• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 37

Discussione: Le discipline

  1. #1
    Penguiny
    Ospite non registrato

    Le discipline

    Scusate se posto qui questo messaggio, ma mi sembrava il posto più adeguato.

    La mia morosa mi schernisce perché sono laureato in psicologia. Lei studia medicina e chirurgia, e vuole specializzarsi in psichiatria. Dice che noi psicologi non valiamo niente, infatti loro, solo perché sono medici, vengono convocati a fare perizie, mentre noi siamo, come dice lei, "degli stracci".
    Io la sopporto, so che mi ama, anche se si mostra così "malvagia". Anche io la amo, ed è bellissima. Non potrei proprio lasciarla... oggi abbiamo nuovamente discusso del valore delle due discipline; lei dice che noi li invidiamo perché sono sicuramente più esperti di noi. Ci inferiorizzano.
    Io non so come comportarmi con lei, le ho provate di tutte, ma lei insiste, spesso mi fa anche sentire uno schifo. A volte arrivo perfino a pensare di partecipare agli esami di ammissione per la facoltà di medicina e provare a passare, per accontentarla. Così vivremmo felici, insieme.

    Voi cosa mi consigliate? Lei dice che noi psicologi ci "abbassiamo" anche a credere in Dio; loro, in quanto scienziati, provano a ragionare solo con il cervello, di cui noi non conosciamo niente perché non siamo veri medici e non dobbiamo fare il giuramento di Ippocrate.

    Cosa mi dite? Cosa posso fare?

  2. #2
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Penguiny ti ripeto cio' che ti ho detto in pm...
    al di la' della diatriba ( vecchia come il cucco) tra medico e psicologo, secondo me dovresti far capire alla tua ragazza che non è dimostrazione d'amore demolire in questo modo la professione del proprio compagno...è assurdo come parla, veramente offensiva.
    Poi potresti dirle che sono semplicemente 2 professioni diverse , nè tu vuoi fare il medico, ne' lei puo' fare la psicologa!
    Avete 2 iter formativi diversi e questa " competizione" mi sembra che non porti a nulla, nè tanto meno credo possa essere utile ad un ipotetico paziente, che spesso necessita di un approccio multidisciplinare...ma penso che per la tua ragazza questo sia fantascienza!!!!
    Sul fatto poi di iscriverti a medicina per far contenta lei, mi sembra proprio una ca*****!!!!
    Se la tua strada è la psicologia perchè cambiare per una persona cosi' poco sensibile???
    mah...non capisco come possa solo venirti il dubbio sinceramente...
    Spero di esserti stata un po' utile...ciao facci sapere come va...

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di Trillinina
    Data registrazione
    17-09-2006
    Residenza
    Roma /L'Aquila/ Arezzo...
    Messaggi
    148

    Re: Le discipline

    Originariamente postato da Penguiny
    Scusate se posto qui questo messaggio, ma mi sembrava il posto più adeguato.

    La mia morosa mi schernisce perché sono laureato in psicologia. Lei studia medicina e chirurgia, e vuole specializzarsi in psichiatria. Dice che noi psicologi non valiamo niente, infatti loro, solo perché sono medici, vengono convocati a fare perizie, mentre noi siamo, come dice lei, "degli stracci".
    Io la sopporto, so che mi ama, anche se si mostra così "malvagia". Anche io la amo, ed è bellissima. Non potrei proprio lasciarla... oggi abbiamo nuovamente discusso del valore delle due discipline; lei dice che noi li invidiamo perché sono sicuramente più esperti di noi. Ci inferiorizzano.
    Io non so come comportarmi con lei, le ho provate di tutte, ma lei insiste, spesso mi fa anche sentire uno schifo. A volte arrivo perfino a pensare di partecipare agli esami di ammissione per la facoltà di medicina e provare a passare, per accontentarla. Così vivremmo felici, insieme.

    Voi cosa mi consigliate? Lei dice che noi psicologi ci "abbassiamo" anche a credere in Dio; loro, in quanto scienziati, provano a ragionare solo con il cervello, di cui noi non conosciamo niente perché non siamo veri medici e non dobbiamo fare il giuramento di Ippocrate.

    Cosa mi dite? Cosa posso fare?
    Allora, di cose da dire ce ne sarebbero moltissime!!!...

    Innanzitutto sul giuramento di Ippocrate dovresti ricordare alla "dottoressa" che proprio Ippocrate dette per primo valore e spessore alla Psicologia!...
    Poi riguardo la psiche e il cervello...forse dovrebbe conoscere anche le emozioni e le metaemozioni....
    Purtroppo sono proprio i medici tuttologi che rovinano le persone non riconoscendo i propri limiti...."chi troppo vuole nulla stringe!!!!"...

    Soltanto lavorando in equipe e integrando le nostre competenze possiamo valorizzare le nostre professioni, quando si hanno deliri narcisistici non si potrà mai essere un bravo medico!!!...

    Se sei a Roma ti consiglio di frequentare i seminari della cattedra di Psicofisiologia Clinica del Prof. Vezio Ruggieri, il martedì e il venerdì dalle 15 alle 17. Il Modello Bioesistenzialistico ad indirizzo psicofisiologico integrato potrà aiutarti a trovare delle risposte...

    ....forse la tua ragazza ha solo "paura" di non poter competere con te....

    In bocca al lupo e facci sapere come và....

    Ciao...Ciao...


  4. #4
    Penguiny
    Ospite non registrato
    Grazie.

    Le ho parlato del mio "dubbio" riguardo a medicina e psicologia... e lei ha detto che senz'altro farei bene a iscrivermi a medicina perché così saremo "uniti in tutto". Ma io non me la sento, in tutta sincerità.

    Secondo lei lo psicologo è una persona letteralmente "inutile sulla terra". Dice che siamo delle m*** perché fuggiamo di fronte alla responsabilità dei malati gravi come gli schizofrenici; ha detto che lo psicologo "studia psicologia clinica solo perché ha paura dei dipartimenti di salute mentale". Poi ha detto che noi psicologi, proprio per questo, siamo dei c***sotto e vogliamo sprecarci.

    Proprio poco fa, mi ha detto: "Psicologia dello sviluppo? Che stupidaggine"; secondo lei gli psichiatri sono onnipotenti. Dice che un presunto indemoniato non lo porterebbero mai da noi; dice che gli autistici vengono curati dagli psichiatri, e una volta gli psicologi, con l'autismo, combinavano ca*** perché credevano che fosse solo di basi psicologiche (non so se avete mai sentito che gli psicologi attribuivano la responsabilità alle cosiddette "mamme frigorifero").

    "Per fortuna che ci sono gli psichiatri, adatti anche a curare voi!" mi ha detto, sarcasticamente.

    Cosa pensate di una persona così? Che dice anche che noi, in quanto non possiamo fare affidamento sugli psicofarmaci, non siamo "potenti" come loro? Cosa posso dirle?????!!!!!

  5. #5
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910
    Cmq a prescindere dalle idee la trovo molto offensiva... Mi da' anche l'impressione che si ponga in una condizione di superiorita' che non e' assolutamente tollerabile... Sono due discipline diverse... Lo psicologo deve dare un sostengno che e' prettamente psicologico... lo psichiatra spesso e volentieri l'unico supporto psicologico che ha verso il paziente e' di metterti la mano sulla spalla e dirti:"dai prenditi l'ansiolitico che dopo starai meglio..."

  6. #6
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    scusami ma perchè non le fai leggere il piano di studi della nostra facolta'? Cosi' magari si rende conto che studiamo anche neuroscienze...non lo dico per dimostrarle qualcosa ma solo per tapparle la bocca!
    Perchè non provi a chiederle cosa sa dell'isteria, del funzionamento psichico nelle 3 istanze intrapsichiche, della metapsicologia Freudiana etc etc e vedrai che la sua "onnipotenza" di medico non l'aiutera' a risponderti!
    Se poi ti dice che sono stupidagini, la zittisci dicendole che Freud, oltre ad essere il padre della psicoanalisi, era anche Neurologo ( e son sicura che manco lo sa!)
    Ma poi continuo a non capire perchè abbia tutto questo accanimento contro gli psicologi, invece di dire cavolate perchè non si concentra a studiare bene dato che i casi di cronaca sono pieni di medici che concorrono alla morte di pazienti per interventi chirurgi banalissimi!!!!!!!
    Un'ultima curiosita': posso chiederti la vostra età?
    mi sembra alquanto immatura sinceramente...

  7. #7
    Penguiny
    Ospite non registrato
    Quest'anno entrambi abbiamo compiuto i 26.

    Sai, le ho appena parlato, dopo aver letto il tuo messaggio. Dice che Freud era un (testualmente) "idiota inventore di teorie non accettate dalla comunità scientifica"; ha detto che non perché uno è neurologo può permettersi di ipotizzare guarigione di nevrosi e isteria.
    Non crede nella metapsicologia, secondo lei lo psichiatra prescrive i farmaci, e se il paziente non li assume, "sono c*** suoi".

    Lei dice che non si può parlare di malasanità se solo un caso su un milione è riuscito male; del resto i casi buoni sono in numero maggiore rispetto a quelli non riusciti.
    "Lo psicologo parla, ma se il paziente non gli dice la verità lui non può sapere niente", ha detto, più o meno.
    Secondo lei la psicoanalisi è una stupidissima teoria creata da una persona insoddisfatta. Quando poi le ho parlato dell'isteria, ha risposto lei zittendomi: "vogliamo parlare di sonnambulismo e neuropsichiatria? Vogliamo parlare di autismo? Tu non te lo puoi permettere, come tutta la barca di psicologi che ti porti dietro... poveri ignoranti". Più o meno è stato un periodo del genere.

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Ma scusa, domanda da Psicologa: se è così convinta che noi psicologi non valiamo niente, perchè si accanisce tanto? Non le portiamo mica via il lavoro, stia sicura (non è un mistero che nei CSM ci sono moooltissimi psichiatri e solo 3-4 psicologi)...

    Comunque è vero che spesso i medici hanno un atteggiamento snob verso gli psicologi, ma gli amici di medicina che avevo all'università non si son mai permessi di trattarmi male per quello che studiavo. Anzi, avevano il massimo rispetto quando vedevano quanto di anatomia, chimica &co del Sistema Nervoso facevamo anche noi (A volte moolto + di loro!)
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  9. #9
    Penguiny
    Ospite non registrato
    Mah, non credo sia una questione di lavoro. Lo si vede benissimo che pretende di avere il primato su tutto. Lei si dà arie perché fra poco comincerà la specializzazione, ed è tutta felice.

    Quando, al termine del liceo, le avevo detto quello che sarei andato a fare, mi canzonò per ben 5-6 mesi. Quando glielo dissi scoppiò a ridere di gusto, proprio come se io per lei non valessi proprio niente. A quel tempo ci conoscevamo, non eravamo fidanzati.
    Adesso la cosa mi infonde più tristezza. Mi ha sempre detto che gli psicologi sono dei ciarlatani spillasoldi che non sanno nemmeno loro quel che dicono. Al contrario, "la psichiatria è una scienza", poiché è verificabile, mentre la psicologia è solo una dottrina, esattamente al pari di una religione, per lei. Non a caso mi dice che noi psicologi siamo "talmente scemi da credere anche in Dio".

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da Penguiny
    Al contrario, "la psichiatria è una scienza", poiché è verificabile, mentre la psicologia è solo una dottrina, esattamente al pari di una religione, per lei. Non a caso mi dice che noi psicologi siamo "talmente scemi da credere anche in Dio".
    Bè, io ricordo milioni di ore di lezione dove ci veniva spiegato che non è scienza solo quello che è verificabile o numerabile. ma che esistono rami della scienza che hanno altri criteri di studio e verifica.

    E poi: io so bene cosa dico quando lavoro o parlo da psicologa, non sparo cose senza senso... Ad ogni modo, anche la medicina usa concetti della psicologia: il primo è l'aderenza al trattamento medico.

    Cosa c'entri poi la psicologia con Dio, è tutto un altro discorso. Anche i medici credono in Dio... (E io come psicologa sono atea, vedi un po' tu...)

  11. #11
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Penguiny
    Quest'anno entrambi abbiamo compiuto i 26.

    Sai, le ho appena parlato, dopo aver letto il tuo messaggio. Dice che Freud era un (testualmente) "idiota inventore di teorie non accettate dalla comunità scientifica"; ha detto che non perché uno è neurologo può permettersi di ipotizzare guarigione di nevrosi e isteria.
    Non crede nella metapsicologia, secondo lei lo psichiatra prescrive i farmaci, e se il paziente non li assume, "sono c*** suoi".

    Lei dice che non si può parlare di malasanità se solo un caso su un milione è riuscito male; del resto i casi buoni sono in numero maggiore rispetto a quelli non riusciti.
    "Lo psicologo parla, ma se il paziente non gli dice la verità lui non può sapere niente", ha detto, più o meno.
    Secondo lei la psicoanalisi è una stupidissima teoria creata da una persona insoddisfatta. Quando poi le ho parlato dell'isteria, ha risposto lei zittendomi: "vogliamo parlare di sonnambulismo e neuropsichiatria? Vogliamo parlare di autismo? Tu non te lo puoi permettere, come tutta la barca di psicologi che ti porti dietro... poveri ignoranti". Più o meno è stato un periodo del genere.
    uhm...se le hai gia' parlato allora deduco che è li' vicino a te...cmq sul fatto che dica che solo un caso su un milione vede morire un paziente a causa di un intervento chirurgico, mi sembra non vero...mi sa che deve riguardarsi le statistiche...o anche la statistica per lei non è una materia attendibile??!
    Sul fatto poi che abbia definito Freud " un idiota inventore di teorie" , non ho parole e forse manco ne vale la pena commentare!!!
    Ribadisco come sia totalmente offensiva e inopportuna e mi chiedo come possa stare con lei, mi auguro per te cha abbia altre doti, perchè dal punto di vista umano e intellettivo scusami ma è abbastanza carente...

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da psicologiaela
    Ribadisco come sia totalmente offensiva e inopportuna e mi chiedo come possa stare con lei, mi auguro per te cha abbia altre doti, perchè dal punto di vista umano e intellettivo scusami ma è abbastanza carente...
    Scusa ma anche tu diventi offensiva. Un conto è parlare della valenza e dignità della disciplina che studiamo e amiamo, un altro conto (e secondo me non molto educato) è sparare giudizi su persone che non conosciamo.
    Direi che la vita privata di Penguiny è appunto privata... e non sta a noi sindacare.

    Fine OT.

  13. #13
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da LuisaMiao
    Scusa ma anche tu diventi offensiva. Un conto è parlare della valenza e dignità della disciplina che studiamo e amiamo, un altro conto (e secondo me non molto educato) è sparare giudizi su persone che non conosciamo.
    Direi che la vita privata di Penguiny è appunto privata... e non sta a noi sindacare.

    Fine OT.
    cara Luisa se mi sono permessa di dire qualcosina in piu' è perchè mi sono sentita tramite pm con Penguiny ed infatti lui non se l'è presa affatto..!
    Fine OT!

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da psicologiaela
    cara Luisa se mi sono permessa di dire qualcosina in piu' è perchè mi sono sentita tramite pm con Penguiny ed infatti lui non se l'è presa affatto..!
    Fine OT!
    Allora è bene che certe cose vengano dette via pm e non in pubblico, non credi?
    ottima cosa che non se la sia presa

  15. #15
    Penguiny
    Ospite non registrato
    No, io sono alc pc per una ricerca, lei è in camera a sfogliare riviste di moda.

    Grazie per aver difeso la mia morosa, Luisamiao. Ma sai, io sinceramente non so più cosa dire per contrastarla.

    Psicologiaela, purtroppo ripete che Freud è stato un uomo esattamente come lei è una donna. Lui ha esposto le sue teorie come lei, che pure è medico come Freud, esprime le sue. Quindi, secondo lei, Freud vale esattamente quanto lei.

    So che sembro un debole dipendente dai suoi capelli biondi e dagli occhi azzurri, ma cosa posso farci io? Devo dichiararmi fortunato, visti tutti quelli che ha sempre canzonato.

    Comunque sì, di aspetti belli ne ha molti. E' gentile, al di fuori di quelle discussioni, è tenera, è felice quando è con me, anche se a volte si rivela così antipatica. Però di certo non si può dire che solo per questo è cattiva e insensibile. Mi ha detto letteralmente che "le statistiche se le mette sul ***", perché lei, essendo medico, ne sa senz'altro più di me. Cosa devo fare io?????

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy