• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14

Discussione: crediti ECM

  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di rompina
    Data registrazione
    01-03-2004
    Messaggi
    87

    crediti ECM

    Chi mi spiega come funzionano? Una volta laureati come si fa per averli? bisogna averni un minimo l'anno? Illuminatemi vi prego!!

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    18-01-2005
    Messaggi
    64

    ecm

    Ci sono inf sul sito dell'ordine. Ecco l'indirizzo:

    http://www.opl.it/layout/layout4.asp...MEC_IDFiglie=0

  3. #3
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834

    Re: crediti ECM

    Originariamente postato da rompina
    Chi mi spiega come funzionano? Una volta laureati come si fa per averli? bisogna averni un minimo l'anno? Illuminatemi vi prego!!

    qui trovi info: http://www.opsonline.it/help/idx/22/0/

  4. #4
    Partecipante L'avatar di acquacheta
    Data registrazione
    09-02-2005
    Residenza
    Zara
    Messaggi
    48
    ma se mi abilito ora e mi iscrivo all'albo ora, i crediti li devo ottenere entro dicembre????
    Kiga: dai gas e vola

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Originariamente postato da acquacheta
    ma se mi abilito ora e mi iscrivo all'albo ora, i crediti li devo ottenere entro dicembre????
    No acquacheta, i crediti vanno accumulati a partire dall'anno successivo a quello di iscrizione all'albo.

    Seguendo il tuo esempio se ti iscrivi all'albo a dicembre 2006 devi accumulare i crediti a partire da gennaio 2007.

    Così come se sei iscritta ad una scuola di specializzazione in psicoterapia riconosciuta MIUR (o pubblica) sei coperta dai crediti. Se detta scuola termina, ad esempio, a febbraio 2007, sei tenuta ad accumulare crediti a partire da gennaio 2008.

  6. #6
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da acquacheta
    ma se mi abilito ora e mi iscrivo all'albo ora, i crediti li devo ottenere entro dicembre????
    ma i crediti non erano necessari solo per coloro che (dipendenti pubblici o liberi professionisti) lavorano per il sistema sanitario nazionale??? mi sembrava di aver letto una cosa del genere proprio in questi giorni in rete ... ma non ricordo dove ... in qualche sito dell'ordine ... forse ...
    se hai già un contratto sei un mito e devi assolutamente dirmi il tuo segreto

  7. #7
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    18-01-2005
    Messaggi
    64

    ecm

    Si gli ecm dovrebbero servire solo a chi lavora nel sistema sanitario e nelle strutture convenzionate con esso.
    Però se sei alla ricerca del lavoro conviene non precludersi delle possibilità solo perchè ti mancano i crediti.

    E' vero poi che le probabilità di lavorare pagati nel sistema sanitario sono meno di quelle di vincere il superenalotto ma questa è un'altra storia....

  8. #8
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    Originariamente postato da quattrostracci
    No acquacheta, i crediti vanno accumulati a partire dall'anno successivo a quello di iscrizione all'albo.

    Informazione errata

    L'iscrizione all'Ordine degli Psicologi non comporta il dover acquisire crediti ECM!!!

    SOLO E SOLAMENTE chi lavora, come psicologo, nel SSN (come dipendente o in convenzione) ha l'obbligo di ottenere ECM

    sono quindi una piccola % di colleghi ad avere l'obbligo
    ed in più, dopo anni di partenza dell'ECM, nessuno ha mai fatto controlli e chi telefona al Ministero Salute per sapere quanti crediti ha, non gli sanno dire nulla: altrimenti detto ---> non esiste neppure un qualche data base che gestisce questo sistema

    la stragrande maggioranza degli Psicologi NON DEVE fare ECM

    spero di essere riuscito a passare il messaggio


  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Originariamente postato da nico
    la stragrande maggioranza degli Psicologi NON DEVE fare ECM
    L'ultimo parere del Ministero della Salute termina con la seguente frase: In conclusione, il Programma ECM deve ritenersi obbligatorio per tutti gli operatori sanitari dipendenti, convenzionati o liberi professionisti.

    Ora, considerato che la giurisprudenza in proposito è pressoché assente e che i pareri espressi sono molti e variegati, sarebbe veramente opportuno che gli organi di competenza, ordine e ministero in primis, facessero un po' di chiarezza.

    Anche perché il libero professionista è un po' incastrato in questa altalena di pareri... dove l'ultimo sconfessa il precedente e viceversa.

    Tuttavia preme sottolineare di come l'aggiornamento permanente dovrebbe davvero essere obbligatorio nel 2006, come dovere etico prima ancora che come obbligo professionale.

