dire che dovremmo fare dopo la laurea quinquennale altri 5 anni di specializzazione e non più 4 ?

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di adelitas
    Data registrazione
    20-11-2006
    Residenza
    a casa
    Messaggi
    284
    ma quali sono queste scuole a indirizzo neuropsicologiaco?oltre santa lucia a roma e quella di parma?è l'indirizzo in cui mi vorrei formare io, ma sinceramente non ci capisco più niente!
    questo decreto quindi dice che ci sarà la figura del neuropsicologo??

  4. #4
    alerapper
    Ospite non registrato
    no, dice che saranno modificati i programmi delle scuole di specializzazione. comunque oltre a queste scuole esiste una di specializzazione in psicoterapia cognitivo-comportamentale ad indirizzo neuropsicologia all'istituto s. chiara di lecce e ho anche sentito che ci sarà un' altra scuola di specializzazione in neuropsicologia all'uni di bologna. ciao.

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di paky
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    6,026
    infatti, il decreto si limita a dare indicazioni a cui le università che vogliono istituire (o che abbiano già istituito) una scuola di specializzazione ad indirizzo neuropsicologico devono adeguarsi.
    Inoltre vi ricordo che i tempi burocratici per ottenere l'autorizzazione e il riconoscimento dal ministero sono lunghetti, quindi è possibile che anche altre università abbiano intanto fatto richiesta anche se ancora non lo sappiamo!
    ...love is passion, obsession, someone you can't live without.
    I say fall head over heels.
    Find someone you can love like crazy and who'll love you the same way back.
    How do you find him? Well, forget your head and listen to your heart.
    'Cause the truth is that there's no sense living your life without this.
    To make the journey and not fall deeply in love... well, you haven't lived a life at all.
    But you have to try, because if you haven't tried, you haven't lived.

    Meet Joe Black

  6. #6
    Ragazzi, sapete se in Italia esiste una scuola di specializzazione in neuropsicologia simile a quella di Parma (quindi che rilasci anche il titolo di psicoterapeuta) che però si occupi della neuropsicologia dell'età adulta?

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di paky
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    6,026
    Attualmente pare che non ce ne siano, ma credo che per l'anno prossimo ne apriranno più d'una (le certe parrebbero Bologna e Torino) e poi credo che anche quella del Santa Lucia dovrà attenersi al nuovo decreto e quindi suppongo che inizierà a rilasciare l'abilitazione alla psicoterapia

    [edit]
    rettifico! dimenticavo quella del Santa Chiara di Lecce, è una scuola di psicoterapia cognitiva ad indirizzo neuropsicologico

    Ultima modifica di paky : 02-02-2007 alle ore 23.00.09
    ...love is passion, obsession, someone you can't live without.
    I say fall head over heels.
    Find someone you can love like crazy and who'll love you the same way back.
    How do you find him? Well, forget your head and listen to your heart.
    'Cause the truth is that there's no sense living your life without this.
    To make the journey and not fall deeply in love... well, you haven't lived a life at all.
    But you have to try, because if you haven't tried, you haven't lived.

    Meet Joe Black

  8. #8
    alerapper
    Ospite non registrato
    esiste una di specializzazione in psicoterapia cognitivo-comportamentale ad indirizzo neuropsicologia all'istituto s. chiara di lecce

  9. #9
    Partecipante Affezionato L'avatar di xxxevolxxx
    Data registrazione
    21-09-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    67
    ma a Milano non c'è niente?
    Ma quella di Parma come si chiama?

  10. #10

    e allora cosa fare?

    Ciao a tutti,
    anch'io come molti di voi sono interessata alla neuropsicologia, ormai mi sono laureata (VO) da due anni (che sono volati tra tirocinio e eds) e non ho ancora deciso cosa fare. Il master mi sembra molto costoso e poco approfondito negli argomenti che tratta, mentre una scuola di specializzazione mi sembra una formazione molto più completa e riconosciuta.
    Secondo voi, conviene aspettare ancora qualche anno per poi iniziare una scuola di specializzazione o i tempi sono così lunghi che mi conviene per intanto buttarmi su qualche master?
    Mah...
    Grazie!
    Ciao

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,586
    Intendi aspettare per veder se cambiano la legge e le fanno di 5 anni? Io farei il contrario, mi iscriverei subito, perchè credo che la regola dei 5 anni se verrà attuata valga per i nuovi iscritti, e non per chi è già al 2 o 3 anno. (E anche perchè se non è così mi inc....o tanto! )

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  12. #12
    No, il problema non sono i 4 o 5 anni (spero che non ci siano problemi in questo senso per quelli come te che stanno già facendo la scuola), il problema è che non ci sono ancora scuole di specializzazione di neuropsicologia come previste dal decreto del 2006 (giusto?), io mi aspetto che nel giro di un paio di anni in qualche università come Padova, Milano... si attivino scuole di questo tipo...
    secondo te, è plausibile che in un paio di anni al massimo si muova qualcosa in questo senso o mi conviene non stare a perdere troppo tempo e iniziare a fare un master in neuropsicologia?

    Grazie!
    Manu

  13. #13
    Partecipante L'avatar di nabuchino
    Data registrazione
    16-03-2006
    Residenza
    lombardia
    Messaggi
    45
    Citazione Originalmente inviato da manuelaf Visualizza messaggio
    No, il problema non sono i 4 o 5 anni (spero che non ci siano problemi in questo senso per quelli come te che stanno già facendo la scuola), il problema è che non ci sono ancora scuole di specializzazione di neuropsicologia come previste dal decreto del 2006 (giusto?), io mi aspetto che nel giro di un paio di anni in qualche università come Padova, Milano... si attivino scuole di questo tipo...
    secondo te, è plausibile che in un paio di anni al massimo si muova qualcosa in questo senso o mi conviene non stare a perdere troppo tempo e iniziare a fare un master in neuropsicologia?

    Grazie!
    Manu
    Spero che presto tu possa trovare la strada che stai cercando, senza dover ripiegare in scelte che poco ti soddisfano.
    Ciao

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,586
    Citazione Originalmente inviato da manuelaf Visualizza messaggio
    il problema è che non ci sono ancora scuole di specializzazione di neuropsicologia come previste dal decreto del 2006 (giusto?), io mi aspetto che nel giro di un paio di anni in qualche università come Padova, Milano... si attivino scuole di questo tipo...
    Cosa intendi che non ci sono scuole di quel tipo?
    In neuropsicologia per adesso ne esistono due in italia, quella di roma pubblica e quella di parma privata (e che abilita alla neuropsicologia) ed è quella che sto facendo io. E' un paio d'anni che pensano di aprirne una a torino, privata.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  15. #15
    Partecipante L'avatar di nabuchino
    Data registrazione
    16-03-2006
    Residenza
    lombardia
    Messaggi
    45
    Citazione Originalmente inviato da Calethiel Visualizza messaggio
    Cosa intendi che non ci sono scuole di quel tipo?
    In neuropsicologia per adesso ne esistono due in italia, quella di roma pubblica e quella di parma privata (e che abilita alla neuropsicologia) ed è quella che sto facendo io. E' un paio d'anni che pensano di aprirne una a torino, privata.
    Ma quella che fai tu non è orientata solo sull'età evolutiva, sbaglio?
    A parte quella di Roma, non ne esiste una in Italia che sia neuropsicologia e riabilitazione per l'età adulta?

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy