• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5

Discussione: Cogne

  1. #1
    schizophrenia19
    Ospite non registrato

    Cogne

    Cosa pensate della mamma di Samuele, dichiarata malata mentale?

  2. #2
    ciao
    ti dò volentieri il mio punto di vista..
    cosa penso di lei..dipende da che punto di vista
    da quello sociale, perchè ormai il caso cogne è diventato un caso sociale, ha mostrato i lati più deboli delle varie categorie si sono occupate del caso, i carabinieri con un lavoro fatto assai male e con molte pecche, documentate, i media che si sono accaniti dando delle risposte quando queste ancora non c'erano, giudicando e condannando con protagonisti assai discutibili, il pubblico che si è morbosamente interessato mostrando anche bisogni di apparire, come dimostrano quelle squallide code all'alba per assistere ad un processo.
    a me piace pensare al caso cogne da un punto di vista più generale cercando di analizzare i comportamenti di chi si è voluto occupare di un fenomeno sociale, perchè ormai così possiamo chiamarlo, e mostrando lati della nostra società che penso meriterebbero una riflessione ben più importante di quello fatto finora. cercare di utilizzarlo anche come fonte di analisi della metacomunicazione che ha portato ciò...mi vengono i brividi a pensarci.
    per quanto riguarda il punto di vista psicologico per me è assolutamente in secondo piano, che lei sia innocente o colpevole come ovviamente penso sia per la dinamica dissociativa che ha subito nel trauma, perchè un caso, per quanto gravissimo ma non certo l'unico purtroppo, non può e non deve protrarsi per così tanto tempo proprio causato dalle pecche con cui è stato affrontato e analizzato perchè il rischio è che , come sta succedendo, la colpevole faccia leva sul suo senso di perseguitata per rivoltare l'opinione pubblica e portare il caso al paradosso mediatico
    saluti
    lu
    "c'è gente che dice che vuol lottare e poi confonde il fischio d'inizio della partita con quello dell'ultimo minuto, e va a casa" (S. Benni)

  3. #3
    schizophrenia19
    Ospite non registrato
    Molti psichiatri hanno detto la loro, ma lei nn sembra collaborare. Se s tratta realmente di un disturbo dissociativo dell'identità è grave...

  4. #4
    Johnny
    Ospite non registrato
    l'altro giorno ho sentito che secondo una nuova perizia, al momento dell'omicidio aveva uno "stato crepuscolare orientato", che è una condizione che si manifesta in momenti di ansia intensa.

    Comunque, a me ha colpito molto la decisione di volere un altro figlio.
    Ultima modifica di Johnny : 01-10-2006 alle ore 14.13.56

  5. #5
    psicologiaela
    Ospite non registrato
    Rinchiudetela e gettate via la chiave!!!!!!
    Scusate ma non si puo' sempre "usare" la patologia mentale per giustificare tremendi orrori!
    Esiste anche la cattiveria innata, come disse un bravo psichiatra...
    Pensiamo al piccolo Samuele...è lui e solo lui la vera vittima.
    PS:sono intervenuta alla discussione solo perche' mi ha molto toccato la morte del piccolo Samuele altrimenti avrei evitato, dato chi l'ha iniziata...( ma non era stato bannato???!)

Privacy Policy