• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1

    “giovani Idee Cambiano L’italia”

    BANDO DI CONCORSO PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A GIOVANI PER LA REALIZZAZIONE DI IDEE INNOVATIVE : “GIOVANI IDEE CAMBIANO L’ITALIA”



    Presidenza del Consiglio dei Ministri
    Dipartimento per le politiche giovanili
    e le attività sportive



    BANDO DI CONCORSO
    PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A GIOVANI PER LA REALIZZAZIONE DI IDEE INNOVATIVE :
    "GIOVANI IDEE CAMBIANO L’ITALIA"

    Descrizione dell’iniziativa
    Il concorso “Giovani idee cambiano l’Italia” è promosso e coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive (che di seguito viene denominato “Dipartimento”) ed ha lo scopo di promuovere e sostenere nei prossimi anni, attraverso l’erogazione di contributi per la realizzazione di progetti innovativi, la capacità progettuale e creativa dei giovani.
    Nell’ambito di tale iniziativa, il presente bando intende finanziare le migliori idee progettuali riguardanti le seguenti aree tematiche:
    a) innovazione tecnologica;
    b) utilità sociale e impegno civile;
    c) sviluppo sostenibile;
    d) gestione di servizi urbani e territoriali per la qualità della vita dei giovani.
    In particolare gli obiettivi specifici delle aree tematiche ammissibili sono i seguenti:
    a) innovazione tecnologica:
    Obiettivo di quest’area tematica è contribuire al rilancio di una cultura orientata alla scienza e alla tecnologia, con specifico riferimento allo sviluppo di software innovativi. Saranno quindi ammesse in questo ambito le invenzioni di processo e di comunicazione (e-content), che costituiscano soluzioni innovative di problemi individuali o collettivi.
    b) utilità sociale e impegno civile;
    Obiettivo di quest’area è premiare la creatività giovanile applicata ad obiettivi di solidarietà, volontariato, servizio alle comunità locali e impegno civile.
    c) Sviluppo sostenibile;
    Obiettivo di quest’area tematica è sostenere l’ideazione di soluzioni innovative che consentano di ridurre le pressioni sull’ambiente, anche con riferimento alla valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale.
    d) gestione di servizi urbani e territoriali per la qualità della vita dei giovani.
    Obiettivo di quest’area è quello di premiare idee progettuali “di giovani per migliorare la vita dei giovani”. Tale area raccoglie progetti che contribuiscano a risolvere problemi comuni ai giovani, come l’accesso alla casa, al credito, alle risorse per la formazione, alla conciliazione dei tempi di lavoro con i tempi della vita.



    2. Partecipanti

    Possono presentare le proposte progettuali i giovani cittadini italiani che, alla data di scadenza del bando, hanno un’età compresa fra i 18 e i 35 anni, organizzati in gruppi di lavoro informali composti da un minimo di quattro giovani. Ciascun componente del gruppo informale può partecipare alla presentazione di una sola domanda di candidatura. Non possono partecipare associazioni, enti, organizzazioni comunque denominate aziende già formalmente costituite. Sono richiesti ai partecipanti i requisiti richiesti dalla legge per l’ammissione ai contributi pubblici, godimento dei diritti civili e politici e assenza di condanne penali.



    3. Termini e Modalita’ di presentazione della domanda di candidatura
    Il gruppo informale che presenta la proposta progettuale dovrà descrivere e motivare la proposta stessa, dettagliare le modalità d’implementazione, le spese stimate necessarie e le relative fonti di finanziamento, utilizzando l’allegata domanda di candidatura che costituisce parte integrante e sostanziale del presente bando-concorso (allegato 1) ; potranno essere aggiunti, se necessario, sintetici elaborati tecnici. Il bando e la domanda di candidatura sono scaricabili dal sito www.governo.it . Nella domanda di candidatura dovrà, fra l’altro, essere indicato il valore complessivo del progetto, che comunque non dovrà superare il valore omnicomprensivo di euro 50.000; il contributo richiesto al Dipartimento non dovrà essere superiore al valore complessivo di euro 35.000.
    La domanda di candidatura e gli eventuali elaborati dovranno pervenire in un plico chiuso, indirizzato al Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive - Via della Mercede 9 - 00187 Roma, esclusivamente a mezzo lettera raccomandata A/R, entro il giorno 15 marzo 2007; farà fede la data del timbro di arrivo e non quella di spedizione, pena l’esclusione. Il plico dovrà essere controfirmato sui lembi di chiusura dal rappresentante del gruppo informale, vi dovranno essere indicati il mittente (nome del gruppo, indirizzo, telefono, e-mail), e la dicitura: NON APRIRE - Concorso “Giovani idee cambiano l’Italia”.





