• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 39
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811

    Si può negare Auschwitz?!

    ..prendendo spunto dall'approfondimento fatto a Matrix ieri sera 11/12,mi chiedevo se non sono l'unica che rabbrividisce dinanzi alla volontà negazionista!qual è la vostra opinione a riguardo?reputo da sempre il confronto costruttivo....

  2. #2
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    no Zingarella, non sei l'unica a rabbrividire!
    anche io non capisco come si possa negare ancora a distanza di 60 anni l'orrore che gli ebrei hanno subito.
    Mi fa molta molta rabbia , è inaccettabile e a dir poco offensivo per tutte le vittime e per i pochi superstiti...!!!

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di morrigan
    Data registrazione
    21-12-2004
    Residenza
    seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino
    Messaggi
    4,275
    si dice che la storia la facciano i vincitori, sono loro, infatti, a raccontare quello che è successo, a divulgare le notizie e queste, si sa, possono essere anche molto lontane dalla verità.
    i tedeschi hanno perso la seconda guerra mondiale, i loro piani di sterminio totale di un'intera popolazione sono naufragati dopo aver lasciato una scia di 6 milioni di morti dietro. orrore supremo, raccapriccio e indignazione verso chi vuol negare la shoah, le leggi razziali, i campi di sterminio, rabbia di fronte ad un revisionismo mentecatto che trasforma i partigiani in terroristi, i nazisti in persone responsabili e gli ebrei morti in fantasmi inconsistenti.
    però...
    la storia la fanno i vincitori e se indignazione dobbiamo provare proviamola per chiunque abbia agito secondo i criteri di hitler e fino a ieri viveva libero in cile, verso chi ha portato fin quasi all'estinzione le popolazioni di nativi americani, i cosacchi, i ceceni, i tibetani, le popolazioni dell'africa, siamo immersi nel revisionismo o nei tentativi di tacere certe veritàe non ce ne rendiamo neanche conto. non dimentichiamo che hitler non è stato solo un uomo folle al potere con l'appoggio del suo popolo e della comunità internazionale, hitler è un idea, è il concetto di prevaricazione, di distruzione sistematica, di annullamento totale della libertà degli individui...mentre io scrivo quanti hitler sono all'opera? e quanti negheranno i morti che ora, in questo momento, stanno arrossando la terra in qualche parte del mondo?

    non dimentichiamo la shoah, tutte le shoah però...
    ...non sono forse un accordo stonato, nella divina sinfonia,
    grazie alla vorace ironia che mi squassa e che mi morde?
    E' dentro la mia voce, come stride!
    E' il mio sangue, questo veleno nero!
    Sono lo specchio sinistro in cui si guarda la megera.
    io sono la piaga e il coltello! Sono lo schiaffo e la gota!
    Sono le membra e la ruota, e la vittima e il carnefice!
    Sono del mio cuore il vampiro,uno di quei grandi derelitti
    condannati all'eterno riso
    e che non possono più sorridere


    my blog
    le mie foto


    Sono un'erinni



  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811
    certo..ed è proprio per non dimenticare che scriviamo..per non lasciare che le nostre coscienze assopiscano dinanzi all'indifferenza..

  5. #5
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,889
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da psicologiaela
    Mi fa molta molta rabbia , è inaccettabile e a dir poco offensivo per tutte le vittime e per i pochi superstiti...!!!

    Se io fossi un superstite o un suo familiare o un familiare di una vittima mi sentirei deprivato nel profondo della mia persona, è un concetto è un po' difficile da definire a parole e razionalmente...di qualunque regime di questo tipo da quelli storici a quelli appena conclusi o in via di conclusione, se la morte di un leader avrà necessariamente questo effetto di conclusione
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di sulinari
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    provincia di Bologna
    Messaggi
    2,954

    Re: Si può negare Auschwitz?!

