• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Neofita
    Data registrazione
    29-07-2006
    Residenza
    rimini
    Messaggi
    7

    CESIPC padova o SPC ancona?

    Ciao, qualcuno può aiutarmi in questa scelta? Del CESIPC sono certa che sia ad indirizzo costruttivista, che è ciò che mi interessa, mentre dell' SPC di Ancona (direttore Mancini) non ne sono certa...Qualcuno ne sa di più? GRazie.

  2. #2
    ritina79
    Ospite non registrato

    scuole di specializzazione

    ciao...ti rispondo subito e con certezza perchè io sono iscritta al cesip!
    allora il cesip è ad indirizzo cognitivo costruttivista, quindi è una scuola di specializzazione che fa parte delle scuole che ti formano per quattro annni secondo un orientamento ben preciso, fa parte di quelle scuole che hanno scelto di formare lo studente ad un orientamento. Questo non vuol dire rigidità, ma tutt'altro: avere un orintamento di riferimento specialmente all'inizio del nostro percosro sredo sia utile per imparare a muoversi. La spc invece fa parte di quegli approcci integrati: cioè la scelta dei docenti della scuola è quella di cercare l'integrazione teorica tra diversi approcci e proporre a livello pratico una terapia multimodale, da adattare al tipo di paziente che hai davanti. Attenzione: questo sembra essere l'ideale per imparare il mestire dello psicoterapeuta. C'è chi crede che è bene iniziare ed affidarsi ad un approccio, un medoto unico che ti serva come base e integrare in futuro, durante il percorso formativo, c'èinvece chi vuole superare da subito l'ottica di un unico approccio, e questo è quello che fa L'SPc....scegli la scuola non sulla carta ma andando a visitare le scuole e a conoscere i professori. C'è una concorrenza incredibile ricorda che la scuola alla fine la fanno i docenti. Devi sentirti a tuo agio e piacerti anmche l'ambiente. Ti consiglio un libro che ho letto e che mi è servito per orientarmi: Psicoterapie: modelli a confronto di Lorenzo Cionini. Leggilo..anche L'introduzione soprattutto e l'ultimo capitolo...e poi parti dal primo!!!fidati..ciao
    rita
    scusa la scrittura ma sono difretta

  3. #3
    Neofita
    Data registrazione
    29-07-2006
    Residenza
    rimini
    Messaggi
    7
    Molte grazie Rita, cercherò di certo di leggere questo libro e anche di farmi un'idea recandomi personalmente in entrambe le scuole. Una domanda, relativamente al Cesip, visto che lo conosci bene: il mio timore è di trovarmi in una scuola dove l'attenzione sia posta più sulla teoria che sulla pratica, e cioè che non vengano insegnate quelle tecniche fondamentali per il lavoro dello psicoterapeuta, tu cosa ne pensi? Ciao Camilla

  4. #4
    ritina79
    Ospite non registrato
    la tua è una domanda più che legittima. infatti ti dico di andare a parlare direttamente con i professori delle scuole e visitarle perchè sulla carta tutte attirano.
    io ti posso dire, perchè l'ho scelta, che il cesip anche se è molto rigido come approccio e molto pratica, diciamo che è principalmente pratica. avendo come obiettivo l'isegnamento di un approccio ben definito e strutturato. molte ore sono dedicate da subito alla pratica. nelle scuole intergrate o compartecome la spc ti dico che nonostante siano molto belle, secondo me cercando queste scuole l'integrazione teorica di vari approcci, sono si pratiche ma molto più teoriche di altre scuole. Questo me lo ha confermato una mia amcia che fa la spc e che mi ha detto che secondo leii devi studiare di più da subito nelle intergrate. La mia scelta invece, dopo avere abbastanza di teoria, ho scelto di iscrivemi ad una scuola con un metodo più rigido( che poi anche li non è vero, perchè è una scuola molto aperta), fare tamnta pratica e integrare un domani con calma dopo aver fatto un bel bagaglio i esperienze pratica, altrimenti ho paura di finire la scuola e in realta di non sapere cosa fare con un poaziente davanti. Secondo me specialmente allinizio è bene sentire di appartenere ad un approccio che serve da punto di riferimento e poi nella vita (la nostra è una formazione a vita), all'interno del tuo sistema di riferimento, integrare altri papprocci. Farlo da subito ho pensato che non sarebbe formativo- pratico. Comunque sappi che la comparata a livello pratico soèprattutto ti forma con la gestalt e poi certca l'intergrazione teorica. comunque vai a parlare con tutti. Di dove sei?
    ciao rita

  5. #5
    volevo precisare una cosa....
    la spc di ancona non è la Scuola di Psicoterapia Comparata ma la Scuola di Psicoterapia Cognitiva!E' una sede staccata di quella romana di Mancini quindi vorrei precisare che l'orientamento è cognitivo e, secondo i docenti del training, anche costruttivista. Io sono iscritto a quella di Roma ed è cognitivo-costruttivista.
    Tutto qua.....

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di Naracauli
    Data registrazione
    13-01-2005
    Messaggi
    3,012
    Blog Entries
    2

    Riferimento: scuole di specializzazione

    Citazione Originalmente inviato da ritina79 Visualizza messaggio
    ciao...ti rispondo subito e con certezza perchè io sono iscritta al cesip!
    allora il cesip è ad indirizzo cognitivo costruttivista, quindi è una scuola di specializzazione che fa parte delle scuole che ti formano per quattro annni secondo un orientamento ben preciso, fa parte di quelle scuole che hanno scelto di formare lo studente ad un orientamento. Questo non vuol dire rigidità, ma tutt'altro: avere un orintamento di riferimento specialmente all'inizio del nostro percosro sredo sia utile per imparare a muoversi. La spc invece fa parte di quegli approcci integrati: cioè la scelta dei docenti della scuola è quella di cercare l'integrazione teorica tra diversi approcci e proporre a livello pratico una terapia multimodale, da adattare al tipo di paziente che hai davanti. Attenzione: questo sembra essere l'ideale per imparare il mestire dello psicoterapeuta. C'è chi crede che è bene iniziare ed affidarsi ad un approccio, un medoto unico che ti serva come base e integrare in futuro, durante il percorso formativo, c'èinvece chi vuole superare da subito l'ottica di un unico approccio, e questo è quello che fa L'SPc....scegli la scuola non sulla carta ma andando a visitare le scuole e a conoscere i professori. C'è una concorrenza incredibile ricorda che la scuola alla fine la fanno i docenti. Devi sentirti a tuo agio e piacerti anmche l'ambiente. Ti consiglio un libro che ho letto e che mi è servito per orientarmi: Psicoterapie: modelli a confronto di Lorenzo Cionini. Leggilo..anche L'introduzione soprattutto e l'ultimo capitolo...e poi parti dal primo!!!fidati..ciao
    rita
    scusa la scrittura ma sono difretta


    leggero anche io questo libro..... ogni tanto leggo questi thread, ma non so da dove iniziare!!! ci sono molte scuole e molti orientamenti..... uff......grazie ciao
    Pericolosa è la donna che ti seduce con il corpo ... ma letale è colei che riesce a farlo con la mente ...

  7. #7
    Partecipante
    Data registrazione
    16-08-2008
    Messaggi
    32

    Riferimento: CESIPC padova o SPC ancona?

    Ciao ritina, immagino che tu abbia già finito la Scuola di Specializzazione! Io sto valutando diverse scuole e più ne vedo più aumenta il caos che ho in testa!!! Volevo chiederti se sei stata soddisfatta di averla fatta al Cesipc e se, all'interno del programma, viene considerata anche la psicoterapia per l'età evolutiva o se è tutto concentrato sull'adulto.
    Grazie mille
    Chiara

Privacy Policy