• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: lavorare in USA

  1. #1
    caligola
    Ospite non registrato

    lavorare in USA

    Ciao a tutti
    poichè a 36 anni mi ritengo ormai uno psicologo (vecchio ordinamento) a cui va decisamente "stretta" la nostra cara e vecchia Italia (e non solo da un punto di vista professionale!!) e sto valutando l'idea di sbarcare in USA per svolgere l'attività (ho il titolo di specialista in ps del lavoro - riconosciuto dall'OPL - con una forte esperienza in selezione formazione + human factors/risk management.Nel contempo ho acquisito una ulteriore specializzazione con un master biennale in Criminologia Forense ed ho un piccolo "portafoglio" di pazienti) vorrei sapere se c'è qualcuno che gentilmente potesse girarmi il maggior numero di info possibili per capire se sono un folle in questo mio proposito oppure potrei avere qualche chance (qualcuno p.e. mi ha già anticipato grosse difficoltà per avere la greencard).
    E' la prima volta che compaio nel forum per cui perdonatemi il tedio se pongo domande già fatte. Spero veramente nell'aiuto di qualcuno.grazie e ciao.

  2. #2
    Matricola L'avatar di luisatla
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    ROMA
    Messaggi
    24
    ciao Caligola ho letto il tuo messaggio e devo dirti che per lavorare negli usa non è necessaria subito la green Card. ci sopno molti modi di entrare. vai facendo un viaggio e cerchi lavoro quando la società decide che gli piaci sei automaticamente ammesso a soggirnare li. la green car è la cittadinanza ma non è necessaria per lavorare. mia sorella vivve li da 13 anni e mi ha detto che per la psicologia del lavoro è ottimo. c'è ancora spazio.
    in bocca al lupo
    Lu
    Lu

  3. #3
    caligola
    Ospite non registrato
    Grazie carissima
    mi hai già regalato qualche spiraglio in più di riuscita!!!Non voglio sembrare pretenzioso, ma poichè da quello che scrivi mi sembra di capire che tua sorella è "nel giro" della psicologia del lavoro, pensi di riuscire a farmi avere qualche info più dettagliata o consentirmi di mettermi in contatto con lei via mail?
    Per quest'ultimo punto capisco la delicatezza della mia richiesta, anche perchè sono uno "sconosciuto", ma se ti occorre avere maggiori sicurezze sulla mia serietà e attendibilità, ti posso girare i miei riferimenti compresi di numero di cel.
    So che ti sto chiedendo molto, ma per me è importante avere info il più possibile precise.
    saludos e buona giornata.

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di tatee
    Data registrazione
    21-10-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    497
    Non mi torna molto l'info che ti ha dato luisatla....
    Se vai negli stati uniti per vacanza, al momento in cui sei sull'aereo ti fanno compilare un modulo in cui devi dichiarare il motivo del tuo soggiorno.
    Essendo tu un viaggiatore "vacanziero", quindi non in possesso di visto o green card, dovrai sottoscrivere che non lavorerai negli USA, pena l'espulsione immediata dal paese!
    Di fatto puoi, durante il soggiorno, cercare lavoro e contattare un ente o chicchessia che possa effettuare un "invito" nominativo a tuo nome: una volta rientrato in Italia, dopo il viaggio, potrai usufruire di questo invito per rientrare negli USA come lavoratore. In questo caso non è necessaria avere la cittadinanza o la gree card (molto difficile da ottenere, come tu sai).
    Anch'io coltivo segretamente l'idea di trasferirmi un giorno negli states, in california, dove avrei degli agganci, amici non-psicologi, che potrebbero aiutarmi nei primi tempi. Ma la paura è ancora più forte della voglia di partire e allora... vedremo!
    Tu dove pensavi di andare? In che stato/città? Ci sei già stato?
    Mi piacerebbe condividere con te qualche info/pensiero/riflessione/idea.
    Datemi libri, frutta, vino francese, un buon clima e un po' di musica fuori dalla porta, suonata da qualcuno che non conosco.
    Keats

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    18-01-2005
    Messaggi
    64

    lavorare negli USA

    Verissimo!
    Attenzione che ultimamente gli USA hanno messo molti paletti all'immigrazione illegale (e entrare negli USA per lavorare con un visto turistico lo è).
    So di un conoscente di mio padre che si è fermato a lavorare come pizzaiolo nel locale di alcuni parenti: l'hanno scoperto ad un controllo ed ora non può più tornare negli States per 10 anni!!
    Se guardi sul sito del consolato americano trovi tutte le info sui diversi tipi di visto, i criteri e le modalità per ottenerli.
    Ciao

    Milena

  6. #6
    caligola
    Ospite non registrato
    Grazie tatee e milena2005
    direi che già lo scenario inizia a farsi più chiaro. Per quanto riguarda il dove e la città cara tatee...sono fortemente indeciso. Ritengo che sia un passo successivo alla conferma della fattibilità o meno della cosa (anche se mi sembra da ciò che scrivete, che, come in molte cose della vita, bisogna buttarsi nella "vasca grande" senza troppe remore!Sono convinto che, se a volte la paura può essere una buona compagna di viaggio, in certe circostanze può prendere le sembianze e la valenza delle sabbie mobili per le decisioni più importanti!). Comunque pensavo alla zona stato di new york etc. o sulla costa west (s. francisco non sarebbe male). Negli USA ci sono stato un anno prima dell'11 sett sia nella grande mela che in texas (x l'amordiddio!!!) ma il mio approccio era da turista. Io ci andrei pure inizialmente con una "vacanza esplorativa", però non sarebbe male avere qualche idea di partenza relativamente a chi o cosa proporsi come psicologo del lavoro.Che ne dite?

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di grillo parlante
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    172
    carissimo, c'è una discussione molto interessante "lavorare all'estero", dove potrai trovare molte info utili circa la possibilità di lavorare all'estero, sia in Europa sia negli Stati Uniti.
    Anche io come te coltivo il proposito di una esperienza estera, sono in fissa con San Francisco.
    Io però a differenza di te sono una psicologa clinica esperta in psicologia giuridica e criminologia minorile, e mi sto documentando sulle possibilità che possono esistere per me negli Usa. Un amico che c'è stato inizialmente per un master ha poi cominciato a lavorare per l'università (non ricordo quale) e vari lavori nel sociale, dove sembre che a differenza della realtà italiana lì, lo psicologo sia molto richiesto.
    Per ora continuo a recipere info, e imparare la lingua (grosso cruccio per me) nel frattempo di invio un bel sito sulle borse di studio...magari puoi cominciare da lì.

    http://www2.tecnicadellascuola.it

    In bocca al lupo

    Carla
    grillo parlante

  8. #8

    Riferimento: lavorare in USA

    Citazione Originalmente inviato da caligola Visualizza messaggio
    Ciao a tutti
    poichè a 36 anni mi ritengo ormai uno psicologo (vecchio ordinamento) a cui va decisamente "stretta" la nostra cara e vecchia Italia (e non solo da un punto di vista professionale!!) e sto valutando l'idea di sbarcare in USA per svolgere l'attività (ho il titolo di specialista in ps del lavoro - riconosciuto dall'OPL - con una forte esperienza in selezione formazione + human factors/risk management.Nel contempo ho acquisito una ulteriore specializzazione con un master biennale in Criminologia Forense ed ho un piccolo "portafoglio" di pazienti) vorrei sapere se c'è qualcuno che gentilmente potesse girarmi il maggior numero di info possibili per capire se sono un folle in questo mio proposito oppure potrei avere qualche chance (qualcuno p.e. mi ha già anticipato grosse difficoltà per avere la greencard).
    E' la prima volta che compaio nel forum per cui perdonatemi il tedio se pongo domande già fatte. Spero veramente nell'aiuto di qualcuno.grazie e ciao.
    ciao, ho letto i vostri messaggi e mi sento confortata dall'idea che negli usa, la nostra figura da psicologi sia riconosciuta Mi sono laureata da poco in neuropsicologia e adesso sono in procinto dell'esame di stato. Non so se prendermi un master in HU o lasciare tutto per l'estero... che mi entusiasma molto. Purtroppo non conosco bene la lingua inglese. .Voi cosa mi consigliate? In italia siamo destinata a far poco che niente con la nostra professione!

  9. #9
    Partecipante L'avatar di michy.m11
    Data registrazione
    26-01-2008
    Messaggi
    30

    Riferimento: lavorare in USA

    Ciao Caligola, anch'io mi sono molto informata sulla possibilità di lavorare negli States, e concordo con chi ha detto di fare molta attenzione con la green card..non è cosi semplice ottenerla e devi fare tutto con la massima regolarità, pena l'esilio dagli States per un bel pò di tempo.. :-) Io ho trovato utilissimo questo sito, dove ho trovato un'infinità di notizie e persone italiane che vivono e lavorano in usa pronte a darti info e consigli: Italiansonline
    Ho letto che hai fatto un Master in Criminologia forense.. dove l'hai fatto? Sarei molto interessata..
    Grazie.
    Baci baci

Privacy Policy