    Originariamente postato da Zingarella85
    ..prendendo spunto dall'approfondimento fatto a Matrix ieri sera 11/12,mi chiedevo se non sono l'unica che rabbrividisce dinanzi alla volontà negazionista!qual è la vostra opinione a riguardo?reputo da sempre il confronto costruttivo....
    Per quanto io sia d'accordo con te ( più che rabbrividire mi indigno e lo ritengo assolutamente inaccettabile), temo che sia assolutamente possibile negare non solo Auschwitz ma tante altre tragedie umane simili.
    nel caso dei campi di sterminio...facendo due conti..sono passati circa 60 anni. I sopravvissuti, non tantissimi, ormai sono quasi tutti morti o comunque anziani.
    Quando la loro viva voce sarà spenta, il lavoro dei vermi mangiatori di storia sarà inevitabilmente agevolato, e temo che non sarà troppo lontano il giorno in cui qualcuno dirà senza fare scalpore cose tipo "ma siampo poi sicuri che sia andata così? Non è che si è trattato della solita esagerazione politica? Magari qualche campicello ci sarà anche stato, ma erano centri di accoglienza, non lager, ma insomma, un po' di elasticità mentale!".
    Questa è una cosa che mi spaventa molto.
    qui ci sono anch'io --> http://internos7.wordpress.com/

    Perfer et obdura. Dolor hic tibi proderit olim.

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    Originariamente postato da morrigan
    non dimentichiamo la shoah, tutte le shoah però...
    Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a se mi lega; è di onda in onda invece che io volo


    Trova pace in cio’ che sei e dove ti trovi.
    Le persone spesso sanno gia’ cosa fare; a te spetta il compito di mostrare loro il modo......ecco la vera saggezza.
    (Eragon – C.Paolini)



  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811
    ..e a me tramortisce non poter fare nulla!possiamo realmente permettere inerti che venga cancellato un pezzo di storia?è davvero possibile che a nessuno importi di insabbiare così la verità?eppure non si deve essere dei filantropi per avere un minimo di buon senso,o sbaglio?
    è inaccetabile,dici bene sulinari...

  9. #9
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Zingarella85
    certo..ed è proprio per non dimenticare che scriviamo..per non lasciare che le nostre coscienze assopiscano dinanzi all'indifferenza..

    quoto in pieno

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    I nazisti avevano previsto qualcosa del genere. Infatti Heidrich, l'aiutante di Himmler (che era fondatore e capo delle SS), disse in una riunione che quello che stavano progettando era talmente enorme che eventuali superstiti avrebbero anche potuto raccontare, ma nessuno ci avrebbe creduto mai: proprio perchè era troppo mostruoso. Mi pare che nella sua disumanità sia stato lungimirante. E mi dà un certo senso di disagio misto a schifo il fatto che taluni signori, negando l'olocausto o comunque "rivedendolo" e riconsiderandolo, diano implicitamente ragione a Heidrich.

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di Figheiro
    Data registrazione
    03-11-2004
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    374
    Io stramega quoto Morrigan ... in ogni parola.

    Sulla paura del "revisionismo mentecatto" dico che è un pericolo concreto ma nn è vero che nn possiamo far nulla.
    La storia e soprattutto la società siamo noi, quindi fin quando ci saranno persone LIBERE che sanno qual è stata la verità e si impegneranno nel concreto per far si che questa nn venga dimenticata, nulla potrà essere cancellato.
    Non è un disorso retorico, è molto concreto: basta parlarne come facciamo noi, ma parlarne anche ai + piccoli... a volte basta un discorso, un racconto, una parola ....

