• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Sogno miscellanea

  1. #1

    Sogno miscellanea

    Non saprei come altro definire questo sogno che ho fatto in altro modo tutta una sequenza di eventi strani nessun filo logico apparente e parecchie guest star, continuate a leggere e capirete:
    dunque il sogno inizia in una hall di un albergo di lusso sto insieme ad un gruppo rock sono stato invitato dal cantante di cui però non riesco a ricordare neanche il nome (finqui tutto nella norma insomma...alludo alla dimenticanza).
    Il gruppo si chiama i cin cin (potevano essere i Rem mannag.) e fanno rock etilico dicono loro, l'alito di certo lo testimoniava incontrovertibilmente.
    Ci trasferiamo in un palco e io so che ci siamo mossi per andarci ma non riesco a ricordarmi il trasferimento dall'albergo...che sia diventato etilico pure io mah
    Sono nel backstage e so che le altre persone per venire a vederli hanno cacciato 50 carte a testa io sono qui aggratis mi pare una cosa gradita fare l'ospite cortese facendo finta di conoscere le canzoni ne nascono dialoghi buffissimi con gli altri beneficiati come me nel backstage che invece sono fan accaniti.
    Insomma cose del tipo:
    Tizio "hai sentito questo pezzo secondo me è il migliore arrangiamento che hanno messo nell'album d'esordio!
    Io "Hai ragione io ho pure il singolo di questa canzone!"
    Tizio (Meravigliato) Sulò serio e dove si può comprare?"
    Io " Aspetta mi chiamano dall'altra parte...ti faccio sapere!!!"
    e via di questo passo

    Ad un certo punto come Dio volle il concerto finì ce ne andiamo con gli strumentisti e il cantante verso l'albergo.
    Per arrivarci bisogna prendere una sorta di trenino che passa in una piccola stazione appena più grande di quella che usano nei parchi giochi per i bambini con due binari piccoli e alineati tra di loro uno per l'andata l'altro per il ritorno.
    Il treno però passa senza fermarsi alla stazioncina.
    Ed è lì che ti incontro Piero Angela (quello della TV) che spiega un pò più lontano da dove mi trovo io come prendere il treno al volo dopo la nostra brava spiegazione riusciamo a prenderlo.
    Arrivo all'hotel e mi pare di intravedere Pietro Taricone (GF1) che sposta un carrello con un sacco di valigie.
    Qui s'interrompe il mio sogno
    BOOOOHHHH

  2. #2
    Amus
    Ospite non registrato
    Non so per quale misteriosa ragione ma, questo sogno, pur se differente, me ne ricorda un altro... quello in cui era previsto un incontro con noi opsisti Molto me lo ricorda! Il luogo grande La tanta gente I nomi noti Il treno per gli spostamenti

  3. #3
    Sarà che in questo momento sono fermo su un trattato di psicopatologia su un punto quello della "geografia dell'incontro" (momento insieme empirico e trascendentale...storia di un'ossimoro una continuità discontinua, una durata tratteggiata) Bruno Callieri Quando vince l'ombra) e ne vengo influenzato.

  4. #4
    Amus
    Ospite non registrato
    Come se fosse arabo :o :cry: Me ne parli un pochino? Anche poco poco!

  5. #5
    Quando ci vediamo per quel caffè te lo presto

  6. #6
    Amus
    Ospite non registrato
    Il bar di via Aquileia ha da tempo denunciato la mia scomparsa adesso è la macchinetta automatica del padiglione 15 che mi annovera fra i suoi clienti migliori
    ... ma tu, questo libro me lo vuoi prestare davvero?

  7. #7
    [quote:048b21b146="Amuschella"]
    ... ma tu, questo libro me lo vuoi prestare davvero? [/quote:048b21b146]


    Non ci posso credere
    Che malfidata

Privacy Policy