• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    psicosarix
    Ospite non registrato

    opportunità di lavoro per psicologi

    ciao a tutti
    buona lettura e soprattutto fatela girare tra chi vuole iscriversi ...

    http://www.lacosapsy.com/michielin1.htm

  2. #2

    Silvietta
    L'avatar di sildel82
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    prov di udine
    Messaggi
    2,146
    Ciao! Grazie per il link! Avevo già visitato il sito tempo fa, quando ho fatto un corso all'università con uno dei promotori del sito, il prof Angelini.
    Silvia


  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di paolaluna
    Data registrazione
    22-10-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    194
    grazie mille !!

  4. #4
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da paolaluna
    grazie mille !!
    prego!
    aldilà del link specifico che ho postato il sito è molto interessante e credo possa fornire buoni spunti ... in bocca al lupo a tutti noi



  5. #5
    franci00
    Ospite non registrato
    purtroppo mi tocca essere daccordo con Michielin: l'offerta di psicologi è INFINITAMENTE superiore alla domanda.... anche se non è corretto (ma comprensibile...) da parte di chi ha terminato il percorso di studi dire: ok, adesso "chiudiamo le frontiere".... Mah, vedo la questione di difficile soluzione.......

  6. #6
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da franci00
    purtroppo mi tocca essere daccordo con Michielin: l'offerta di psicologi è INFINITAMENTE superiore alla domanda.... anche se non è corretto (ma comprensibile...) da parte di chi ha terminato il percorso di studi dire: ok, adesso "chiudiamo le frontiere".... Mah, vedo la questione di difficile soluzione.......
    sono d'accordo con te! non è bello dire stop agli altri ... ma non è una questione di "cattiveria", ma di pura sopravvievenza della categoria ... o bere l'amaro calice ... o estinguerci ... naturalmente sono tantissime le misure che si dovrebbero adottare.
    intanto aprire più scuole di specializzaizone di psicologia, così da non offrire solo psicoterapia, favorire l'inserimento vero dello psicologo in tutti i luoghi in cui dovrebbe stare ... che sono tantissimi e poi ... anche l'università dovrebbe fare la sua parte
    penso che non si dovrebbe ricorrere al numero chiuso ... però magari a delle forme di contenimento sì ... ad esempio la nostra facoltà è sempre stata molto afflitta da persone che ci mettono il doppio del tempo a laurearsi ... e penso sia così perchè molti si parcheggiano ... sarebbe il caso di scoraggiare chi si parcheggia ... no?

  7. #7
    franci00
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da psicosarix
    anche l'università dovrebbe fare la sua parte
    penso che non si dovrebbe ricorrere al numero chiuso ... però magari a delle forme di contenimento sì ... ad esempio la nostra facoltà è sempre stata molto afflitta da persone che ci mettono il doppio del tempo a laurearsi ... e penso sia così perchè molti si parcheggiano ... sarebbe il caso di scoraggiare chi si parcheggia ... no?
    L'università non farà MAI la sua parte: quando mi sono inscritta io a Padova nel 1995 ( undici anni fa!!!!) ho sostenuto l'esame di ammissione. C'erano DUE-MI-LA posti(!!!!!!!!), ma la facoltà è stata sommersa di ricorsi da parte di chi non era stato ammesso, ed in breve il numero chiuso è stato abolito. Ma sai che fatturato ha una facoltà con migliaia e migliaia di iscritti ogni anno?? Secondo te vogliono davvero limitare l'accesso?????

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di cristinella
    Data registrazione
    24-01-2005
    Residenza
    Foggia
    Messaggi
    186
    Ciao care ragazze!
    Seguivo la discussione che peraltro in questo periodo di piattume lavorativo è molto interessante...sebbene non porti pane a casa vi dico la mia opinione!
    Che siamo messi male è ormai obsoleto ricordarlo ma in realtà credo che il problema principale non sia il surplus di iscritti quanto il fatto che noi "Psicologi" non siamo ancora ritenuti una professione sanitaria, di cui si abbia BISOGNO nei luoghi di cura o nei luoghi educativi e/o riabilitativi...
    DOVREMMO essere presenti negli ospedali, nei Comuni, nelle comunità, nelle scuole, in molti luoghi di lavoro...se ci fossimo in tutti i posti dove DOVREMMO essere non avremmo tutta questa penuria occupazionale...
    Giorni fa ho fatto un colloquio in un'importante clinica privata del posto con il Direttore sanitario (chiaramente dopo aver chiesto un colloquio) e mi è stato detto: "Dottoressa guardi, ai medici non diciamo mai di no ma lo psicologo...ancora non lo prendiamo in considerazione.." mi vengono i brividi...siamo o non siamo una figura di CURA? E io sono o non sono venuta in una struttura di CURA?? Vuol dire che siamo una figura ancora non valorizzata, ancora ritenuta un di più e la rabbia più grande è che il nostro Ordine non fa NIENTEEE!
    Gli avvocati stanno scioperando ancora per il decreto Bersani...noi in tanti anni se abbiamo fatto uno sciopero è pure troppo!!
    E' chiaro che accanto a questo ci sono anche episodi di riconoscimento e gratificazione professionale però facendo un discorso generale...

    "La nostra voce è un urlo silente..."

    Vi saluto e spero di non essere stata troppo pesante!

    Cri

  9. #9
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da cristinella
    [...]credo che il problema principale non sia il surplus di iscritti quanto il fatto che noi "Psicologi" non siamo ancora ritenuti una professione sanitaria[...]
    concordo con te cristinella aggiungerei solo un socio accanto al sanitario e direi che hai perfettamente ragione!!!
    la nostra professione è importante per tutti gli ambiti sociali (lavoro, scuola, comunità, sport, ecc) e sanitari (clinico, salute, ospedaliero, ecc)

    però secondo me è comunque anche un problema di numeri. per quanto importanti possiamo essere dobbiamo fare i conti con il mondo del lavoro e i suoi numeri:
    si stimano 50.000 psicologi abilitati
    e quasi altri 50.000 studenti di psicologia ... cresciamo ad un ritmo vertiginoso ... troppo velocemente ...

    mi sono messa a fare due conti ... in Italia siamo circa 56.000.000 (più o meno ... correggetemi se sbaglio)
    se fai 56.000.000/50.000 =1 psicologo ogni 1120 persone ... è un numero molto alto ... troppo alto direi ... anche se non mi intendo di mercato ed economia ... mi pare che siamo già in troppi ... e senza contare gli studenti che prima o poi arriveranno ...
    in più come fai giustamente notare in alcuni ambiti (il privato) fanno a meno di noi ... non resta allora che il pubblico o il convenzionato col pubblico o la struttura che lavora col pubblico ... ma il pubblico è in crisi totale
    ... sì ... ci sono molti problemi da risolvere ...


    Originariamente postato da franci00
    L'università non farà MAI la sua parte[...]
    però il fatto che a Padova (ma anche altrove) avessero messo un numero chiuso dimostra che le facoltà non sono poi così "avide" ... sono piuttosto gli studenti che scarseggiano in senso della realtà secondo me!!! hanno fatto di tutto per far saltare il numero chiuso invece di prepararsi per l'esame ... dobbiamo sempre meditare su noi stessi secondo me ... se ci pensiamo bene siamo la prima causa dei nostri mali ...

    io comunque non credo nel numero chiuso ... secondo me bisogna scoraggiare le persone ... soprattutto quelle che si parcheggiano e sono poco motivate o stranamente motivate ... secondo me, in questo il v.o. era meglio ... al biennio con sbarramento ti facevano il c**o e così i numeri si dimezzavano ... perchè comunque avevi sempre tre anni davanti e se volevi cambiare ti conveniva farlo subito ... adesso appena ti rendi conto che le cose non vanno sei già al terzo ... ovvio che cerchi di portare a casa il pezzo di carta ... ormai ...
    ... a Padova si calcolava che ogni 2000 matricole si laureassero solo poco più di 1/4 ... tipo 250-350 persone su 2000 ...
    Ultima modifica di psicosarix : 16-11-2006 alle ore 02.13.40

  10. #10
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Quando ho finito le superiori ricordo che nella mia classe, di circa 20 persone, in 6 volevamo fare psicologia...
    Abbiamo fatto il test perchè c'era il numero chiuso e solo in due l'abbiamo superato...
    Gli altri 4 hanno preso strade del tutto diverse ed uno è, attualmente, dottorando in fisica, una ha lasciato perdere gli studi dopo alcuni periodi "mistici" e gli altri due non so.
    All'epoca il numero chiuso ci era sembrato una grande ingiustizia... ora in effetti lo si vede molto diversamente, perchè forse a 19 anni ancora non sai molte cose, di te stesso ma anche del mondo...
    Io ho scoperto che c'era il tirocinio post laurea al 4° anno, così come ho scoperto che se il mio sogno iniziale era quello di lavorare con pazienti psichiatrici e portatori di handicap... in realtà non ero minimamente portata ed ero, invece, portata per tuttaltro...
    Vimae

  11. #11
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Vimae
    Quando ho finito le superiori ricordo che nella mia classe, di circa 20 persone, in 6 volevamo fare psicologia...
    Abbiamo fatto il test perchè c'era il numero chiuso e solo in due l'abbiamo superato...
    Gli altri 4 hanno preso strade del tutto diverse ed uno è, attualmente, dottorando in fisica, una ha lasciato perdere gli studi dopo alcuni periodi "mistici" e gli altri due non so.
    All'epoca il numero chiuso ci era sembrato una grande ingiustizia... ora in effetti lo si vede molto diversamente, perchè forse a 19 anni ancora non sai molte cose, di te stesso ma anche del mondo...
    Io ho scoperto che c'era il tirocinio post laurea al 4° anno, così come ho scoperto che se il mio sogno iniziale era quello di lavorare con pazienti psichiatrici e portatori di handicap... in realtà non ero minimamente portata ed ero, invece, portata per tuttaltro...
    grazie vimae per la tua sincerità!

Privacy Policy