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da morrigan
    si dice che la storia la facciano i vincitori, sono loro, infatti, a raccontare quello che è successo, a divulgare le notizie e queste, si sa, possono essere anche molto lontane dalla verità.
    i tedeschi hanno perso la seconda guerra mondiale, i loro piani di sterminio totale di un'intera popolazione sono naufragati dopo aver lasciato una scia di 6 milioni di morti dietro. orrore supremo, raccapriccio e indignazione verso chi vuol negare la shoah, le leggi razziali, i campi di sterminio, rabbia di fronte ad un revisionismo mentecatto che trasforma i partigiani in terroristi, i nazisti in persone responsabili e gli ebrei morti in fantasmi inconsistenti.
    però...
    la storia la fanno i vincitori e se indignazione dobbiamo provare proviamola per chiunque abbia agito secondo i criteri di hitler e fino a ieri viveva libero in cile, verso chi ha portato fin quasi all'estinzione le popolazioni di nativi americani, i cosacchi, i ceceni, i tibetani, le popolazioni dell'africa, siamo immersi nel revisionismo o nei tentativi di tacere certe veritàe non ce ne rendiamo neanche conto. non dimentichiamo che hitler non è stato solo un uomo folle al potere con l'appoggio del suo popolo e della comunità internazionale, hitler è un idea, è il concetto di prevaricazione, di distruzione sistematica, di annullamento totale della libertà degli individui...mentre io scrivo quanti hitler sono all'opera? e quanti negheranno i morti che ora, in questo momento, stanno arrossando la terra in qualche parte del mondo?

    non dimentichiamo la shoah, tutte le shoah però...


    inoltre va ricordato che in alcuni stati non è scritta una sola parola nei libri di storia in merito alla Shoah... e questo non fa altro che dare spazio alle altre interpretazioni, letture e visioni. Così come da noi mancano altri pezzi di storia, come ci ricorda mooolto bene Morrian.

    LA Storia è relativa, non è una scienza esatta e perfetta. E come tale può essere manipolata.

  13. #13
    Postatore OGM L'avatar di morrigan
    Data registrazione
    21-12-2004
    Residenza
    seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino
    Messaggi
    4,275
    per quanti libri si possano scrivere nel tentativo di negare o edulcorare le verità raccapriccianti della seconda guerra mondiale non si potranno cancellare le foto delle valigie ammucchiate, dei denti strappati, dei capelli, occhiali, orologi, fedi, anelli, orecchini a mucchi su mucchi, nè potranno negare le foto che i russi scattarono ai superstiti di dachau, dopo aver vomitato nella neve, increduli di fronte a quei mucchi di ossa ancora vivi, con un terrore negli occhi che nulla avrebbe mai cancellato.
    nè potranno negare i marchi sulle braccia dei pochi vecchietti ancora in vita, che perdono sguardo e contatto con la realtà sicura del loro oggi quando raccontano, e le lacrime sono solo l'apice di un iceberg di orrore che mai arriveremo a capire.
    per quanti sforzi si possano fare di cambiare la storia, negando o minimizzando i crimini che TUTTI hanno commesso in quel periodo storico, ci saremo noi, ci saranno i nostri genitori e nonni, ci saranno foto e filmati che non potranno essere bruciati. la memoria non si cancella con un colpo di spugna, nè con un libro se le persone a cui appartiene lottano per mantenerla viva. abbiamo un ruolo attivo, abbiamo un dovere e un diritto, quello di raccontare a chi verrà cosa è successo e le distorsioni che qualcuno potrà tentare di fare possono essere corrette.

    chi ignora vuole ignorare, per paura, perchè non reggerebbe all'orrore, per menefreghismo, noi non siamo quello che ci raccontano gli altri, noi abbiamo responsabilità, libertà di valutare un'opinione prima di aderirvi, possibilità di critica di ciò che ci propongono...se i tentativi di modificare un passato scomodo dovessero essere subdoli, avremo sempre la possibilità di porre più attenzione e recuperare ciò che si tenta di cancellare.
    ...non sono forse un accordo stonato, nella divina sinfonia,
    grazie alla vorace ironia che mi squassa e che mi morde?
    E' dentro la mia voce, come stride!
    E' il mio sangue, questo veleno nero!
    Sono lo specchio sinistro in cui si guarda la megera.
    io sono la piaga e il coltello! Sono lo schiaffo e la gota!
    Sono le membra e la ruota, e la vittima e il carnefice!
    Sono del mio cuore il vampiro,uno di quei grandi derelitti
    condannati all'eterno riso
    e che non possono più sorridere


    my blog
    le mie foto


    Sono un'erinni



  14. #14
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da morrigan
    per quanti libri si possano scrivere nel tentativo di negare o edulcorare le verità raccapriccianti della seconda guerra mondiale non si potranno cancellare le foto delle valigie ammucchiate, dei denti strappati, dei capelli, occhiali, orologi, fedi, anelli, orecchini a mucchi su mucchi, nè potranno negare le foto che i russi scattarono ai superstiti di dachau, dopo aver vomitato nella neve, increduli di fronte a quei mucchi di ossa ancora vivi, con un terrore negli occhi che nulla avrebbe mai cancellato.
    nè potranno negare i marchi sulle braccia dei pochi vecchietti ancora in vita, che perdono sguardo e contatto con la realtà sicura del loro oggi quando raccontano, e le lacrime sono solo l'apice di un iceberg di orrore che mai arriveremo a capire.
    per quanti sforzi si possano fare di cambiare la storia, negando o minimizzando i crimini che TUTTI hanno commesso in quel periodo storico, ci saremo noi, ci saranno i nostri genitori e nonni, ci saranno foto e filmati che non potranno essere bruciati. la memoria non si cancella con un colpo di spugna, nè con un libro se le persone a cui appartiene lottano per mantenerla viva. abbiamo un ruolo attivo, abbiamo un dovere e un diritto, quello di raccontare a chi verrà cosa è successo e le distorsioni che qualcuno potrà tentare di fare possono essere corrette.

    chi ignora vuole ignorare, per paura, perchè non reggerebbe all'orrore, per menefreghismo, noi non siamo quello che ci raccontano gli altri, noi abbiamo responsabilità, libertà di valutare un'opinione prima di aderirvi, possibilità di critica di ciò che ci propongono...se i tentativi di modificare un passato scomodo dovessero essere subdoli, avremo sempre la possibilità di porre più attenzione e recuperare ciò che si tenta di cancellare.
    sono d'accordo
    e non capisco come si possa affermare che la storia è relativa!
    non sono affatto d'accordo, per affermare cio' dovremmo andare a distruggere una marea di testimonianze e filmati attendibilissimi e oggettivi, nonchè i contributi di storici inattacabili ....
    se si VUOLE ignorare liberi di farlo, chi vuole farlo; ma non definiamo relativo cosa non lo è affatto.
    Almeno per rispetto ai superstiti che hanno ancora negli occhi il dolore e lo schok ancora a distanza di 60 anni!
    e da psicologi dovremmo essere ottimi osservatori!
    e neanche questo penso possa definirsi relativo!

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Morrigan, sono pienamente d'accordo con te: ma ti faccio presente che se io guardo un pollo e dico "toh! un puffo!", e resto convinta che quello è un puffo, tu potrai dirmi in mille modi che quello è un pollo: per me resterà comunque un puffo.
    Tu fai un discorso che va bene per persone raziocinanti.... ma non tutte lo sono! guarda i naziskin, tanto per non fare nè nomi nè cognomi...
    altra piccola considerazione: mein kampf fu pubblicato negli anni venti e fu un best-seller, pubblicato anche all'estero. si legge, perchè c'è scritto chiaro e tondo, quello che hitler pensava degli ebrei. certo, non c'è scritto che voleva i lager, ma perdio, tutto il resto sì! vogliamo davvero illuderci che nessuno abbia mai letto quel libro? i casi sono due: o hanno letto e hanno fatto finta di non capire, o hanno letto e non hanno capito. cosa è peggio?

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy