• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: Tesi Possibili

  1. #1
    watzlawick
    Data registrazione
    05-12-2005
    Residenza
    parma
    Messaggi
    83

    Tesi Possibili

    Sto cercando un argomento possibile per la mia tesi di laurea sperimentale. Nella nostra facoltà il corso di psicologia del lavoro non esiste ma è attivo un insegnamento di psicologia delle risorse umane. Il prof sembra molto disponibile e in gamba e ho scelto lui, ma l'argomento è ancora da decifrare.
    Visto che ho l'oppurtunità di usufruire della conoscenza di un direttore sportivo di una squadra di calcio di serie A voi cosa mi consigliereste? Non ho le basi per formulare ipotesi possibii e se lo facessi vagherei troppo nell'aria. "all'interno di un organizzazione cacistica di cosa potrebbe occuparsi uno psicologo del lavoro e delle oprganizzazioni?"
    Il mio prof lo sento la prox settimana ma intanto vorrei un parere da voi.

    Graziemille

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di nancy1979
    Data registrazione
    02-12-2005
    Residenza
    Milano e Roma
    Messaggi
    434
    Potresti provare col coaching...
    Nancy

    "Di tanto in tanto c'incontreremo nell'unica festa che non può finire"
    "Nessun luogo è lontano"

    "E' senz'altro possibile insegnare ad un tacchino ad arrampicarsi sugli alberi, ma perchè non assumere uno scoiattolo?"

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di dario14
    Data registrazione
    02-12-2004
    Messaggi
    307
    Mi vengono in mente alcune cose:
    - la motivazione (specie se si trattasse di una squadra in cui alcuni giocatori avessero già vinto molto oppure stanno vivendo un calo motivazionale dovuto ad altri fattori);
    - il classico rapporto tra il singolo e il gruppo;
    - il rapporto giocatori/allenatore (autorità, competenza, rispetto, ecc.);
    - parlando di serie A, non trascurerei l'impatto mediatico, il fatto di essere sotto i riflettori, la pressione ambientale, ecc.
    - in generale, svilupperei il tema del come conciliare e/o alimentare il rapporto tra la "passione" e il "mestiere" di calciatore. Qualche anno fa mi rimase impressa l'intervista ad un calciatore di serie A che diceva più o meno: "E' bello giocare a calcio: sì, a questo livello è un lavoro, però è come se mi pagassero per divertirmi...".

    Beh, intanto, buon lavoro a te, watzlawick!!
    Ciao.
    Dario

Privacy Policy