    4. Valutazione e Contributi
    Sarà istituita una Commissione che valuterà le proposte progettuali, secondo quanto più specificatamente riportato nel modello di domanda di candidatura, sulla base dei seguenti criteri:





    CRITERI DI VALUTAZIONE


    PUNTEGGIO MASSIMO

    a. caratteristiche del gruppo informale e localizzazione del progetto
    10

    b. qualità dell’idea progettuale
    80

    c. fattibilità
    45

    d. innovatività dell’idea progettuale
    35

    e risultati attesi
    30



    TOTALE

    200




    La Commissione, qualora necessario, si riserva la possibilità di acquisire ulteriori elementi informativi dai gruppi informali partecipanti
    Sono a disposizione del presente concorso 2.000.000 di euro, impegnati a valere sul Fondo nazionale per le politiche giovanili.
    I fondi saranno assegnati sulla base dei seguenti criteri prioritari:
    a) ai primi cinque progetti, determinati sulla base dei criteri di valutazione di cui alla tabella precedente, per ciascuna delle aree tematiche previste al punto 1;
    b) agli ulteriori progetti, fino a esaurimento dei fondi stanziati, determinati sulla base dei criteri di valutazione di cui alla tabella precedente, indipendentemente dalla tipologia di area tematica prescelta.
    A parità di punteggio ottenuto, prevarrà comunque il gruppo informale che per primo ha presentato la domanda di candidatura.
    Non saranno in ogni caso finanziati i progetti che abbiano ricevuto un punteggio complessivo inferiore a 110/200.
    Nel caso in cui l’ammontare dei contributi concessi sia inferiore al valore dei fondi a disposizione, l’importo rimanente potrà essere destinato al concorso successivo.
    Il contributo verrà assegnato in due tranche: una prima tranche a titolo di anticipo, pari al 50% del totale, e dietro presentazione di apposita fideiussione bancaria o polizza fideiussoria assicurativa; il restante 50% verrà erogato a saldo, in seguito alla presentazione della relazione delle attività correttamente realizzate, alla verifica da parte del Dipartimento ed al controllo contabile della documentazione giustificativa delle spese effettivamente sostenute.

    5. Tempi di esecuzione delle attivita’
    I gruppi di giovani, i cui progetti saranno ammessi a contributo, dovranno costituirsi formalmente in associazione, società, cooperativa sociale, scegliendo la forma più idonea per la realizzazione e gestione dell’idea progettuale. L’organizzazione dovrà essere costituita dai medesimi giovani che hanno presentato la proposta.
    Con l’organizzazione così costituita il Dipartimento stipulerà un’apposita convenzione che disciplinerà termini, condizioni e modalità di esecuzione e rendicontazione delle attività.
    Prima della sottoscrizione della convenzione potrà essere richiesta ai gruppi informali aggiudicatari, da parte del Dipartimento, ulteriore documentazione tecnica o amministrativa; il Dipartimento metterà a disposizione degli stessi il supporto necessario al fine di facilitare la fase di avvio progettuale.
    I gruppi informali vincitori avranno a disposizione fino a dodici mesi per la realizzazione dei progetti finanziati. L’inizio delle attività è da intendersi dalla data di sottoscrizione della convenzione. I progetti dovranno avere uno svolgimento continuativo, non essendo ammessa alcuna interruzione temporale.
    Entro i due mesi successivi alla fine del periodo di realizzazione delle attività, l’organizzazione formalmente costituita dovrà presentare una relazione finale compilata in apposito modulo contenente la descrizione delle attività realizzate, nonché una rendicontazione delle spese effettivamente sostenute. La determinazione e il versamento del saldo verranno effettuati dopo l’esame e l’annullamento dei documenti giustificativi di spesa. Tutte le spese sostenute con l’utilizzo del contributo concesso nel periodo di realizzazione del progetto dovranno essere attestate da idonei documenti giustificativi di spesa (libri contabili, fatture, ricevute fiscali, quietanze di pagamento, ecc). Il contributo concesso dal Dipartimento non può coprire le spese sostenute per l’acquisto di beni durevoli, per i quali sono invece ammissibili le spese di leasing ed affitto.
    Nel caso in cui, a consuntivo, il totale delle spese ammissibili sostenute risulti inferiore al contributo concesso, e la realizzazione del progetto preveda anche il ricorso a un cofinanziamento, la misura del contributo verrà proporzionalmente ridotta.

    6. Informazioni supplementari
    Ulteriori informazioni potranno essere richieste al Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive, a mezzo fax al numero 06/67.79.68.52, o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica giovanidee@governo.it.

    Il responsabile del Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive

    (Roberto G. Marino)

    Roma, 21 dicembre 2006

    Il bando in formato .pdf



    Allegato 1: domanda di candidatura in formato .pdf

    Allegato 1: domanda di candidatura in formato .rtf



    La domanda di candidatura e gli eventuali elaborati dovranno pervenire in un plico chiuso, indirizzato al Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive - Via della Mercede 9 - 00187 Roma, esclusivamente a mezzo lettera raccomandata A/R, entro il giorno 15 marzo 2007; farà fede la data del timbro di arrivo e non quella di spedizione, pena l’esclusione. Il plico dovrà essere controfirmato sui lembi di chiusura dal rappresentante del gruppo informale, vi dovranno essere indicati il mittente (nome del gruppo, indirizzo, telefono, e-mail), e la dicitura: NON APRIRE - Concorso “Giovani idee cambiano l’Italia”.

  2. #2

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di marianna5
    Data registrazione
    10-07-2003
    Residenza
    ragusa
    Messaggi
    167
    GRAZIE. SEI STATO MOLTO GENTILE.

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di cieffe
    Data registrazione
    12-08-2004
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    232
    Grazie collega per il tuo contributo!
    Cieffe
    "La religiosità è talmente simile alla pazzia che è impossibile distinguerle".

    Il mio web-mondo

  5. #5

    4ª serie speciale - concorsi n. 7 del 23-01-2007

    RETTIFICA
    Comunicato di rettifica relativo al bando di concorso per l'assegnazione di contributi a giovani, per la realizzazione di idee innovative «Giovani idee cambiano l'Italia».

    Nel testo del bando di concorso per l'assegnazione di contributi a giovani per la realizzazione di idee innovative «Giovani idee cambiano l'Italia», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 98 - 4ª serie speciale - del 29 dicembre 2006, a pagina 1, punto 3. «Termini e modalita' di presentazione della domanda di candidatura», secondo capoverso, dopo le parole «a mezzo lettera raccomandata a/r,» anziche' «entro il giorno 15 marzo 2007», leggasi «entro il giorno 16 aprile 2007». Nel testo dell'Allegato 1, Domanda di candidatura, nella Parte III. Descrizione del progetto: a pagina 12, al punto 7. della Sezione c), anziche' «attivita' complementari nel campo sociale o dell'impegno civile», leggasi «attivita' complementari nel campo dello sviluppo sostenibile»; a pagina 14, al punto 7. della sezione d), anziche' «attivita' complementari nel campo dello sviluppo sostenibile», leggasi «attivita' complementari nel campo della gestione di servizi urbani territoriali per la qualita' della vita dei giovani».
    Pag. 1

  6. #6
    Partecipante L'avatar di giuliaPa
    Data registrazione
    31-05-2006
    Residenza
    monza
    Messaggi
    42
    Ciao a tutti!
    io sono rimasta fortemente delusa da questo bando. Con una mia amica avevamo messo in piedi un progetto di formazione e orientamento per le scuole superiori, ma leggendo bene il bando c'è scritto che il gruppo deve costituirsi in qualcosa tipo associazione cooperativa o società. Lo sapete quanto costa fare tutto ciò? dai 10.000 euro da mettere x socio al fido delle banche... cosa mi ipoteco la casa che non è neanche mia? Se è un bando x i giovani perchè tutte queste difficoltà? Hanno paura che scappiamo con i soldi? Va be io ci ho rinunciato, porterò il mio progetto scuola per scuola senza il fighissimo logo del ministero!

  7. #7
    Beh se ho letto la cosa non è necassario fare nulla prima dell'aèprovazione del progetto

  8. #8
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    Originariamente postato da giuliaPa
    Lo sapete quanto costa fare tutto ciò? dai 10.000 euro da mettere x socio al fido delle banche...

    non è proprio così...

    per aprire una società SRL servono 10.000 euro di capitale sociale, ma una significativa parte di questi poi tornano indietro utilizzabili internamente all'attività

    per aprire una coop servono 2/3000 euro

    per aprire una associazione servono 2/300 euro


  9. #9
    Neofita
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    napoli
    Messaggi
    6
    mi sa che non avete letto bene il bando nonchè non vi siete interessati di politiche giovanili...la costituzione in associazione o altro avviene dopo la vincita del bando in quanto prerequisito fondamentale per parteciparvi è la costituzione di un gruppo informale di giovani...altrimenti il bando sarebbe stato ad appannaggio di coop o associazioni già esistenti che cercano fondi...che politiche giovanili sarebbero state altrimenti?

  10. #10
    Neofita
    Data registrazione
    20-02-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1
    chi vince può aprire anche una associazione e per fare questo bastano anche 500 euro non mi pare tantissimo.

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di cieffe
    Data registrazione
    12-08-2004
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    232
    Originariamente postato da paolosottile
    chi vince può aprire anche una associazione e per fare questo bastano anche 500 euro non mi pare tantissimo.
    Sì, è vero..anche se come dice giustamente Nico, dipende da cosa si vuol aprire. Se il piano prevede una srl serve un capitale iniziale consistente (che in parte rientrerà in seguito)...

    Certamente il bando rappresenta un'opportunità, in ogni caso.
    Credo che su questa non ci piova...
    "La religiosità è talmente simile alla pazzia che è impossibile distinguerle".

    Il mio web-mondo

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di gessi.di
    Data registrazione
    22-09-2005
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    246
    Ciao avevo trovato anc'io questo bando....ma sono veramente poco ferrata sull'argomento srl, cooperative etc....

    la cosa comunque mi pare fattibile...la difficoltà iniziale sta a trovare almeno 4 persone a cui aggregarsi.....

Privacy Policy