• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 60

Discussione: sesso gay

  1. #1
    PsicoGay
    Ospite non registrato

    sesso gay

    ...vedo che questo forum è monopolizzato da colleghi etero, almeno in apparenza (considerando che una quantità enorme di ragazzi cercano segretamente sesso soft o hard con gay)
    ...ma il sex gayo è un po' più complesso in certe cose di quello etero, in altre più semplice...
    colleghi gay, fatevi avanti.
    In Italia non siamo ancora molto emancipati, in altri Paesi come in Spagna, gli psicologi del sesso iniziano ad occuparsi delle problematiche intime delle coppie gaye.
    ...poi, in merito a quanto detto prima sui ragazzi etero che cercano gay...bhè si apre una voragine, almeno da un punto di vista psicologico.
    ciao
    PsicoGay

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    non ho capito quale sia la tua posizione in merito...

    visto che a quanto pare ne sei coinvolto in prima persona...come si "articola il sesso gay"?

    magari puo' nascere n bel dibattito tra divergenze/convergenze sesso gay/etero...
    baciuz'

  3. #3
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Anandamyde
    non ho capito quale sia la tua posizione in merito...

    visto che a quanto pare ne sei coinvolto in prima persona...come si "articola il sesso gay"?

    magari puo' nascere n bel dibattito tra divergenze/convergenze sesso gay/etero...

  4. #4
    PsicoGay
    Ospite non registrato
    ...non era mia intenzione prendere posizioni ne preparare un thread organico. Ho semplicemnete lanciato un argomento grande quanto il pacifico, ma non del tutto pacifico visto la mole di stereotipi che permangono anche all'interno della nostra professione.
    Credo che, talvolta, si possa cogliere un imput di discussuone come il mio precedente senza dover per forza articolare un sermone.
    Comunque, se proprio è necessario, lancio la seguente discussione, sperando che si mantenga entro i limiti della psicologia, cioè che sia costruttiva per noi psicologi.
    Come leggere psicologicamente il numero elevato di ragazzi eterosessuali che, pur fidanzati o sposati, cercano avventure gaye, talvolta di sesso hard?
    Dire che sono dei gay repressi è chiaramente una semplificazione. Mettendo da parte la soggettività di ciascuno, dove collochiamo esperienze di questo tipo?
    (sul fatto che io sia coinvolto è evidente dal mio nick!)
    ciao e...
    maschietti, questa notte occhio ai fantasmi gay....;-)

  5. #5
    PsicoGay
    Ospite non registrato
    ..coinvolto nel senso che sono gay...non che sono etero in cerca di avventure.
    Per precisare!
    ciao

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    io invece ero curiosa di approfondire l'argomento

    problematiche intime delle coppie gaye
    ero curiosa di sapere che differenze c'erano tra le problematiche intime gay e quelle etero...non sono le stesse?

    pensavo che apparte le diversità fisiche e fisiologiche nel compiere l'atto in sè...le problematiche a livello psicologico fossero più o meno le stesse (piacere/non piacere al partner, eventuale frigidità/impotenza)

    per quanto riguarda ragazzi etero che ricercano avventure gay... forse è semplice curiosità, forse è ricerca di qualcosa di "originale e diverso" dal sesso canonico...credo si possa generalizzare molto collegandolo al post delle orgie...

    alla base della ricerca del "non standardizzato" a livello sessuale ci sia la voglia di emozioni nuove e trasgressive...forse perchè ormai si inizia a scoprire sempre prima il sesso e ci si "annoia" del solito tran tran
    baciuz'

  7. #7
    Partecipante Leggendario
    Data registrazione
    30-05-2003
    Messaggi
    2,051
    Originariamente postato da PsicoGay
    [BCome leggere psicologicamente il numero elevato di ragazzi eterosessuali che, pur fidanzati o sposati, cercano avventure gaye, talvolta di sesso hard?
    Dire che sono dei gay repressi è chiaramente una semplificazione. Mettendo da parte la soggettività di ciascuno, dove collochiamo esperienze di questo tipo?
    (sul fatto che io sia coinvolto è evidente dal mio nick!)
    ciao e...
    maschietti, questa notte occhio ai fantasmi gay....;-) [/B]
    Siamo sicuri che i ragazzi, sposati e fidanzati, che ricercano avventure gay, siano etero?
    Alcuni gay si fidanzano, si sposano e fanno figli. Alcuni di loro saranno in grado di reprimere totalmente la loro omosessualità, altri invece avranno rapporti sessuali, più o meno costanti, con uomini, reprimendo comunque qualcosa, e cioè la possibilità di essere felici sentimentalmente (e non solo sessualmente) con un uomo.
    Alcuni uomini si definiscono eterosessuali (neanche bisessuali) anche se hanno rapporti occasionali con uomini!
    Queste esperienze, di cui tu parli, io le colloco in esperienze omosessuali, di persone, chiaramente, non eterosessuali.
    Poi, per carità, la sessualità è talmente complessa e soggettiva, che potrebbe essere di tutto!

    P.S.: per la battuta!
    Progetti di Psicologia. Scuola, Professione, Esame di Stato, dal 23 settembre '10 in tutte le migliori librerie e on line!

