• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Bliss Shake Mod. L'avatar di *secretshine*
    Data registrazione
    23-03-2004
    Residenza
    Caserta
    Messaggi
    303

    Come sono i tuoi genitori?

    Ultimamente ho sentito molti amici lamentarsi per il cattivo rapporto che si ha con i propri "vecchi".
    E voi,che rapporti avete?
    La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente.
    La pratica è quando funziona tutto ma nn si sa il perchè.
    In ogni caso si finisce sempre a coniugare la teoria con la pratica.
    Non funziona niente e non si sa il perchè.
    (A. Einstein)

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di morrigan
    Data registrazione
    21-12-2004
    Residenza
    seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino
    Messaggi
    4,275
    uhhh...la mia mamma e il mio papà!!
    no li vedo spesso, perchè non vivo più con loro, però non credo che il buon rapporto che ho con loro sia dovuto solo al fatto che la frequenza è scarsa, ci andavo d'accordo anche prima, ovvio che poi si litiga comunque e ci si fraintende, ma da molti anni ho smesso di lottare per cambiare l'opinione dei miei: sono nati in un altro contesto, hanno altre idee rispetto alla vita, altri pregiudizi, chi sono io per voler cambiare il loro modo di ragionare? e allora da un po' di anni, quando non sono d'accordo con loro, utilizzo la vecchia e sempre efficace espressione psicologesca: "io comprendo perfettamente il tuo punto di vista, e non dico che tu hai torto ed io ho ragione, ma pensandola in modo diverso da te, credo che mi comporterò in linea col mio pensiero, pur apprezzando i tuoi consigli". è incredibile quanti dissidi abbia risolto con la formula:"non ti accuso di niente, ma confronto le mie idee con te".
    poi è normale che non uso mica sempre un tono di voce da diplomatico sull'orlo di una crisi internazionale, alle volte la voce si alza, ma è il concetto che non cambia mai, perchè mettersi muso contro muso raramente porta ad una soluzione ottimale per entrambi.
    e poi mia madre ha un carattere diverso da mio padre ed io lo dico sempre ad entrambi: se ho un problema e voglio risolverlo, meglio andare da mio padre che è più pratico, più centrato sulla risoluzione, poco ansioso e, pertanto, capace di trovare soluzioni lì dove tu stai ancora a morderti le unghie, ma se voglio ascolto, comprensione, sfogo, meglio andare da mia madre, perchè non ti risolverà il problema, però come sa confortarmi lei, con la sua empatia, nessuno mai. quindi si compensano a vicenda e, nei casi più gravi, li chiamo tutti e due e faccio quella che gira la testa da una parte e dall'altra ascoltando entrambi ed unendo, poi, le loro diverse opinioni...

    ufff...mi mancano...
    si
    ...non sono forse un accordo stonato, nella divina sinfonia,
    grazie alla vorace ironia che mi squassa e che mi morde?
    E' dentro la mia voce, come stride!
    E' il mio sangue, questo veleno nero!
    Sono lo specchio sinistro in cui si guarda la megera.
    io sono la piaga e il coltello! Sono lo schiaffo e la gota!
    Sono le membra e la ruota, e la vittima e il carnefice!
    Sono del mio cuore il vampiro,uno di quei grandi derelitti
    condannati all'eterno riso
    e che non possono più sorridere


    my blog
    le mie foto


    Sono un'erinni



  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di Lunete
    Data registrazione
    23-04-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    4,231

    bello questo thread:)

    Allora..con mio padre ho sempre avuto un rapporto di amore-odio,abbiamo due caratteri praticamente uguali, molto orgogliosi, testardi, permalosi e non inclini a scusarsi dei propri errori..però nonostante tutto sono consapevole del bene che mi vuole, so che farebbe tutto per me, e di questo gliene sarò sempre grata, nonostante alcuni errori madornali che ha commesso nei miei confronti..
    Con mia madre è un rapporto tranquillo, mi ha sempre dato molta libertà, direi che è l'esatto opposto di mio padre,per nulla apprensiva, insomma un carattere molto laissez faire, se si scrive cosi

  4. #4
    Bliss Shake Mod. L'avatar di *secretshine*
    Data registrazione
    23-03-2004
    Residenza
    Caserta
    Messaggi
    303
    E' bello ma evidentemente non piace molto agli altri.Su,nessun altro?
    La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente.
    La pratica è quando funziona tutto ma nn si sa il perchè.
    In ogni caso si finisce sempre a coniugare la teoria con la pratica.
    Non funziona niente e non si sa il perchè.
    (A. Einstein)

  5. #5
    Partecipante Leggendario
    Data registrazione
    30-05-2003
    Messaggi
    2,051
    Con mia madre ho un rapporto ambivalente: ho difficoltà a starci con e senza. E' stata una madre chioccia e onnipresente. Questo mi ha portato più volte ad avere nei suoi confronti momenti di ribellione. Più volte mi sono sentito soffocato e privato della mia libertà. Per contro, è sempre stata un'ottima (non per tutte le cose, ovviamente) ascoltatrice. In alcune occasioni ha saputo accogliere le mie insicurezze, in altre le ha esacerbate. In alcune occasioni si è mostrata comprensiva e tollerante, in altre rigida e intransigente. Non mi ha mai privato di una carezza. Sono consapevole del grande amore che ha nei miei confronti ma deve essere capace di lasciarmi andare per la mia strada.

    Con mio padre ho un rapporto abbastanza freddo. Incapace di esternare i propri sentimenti, è stato sempre poco presente (anche in situazioni per me importantissime), poco capace di comprensione e di ascolto, poco incline alla comunicazione. Sono cose che da adolescente non gli ho mai perdonato, e che adesso, da giovane adulto, mi impedisce di instaurare con lui un buon rapporto. Questo è un mio grandissimo limite. Lui si sforza di conoscermi, ma non glielo permetto, o glielo permetto poco.

    Queste sono le cose che ora mi vengono in mente.
    Progetti di Psicologia. Scuola, Professione, Esame di Stato, dal 23 settembre '10 in tutte le migliori librerie e on line!

  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di Lunete
    Data registrazione
    23-04-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    4,231
    Originariamente postato da David
    Con mia madre ho un rapporto ambivalente: ho difficoltà a starci con e senza. E' stata una madre chioccia e onnipresente. Questo mi ha portato più volte ad avere nei suoi confronti momenti di ribellione. Più volte mi sono sentito soffocato e privato della mia libertà. Per contro, è sempre stata un'ottima (non per tutte le cose, ovviamente) ascoltatrice. In alcune occasioni ha saputo accogliere le mie insicurezze, in altre le ha esacerbate. In alcune occasioni si è mostrata comprensiva e tollerante, in altre rigida e intransigente. Non mi ha mai privato di una carezza. Sono consapevole del grande amore che ha nei miei confronti ma deve essere capace di lasciarmi andare per la mia strada.

    Con mio padre ho un rapporto abbastanza freddo. Incapace di esternare i propri sentimenti, è stato sempre poco presente (anche in situazioni per me importantissime), poco capace di comprensione e di ascolto, poco incline alla comunicazione. Sono cose che da adolescente non gli ho mai perdonato, e che adesso, da giovane adulto, mi impedisce di instaurare con lui un buon rapporto. Questo è un mio grandissimo limite. Lui si sforza di conoscermi, ma non glielo permetto, o glielo permetto poco.

    Queste sono le cose che ora mi vengono in mente.

    David per me è esattamente cosi,solo che al contrario,mio padre come tua madre e viceversa..

  7. #7
    Bliss Shake Mod. L'avatar di *secretshine*
    Data registrazione
    23-03-2004
    Residenza
    Caserta
    Messaggi
    303
    Anche io David ho lo stesso rapporto con mia madre (tranne per l'affettività,che è totalmente assente se non nelle cose materiali).
    Mio padre è una grande persona, estremamente affettuoso e disponibile. Unico difetto: vuole sempre sdrammatizzare ogni cosa,anche le cose gravi
    La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente.
    La pratica è quando funziona tutto ma nn si sa il perchè.
    In ogni caso si finisce sempre a coniugare la teoria con la pratica.
    Non funziona niente e non si sa il perchè.
    (A. Einstein)

Privacy Policy