• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di locandina
    Data registrazione
    26-04-2006
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    150

    neuropsicologia e psicoterapia sistemico-relazionale

    Salve a tutti,
    premesso che ho ancora tempo per pensarci più concretamente visto che sono adesso all'ultimo anno del corso di Laurea Specialistica, mi stavo domandando se la neuropsicologia possa andare d'accordo con la psicoterapia sistemico relazionale. Mi spiego meglio.. a me piacerebbe in un futuro lavorare facendo valutazione neuropsicologica o cose del genere (e magari, intanto,orientare la tesi su questo argomento e fare, forse, un corso di perfezionamento proprio sulla valutazione neuropsicologica), ma anche frequentare una scuola a indirizzo sistemico relazionale per poter poi fare terapia secondo quest'ottica... C'è chi mi dice, però, che le due cose non si sposano molto e che forse, allora, sarebbe meglio un orientamento cognitivo-costruttivista ad esempio.
    Voi cosa ne pensate???? Aspetto consigli e suggerimenti.. Grazie a chiunque mi risponderà!

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di lulunana
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    218
    non sono molto esperta, ma l'orientamento sistemico relazionale non considera valutazioni di tipo neuropsicologico perchè fa altro in modo molto diverso dall'orientamento cognitivo-costruttivista. sono valutazioni e punti di vista che puntano il focus non su cose inconciliabili, ma molto diverse.
    forse dovresti approfondire l'uno e l'altro per vedere le tue corde personali per quale tipo vibrano meglio, almeno io farei così

    in bocca al lupo

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di stegg
    Data registrazione
    13-10-2003
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    111
    mah secondo me non sono incompatibili, in quanto sono cose molto diverse
    ossia al mattino fai i tuoi test neuropsicologici e al pomeriggio vedi pazienti in terapia.

    un po' come fare il cuoco e il fotografo, secondo me si possono conciliare entrambe le attività.

    di certo le tue competenze neuropsicologiche non ti serviranno per i pazienti sistemici, e viceversa...

    come dice lulunana, non devi orientarti verso una terapia di un certo orientamento se non la "senti" tua

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di locandina
    Data registrazione
    26-04-2006
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    150
    Grazie per avermi risposto, siete stati molto gentili. Bè ho ancora del tempo per pensarci meglio. Comunque almeno mi avete rassicurato e,così, posso continuare ad interessarmi alle due cose che mi interessano, senza rinunciare all'una o all'altra.
    Se nel frattempo, ci fossero altri che volessero dirmi la loro opinione, sarei ben contenta.
    Ciao!!!

Privacy Policy