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    Originariamente postato da PsicoGay
    ..coinvolto nel senso che sono gay...non che sono etero in cerca di avventure.
    Per precisare!
    ciao
    Questo si era capito!


    originariamente postato da
    Anandamyde

    io invece ero curiosa di approfondire l'argomento problematiche intime delle coppie gaye
    ero curiosa di sapere che differenze c'erano tra le problematiche intime gay e quelle etero...non sono le stesse?

    pensavo che apparte le diversità fisiche e fisiologiche nel compiere l'atto in sè...le problematiche a livello psicologico fossero più o meno le stesse (piacere/non piacere al partner, eventuale frigidità/impotenza)
    Anche a me incuriosisce questa cosa. Da come poni la questione sembrerebbe che fra gay non ci siano i problemi classici dei rapporti di coppia: gelosia, problemi sessuali ecc. ecc.
    Insomma, fra gay è tutto rose e fiori? Non ci credo.
    Per quanto riguarda il discorso etero (o presunti tali) che vanno con i gay, sono daccordo con David. Credo che a volte non tutti abbiano il coraggio di dichiararsi apertamente omosessuali, per tanti di quei motivi che dirli tutti no è possibile. Credo che per queste persone il problema non sia il fatto che "vanno con i gay" quanto il fatto che vivono una sessualità che non è realmente appagante.
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di ANTOrammy
    Data registrazione
    01-12-2005
    Residenza
    aversa,ma quando posso vado via
    Messaggi
    406
    ma perchè ricondurre tutto al solo piacere sessuale??i gay si innamorano.......soffrono e litigano come gli etero.....fanno pace e cercano di costruirsi un futuro insieme.....mi sembra di aver capito che si parla solo di maschietti che stanno con le donne e poi vanno con i ragazzi....ma vi ricordo che c'è una grande maggioranza di donne che vanno con le donne!!!!!insomma il discorso è molto più ampio di quanto può sembrare......
    non può piovere per sempre

  10. #10
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    io per gay intendo la più ampia categoria (gay, lesbo, bisex, trans) diciamo che è un "diminutivo"...ok...magari è meglio usare la parola omosessuale,così si da meglio l'idea di persone che amano persone dello stesso sesso...

    comunque non è limitato all'esperienza sessuale, si puo' cercare di ampliare l'argomento andando oltre, io infatti volevo sapere dove fosse diverso il rapporto omo da quello etero, in ogni sua sfumatura...
    baciuz'

  11. #11
    piumealvento
    Ospite non registrato
    anche xè tra gay e trans c'è una differenza abissale dato che il trans non ha raggiunto la sessualità psicologica (cioè si sente intrappolato nel corpo di un genere che nn è il suo)

  12. #12
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    secondo me è una "definizione da manuale" che il trans si senta imprigionato in un corpo che non è suo...

    i trans che conosco io si sentono benissimo nel proprio corpo...sono "esteticamente" dotati di caratteristiche sessuali maschili...ma si sentono profondamente donne, e non hanno disagio nella loro sessualità o fisicità più di quanto non possa averlo una ragazza/o etero

    sicuramente ci sarà il trans più disagiato e "complessato"...ma non credo si possa generalizzare la cosa...sarebbe come dire che tutte le lesbiche sembrano delle camioniste

    e nell'ambiente è una voce che gira spesso
    baciuz'

  13. #13
    PsicoGay
    Ospite non registrato
    ..scusa Anandamyde...non te la prendere...ma questo è un sito di psicologia...non puoi raggruppare tutti in una unica categoria. Sai la differenza abissale tra un gay ed un transessuale? Un conto è il gaypride, dove per ragioni di opportunità politica tutti lottano assieme per chiedere il rispetto dei diritti dell'uomo...
    Un professionista della psicologia deve stare attento a non scivolare in questa facilonerie.
    ...scusa..non vorrei farne una questione personale, ma io sono GAY non transessuale. Rispettando tutti comunque.
    Mi innervosisce sentire facilonerie di questo tipo.
    Il messaggio di David e Antonpsi sono chiaramente di persone etero che non hanno capito che le cose sono così facili...non me la sento di dire che un ragazzo che si fa le seghe con i compagni di liceo ha un orientamento gay
    Attenzione colleghi
    ciao e scusate la schiettezza, spero di non aver offeso nessuno

  14. #14
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    ciao!
    Io intervistai diversi ragazzi omosessuali all'università, per una ricerca. Ho fatto anche un seminario al Mario Mieli di Roma. Quello che ho trovato in comune in tutte le loro esperienze, è una priorità del sesso in una relazione omosessuale. Cioè, piuttosto che raccontarci di innamoramenti di altri uomini, dai loro racconti emergeva un'attrazione quasi solo sessuale, un interesse quasi solo al sesso. Tu cosa mi dici, per quello che è la tua esperienza e l'esperienza di quelli che conosci tu?

  15. #15
    piumealvento
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Codename47
    ciao!
    Io intervistai diversi ragazzi omosessuali all'università, per una ricerca. Ho fatto anche un seminario al Mario Mieli di Roma. Quello che ho trovato in comune in tutte le loro esperienze, è una priorità del sesso in una relazione omosessuale. Cioè, piuttosto che raccontarci di innamoramenti di altri uomini, dai loro racconti emergeva un'attrazione quasi solo sessuale, un interesse quasi solo al sesso. Tu cosa mi dici, per quello che è la tua esperienza e l'esperienza di quelli che conosci tu?

    io non ho fatto alcuna ricerca in tal senso ma ho avuto sempre la stessa senzazione.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy