• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Adl Iadl

  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di airamanna
    Data registrazione
    06-02-2006
    Residenza
    in alta quota!
    Messaggi
    316

    Adl Iadl

    Buongiorno a tutti!
    C'è qualcuno tra voi che potrebbe dirmi a cosa corrispondono i punteggi ottenuti nei test ADL e IADL?

    Grazie Anna

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    La adl sono le attività della vita quotidiana, ossia: mangiare, andare in bagno, camminare, ritenzione delle urine, lavarsi e vestirsi.
    La iadl sono le attività funzionali della vita quotidiana, quindi usare il telefono, preparare i pasti, lavare, pulire, usare il denaro, usare i mezzi di trasporto (ce ne sono 8, in questo momento non mi vengono in mente le altre 2). Si utilizzano per valutare l'autonomia della persona nelle attività quotidiane. In genere nel punteggio vengono indicate le funzioni conservate (es. 2/6), ma alcuni indicano le funzioni perse, quindi accertati di cosa volesse dire chi ha scritto il punteggio.

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di airamanna
    Data registrazione
    06-02-2006
    Residenza
    in alta quota!
    Messaggi
    316
    Grazie per avermi risposto tata_moni!

    La mia richeista era appunto, dato un punteggio allo IADL di 2/6 oppure di 4/6 di funzioni conservate, quale conclusione traggo?
    Un paziente con punteggio 4/6 a quale categoria, fascia, di deterioramento si colloca?

    anna

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Non si può assolutamente trarre nessuna conclusione sul grado di deterioramento cognitivo a partire dalle adl e iadl, dipende dalla patologia. Ad esempio, un MCI dovrebbe avere adl e iadl conservate, ma un disturbo di memoria rilevabile alla valutazione neuropsicologica. Un paziente demente in fase iniziale in genere conserva ancora qualche autonomia, ma non tutte, un paziente in fase moderata spesso ha già adl e iadl a 0. Tuttavia non puoi usare solo queste misure per determinare il grado di deterioramento. Infatti la diagnosi di deterioramento cognitivo o demenza si pone se esiste:
    * disturbo di memoria + almeno un'altra funzione cognitiva (devi usare test nps)
    * tali disturbi non sono transitori, ma progressivamente ingravescenti (non si può fare diagnosi in un'unica valutazione)
    * tali deficit interferiscono col normale svolgimento delle attività quotidiane (per verificare questo punto usi le adl e iadl)
    Per determinare il grado di deterioramento puoi utilizzare, ad esempio, la GDS.

  5. #5
    Super Postatore Spaziale
    Data registrazione
    31-08-2006
    Residenza
    ...
    Messaggi
    2,935
    scusa cosa c'entra? il punteggio è qualitativo e le adl non le devi usare con questa finalità

    le iadl e adl valutano l'impatto funzionale DI UN EVENTUALE DECADIMENTO, e non servono per valutare il decadimento in sè
    Ultima modifica di atena911 : 17-11-2006 alle ore 13.29.15

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Originariamente postato da laura1987
    scusa cosa c'entra? il punteggio è qualitativo e le adl non le devi usare con questa finalità

    le iadl e adl valutano l'impatto funzionale DI UN EVENTUALE DECADIMENTO, e non servono per valutare il decadimento in sè
    lo hai spiegato meglio di quanto fossi riuscita io, grazie!

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di airamanna
    Data registrazione
    06-02-2006
    Residenza
    in alta quota!
    Messaggi
    316
    adesso è tutto più chiaro!!! grazie!

Privacy Policy