• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1

    [Help] Narcisismo in Freud...

    Vorrei alcuni chiarimenti in proposito...
    Freud afferma che nel narcisismo una
    parte dell'energia psichica viene sottratta
    all'oggetto esterno per reinvestire nuovamente
    l'io (libido narcisistica).
    Ciò che ho descritto mi sembra che
    venga chiamato "narcisismo secondario", giusto?
    Nel narcisismo primario invece, la libido
    si sposta dall'io e si dirige verso un oggetto
    esterno (libido oggettuale) e la scelta di tale
    oggetto può essere di tipo narcisistica o anaclitica.
    E' giusto anche questo?
    Premesso ciò, il mio dubbio è rivolto verso quest'ultimo
    narcisismo (il primario) e mi chiedo infatti che differenze
    ci siano con il normale sviluppo psicosessuale, in cui
    l'adolescente rivolge le sue pulsioni (non più parziali, ma genitali)
    verso l'esterno e non più verso se stesso (zone erogene).
    Sembra che narcisismo primario e fase genitale siano la stessa cosa...
    ma allora dov'è l'aspetto patologico del narcisismo?

    Uff...non ne verrò più a capo... forse c'è qualche errore
    nelle premesse che ho fatto? Boh...la parola a voi maestri!

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di el loco
    Data registrazione
    24-08-2004
    Residenza
    Lecce - Milano - Parma- Figline
    Messaggi
    1,032
    Blog Entries
    8
    ottimo argomento, credo ci si debba aspettare una baruffa.. il mio di narcisismo si esercita nel sapere che son un grande ma nello stare al di fuori della rissa a contemplare.
    state ve.
    "... per favore Dio, per favore Knut Hamsun, non abbandonatemi adesso." (J. Fante)



    http://youtube.com/watch?v=jjXyqcx-mYY

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di zibboooo
    Data registrazione
    14-09-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    101
    temo che la tua definizione di narcisismo primario non sia corretta...
    hai scritto che "Nel narcisismo primario la libido
    si sposta dall'io e si dirige verso un oggetto
    esterno (libido oggettuale) e la scelta di tale
    oggetto può essere di tipo narcisistica o anaclitica.
    E' giusto anche questo?"...purtroppo no...è sbagliato!
    il narcisimo primario è il primo stato senza la rappresentazione di alcun oggetto!!!il bambino in questo stadio investe tutta la sua libido su se stesso prima di rivolgerla agli oggetti esterni ( che avverrà più tardi).....
    solo successivamente...quando gli eventi esterni porteranno il bambino a sentire la frustazione...esso comincerà a sentire la differenziazione dall'altro...comincia quindi a rinunciare alla sua onnipotenza (stadio dell'io ideale);
    a questo punto l'ideale non è più rivolto verso di lui, ma verso l'esterno, quindi gli altri diventano ideali!! non è più lui il grandioso..ma gli altri.
    a questo punto, il bambino cerca di introiettare gli altri dentro di sè per partecipare all'onniportenza: questo è il cosiddetto Narcisismo secondario, ovvero caratterizzato da un ripiegamento sull'io della libido sottratta ai suoi investimenti oggettuali.
    spero di essere stato chiaro e di esserti stato di aiuto!
    ciao.
    "Chi ha occhi per vedere e orecchi per intendere si convince che ai mortali non è possibile celare nessun segreto. Chi tace con le labbra chiacchiera con la punta delle dita, si tradisce attraverso tutti i pori.."(S. Freud, 1905)

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di neuromancer
    Data registrazione
    04-03-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    626
    Blog Entries
    8
    mio dio che bella conversazione d'antiquariato....

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di zibboooo
    Data registrazione
    14-09-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    101
    ci vuoi proporre qualche tuo spunto interessante che non sia di antiquariato?!?!
    sarebbe più carino da parte tua portare dei contributi interessanti sull'argomento ammesso che tu sappia di cosa si sta parlando......
    "Chi ha occhi per vedere e orecchi per intendere si convince che ai mortali non è possibile celare nessun segreto. Chi tace con le labbra chiacchiera con la punta delle dita, si tradisce attraverso tutti i pori.."(S. Freud, 1905)

  6. #6
    grazie mille x il chiarimento!

  7. #7
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312
    Ciò che dice zibboooo è sostanzialmente corretto. Il concetto di narcisismo in Freud è però piuttosto complesso e contraddittorio perchè relativo a ounti di vista differenti, corrispondendo:
    a. ad una fase dello sviluppo psicosessuale originariamente anoggettuale (narcisismo primario)
    b. ad un "ingorgo libidico" diretto all'Io nella concezione economica
    c. ad una configurazione patologica specifica delle psicosi (dette "nevrosi narcisistiche")

    Per rispondere alla tua domanda su narcisismo e fase genitale, dal punto di vista dello sviluppo psicosessuale, in Freud si passerebbe quindi da uno stadio inizialmente anoggettuale ad uno legato agli oggetti parziali che poi verrebbero integrati successivamente, fino al riemergere, dopo la latenza, della libido in adolescenza.

    Credo, però, che il problema centrale che pone il concetto di narcisismo sia proprio relativo al fatto che Freud postuli una fase anoggettuale e un Io che investe libidcamente su sè stesso. In questo modo il soggetto freudiano è un soggetto chiuso al mondo e legato ad una concezione biologistica (pulsione, libido).

    Trovo che sia un punto importante dal punto di vista storico. Ma effettivamente sono concetti che sanno di "antiquariato" se portati nel vivo della clinica contemporanea perchè profondamente legati alla teoria pulsionale.

    Un saluto
    gieko

Privacy Policy