• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Matricola L'avatar di stefyusa
    Data registrazione
    11-04-2005
    Residenza
    Rimini
    Messaggi
    23

    Certificazione e relazione breve psicodiagnostica

    Buongiorno a tutti...
    ho in cura una paziente (a singhiozzi per una sua forte resistenza) che ha perso un figlio, 18 enne, in un incidente stradale esattamente un anno fà...
    Ieri mi ha chiamato l'avvocato chiedendomi CON URGENZA una relazione (numero di sedute, psicodiagnosi, terapie effettuate etc.) da presentargli entro domani.
    E' la prima volta che ne faccio una e navigo in mari oscuri (mi sono iscritta al corso di opsonline di fine novembre.. ma lui la vuole domani ). Ho telefonato all'ordine e mi hanno dato qualche informazione di natura fiscale...
    Qualcuco di voi può darmi una mano e/o dei consigli a riguardo? L'ideale sarebbe vederne qualcuna che ha già avuto l'ok di qualche supervisore...

    E' da un anno che lavoro come libera professionista e lo faccio con diligenza, impegno e passione ... vorrei veramente evitare di fare errori grossolani e clamorosi .

    Grazie

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di noemi2004
    Data registrazione
    30-05-2005
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    233
    Ma l'avvocato non ti ha detto altro? Forse ti conviene chiarire per cosa gli serve e perchè te l'ha chiesta. Credo che all'avvocato interessi solo una valutazione del paziente direttamente collegabile all'evento in questione quindi secondo me ti conviene fare una relazione riguardante il trauma subito e le conseguenze che ne sono derivate, senza andare ad approfondire eventuali tematiche personali venute fuori durante i colloqui e che non sono direttamente collegabili al trauma stesso.....non so se il mio discorso è chiaro.......comunque ricontatta l'avvocato e senti per cosa gli serve e comunque non fare una diagnosi generale del paziente ma solo una relazione sul paziente e l'evento traumatico. Su internet ho trovato una consulenza tecnica d'ufficio ma non riesco ad inserirla qui sul 3d ma se gli vuoi dare un'occhiata te la mando se mi dai il tuo indirizzo di posta (anche attraverso un messaggio privato).
    Ti posso chiedere se sei anche psicoterapeuta? Se ti va e se vuoi un consiglio (preciso che non sono un'esperta ma se posso aiutare.....) mi puoi rispondere anche con un messaggio privato.
    Ciao Ciao
    Rachele Agostini

  3. #3
    Matricola L'avatar di stefyusa
    Data registrazione
    11-04-2005
    Residenza
    Rimini
    Messaggi
    23
    L'avvocato mi ha parlato di 3 punti:

    1. Periodo e durata delle cure;
    2. Tipologia delle terapie prestate;
    3. Diagnosi definitiva.

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di noemi2004
    Data registrazione
    30-05-2005
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    233
    Ho visto ora il tuo mess....ma quando l'hai mandato? Comunque se ti posso dare un consiglio (ovviamente se dico cavolate correggetemi) se non sai cosa fare o come farlo la cosa migliore è attenersi a quello che ti ha richiesto l'avvocato, niente di più niente di meno e comunque il tutto dovrebbe essere riferito all'episodio traumatico (se è per gli aspetti legali di quest'ultimo che ti viene richiesta una relazione); mi riferisco al fatto che l'avvocato ti chiede una diagnosi: questa non può essere (a mio avviso) una diagnosi globale del paziente, che te ovviamente hai fatto ma che è un documento riservato. Da quello che so sulle perizie queste non possono riguardare la globalità del paziente ma solo l'aspetto specifico per cui viene richiesta la perizia. Non so se mi sono spiegata bene...


    Ho una cortesia da chiederti: mi fai sapere come va a finire questo discorso? Anche su mess privato o sulla mia mail privata.
    Grazie
    Ciao
    Rachele Agostini

Privacy Policy