    E il fatto che l'ECM non funzioni (i motivi sono molti, si sa) non dovrebbe servire da alibi per eludere la questione.

    Spero davvero che presto si possa addivenire ad una chiarificazione.

  10. #10
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    Originariamente postato da quattrostracci
    L'ultimo parere del Ministero della Salute termina con la seguente frase: In conclusione, il Programma ECM deve ritenersi obbligatorio per tutti gli operatori sanitari dipendenti, convenzionati o liberi professionisti.

    invito tutti nuovamente a leggere la FAQ http://www.opsonline.it/help/idx/22/141/article/ in cu si riporta una circolare dell'Ordine Lazio

    Qui di seguito poi ve ne riporto una dell'Ordine Emilia Romagna (che io sappia, si sono pronunciati anche Toscana e Lombardia.
    Quindi, daccordo con te sulla responsabilità etica di mantenersi aggiornati, ma ripeto: GLI ECM NON SONO OBBLIGATORI PER LIBERI PROFESSIONISTI PSICOLOGI

    ciauz
    nicola

    ----------------------
    COMUNICATO SU E.C.M PER GLI PSICOLOGI LIBERI PROFESSIONISTI

    Su richiesta di alcuni colleghi, riprendo il controverso tema dell’obbligatorietà - per i liberi professionisti – dell’acquisizione dei crediti formativi secondo le modalità stabilite dal "Programma E.C.M." del Ministero della Salute.

    Nulla è cambiato rispetto a quanto già diffuso mediante newsletter dal Presidente Frati che mi ha preceduto e pubblicato sul sito dell’Ordine all’indirizzo http://www.ordpsicologier.it/macro.php?id=15.

    Sul sito web del Ministero della Salute all’indirizzo http://www.ministerosalute.it/ecm/op...i.jsp?sez=prof si legge:

    “In conclusione, il Programma ECM deve ritenersi obbligatorio per tutti gli operatori sanitari dipendenti, convenzionati o liberi professionisti.”

    La sottolineatura del termine “sanitari”, da me fatta, identifica le categorie di persone che ricadono entro i vincoli di aggiornamento posti dal programma ECM; infatti, sullo stesso sito Web del Ministero della Salute, all'indirizzo
    http://www.ministerosalute.it/profes...d=110&label=ps
    si trova l’elenco di tutte le professioni sanitarie coinvolte nel programma ECM e tra queste NON figura lo Psicologo. Ulteriore conferma, ove ce ne fosse bisogno, deriva dalla constatazione che la nostra figura professionale non è tra quelle inserite fra le “Professioni sanitarie” esplicitamente citate nell’art. 99 del “Testo Unico delle Leggi Sanitarie” (T.U.LL.SS).

    Si potrebbe obiettare che:
    - molte tra le attività dello psicologo sono dell’ambito sanitario (tanto che si applica l’esenzione IVA);
    - che l’art 1 della legge 56/89 afferma che lo Psicologo utilizza “..strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali ed alle comunità”;
    - che il Ministero della Salute afferma che "Sono professioni sanitarie quelle che lo Stato italiano riconosce e che, in forza di un titolo abilitante, svolgono attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione…”;
    - che gli psicologi dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale sono inseriti nel “ruolo sanitario” dello stesso.

    Ma, al momento, la professione di Psicologo NON è una tra le professioni riconosciute come sanitarie dallo Stato, tanto che il Ministero di riferimento dell’Ordine Professionale non è il Ministero della Salute, ma quello di Grazia e Giustizia.

    Pertanto, sino all'approvazione di nuove disposizioni in materia, gli Psicologi liberi professionisti che non hanno alcun rapporto di convenzione né diretto, né indiretto, con strutture del Servizio Sanitario Regionale o con strutture private accreditate con esso convenzionate, non sono obbligati ad osservare il Programma E.C.M. del Ministero della Salute.

    Colgo l’occasione per ricordare che, indipendentemente dagli obblighi ECM, rimane comunque l'obbligo di aggiornamento continuo per tutti gli Psicologi (non necessariamente attraverso iniziative accreditate E.C.M.) con riferimento all'Art. 5 del vigente Codice Deontologico.

    Un cordiale saluto

    per il Consiglio dell'Ordine degli Psicologi
    della Regione Emilia Romagna
    Manuela Colombari

  11. #11
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Credo che la frase del ministero sia da intendersi LIBERI PROFESSINISTI che lavorino come operatori sanitari.
    Se tu sei libero professionista e lavori nel tuo studio, per associazioni, enti o ditte o scuole NON devi ottenere crediti, sei come libero professionista sei consulente di una ASL, ospedale, consultorio o altro, DOVRESTI ottenere crediti.

    In realtà ai dipendenti sanitari è lo stesso datore di lavoro che OFFRE i corsi gratuitamente (spesso sono organizzati da ospedali ad esempio), mentre i convenzionati e i liberi professionisti (ma che lavorino nell'ambito della sanità) provvedono da soli (perchè se hai partita IVA scarichi le spese per la formazione).

    Comunque l'obbligatorietà è un concetto non ben definito visto che:
    -non sono indicate sanzioni per chi non li accumula
    -se anche li accumuli non è chiaro a chi tu li debba consegnare (non all'ordine, non al datore di lavoro, a chi?)
    -non è vero che precludono l'accesso al lavoro in strutture sanitarie perchè non vengono richieste nei concorsi (finora non ho trovato nulla in nessun bando) e nemmeno nei colloqui o nel curriculum.
    Vimae

  12. #12
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Rimango della mia idea: stiamo parlando di interpretazioni e di pareri (illustri quanto si vuole, ma sempre pareri e orientamenti) e non di una norma certa (ammesso che in Italia esista la certezza della norma...).

    Poi ognuno faccia la sua scelta: li accumuli oppure no.

    Ma ripeto: urge un intervento risolutivo da parte dei Ministeri competenti (probabilmente anche quello della Giutizia oltre a quello della Salute vista la competenza sugli Ordini) e degli Ordini professionali.

    Quanto a "chi" consegnare i crediti le cose non stanno proprio così. Una società accreditata dal Ministero per l'erogazione di corsi ECM è tenuta ad inviare al Ministero la relazione sull'attività svolta. Il Ministero ha così iniziato a strutturare un archivio dei crediti. Da quest'anno il Ministero ha iniziato a trasmettere i crediti direttamente agli Ordini di competenza.

    Da qui credo se ne possa dedurre che, almeno nelle idee del Ministero, siano gli Ordini poi a dover dare il loro contributo alla gestione dei crediti.

  13. #13
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    Originariamente postato da quattrostracci
    Rimango della mia idea: stiamo parlando di interpretazioni e di pareri (illustri quanto si vuole, ma sempre pareri e orientamenti) e non di una norma certa (ammesso che in Italia esista la certezza della norma...).

    [cut...]

    urge un intervento risolutivo da parte dei Ministeri competenti e degli Ordini professionali.
    scusa, ma gli Ordini si sono CHIARAMENTE ESPRESSI e questo ci basta, o almeno ad alcuni basta


    Originariamente postato da quattrostracci
    Il Ministero ha così iniziato a strutturare un archivio dei crediti. Da quest'anno il Ministero ha iniziato a trasmettere i crediti direttamente agli Ordini di competenza.[/B]
    Personalmente concordo su tutto il fronte con Viame.
    Tu parli di archivio dei crediti? Provate a telefonare al Ministero Salute o al vs Ordine e chiedere quanti crediti avete... potrete accorgervi che non vi è alcuna traccia di un archivio.
    Non vi è traccia di controlli su chi li ottiene e chi no, ed ancor meno provvedimenti verso presunti professionisti che non hanno raggiunto il numero


    Detto ciò, solo gli psicologi che operano in regime di collaborazione o assunzione nel SSN sono tenuti ad acquisire ECM

    Tutti i rimanenti colleghi rimangono con il solo "obbligo etico" di aggiornamento e crescita, ma per quello esistono diverse altre proposte formative valide, forse di più

    Ah... come società siamo accreditati dal Ministero per il rilascio di ECM, ma proprio per le ragioni suddette (unitamente ad un incremento di costi che inevitabilmente si ripercuote anche sul corsista) siamo molto restii a proporre questo genere di offerta.

    In giro troviamo diversi ECMmifici che propongono crediti pure in Ricerca e Selezione del Personale.
    Un'idea sul perché di questo sistema "vuoto" ce l'ho
    Così come sulla mala informazione che fanno circolare


  14. #14
    petmara86
    Ospite non registrato

    Ecm

    Ciao a tutti,qualcuno sa dirmi cosa sono i crediti per l'aggiornament obbligatorio???Il mio professore di didattica (del corso di psicologia) me ne ha parlato riguardo al problema della "mercificazione e standardizzazione della formazione" ma non capisco il nesso...mi ha anche dato il compito di chiedere agli psicologi che pensano d questi crediti per l'aggiornamento obbligatorio...voi che ne pensate???grazie a chiunque voglia rispondermi!

Privacy Policy