• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 24

Discussione: gatta gravida

  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25

    gatta gravida

    ho sognato di essere nell'albergo di mio padre e di stare ammirando e giocando con un gatto bianco e grigio bellissimo e dolcissimo... ma quando il gatto si è messo ritto ho notato il pancione e le mammelle e ho esclamato : ma è incinta!!! come facciamo? dicevo al mio interlocutore, mio padre non vuole i gattini, li ucciderà (nella realtà l'ha fatto).... potrei prenderne uno io (del resto è un pò che penso di prendermi un gatto)

  2. #2
    Amus
    Ospite non registrato
    Ti va di raccontarmi di quella volta? Quando tuo padre ha ucciso i gattini. Come è andata?

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    mio padre ha sempre usato uccidere i figlioletti delle gattee sempre nello stesso orribile modo, annegandoli in un bustone della spazzatura nel canale vicino casa..

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di paky
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    6,026
    :cry:
    ...love is passion, obsession, someone you can't live without.
    I say fall head over heels.
    Find someone you can love like crazy and who'll love you the same way back.
    How do you find him? Well, forget your head and listen to your heart.
    'Cause the truth is that there's no sense living your life without this.
    To make the journey and not fall deeply in love... well, you haven't lived a life at all.
    But you have to try, because if you haven't tried, you haven't lived.

    Meet Joe Black

  5. #5
    Amus
    Ospite non registrato
    ... e tu? eri lì presente? cosa facevi? cosa sentivi?

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    mi ci sono abituata alla fine, accadeva sempre, io volevo tenerli i gattini, una volta andai a guardare mentre lo faceva, ma non provai lo stesso ribrezzo che provo oggi, me la facevano apparire come l'unica cosa da fare...
    le altre volte non andavo a vedere, ero arrabbiata con lui, volevo tenere i gattini, e ogni volta che una gatta era incinta avevo già paura

  7. #7
    Amus
    Ospite non registrato
    Sai che penso a proposito del fatto che allora non provavi lo stesso ribrezzo di oggi? Magari però sbaglio penso che allora era troppo doloroso per essere "visto" e sentito con lucidità, ti ci sono voluti anni per metabolizzare e sentire il ribrezzo e il dolore... Talvolta, questo meccanismo può anche condurre a processi dissociativi determinati dall'inacapacità di elaborare dei dolori eccessivi rispetto al grado di maturità... ma forse sto uscendo fuori tema...

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    tutti questi meccanismi non fanno altro che convincermi che le auto difese che si auto innescano meccanicamente al giungere del dolore, ci fanno solo molto male alla lunga e non possiamo sottrarcene per il proincipio della maturità insufficiente in quel momento

  9. #9
    Amus
    Ospite non registrato
    Hai perfettamente ragione! Non giova rinviare il dolore, ma talvolta non siamo noi che decidiamo di farlo Col tempo diventa tutto più difficile :cry:

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    possibile che la nostra decantata scenza nulla possa fare per aiutarci insegnarci consigliarci impedirci questi devianti errori?

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    penso un'altra cosa: ma a 5 /6 anni non siamo troppo piccoli per attuare in automatico l'allontanamento negazione del dolore? non è proprio in quella età che offriamo + facilmente cuore e anima alla sofferenza che poi uccide la nostra futura crescita?

  12. #12
    Amus
    Ospite non registrato
    Però, con fatica, competenza e impegno, si possono trovare delle vie riparatorie che non cancellano il dolore ma forniscono i mezzi per affrontarlo e gestirlo Bisogna lavorare tanto su se stessi e aggrapparsi alle àncore che, se guardiamo bene, troviamo attorno a noi...

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    ho sempre pensato che il dolore fosse necessario a vivere meglio + intensamente + autenticamente, riuscendo persino a essere grata di tutto il dolore precipitatomi addosso, ma forse era troppo!
    ad ogni modo questa idea delle ancore non tanto mi piace!
    ora vorrei solo un rifugio sicuro

  14. #14
    Amus
    Ospite non registrato
    Hai ragione, non sempre all'accadere dei fatti siamo sufficientemente equipaggiati ad affrontarli... ed è l'errore degli adulti, o la loro impreparazione, o i loro dolori, o tutto insieme... che poi determinano il patatrac

  15. #15
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    c'è una cura?

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy