• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 49
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di strawberry
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    Tivoli (RM)
    Messaggi
    67

    psicologi nei centri estetici

    Ho sentito di psicologi che lavorano nei centri estetici come consulenti. Qualcuno sa su cosa possa basarsi una consulenza con quel tipo di utenza?

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di guanciotta
    Data registrazione
    17-05-2005
    Residenza
    cagliari
    Messaggi
    122
    Ciao, se non sbaglio questo argomento è già stato trattato. Ti consiglio di dare un'occhiata. Ciau ciau

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di °°°eda°°°
    Data registrazione
    27-04-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    155
    ciao straw!!! 8) non so proprio cosa dirti!!

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di strawberry
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    Tivoli (RM)
    Messaggi
    67
    NON MI DIRE EDA, PROPRIO TU COMPAGNO DI VIAGGIO DELL'EDS?????!!!!

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di °°°eda°°°
    Data registrazione
    27-04-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    155
    BHuahahahahhaha
    ho aperto il sito e sull'home page ho letto il tuo nome....quindi me so venuto ad impiccia'....

  6. #6
    psicologiaela
    Ospite non registrato

    Re: psicologi nei centri estetici

    Originariamente postato da strawberry
    Ho sentito di psicologi che lavorano nei centri estetici come consulenti. Qualcuno sa su cosa possa basarsi una consulenza con quel tipo di utenza?


    io non l'ho mai sentito dire e spero tu abbia sentito male!!
    nn credo sarebbe un salto di qualita' per la professione dello Psicologo.....

  7. #7
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    io invece credo di si. non come consulenti di immagine bensì come veri e propri supporter per eventuali problemi di immagine. tipo la donna che vuole rifarsi il seno ma ha già una quarta invidiabile o la 35enne che vuole farsi il botox e ha solo una ruga di espressione in fronte, come l'abbiamo tutti.
    sono tematiche attinenti ed attuali, molto legate a problemi di percezione della forma del proprio corpo, della giovinezza e co.
    per me sia benvenuto lo psicologo nei centri estetici. è un valore aggiunto in più che dà forza alla concezione di un professionista a tutto tondo con la realtà sociale in cui si vive. e non con la solita concezione di psicologo da lettino, tipica di certi indirizzi e facoltà come quella di palermo da cui purtroppo sono uscita anche io.

  8. #8
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    peccato ( anzi per fortuna!!!) che quello che dici tu ( rifacimento seno etc..)accade nei reparti di chirurgia estetica che io sappia, e non nei centri estetici!
    quindi ok per lo Psicologo che lavora in equipe con il chirurgo estetico, ma nei centri estetici basta il massaggiatore, l'estetista .
    Ultima modifica di psicologiaela : 18-01-2007 alle ore 12.57.51

  9. #9
    Partecipante Affezionato L'avatar di palishila
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    64

    Suppongo...

    ...che lo psicologo in un corso per estetiste si occupi di tecniche di comunicazione, rapporto col cliente, etc....

  10. #10
    Partecipante Affezionato L'avatar di strawberry
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    Tivoli (RM)
    Messaggi
    67
    Io in realtà pensavo a qualcosa di diverso. Molte persone che frequentano i centri estetici sia giovani che mature lo fanno anche per mantenere la linea con massaggi ecc. Molto spesso queste persone riferiscono di fare fatica a seguire un'alimentazione equilibrata perchè usano il cibo come antistress, ansiolitico, gratificazione emotiva... Allora io pensavo che uno psicologo possa aiutare queste donne a comprendere meglio, senza scendere troppo in profondità e inviando la persona ad uno psicoterapeuta qualora dovesse venire fuori un disturbo alimentare conclamato, il proprio atteggiamento nei confronti del cibo. Si potrebbe trattare di alcuni colloqui in cui l'utente sia aiutato a riconoscere le emozioni che lo conducono a "tuffarsi nei bignè" e a gestire meglio le situazioni quotidiane di stress, insegnandogli qualche tecnica di rilassamento come il T.A. inferiore.


    (P.S. Quello psicologo che lavorava in un centro estetico mi ha detto che in realtà faceva uso una volta a settimana di una loro stanza per le sue consulenze)

  11. #11
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    Io in realtà pensavo a qualcosa di diverso. Molte persone che frequentano i centri estetici sia giovani che mature lo fanno anche per mantenere la linea con massaggi ecc. Molto spesso queste persone riferiscono di fare fatica a seguire un'alimentazione equilibrata perchè usano il cibo come antistress, ansiolitico, gratificazione emotiva... Allora io pensavo che uno psicologo possa aiutare queste donne a comprendere meglio, senza scendere troppo in profondità e inviando la persona ad uno psicoterapeuta qualora dovesse venire fuori un disturbo alimentare conclamato, il proprio atteggiamento nei confronti del cibo. Si potrebbe trattare di alcuni colloqui in cui l'utente sia aiutato a riconoscere le emozioni che lo conducono a "tuffarsi nei bignè" e a gestire meglio le situazioni quotidiane di stress, insegnandogli qualche tecnica di rilassamento come il T.A. inferiore.
    potrebbe anche essere questo, si, sono d'accordo. in fondo molto spesso i disturbi somatoformi (tipo dismorfofobia) sono associati ai disturbi alimentari. quindi non siamo molti distanti da quello che diciamo entrambe: sono due cose molto collegate. il controllo del cibo è fortemente associato ad un desiderio di essere magre. e questo può portare alla ricerca di trattamenti particolari per dimagrire, rassodare, o per le donne più grandicelle stendere le prime rughe, migliorare l'aspetto di un seno che può apparire piccolo o rilassato.
    non significa fare cambiare loro idea sul trattamento (io per esempio sono per la chirurgia estetica se questa può apportare un miglioramento dell'autostima, perchè no. in fondo madre natura non è sempre generosa con tutti) ma vedere se c'è realmente qualcosa che non va nel fisico, se è giustificato, se crea troppi pensieri ossessivi, se è realistico, lo stesso vale per l'assunzione del cibo. e tutto. credo siano concettualizzazioni molto realistiche.
    mi piace sta figura

  12. #12
    Partecipante Affezionato L'avatar di strawberry
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    Tivoli (RM)
    Messaggi
    67
    ...Tutto sta a concretizzare questo tipo di intervento...

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di sorrisjhs
    Data registrazione
    05-06-2006
    Messaggi
    143
    Anchi'io ho sentito parlare degli psicologi nei centri estetici e c'è un articolo anche in questo sito su: le professioni dello psicologo...io credo che sia molto utile...non un abbassamento della professionalità o un ripiego ma un campo molto interessante da approfondire

  14. #14
    atenanike
    Ospite non registrato
    Io non l'ho mai sentito,ma dovrebbe essere un servizio in più offerto dal centro estetico,non penso che una che va a farsi i massaggi sia disposta a spendere per lo psicologo!E poi cosiì le si dice:"Guardi prima di farle un massaggio parli con lo psicologo?!"Forse si parla di quei centri estetici molto grandi che hanno l'equipe medica,tipo il dermatologo...ma certi tipo di interventi bisogna farli in ambiente sterile e devi andare per forza in clinica o in ospedale,e comunque negli ospedali seri prime di un intervente di chirurgia plastica è importantissimo che il pazienze sia seguito dalla psicologo che lo aiuterà ad accettarsi dopo l'intervento,anche per un una rinoplstica e mastoplastica addittiva secondo me sarebbe meglio essere seguiti,ma io conosco un sacco di persone qui a Cagliari anche ragazzine di 18 anni che si sono rifatte e lo psicologo non l'hanno neanche visto,dovrebbere utilizzare di più questa figura professionale,è importante quanto il chirurgo che opera,e io non sono psicologa.

  15. #15
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    atenanike, credo sia molto vero e molto realistico quello che dici.
    per quel che concerne il discorso del fare interventi chirurgici in una sala operatoria, mi sembra abbastanza ovvio e scontato. una donna che frequenta un centro estetico possa avere delle velleità sul rifarsi qualcosa, ma non per forza DENTRO il centro. per la serie: c'è un servizio e ne usufruisco per tutto quello che è inerente la percezione della mia immagine.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy