• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16
  1. #1

    Aiuto x mamma in difficoltà

    Non credo di essere nella stanza giusta, ma aiutatemi lo stesso per favore!!!
    L'alltro giorno, durante una seduta di gruppo di auto-aiuto che supervisionavo, una mamma ha detto: "quand'è nato mio figlio non mi sono innamorato di lui, come fanno tutte le mamme; e anche adesso non riesco a desiderarlo per coccolarlo, giocare con lui, ...".
    Qualcuno sa darmi una spiegazione psicologica al fatto??
    Grazie 1000

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di JOICEROS
    Data registrazione
    17-04-2006
    Residenza
    PROVINCIA DI SALERNO
    Messaggi
    4,093
    Secondo me

    1. ... Puo' darsi che abbia avuto una gravidanza non desiderata per cui neanche il figlio e' ben accettato

    2. .... una violenza subìta, considerata tale anche se non lo era che ha provacato la gravidanza...


    3. ...magari figlio/a di una persona che odia ...e il suo odio si ripercuote sul figlio....
    Ultima modifica di JOICEROS : 28-11-2006 alle ore 15.42.30

  3. #3
    Dunque la 1a e 2a ipotesi sono da scartare; la signora vuole separarsi dal marito, ma quando è nato il bimbo ,che è il secondo ,le cose andavano abbastanza bene.

  4. #4
    Postatore OGM L'avatar di JOICEROS
    Data registrazione
    17-04-2006
    Residenza
    PROVINCIA DI SALERNO
    Messaggi
    4,093
    Originariamente postato da nexia1979
    Dunque la 1a e 2a ipotesi sono da scartare; la signora vuole separarsi dal marito, ma quando è nato il bimbo ,che è il secondo ,le cose andavano abbastanza bene.

    Magari le cose andavano abbastanza bene esteriormente, cioe' all'apparenza ma dentro iniziava ad innidarsi l'odio.... perche' e' così che si puo' chiamare .... il figlio sempre secondo il mio parere e' nato proprio in questo periodo ...periodo di transizione.... quindi io non le scarterei .....

  5. #5
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536

    Re: Aiuto x mamma in difficoltà

    Ciao Nexia

    Originariamente postato da nexia1979
    Qualcuno sa darmi una spiegazione psicologica al fatto??
    Grazie 1000
    secondo me sì, c'è qualcuno... la madre.

    "quand'è nato mio figlio non mi sono innamorato di lui, come fanno tutte le mamme
    la premessa che ha in mente la madre appare scorretta.. non tutte le madri sono innamorate dei propri figli. E poi, che definizione da la madre di "innamoramento"? Dovrebbe amare suo figlio come ama suo marito? Il "prendersi cura di" significa solo coccolarlo e giocarci?

    Che tipo di gruppo di auto aiuto è? Secondo te Nexia, cosa domandava a te e al gruppo questa signora? E tu stai domandando a noi del forum se è il caso di preoccuparsi, se è il caso che sua madre si innamori di suo figlio o cosa? Conoscendo un po la signora, come ti immagini suo figlio?
    Spero che queste domande possano risultarti utili
    ciaociao

  6. #6
    lugana11
    Ospite non registrato
    Ciao,
    probabilmente si tratta di una depressione post partum, "l' innamoramento" di cui parla la madre, fa riferimento a quella che è la convinzione sociale relativa alla maternità, il mito della madre perfetta, della mamma che ama il suo bambino sin dal primo istante, in mancanza del quale le madri spesso sperimentano una delusione tale da percepirsi inadeguate, "cattive madri", su questo sentimento di inadeguatezza sono tante le cose che possono andarsi ad accumulare, scompensi ormonali dovuti alla gravidanza, mancanza di sostegno percepito da parte delle figure di riferimento, problemi lavorativi, problemi fisici (eccessiva stanchezza nel far fronte alla gestione di due bambini) etc etc etc, bisognerebbe capire da quanto tempo lamenta questi sentimenti, che età ha il secondo figlio, qual' è la sua condizione psicologia e/o psicopatologica pregressa, non si può dare una spegazione esaustiva con così pochi elementi.
    La malinconia post partum, è un disordine frequentissimo, che se non arginato può degenerare in una vera e propria depressione in cui la relazione con il bambino diventa il parametro di riferimento della madre, nonchè "l' elemento sintomatico" come in questo caso
    Ultima modifica di lugana11 : 29-11-2006 alle ore 12.20.26

  7. #7
    Il bimbo adesso ha 2 anni, e la sensazione della madre continua ancora...inoltre il bambino si è legato di più al padre, quindi la situaziione è reciproca

  8. #8
    lugana11
    Ospite non registrato
    confermo che secondo me tutto ciò potrebbe essere stato causato da una depressione posta partum non riconosciuta, e di conseguenza non curata, che ha dato luogo ad una modalità relazionale disfunzionale tra mamma e bambino, e di conseguenza aver generato un attaccamento di tipo insicuro nel piccolo.
    Ovviamente queste sono solo "ipotesi fatte a distanza", ma si potrebbe approfondire quest' area secondo me.
    nexia1979 facci sapere

  9. #9
    Postatore OGM L'avatar di JOICEROS
    Data registrazione
    17-04-2006
    Residenza
    PROVINCIA DI SALERNO
    Messaggi
    4,093
    Originariamente postato da lugana11
    nexia1979 facci sapere

  10. #10
    ketta_it
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da lugana11
    confermo che secondo me tutto ciò potrebbe essere stato causato da una depressione post partum non riconosciuta, e di conseguenza non curata, che ha dato luogo ad una modalità relazionale disfunzionale tra mamma e bambino, e di conseguenza aver generato un attaccamento di tipo insicuro nel piccolo.
    Ovviamente queste sono solo "ipotesi fatte a distanza", ma si potrebbe approfondire quest' area secondo me.
    nexia1979 facci sapere
    Anch'io sono perfettamente d'accordo!
    Forse le sarebbe d'aiuto provare a capire PERCHE' non "si è innamorata" del bambino. Sarebbe importante fare in modo che lei riconosca dentro di sè la motivazione che le ha impedito quest'innamoramento!
    Anche se io sono del parere che non tutte le madri si innamorino dei propri figli, anche se non tutte se ne rendono conto. Il fatto che questa madre se ne sia accorta è già un passo avanti verso questo innamoramento di cui parla.
    Ultima modifica di ketta_it : 30-11-2006 alle ore 12.52.06

  11. #11
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Ale_è_Ale
    Data registrazione
    22-07-2005
    Residenza
    Nord Est...
    Messaggi
    1,046
    ciao a tutti..... evviva Winnicot e la "good-enough mother", no?

    c'è sempre questa differenza abissale tra "la madre perfetta-quella che si crede dovrebbe essere" e la madre reale, imperfetta (e per fortuna!)...
    Questa cosa dell'innamoramento verso il figlio suona tanto di confronto con amiche/sorelle/vicine di casa ("oh, sai, appena l'ho visto me ne sono innamorata! cosa farei se non ci fosse?? non mi pesa per nulla fare sacrifici per lui, è l'amore della mia vita!") dopo sei mesi di notti insonni, chiunque avrebbe dei ripensamenti, che dite... e l'innamoramento è pure una visione distorta (anche perchè l'innamoramento, come si sa, finisce...)...

    questo è il secondo figlio, e il primo? entrambi maschi?
    Il matrimonio in crisi, va bene... ma forse quando è arrivato il secondo bambino lei voleva tornare a lavorare? o aveva altri progetti? il marito lo voleva e lei no? viceversa?

    Com'è il rapporto con la nonna materna? la madre di questa signora come l'ha allevata? la signora in questione è figlia unica? o la primogenita? o magari no? ha fratelli minori? sua madre giocava con lei volentieri?

    Ci sono mille sfumature da leggere...

    Bella vicenda, interessante!

    In bocca al lupo...

    A.
    Alessandra -------<---<---@


    "(...) I riflettori chiudono gli occhi, le lampade contemporaneamente chiudono le palpebre, e la folla spalanca la sua enorme bocca per l'applauso (...)" F. Depero; Notturno Metropolitano; da Prose Futuriste


    "Great Karen Walker!" - "Honey, what's going on with your hair?" - "Give me a Martini, and don't waste room with those olives!"

  12. #12
    Partecipante
    Data registrazione
    14-02-2005
    Messaggi
    54
    Vorrei proporre alla vostra ttenzione un mio caso con un ragazzino di 12 anni. Sfida gli adulti, ha un comportamento sempre provocatorio, dice di essere felice, di sentirsi forte e di non voler cambiare e che questa è stata una sua scelta deliberata per affrontare i problemi.
    Per il momento non ha intenzione di mettere in discussione questa scelta, dice di essere contento e che ha risolto anche alcuni problemi con i genitori semplicemente prendendo le distanze.
    Io gli ho detto di riflettere, allora, sulle motivazioni per cui sta venendo da me (viene privatamente su consiglio dei genitori ma sembra contento).
    ha molta difficoltà nell'espressione delle emozioni e vorrei lavorare su quello, ma, d'altro canto, stavo anche pensando se non fosse il caso di sospendere, in assenza di un progetto chiaro, perché ho paura che in questo momento non sia abbastanza pronto a mettersi in discussione...

    Attendo gratitudine i vostri pareri!!

  13. #13
    Postatore OGM L'avatar di JOICEROS
    Data registrazione
    17-04-2006
    Residenza
    PROVINCIA DI SALERNO
    Messaggi
    4,093
    Secondo me e' un bambino che ha problemi che vuole mostrarsi forte agli occhi della gente ma in fondo e' un debole....si mostra così forse perche' ha bisogno di piu' attenzioni dai genitori...e solo così puo' far sì che i suoi genitori si occupino di lui...
    ha genitori separati?....
    Ci sono problemi in famiglia?...perche' secondo me tutto dipende da questo...

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Sbiru
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    provincia Milano
    Messaggi
    623
    Blog Entries
    5
    Cara nexia 1979 solo ora leggo quanto hai scritto, purtroppo non so darti risposte magari ci rifletto ma siccome parli di gruppi di auto-aiuto mi chiedo se sai darmi dei suggerimenti perchè dovrei intraprendere anche io questa strada...grazie ed in bocca al lupo per questo tuo caso....
    SBIRU
    "le parole sono suono...gli esempi sono tuono!"

  15. #15
    Originariamente postato da Sbiru
    Cara nexia 1979 solo ora leggo quanto hai scritto, purtroppo non so darti risposte magari ci rifletto ma siccome parli di gruppi di auto-aiuto mi chiedo se sai darmi dei suggerimenti perchè dovrei intraprendere anche io questa strada...grazie ed in bocca al lupo per questo tuo caso....
    Ciao Sbiru, al momento non lavoro più con i gruppi, perche' siccome si trattava di volontariato e adesso sto facendo un'altra cosa in un consultorio, ho lasciato per il momento l'associazione che si occupava del auto-aiuto e poi ho capito che la cosa non fa per me!!!Cmq se hai domande chiedi pure
    Vogliamo farlo crescere: collaborate su www.psicologiainfantile.net
    Fate un favore gratuito!!!www.energie-rinnovabili.net

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy